Ultimo aggiornamento: 12.11.19

 

Piccolo reminder per chi ancora non ha fatto il passaggio dalle gomme per la stagione fredda a quelle estive

 

Scadenze

Il 15 maggio ormai è trascorso da tempo e la legge considera questa data come l’ultima a disposizione degli automobilisti per procedere a un cambio delle ruote. Si parla qui di mezzi a quattro ruote, mentre le moto e i motocicli sono esclusi dalla direttiva. Fino al prossimo ottobre saranno in vigore diverse sanzioni amministrative e multe salate, quindi se ancora non avete proceduto al passaggio meglio mettersi in regola quanto prima. 

 

 

L’ammenda se si viene fermati e si procede a un controllo consiste nel pagamento di una multa variabile dai 400 ai 1.600 euro, con il rischio che venga ritirata la carta di circolazione e l’obbligo di un passaggio e una prova presso la motorizzazione più vicina. Importante poi la conferma che chi invece monta quattro ruote all season non sarà interessato al pagamento della multa e altri provvedimenti disciplinari. Si tratta di procedure che nascono anche per questioni di sicurezza visto che il battistrada di un pneumatico da neve mal si adatta alle temperature del manto stradale tipiche dell’estate.

 

I motivi alla base del cambio

La scelta di chi ha optato per le gomme “all seasons” è l’unica per cui non è previsto il pagamento di una multa, visto che stiamo parlando di pneumatici di buona qualità e che ben si adattano a superfici e situazioni differenti, permettendo comunque un buon controllo da parte di chi cerca sempre il meglio durante le differenti stagioni. Verificate che presentino la scritta M+S, sigla che indica la possibilità di circolazione nel periodo invernale e in presenza di particolari ordinanze. 

Per quel che riguarda invece gli pneumatici invernali questa marcatura è fondamentale, insieme alle lamelle fitte che caratterizzano il battistrada e il logo dell’albero collocato sempre sul fianco, così da indicazione del superamento di un controllo specifico della resa della ruota su un fondo innevato. La scelta di procedere a un cambio è consigliata per due ordine di motivi, uno pratico così da evitare pene pecuniarie in caso di controllo e l’altro per questioni di sicurezza. 

Un pneumatico del genere potrebbe creare problemi di aderenza nel caso si incorra in una strada con presenza di brecciolino o sabbia, oppure nel caso di forti temperatura che vanno a consumare più del previsto il battistrada. In vista di questo poi ci saranno anche incrementi sul consumo di carburante, visto che un pneumatico consumato influisce in maniera negativa su questo aspetto. 

 

Il passaggio alla tipologia estiva

Dunque visto che ormai i termini sono scaduti, vi consigliamo di guardare con attenzione il tipo di pneumatici che monta il vostro mezzo, scegliendo in tal modo il giusto set in vista dell’estate. La scelta di passare a quelli estivi vi ripagherà sia sul fronte dei costi sia in quanto a controllo e tenuta di strada. Gli pneumatici invernali obbligatori possono essere messi da parte in vista del ritorno del freddo e vanno sempre sostituiti da un gommista di fiducia. 

A questo proposito si vede come la scelta di un buon supporto può anche diminuire la spesa complessiva, con alcune officine che offrono anche il servizio di tenere durante la stagione estiva gli pneumatici da neve, mantenendo così al meglio le vostre gomme senza il rischio di dover trovare un posto dove poter sistemare e collocare il tutto una volta trascorsa la stagione. Vi suggeriamo dunque di seguire il cambio stagionale nel caso in cui non abbiate gomme pensate e realizzate per far fronte a tutte le stagioni.

 

 

La vostra auto vi ringrazierà e andrete anche a risparmiare per quel che riguarda eventuali multe e controlli aggiuntivi che possono andare ad allungare la lista degli inconvenienti in cui si può incorrere se non si procede al cambio corretto di questa parte della macchina e si vuole sfidare la sorte. Da una parte la questione non è solo estetica ma impatta in modo rilevante sul tipo di guida e la sicurezza stradale.

Ricordando poi l’importanza di una velocità moderata e del rispetto della normativa che prevede l’utilizzo di pneumatici con specifiche che seguono le indicazioni previste dal libretto di circolazione. In termini più pratici va rispettata e seguita la velocità massima a cui si può viaggiare una volta montato una certa tipologia di pneumatico. 

Il tempo ormai è scaduto, perciò guardate con attenzione alla più vicina officina di ricambi, così da non rischiare nulla e avere montate le migliori ruote del momento.