Ultimo aggiornamento: 19.08.19

 

Ogni anno milioni di automobilisti devono fare una scelta: comprare catene da neve, gomme termiche o quattro stagioni? Ecco i consigli per fare la giusta scelta.

 

Come risaputo, puntuale come un orologio svizzero, ogni 15 del mese di novembre inizia l’obbligo di installare sulla propria auto delle gomme da neve, 4 stagioni o di avere a bordo catene da neve. Tale imposizione si riferisce ad alcune strade e autostrade italiane quindi non a tutto lo stivale. 

Per questo motivo la scelta potrebbe essere diversa in base alle zone in cui si vive, soprattutto tenendo in considerazione la possibilità di neve e ghiaccio durante l’inverno. I nostri consigli mirano a dipanare gli eventuali dubbi sulla migliore scelta da fare per rispettare il codice della strada, essere al sicuro in caso di neve o ghiaccio, ma senza fare una spesa inutile.

 

Pneumatici termici: a chi servono

Scegliere di adottare pneumatici termici al posto di quelli estivi, durante i mesi più freddi dell’anno, comporta una spesa sicuramente importante. Nonostante il codice della strada preveda che, per essere a norma, si debbano montare gomme invernali anche solo sulle ruote motrici, il primo consiglio che possiamo darvi è di installare i pneumatici termici su tutte e quattro le ruote. 

Averne solo due, anche se in regola con le normative, potrebbe comunque creare problemi di stabilità, in quanto molto probabilmente il livello di usura delle gomme estive rispetto a quelle invernali sarà più alto, e quindi si potrebbe perdere aderenza in frenata.

 

 

Le gomme termiche, per loro conformazione, danno il meglio di sé quando la temperatura scende sotto i 7 gradi centigradi. Per questo motivo sono da tenere in considerazione per chi vive in zone dell’Italia dove questo limite di temperature sia all’ordine del giorno, anche se magari la neve è un evento piuttosto raro. 

Quindi, si può dedurre che in tutte le zone del nord Italia siano la scelta migliore, anche se, ad esempio, a Milano in media i giorni in cui il termometro scende sotto i 7 gradi (almeno durante il giorno) non sono poi molti. Ovviamente dipende molto dall’inverno che si andrà ad affrontare, ma questo è impossibile da sapere in precedenza, quando si deve stabilire se montare gomme da neve o meno.

 

Catene da neve nelle zone calde

I fortunati automobilisti che vivono in zone d’Italia dove il termometro molto raramente scende sotto i 7 gradi centigradi possono tranquillamente pensare di acquistare le catene da neve. Infatti, se non si è soliti passare il week-end in montagna, l’esborso per un treno di gomme da neve è assolutamente superfluo. 

Oltre a un consistente risparmio rispetto all’acquisto di una buona coppia di catene da neve, le prestazioni dell’auto, con le normali gomme estive, saranno migliori. Come detto, sopra i 7 gradi centigradi, le gomme da neve si usurano abbastanza velocemente e non offrono la stessa sicurezza in frenata di quelle estive. 

Lo stesso dicasi in caso di asfalto bagnato e, se ci si trova ad affrontare una salita con molta neve, si può stare certi che grazie alle catene da neve installate si potrà effettuare la manovra molto meglio, anche rispetto alle auto che montano le gomme invernali.  

Per scegliere quelle migliori basta controllare su un qualsiasi sito di vendita online e trovare le catene da neve (controllare qui la lista delle migliori offerte) più vendute. A questo punto potrete scegliere quelle adatte, a livello di misura, alle gomme della vostra auto. La spesa, in questo caso, sarà contenuta, entro i 50 euro.

 

4 stagioni per chi non sa decidere

Il dubbio più grande può venire agli automobilisti che vivono in città abbastanza calde ma che, per motivi di lavoro o di famiglia, qualche volta devono recarsi in zone d’Italia più fredde. La soluzione migliore in questo caso è dotare la propria auto di pneumatici M+S (dall’inglese Mud e Snow) ovvero le famose “4 stagioni”. 

 

 

Queste particolari gomme sono adatte per viaggiare in sicurezza tutti i 12 mesi dell’anno e sono contemplate dal codice della strada tra quelle conformi da montare nei mesi invernali, per non incappare in sanzioni. 

Ultimamente modelli più attuali sono migliorati notevolmente quando si trovano ad affrontare strade innevate, problema spesso imputato alle gomme M+S di qualche anno fa. Inoltre si consumano meno quando la temperatura dell’asfalto sale rispetto a quelle invernali e offrono prestazioni di livello medio in qualsiasi condizione, che rende soddisfacente il loro impiego. 

Non c’è da stupirsi se la gomma 4 stagioni viene indicata con le sigle M/S M&S o MS: tutte queste diciture sono valide per determinare un pneumatico “all season”, altro elemento che identifica le gomme 4 stagioni. 

Se sulla spalla del pneumatico è presente il pittogramma con un fiocco di neve al centro di una montagna stilizzata, allora si ha a che fare con pneumatici termici (invernali) e non “all season”. Come per le gomme invernali, il consiglio è di montarle su entrambi gli assi e non solo su quello di trazione.