Ultimo aggiornamento: 26.10.20

 

Si contano i giorni fino alle tanto agognate vacanze, spesso però senza fare i conti con la preparazione dei bagagli da mettere nel proprio veicolo.

 

Non ne potete davvero più di lavorare e state aspettando con ansia la vostra tanto attesa pausa per le vacanze. Che sia un week end lungo, una settimana o un intero mese, non c’è davvero niente di meglio che stare lontano per un po’ dagli obblighi e le responsabilità per poter ricaricare le batterie. Ritmi lavorativi sempre più alti e orari spesso impossibili spesso non permettono di trascorrere tempo con la famiglia, gli amici o semplicemente con sé stessi. D’altra parte anche se ultimamente l’economia non è proprio rosea e le incertezze serpeggiano sempre di più, andare in vacanza permette di mettere le cose in prospettiva e di uscire dalla nebbia spesso creata dallo stress.

Quando si viaggia in aereo tutto è molto più comodo e semplice, basta andare in aeroporto con un certo anticipo e seguire tutte le procedure per il check in e l’imbarco. Dopodiché è sufficiente sedersi comodamente e passare un po’ di tempo in volo prima di giungere finalmente a destinazione e godersi il meritato riposo. 

Le cose però cambiano quando si decide di prendere la macchina. Spesso questa decisione è dettata dai numerosi bagagli che bisogna portarsi dietro, specialmente quando si viaggia con tutta la famiglia. Allo stesso modo viaggiare in macchina è sempre molto comodo in quanto si possono stabilire delle soste, vedere luoghi nuovi e cambiare itinerario a piacimento senza dover tenere conto di orari di partenza o di arrivo. Se si viaggia con un gruppo di amici o in coppia si ha anche il vantaggio di poter dividere le spese per la benzina e l’autostrada, cosa non da poco specialmente quando si percorrono grandi distanze.

Ci sono però diversi inconvenienti quando si viaggia in automobile, prima di tutto bisogna considerare il fatto che guidare per lunghe distanze è abbastanza faticoso quindi se possibile è bene programmare un itinerario con delle soste ben calcolate dove potersi riposare o magari darsi il cambio al volante. Quando si va all’estero è bene dare un’occhiata ad alcune regole del codice stradale, come il limite di velocità raggiungibile e se ci sono tasse da pagare per l’autostrada.

 

La preparazione del viaggio

Niente però è impegnativo quanto la preparazione del viaggio stesso che senza alcune accortezze può diventare più faticosa del previsto. Prima di tutto è bene portare il proprio veicolo dal meccanico di fiducia per fargli dare un’occhiatina generale ed assicurarsi che tutto funzioni correttamente. Allo stesso modo bisogna verificare la pressione delle gomme, specialmente se si intende percorrere molta strada. Questo ‘check-up’ ovviamente va fatto qualche settimana prima della partenza, in modo che se ci sono problemi potete subito correre ai ripari.

La stessa attenzione va data alla preparazione dei bagagli: cercate di non riempire la macchina di troppe valigie in quanto il carico eccessivo potrebbe pesare sulle prestazioni del veicolo. Nel caso lo spazio nel portabagagli non basta, evitate di mettere bagagli sui sedili posteriori in quanto potrebbero sia diventare un impedimento per la vista nella retromarcia, sia risultare pericolosi in caso di frenata brusca o di incidente.

 

Usare un buon portapacchi

Una buona soluzione è comprare un buon box auto da montare sul tetto, in modo da poter aumentare lo spazio a disposizione nel proprio veicolo. Se non sapete dove acquistarne uno a basso costo, potete trovare molti portapacchi venduti online che presentano diverse caratteristiche adatte alle tipologie di veicoli più disparate. Come funziona? Molto semplice, prima di tutto bisogna acquistare quello compatibile con la propria vettura, se questa non è predisposta per il montaggio probabilmente sarà necessario comprare anche una barra portatutto.

Assicuratevi che il portapacchi desiderato (ed eventualmente la barra) sia realizzato con materiali resistenti e soprattutto impermeabili. Solitamente la maggior parte dei modelli di qualità si rivela molto affidabile, inoltre i portapacchi sono venduti a dei prezzi molto convenienti, quindi anche risparmiando vi troverete tra le mani un prodotto di buon livello.

Dovete fare attenzione alle misure, in quanto quelle del portapacchi non devono superare in lunghezza e larghezza quelle del tetto dell’automobile altrimenti potrebbero inficiare sulla stabilità sulla strada e minare quindi la propria sicurezza e quella degli altri.

La capienza

Per quanto riguarda la capienza, si possono trovare portapacchi leggeri da 300 litri che si possono montare anche su un’utilitaria. Se invece avete bisogno di molto spazio e avete un veicolo di medie o grandi dimensioni potete optare per un prodotto da 500 litri. Cercate sempre di chiudere bene il portapacchi usando l’apposita chiusura laterale, senza far sporgere i bagagli al di fuori.

Se amate lo sport, potete sostituire il portapacchi con una barra portatutto adibita al trasporto delle vostre biciclette o magari della tavola da surf. Esistono anche barre portasci, ideali per portare tutta l’attrezzatura necessaria per le vostre vacanze in montagna.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments