Ultimo aggiornamento: 26.10.20

 

I danni alla carrozzeria sono sempre spiacevoli e spesso richiedono l’intervento di un esperto per essere riparati. Per risparmiare però si può usare la pasta abrasiva e un po’ di olio di gomito.

 

La cura della propria automobile varia da persona a persona: gli automobilisti appassionati si mettono le mani nei capelli anche solo per un graffietto, mentre altri utenti non se ne accorgerebbero neanche. Non si può negare però che un bel graffio sulla carrozzeria dell’automobile non faccia piacere a nessuno, specialmente se il veicolo è nuovo di zecca. Si sa però che parcheggiare nel centro della città nel fine settimana aumenta il rischio di subire atti vandalici da parte dei classici ‘guerrieri del week end’ che armati di chiavi iniziano a rigare macchine a caso. 

Oltretutto nelle stradine più strette altre automobili possono urtare la fiancata dell’auto e portarsi via un bel po’ di vernice dalla carrozzeria. Certo, si può sempre parcheggiare l’automobile in un garage privato, ma i prezzi ultimamente sono aumentati e nel fine settimana è sempre difficile trovarne uno libero. Può anche capitare qualche disattenzione alla guida e di non vedere un paletto o un ostacolo in retromarcia, centrandolo in pieno. 

Insomma, quando ci si mette alla guida a volte occorre preventivare tutti questi danni e sapere che ogni tanto si dovrà mettere una mano al portafoglio per ripararli.

 

Graffi di vario tipo

Non tutti i danni alla carrozzeria però sono così gravi da dover portare il proprio veicolo in officina. Se avete dato (o avete subito) la classica ‘bottarella’ che ha portato via un po’ di vernice, potrete intervenire personalmente usando la pasta abrasiva. Nel caso invece ci siano solchi o graffi più profondi allora non potrete fare altro che rivolgervi a un carrozziere.

Pasta abrasiva

La pasta abrasiva non è un prodotto miracoloso e quindi ha dei limiti, inoltre dev’essere usato con un certo criterio in modo da non rovinare ulteriormente la carrozzeria. Questo prodotto consiste in una grana sottile di sapone mista a un diluente. La pasta abrasiva più venduta per auto avrà molto diluente proprio per limitare i danni alla carrozzeria nel caso si utilizzi nel modo sbagliato. Noi però vi consigliamo di fare molta attenzione, in modo da non alterare troppo la tinta dell’automobile e rimuovere con efficacia i graffi.

 

Come usare la pasta abrasiva

Prima di cominciare dovrete lavare l’automobile, in modo da poter vedere chiaramente i graffi e i danni. In questo modo saprete dove operare con la pasta abrasiva e potrete lavorare con più precisione, senza il rischio di passarla in un punto dove c’era solo un po’ di sporcizia. Dopo aver lavato l’automobile dovrete procurarvi un batuffolo di cotone dove applicare la pasta abrasiva. Ora dovete strofinare con delicatezza solo sulla parte interessata, sfregandola leggermente sul graffio e controllando di tanto in tanto fino a quando non si sarà tolto del tutto. 

Una volta portato a termine il lavoro dovrete asciugare il punto riparato con un po’ di cotone asciutto. Se possibile non lasciate l’automobile ad asciugare al sole, perché altrimenti rischierete la formazione di aloni sulla carrozzeria.

 

Il polish e la cera

Dopo aver tolto i graffi, potreste pensare di dare una bella lucidata alla carrozzeria. Per farlo vi occorre una lucidatrice per auto in grado di applicare il polish. Il polish renderà la carrozzeria lucente più a lungo e migliorerà l’aspetto esteriore del vostro veicolo. 

La lucidatrice è abbastanza semplice da utilizzare, ma se siete alle prime armi vi consigliamo di vedere qualche tutorial o leggere delle guide, in modo da capire se può fare al caso vostro o meno. Se non volete rischiare e magari volete anche risparmiare, potete semplicemente applicare un po’ di cera nei punti dove avete eliminato i graffi.

I rischi

Non vi consigliamo di usare la pasta abrasiva per un graffietto appena visibile, in quanto potreste sortire l’effetto contrario e assottigliare la vernice superficiale. Attenzione anche a quale pasta abrasiva utilizzate, in generale non è consigliabile usare quelle troppo ‘forti’, inoltre non potrete usarla se la vostra automobile ha una carrozzeria cromata o perlata. 

Sul mercato esistono anche particolari pennarelli per rimuovere i graffi più piccoli, ma ci sono opinioni contrastanti sulla loro effettiva efficacia. Infine, se proprio non riuscite a eliminare il graffio o semplicemente non volete rischiare di peggiorare le cose allora rivolgetevi a un esperto. Spenderete qualche euro in più, ma sarete sicuri dei risultati! 

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments