Ultimo aggiornamento: 03.04.20

 

Per tenere la propria automobile in uno stato presentabile la prima cosa da fare è curare la carrozzeria, rimuovendo la sporcizia e i piccoli graffi.

 

Pochi hanno fortuna di avere un garage privato e un budget alto per poter parcheggiare l’automobile in quelli custoditi. Lasciando il proprio veicolo all’aperto la carrozzeria si rovinerà inevitabilmente a causa della sporcizia, della polvere, degli escrementi di uccello e della resina che cade dagli alberi. Mettiamo anche in conto i vari danni o graffi provocati da altri automobilisti poco attenti o dai vandali che si aggirano per le strade del centro città. Per correre ai ripari potete adottare diverse tecniche e usare alcuni articoli utili per mantenere al meglio la carrozzeria del vostro veicolo, vediamo quali sono.

 

Lavaggio auto

Probabilmente avrete portato qualche volta la vostra automobile ad un autolavaggio automatico, ma magari non siete rimasti troppo soddisfatti dei risultati. Se il lavaggio non viene fatto con le giuste tecniche la sporcizia potrebbe rimanere sulla carrozzeria oppure si potrebbero creare aloni antiestetici. Uno dei sistemi migliori per lavare la propria auto è il fai da te.  

Comprate un buon prodotto per la pulizia della carrozzeria, una spugna nuova e allestite due secchi d’acqua. Il primo verrà utilizzato per l’insaponatura, mentre il secondo per il risciacquo. Passate la spugna sulla carrozzeria in modo morbido facendo movimenti circolari, poi immergetela nel secchio del risciacquo. In questo modo dovreste riuscire a eliminare la sporcizia dalla carrozzeria in modo ottimale. 

Nel caso vogliate eseguire un lavoro di fino potete anche pensare di effettuare un prelavaggio con un prodotto prewash a spray o a schiuma. Il prelavaggio torna molto utile se sulla carrozzeria ci sono piccole macchie di sporcizia lasciate dagli insetti, dagli escrementi di uccello o dagli agenti atmosferici.

 

Asciugatura

Una volta lavata la carrozzeria dovrete asciugarla con cura in modo da non lasciare alcun alone. Per farlo ci sono diversi sistemi che si possono adattare alle vostre esigenze. Se avete la possibilità di accedere ad una pompa potete sfruttare la tecnica del ‘panno d’acqua’. Aprendo la pompa a bassa potenza e versando l’acqua sulla carrozzeria partendo da sopra potrete creare un effetto ‘a cascata’. L’acqua scendendo si porterà via le gocce e il bagnato rimasto dal lavaggio, senza lasciare alcun alone. 

Se non avete la pompa potete provare con un secchio pieno d’acqua, da versare lentamente partendo dalla parte superiore della carrozzeria. In seguito dovrete passare un panno asciutto per completare l’asciugatura. Passate il panno con leggerezza senza strofinare facendo movimenti leggeri. Ricordate che se imprimete troppa forza rischierete di graffiare la carrozzeria, inoltre farete molta più fatica. Per asciugare la carrozzeria ci vuole un po’ di pazienza, quindi non abbiate fretta.

 

Lucidatura

Dopo aver eseguito il lavaggio della carrozzeria potreste notare dei piccoli graffi. Niente paura, se non sono molto profondi potrete eliminarli con una bella lucidata. Per lucidare l’automobile potete ricorrere ad alcune cere particolari da passare con un panno umido eseguendo movimenti circolari come per l’asciugatura e il lavaggio. 

Se eseguita correttamente, la lucidatura può eliminare lievi graffi o ammaccature dalla carrozzeria, o perlomeno renderli meno visibili. Nel caso però i graffi siano molto profondi allora non potrete fare altro che portare la vostra automobile in un’officina specializzata. Tenete conto però che un lavoro di lucidatura professionale può costare davvero molto, quindi vi consigliamo di valutare se ne valga davvero la pena.

 

Usare la lucidatrice

Dopo aver passato la cera sull’automobile potreste non essere ancora soddisfatti del risultato. Per rendere la carrozzeria ancora più brillante non c’è niente di meglio che una bella passata con la lucidatrice. Questo utensile vi permette di applicare il ‘polish’ usando diversi cuscinetti, sebbene dovrete avere un po’ di manualità per poter ottenere buoni risultati. Potete acquistare la lucidatrice auto più venduta per andare sul sicuro e risparmiare.

Telo per auto

Se tenete spesso la vostra automobile all’esterno allora dovrete proteggerla dalle intemperie e dalla sporcizia in modo da non doverla lavare e lucidare troppo spesso. Usando un telo per auto potrete coprire la carrozzeria dell’automobile, inoltre potrete tenere lontana la neve durante l’inverno e il caldo durante l’estate. 

I teli per auto migliori possono proteggere la carrozzeria anche dalla grandine, particolarmente dannosa anche per i vetri dell’auto. Applicare il telo è semplicissimo, basta stenderlo sull’automobile in tutta la sua lunghezza e agganciarlo vicino agli pneumatici per tenerlo ben saldo. L’unico inconveniente del telo è che può essere rubato con facilità da qualsiasi malintenzionato in quanto si può togliere con la stessa facilità con la quale lo si applica all’automobile.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 03.04.20

 

L’automobile ha bisogno di attenzione per risultare sempre presentabile sia all’interno sia all’esterno. Basta usare gli articoli giusti per farla tornare come nuova.

 

Riuscire a distinguere la vostra automobile dalla carrozzeria piena di graffi in un parcheggio affollato non è un buon segno, ma d’altronde non è sempre facile stare dietro alla manutenzione del proprio veicolo. Chi vive in un centro cittadino sa bene che l’automobile rischia sempre quella ‘bottarella’ in più o il graffio sulla fiancata, entrambi causati da altri automobilisti maldestri o dai classici ‘eroi del weekend’ che in preda all’ebbrezza decidono di sfogarsi sui veicoli parcheggiati. 

Allo stesso modo intemperie, inquinamento e i ‘simpatici’ volatili cittadini possono sporcare la carrozzeria rendendola impresentabile. La cura dell’automobile però non riguarda solo l’esterno, ma anche l’interno. I tappetini rovinati o un odore poco piacevole non sono il massimo per un lungo viaggio in auto, quindi ogni tanto è bene dare una sistemata.

Vediamo quali sono gli articoli più utili per poter curare al meglio la propria automobile.

 

Prodotti per la lucidatura

Se la carrozzeria ha subito danni, potete provare a toglierlo usando un buon prodotto per la lucidatura. A seconda delle vostre esigenze potrete trovare diverse cere o lucidanti spray per cercare di togliere graffi non troppo profondi o lievi ammaccature. Le cere naturali sono particolarmente adatte per i colori scuri, ma sono difficili da applicare. Se siete alle prime armi potete optare per una cera sintetica o per un lucidante spray, sebbene questi ultimi non hanno una lunga durata nel tempo. Per applicare i prodotti basta un panno morbido da passare sulla carrozzeria con movimenti circolari.

Lucidatrice

Dopo aver eliminato graffi e danni dalla carrozzeria potete utilizzare una buona lucidatrice per applicare il ‘polish’. Per un lavoro fatto come si deve ci si può rivolgere ad un’officina che offre questo tipo di servizio, altrimenti potete ricorrere al ‘fai da te’ acquistando una lucidatrice auto economica. Questo utensile è indispensabile per rendere la carrozzeria splendente e far durare la lucidatura più a lungo. Sul mercato ci sono diversi modelli adatti a tutte le esigenze, quindi se siete alle prime armi potrete trovarne alcuni adatti ai principianti. Prima di usare la lucidatrice vi consigliamo comunque di leggere attentamente le istruzioni in modo da non danneggiare la carrozzeria.

 

Telo per auto

Mai sottovalutare i danni causati dalle intemperie. La neve e il ghiaccio possono rovinare la carrozzeria lasciando aloni e segni difficili da rimuovere, mentre la grandine può rompere i vetri e causare dei bozzi. Se non avete un garage e dovete lasciare la vostra automobile all’aperto, allora potete provare a proteggerla usando un telo auto antigrandine. In questo modo la terrete al sicuro dalle intemperie e allo stesso tempo dalla resina degli alberi e gli escrementi degli uccelli. Applicare il telo è facilissimo, basta scegliere quello delle dimensioni giuste così da stenderlo in modo preciso su tutta l’automobile.

 

Tappetini nuovi

Dopo qualche anno è normale che i tappetini dell’automobile vengano ridotti a un colabrodo, anche se li lavate assiduamente. In questo caso è meglio comprare nuovi tappetini, scegliendo tra i diversi modelli venduti online o recandovi in un negozio di accessori per automobili. Se avete usato dei tappetini in moquette e non vi siete trovati bene, potete optare per quelli in gomma. Il tappetino, oltre a migliorare l’estetica dell’automobile, garantisce anche un migliore controllo sui pedali.

 

Deodorante per auto

All’interno dell’automobile possono crearsi odori spiacevoli in quanto la si tiene spesso chiusa per tutta la notte o per tutto il giorno. Per creare un ambiente interno più salubre potete optare per un deodorante auto da appendere allo specchietto retrovisore. I cari vecchi Arbre Magique sono ancora in vendita, quindi perché non approfittarne?

Impianto audio

Gli impianti di serie spesso lasciano molto a desiderare, quindi se avete un buon budget a disposizione potreste pensare di montare un paio di nuove casse, un subwoofer e magari un’autoradio di qualità che possa gestire l’impianto al meglio. Le autoradio 2 DIN non solo vi permettono di accedere ad una vasta gamma di funzioni, ma sono anche molto piacevoli da vedere grazie al loro ampio schermo. 

Un bel subwoofer potente nel portabagagli farà sicuramente un figurone, specialmente con i vostri amici o parenti appassionati di musica. Alla spesa dell’impianto ricordatevi di aggiungere anche quella di un possibile intervento da parte di un professionista, in quanto subwoofer e autoradio 2 DIN non sono dispositivi facili da installare senza le giuste conoscenze tecniche.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 03.04.20

 

Ogni tanto l’automobile va pulita da cima a fondo, quindi è bene sapere quale tipo di lavaggio effettuare per poter ottenere i risultati migliori.

 

Se usate spesso l’automobile per spostarvi in città e fare viaggi allora probabilmente dovrete lavarla con una certa frequenza. Lo stesso vale se la parcheggiate all’aperto, in quanto viene esposta alla resina degli alberi, le intemperie e agli uccelli che sovente decidono di fare i loro ‘bisogni’ proprio sulle carrozzerie delle automobili. 

Ci sono diversi modi per lavare la vostra automobile, basta saper scegliere quello più adatto alle vostre esigenze, valutando anche il budget che avete a disposizione. È molto importante anche l’asciugatura della carrozzeria, in quanto bisogna effettuarla correttamente in modo da non lasciare aloni. Una volta effettuato il lavaggio potete anche considerare la possibilità di lucidare il veicolo, in modo da eliminare dalla carrozzeria eventuali graffi e renderla più brillante. Vediamo quali sono i metodi più utilizzati.

 

Autolavaggio

Per lavare l’automobile senza alcun pensiero e soprattutto senza fare fatica l’unico modo è portarla all’autolavaggio. Ce ne sono diversi che propongono il servizio completo, pulendo con cura anche all’interno. Nel caso invece vogliate lavare la carrozzeria potete sempre optare per il servizio automatico con spazzole antigraffio o per il self service, molto utile se non disponete di un garage o di un cortile dove poter lavare l’automobile con una pompa dell’acqua. Il self service è il trattamento meno costoso, ideale se non avete intenzione di spendere troppo per pulire l’automobile.

Lavaggio fai da te: il prelavaggio

Se disponete di un cortile ampio e avete la possibilità di usare una pompa d’acqua, allora potete lavare la vostra automobile comodamente nel perimetro della vostra abitazione. Prima di cominciare però è consigliabile effettuare un prelavaggio, in modo da rimuovere le tracce di sporco create dagli insetti, escrementi di uccelli, smog e altre impurità minori. 

In questo modo si potranno ammorbidire le parti da lavare rendendo il procedimento molto più facile. Per il prelavaggio potete usare prodotti chiamati prewash che troverete in modelli a spray e in schiuma. Una volta applicato il prewash dovrete lasciarlo agire sul veicolo per far sciogliere lo sporco, per poi risciacquare la vettura e asciugare.

 

Lavaggio tradizionale

La tecnica più utilizzata per il lavaggio fai da te è quella dei due secchi. Fondamentalmente si tratta di preparare un secchio per l’insaponatura e l’altro per il risciacquo della spugna utilizzata. Scegliete un prodotto adatto per la pulizia della carrozzeria, evitando ovviamente di usare detersivi per la casa che potrebbero lasciare aloni. Una volta versato il prodotto nel primo secchio, non dovrete fare altro che immergervi la spugna, passarla sulla carrozzeria e poi risciacquarla nel secondo secchio. Nel giro di 10 minuti dovreste riuscire a lavare completamente il veicolo.

Asciugare con la tecnica del panno d’acqua

Una prima asciugatura può essere fatta utilizzando… l’acqua! Può sembrare strano, ma usando una pompa facendo scorrere l’acqua a partire dalla parte superiore del veicolo potrete togliere tutte le goccioline e il bagnato rimasto dal lavaggio. L’effetto cascata si porterà via l’acqua presente sulla carrozzeria, un metodo particolarmente adatto che vi permette di non lasciare aloni sulla carrozzeria e in seguito asciugarla con un panno in modo molto più rapido ed efficace.

 

Pulizia degli interni

Per poter pulire gli interni del vostro veicolo potete considerare l’acquisto di un buon aspirabriciole senza fili che vi permetta di rimuovere dai sedili e dai tappetini polvere, peli di animali e residui di cibo. Dopo aver passato l’aspirabriciole vi consigliamo comunque di lavare i tappetini dei posti anteriori e posteriori, possibilmente a mano. Metteteli a bagno in una bacinella con un qualsiasi detersivo per panni, in modo da poter rimuovere le impurità e la sporcizia con efficacia. Il lavaggio in lavatrice non è consigliato, in quanto la dimensione eccessiva dei tappetini potrebbe bloccare la centrifuga.

Lucidatura

Una volta finito di lavare l’automobile e dopo averla asciugata correttamente potete considerare la possibilità di lucidare la carrozzeria. Per farlo dovrete applicare la cera utilizzando un panno asciutto, eseguendo movimenti morbidi e leggeri. In seguito avrete bisogno di una lucidatrice per il ‘polish’, indispensabile per migliorare la lucidatura, rendere la carrozzeria più brillante e far durare l’effetto più a lungo. 

Potete trovare la migliore lucidatrice auto nei negozi specializzati e in quelli di utensili, oppure provare a trovare il modello più adatto online. Vi consigliamo di optare per un prodotto con un buon rapporto qualità-prezzo che sia facile da utilizzare per chi è alle prime armi. In alternativa se non avete voglia di fare sforzi potete farla lucidare in un’officina, sebbene i costi per la lucidatura professionale sono abbastanza alti.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 03.04.20

 

Lucidatrici per auto – Guida all’acquisto e confronti

 

La carrozzeria della vostra automobile ha visto giorni migliori e non sapete proprio come fare a rimetterla in sesto? La soluzione migliore in questi casi è acquistare una buona lucidatrice per auto che potrà aiutarvi a far tornare la vostra auto brillante come se fosse appena uscita dal concessionario. Vista la vasta gamma di modelli sul mercato, abbiamo pensato di creare questa pagina per aiutarvi a scegliere quello più adatto alle vostre esigenze. Se non avete tempo a disposizione per leggere tutta la guida, possiamo subito consigliarvi la Amzdeal Levigatrice Rotorbitale Pneumatica ad Aria e la Einhell CE-CB 18/254 Li Solo Lucidatrice per Auto. La prima si presenta con un ottimo connubio tra prestazioni e prezzo, mentre la seconda dispone di tecnologia innovativa, sebbene venga venduta ad un costo più alto.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 7 migliori lucidatrici per auto – Classifica 2020

 

 

Lucidatrice per auto rotorbitale

 

1. Amzdeal Levigatrice Rotorbitale Pneumatica ad Aria

 

Questa lucidatrice per auto rotorbitale di Amzdeal si conferma uno dei prodotti più venduti online, grazie ad un rapporto qualità-prezzo davvero invidiabile. Il modello si distingue per le sue ottime prestazioni garantite dal regolatore integrato e da 10.000 giri al minuto che vi consente di lavorare ad alta velocità, ottenendo risultati soddisfacenti. 

Per una lucidatura di precisione, potrete avvalervi delle carte abrasive incluse nella confezione e del manico ergonomico che vi consente di controllare la lucidatrice in modo ottimale. Per la pulizia basta rimuovere il sacchetto per la raccolta della polvere, mentre i gas di scarico e i detriti verranno raccolti nel tubo flessibile. 

La lucidatrice Amzdeal è ottima per lucidare il proprio veicolo, ma si presta molto bene anche per lavorare su mobili di diversi materiali e superfici. Se non sapete dove acquistare questo modello nuovo e a prezzi bassi, cliccate sul link qui di seguito.

 

Pro

Potente: Arriva a 10.000 giri al minuto per una lucidatura veloce ed efficace del proprio mezzo di trasporto.

Dotazione: Troverete due carte abrasive diverse per poter eseguire una lucidatura di precisione. 

Facile da pulire: i gas di scarico e i detriti vengono assorbiti dal tubo flessibile che si potrà rimuovere per aprire il cassetto raccogli polvere e svuotarlo.

Design ergonomico: Le maniglie assicurano un controllo preciso della lucidatrice, che permette di lavorare senza fare troppa fatica.

Versatile: Si può usare per lucidare imbarcazioni, mobili e superfici di diverso tipo, oltre che la carrozzeria della propria vettura.

 

Contro

Aria: Ha bisogno di molta aria per poter funzionare, quindi occorre acquistare un compressore grande.

Acquista su Amazon.it (€37.99)

 

 

 

Lucidatrice per auto a batteria

 

2. Einhell CE-CB 18/254 Li Solo Lucidatrice per Auto 

 

La Einhell è una delle migliori lucidatrici per auto del 2020, un prodotto altamente tecnologico costruito con dei materiali di altissima qualità. Il prezzo è leggermente più alto rispetto ad altri modelli venduti online, giustificato dalla tecnologia agli ioni di litio di Einhell che rende la lucidatrice estremamente potente ed efficace. 

La batteria dalla lunga durata vi consente di lavorare liberamente per lunghe sessioni, inoltre potrete controllare la carica tramite il pratico display, dal quale tra l’altro si potranno evincere informazioni sui vari parametri calcolati dal microchip integrato. Per quanto riguarda il design, ci troviamo davanti ad un prodotto maneggevole da impugnare a una o due mani per avere un controllo sicuro e comodo della lucidatrice. 

Il costo di questa lucidatrice per auto a batteria è l’unico deterrente all’acquisto, infatti ve la consigliamo solo se dovete fare delle lucidature di precisione e vi serve un modello davvero affidabile.

 

Pro

Materiali: I componenti di qualità conferiscono alla lucidatrice una grande resistenza e durevolezza nel tempo.

Manici: Il modello si rivela estremamente maneggevole grazie ai manici ergonomici che permettono di impugnarlo con una o due mani.

Tecnologia : Gli ioni di litio di Einhell la rendono estremamente potente ed efficace nella lucidatura. Il microchip integrato permette di monitorare i parametri.

Carica: La batteria al litio di lunga durata consente di lavorare per lunghe sessioni senza doverla ricaricare.

 

Contro

Costosa: Non è la lucidatrice per auto più economica in circolazione, dunque valutate con attenzione il vostro budget. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lucidatrice per auto Tacklife

 

3. Tacklife 1.500W Lucidatrice per Auto, 6 Velocità variabili 

 

Per rapporto qualità-prezzo la Tacklife è probabilmente la miglior lucidatrice in circolazione, specialmente se si considera la quantità di accessori inclusi nella confezione. È dotata di un motore da 1.500 watt con velocità selezionabile dai 600 ai 3.000 giri, molto utile per lavori di precisione su diverse superfici e sulla carrozzeria della vostra automobile. 

Potrete controllare tutte le impostazioni della lucidatrice tramite un comodo display LCD, inoltre attivando il dispositivo di blocco sarà possibile mantenere la velocità stabile senza dover tenere schiacciato il tasto per l’attivazione. 

L’unico neo è che una volta disattivata, si dovrà reimpostare la velocità in quanto la lucidatrice non dispone di alcun sistema di memoria. Concludiamo la recensione con il nostro consueto confronto tra pregi e difetti del prodotto che potrete trovare nella tabella sottostante.

 

Pro

Potente: Motore da 1.500 W per prestazioni elevate sulla carrozzeria di macchina e su diverse superfici.

Pratica: Si possono selezionare fino a sei velocità per operare la lucidatrice da 600 a 3.000 giri a seconda delle esigenze. Potrete visualizzare le impostazioni sul comodo display LCD.

Dispositivo di blocco: Attivandolo sarà possibile tenere la lucidatrice alla velocità impostata senza dover tener premuto il grilletto.

Generosa donazione: Nella confezione troverete tutti gli accessori utili per un lavoro di precisione.

 

Contro

Nessuna memoria interna: Occorre reimpostare la velocità ogni volta che si attiva la lucidatrice.

Acquista su Amazon.it (€89.97)

 

 

 

Lucidatrice per auto Nordstrand

 

4. Nordstrand – Lucidatrice Levigatrice per Automobile Professionale

 

La lucidatrice proposta da Nordstrand potrà darvi molte soddisfazioni se volete rimettere a nuovo la carrozzeria della vostra automobile o gli esterni di una imbarcazione. Magari non è la più potente sul mercato, con solo 1.200 watt che la rendono inadeguata per dei lavori intensivi su mobili o su determinate superfici. 

Allo stesso tempo però ci troviamo davanti a un modello facile da usare, con un manico ergonomico che vi consente di adoperarla senza fare fatica. La dotazione generosa è un buon incentivo all’acquisto, nella confezione troverete piastre di supporto, coperture e spazzole per motore. 

Il pulsante di accensione dispone di una sicura che evita accensioni accidentali della lucidatrice e tiene al sicuro i bambini troppo curiosi che potrebbero scambiarla per un giocattolo. Non manca la possibilità di selezionare la velocità in base al tipo di lavoro che si vuole fare.

 

Pro

Economica: Il prezzo molto conveniente del prodotto la rende ideale se state cercando di risparmiare ma non volete rinunciare a dare una bella lucidata alla vostra macchina o imbarcazione.

Buona dotazione: Troverete tutto il necessario per poter lavorare di precisione e per cambiare coperture e piastre.

Sicura: Il tasto di accensione dispone di una sicura grazie alla quale potrete impedire avvii accidentali della lucidatrice e lavorare al sicuro anche in presenza di bambini.

 

Contro

Presa: Non ha l’attacco per la presa europea, quindi occorre acquistare un adattatore per poterla utilizzare.

Poco potente: 1.200 watt non sono sufficienti per lavorare velocemente e con efficacia su alcune superfici.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lucidatrice per auto Urceri

 

5. Urceri Lucidatrice per Auto, 6 Velocità Variabile

 

Il prodotto di Urceri si attesta su buoni livelli ed è ideale se non sapete quale lucidatrice comprare e state cercando un prodotto non troppo costoso che vi permetta di fare un buon lavoro di lucidatura, senza però aspettarvi risultati professionali. 

Il motore arriva solo a 1.200 watt, quindi per quanto riguarda la potenza siamo su livelli inferiori rispetto ad altri modelli, ma sufficiente per poter lucidare la carrozzeria di un’automobile. Il manico ergonomico aiuta a tenere salda la lucidatrice mentre si lavora, riducendo al minimo la fatica. 

Per la sicurezza troverete il dispositivo di blocco del mandrino e del grilletto che impediscono alla lucidatrice di avviarsi accidentalmente mentre non la state adoperando. Una buona dotazione di accessori completa questa lucidatrice per auto Urceri.

 

Pro

Conveniente: Il rapporto qualità – prezzo della lucidatrice è ideale se avete intenzione di risparmiare e non vi serve un prodotto professionale.

Sicura: Dispone di blocco del mandrino e del grilletto per evitare avvii accidentali.

Ergonomica: Il design delle maniglie permette di impugnarle senza affaticare troppo la mano, in modo da lavorare facendo il minimo sforzo.

Accessori: Nella confezione si troverà una buona dotazione di accessori.

 

Contro

Performance: Non aspettatevi una grande potenza da questa lucidatrice che inoltre tende a scaldarsi molto velocemente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lucidatrice per auto Ferm

 

6. Ferm Lucidatrice ad angolo con Softgrip e accessori professionale

 

La lucidatrice per auto Ferm non è una delle più convenienti sul mercato, infatti se fate una comparazione tra le offerte potrete trovare modelli meno costosi. Il suo vantaggio principale sta nel cavo lungo 3 metri che vi consente di muovervi e adoperarla senza limitazioni. 

A questo si aggiunge il disco di supporto in Velcro ideale per un cambio veloce dei dischi e un design ergonomico di ottimo livello con multi impugnatura, perfetto per lavorare senza fare troppi sforzi. 

A livello di performance ci troviamo nella media con soli 1.400 watt di potenza. La lucidatrice Ferm non si può proprio considerare un modello professionale, lo confermano i vari pareri degli utenti opposti a quanto dichiarato dal produttore.

 

Pro

Regolabile: Si può impostare la velocità su diversi livelli, in modo da sfruttare la lucidatrice al meglio in ogni situazione.

Design: La multi impugnatura permette di controllare la lucidatrice senza fare fatica, riducendo al massimo lo sforzo fatto da mani e polsi. Il disco con velcro permette di cambiare i dischi velocemente.

Cavo: Lungo ben 3 metri, utile per poter lavorare liberamente senza costrizioni, anche su veicoli particolarmente grandi.

 

Contro

Potenza: 1.400 watt non bastano a renderla un prodotto professionale.

Prezzo: Ci sono modelli venduti a un prezzo più conveniente e con una dotazione più generosa.

Acquista su Amazon.it (€78.99)

 

 

 

Lucidatrice per auto Topvork

 

7. Topvork Lucidatrice Auto 900W Eccentrica

 

La potenza davvero ridotta del modello non è proprio il massimo, specialmente se state considerando di acquistare una lucidatrice per eseguire dei lavori di fino. Se invece volete solo dare una lucidata alla carrozzeria dell’automobile per renderla più presentabile, allora potete puntare su questo modello di Topvork senza ovviamente aspettarvi miracoli. 

Il prezzo conveniente è un buon incentivo, in dotazione inoltre si troveranno diversi accessori compresa una comoda borsa per il trasporto. Può arrivare a 6.400 giri al minuto su sei velocità variabili, mentre il movimento eccentrico del disco aumenta l’area di lucidatura, caratteristiche che compensano la scarsa potenza del motore da 900 watt. 

Non manca il blocco del mandrino e dell’interruttore per garantire la massima sicurezza e impedire avvii accidentali.

 

Pro

Prezzo: Si presenta con un costo basso molto interessante, specialmente se state cercando una lucidatrice economica per rimettere in sesto la carrozzeria dell’automobile.

Eccentrico: Questo tipo di movimento del disco permette di ottenere una lucidatura su un’area più ampia della superficie sulla quale si sta lavorando.

Borsa: Nella confezione troverete una comoda borsa per il trasporto, ideale per tenere la lucidatrice lontana dalla polvere quando non la utilizzate.

 

Contro

Performance: Con 900 watt di potenza non ci si può aspettare di lucidare la carrozzeria troppo velocemente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Accessori

 

Cuffie lucidatrice per auto

 

Bosch Cuffia per Lucidatrice in Lana di Agnello

 

Se avete bisogno di cuffie per lucidatrice per auto possiamo consigliarvi questo modello prodotto da Bosch compatibile con diverse lucidatrici. È un acquisto conveniente anche se state per acquistare una lucidatrice, così potrete avere subito a disposizione una cuffia di ricambio. È stata realizzata in pelle d’agnello, un materiale molto soffice ideale per pulire i fanali di un’automobile. Il diametro di 12,5 cm permette di lucidare velocemente la superficie e allo stesso tempo eseguire un lavoro di precisione. Va montata sulla spugna di lucidatura, in modo da farla rimanere più stabile.

Acquista su Amazon.it (€3.53)

 

 

 

Guida per comprare una lucidatrice per auto

 

Dopo aver letto le nostre recensioni e fatto una comparazione tra le offerte potreste avere ancora qualche dubbio su come scegliere una buona lucidatrice per auto. In questa sezione della pagina analizziamo quali sono le caratteristiche principali da considerare prima di acquistare un modello, in modo da potervi aiutare a fare chiarezza e scegliere quello più adeguato per le vostre esigenze. 

Il primo consiglio che vi diamo è capire di cosa avete bisogno, perché molte lucidatrici per auto si possono utilizzare anche per lucidare superfici di mobili e tanto altro. Questi modelli in generale sono più costosi, quindi se avete solo la necessità di rimettere in sesto la carrozzeria di un’automobile o di un’imbarcazione vi consigliamo di puntare su un modello dalla giusta qualità-prezzo.

Potenza

La lucidatrice (o smerigliatrice) è il miglior modo per poter mettere a nuovo la carrozzeria, facendola tornare alla sua brillantezza originale e riducendo la visibilità di eventuali graffi. Solitamente i modelli più adatti per questo tipo di lavoro sono le rotorbitali, chiamate così perché sul disco va montato un cuscinetto che gira sia su sé stesso e intorno all’orbita della lucidatrice, creando un doppio movimento. 

I risultati sono di solito molto soddisfacenti, sebbene possano variare in base alla potenza della lucidatrice. Questa viene misurata in watt e può influire anche sulla velocità con la quale si può portare a termine il lavoro. Una lucidatrice da 1.500 watt per esempio può arrivare a 10.000 giri al minuto, mentre quelle meno potenti da 1.000 watt ne compiono 5.000 o 6.000. 

Vi consigliamo di puntare su un modello molto potente se avete un veicolo di grandi dimensioni come un SUV o una barca e volete diminuire i tempi di lavoro. Se invece dovete lucidare un’utilitaria, potete optare anche per un prodotto meno potente e cercare di risparmiare. 

Il vantaggio delle lucidatrici più performanti sta nella loro versatilità, in quanto si potranno usare anche per lavorare su mobili e superfici di vario tipo. Tenete conto che la maggior parte dei modelli dispongono di un regolatore per la velocità che vi consente di regolare i giri in base alle vostre esigenze e al tipo di accessorio utilizzato.

 

Design

Dato che per usare la lucidatrice ci vuole un minimo di manualità e di forza, per risparmiarvi un po’ di fatica potete scegliere un modello con delle maniglie ergonomiche. Una lucidatrice con un buon design dispone di due maniglie poste ai lati realizzate con un materiale comodo da impugnare e che riduce lo stress su mani e polsi. 

Alcuni prodotti dispongono di una maniglia superiore e di un manico che possono andare bene se non avete mai usato una lucidatrice, in quanto l’impugnatura ricorda quella di altri elettroutensili e può risultare più familiare. 

Per quanto riguarda il funzionamento, la maggior parte delle lucidatrici devono essere collegate ad una presa elettrica e in alcuni casi ad un compressore. Assicuratevi che il cavo sia abbastanza lungo, specialmente se dovete lavorare su un veicolo di grandi dimensioni in uno spazio ampio. Se invece avete un buon budget, potete considerare l’acquisto di una lucidatrice a batteria al litio che vi permette di muovervi con la massima libertà. Questa tipologia è la più moderna, inoltre può disporre di diverse migliorie tecnologiche come un microprocessore in grado di monitorare i parametri di lavoro. 

Qualsiasi lucidatrice desideriate, assicuratevi che sia stata progettata con dei sistemi di sicurezza per il blocco del mandrino e del tasto di attivazione che impediscono rimozione di accessori e l’accensione accidentale.

Dotazione

Da non sottovalutare anche la dotazione di accessori inclusi nella confezione di un prodotto che ne alzano la qualità in rapporto con il prezzo. È importante che nella confezione ci siano i tamponi in spugna per la lucidatura, dischi di lana e le carte abrasive, senza le quali è impossibile usare la lucidatrice. 

In aggiunta potete trovare delle spazzole di carbone e una borsa per il trasporto. Quest’ultima non è indispensabile se volete usare la lucidatrice solo in ambito domestico, mentre se volete usarla per diversi lavori potrà tornarvi molto utile nel tenere l’utensile lontano dalla polvere e dalle intemperie.

 

 

 

Domande frequenti

 

A quanti giri impostare la lucidatrice per auto?

Dipende dal lavoro che dovete fare. Per lucidare un’automobile bastano 5.000 o 6.000 giri al minuto per dei lavori di precisione con un tampone piccolo. Se invece dovete lucidare una parte molto ampia di un veicolo come un SUV, un furgone o una barca, allora potete impostare la lucidatrice al massimo dei giri che può andare dagli 8.000 ai 10.000 nei modelli più potenti. Con il tempo imparerete a regolare i giri in base alla situazione, in modo da ottenere risultati sempre più soddisfacenti.

 

Dove comprare una lucidatrice per auto?

Potete acquistare una lucidatrice per auto in qualsiasi negozio di hobbistica che venda elettroutensili. In alternativa potete comprare la vostra nuova lucidatrice online, scegliendo tra tantissimi modelli venduti a prezzi convenienti. Il vantaggio di comprare online sta nel risparmio, in quanto potete trovare delle lucidatrici molto valide prodotte da marche meno conosciute. Approfittando di qualche buona offerta potrete anche acquistare dei modelli molto performanti, senza spendere troppo.

 

Cosa vuol dire rotorbitale?

Le lucidatrici rotorbitali sono chiamate così perché sfruttano un doppio movimento, creato dal disco e dal cuscinetto montato su di esso. In questo modo il cuscinetto (o tampone) girerà su se stesso e sull’orbita del disco, quindi la rotazione e l’orbita hanno creato questo nome che si usa per definire le lucidatrici adatte a lavorare sulle carrozzerie o su altre superfici.  

 

Quanto costa una lucidatrice per auto?

In media le lucidatrici per auto vendute online non costano tantissimo, sebbene il prezzo può variare in base alle funzioni e alle performance. I modelli di media potenza da 900 e 1.200 watt con una buona dotazione possono costare intorno ai 50-60 €, mentre quelli più performanti dotati di tecnologie innovative possono arrivare anche ai 100 €. Le più costose sono quelle professionali che arrivano a 700 e anche 1.000 €, ma non ve le consigliamo se dovete semplicemente lucidare la vostra automobile.

 

Si può usare una lucidatrice auto per altri lavori?

Sebbene vengano utilizzate principalmente per le carrozzerie dei veicoli, in realtà le lucidatrici rotorbitali sono adatte a diverse tipologie di lavori di lucidatura su diverse superfici e mobili. Ovviamente il risultato dei lavori dipende molto da quali dischi e tamponi si utilizzano, come anche dalla potenza della lucidatrice e dai giri raggiunti. Se vi serve una lucidatrice versatile, vi consigliamo di optare per un prodotto molto performante in modo da non dovervi limitare.

 

 

 

Come usare una lucidatrice per auto

 

Avete comprato una nuova lucidatrice, ma non sapete davvero come fare ad usarla? Non preoccupatevi, c’è sempre una prima volta, inoltre alcuni elettroutensili all’inizio possono un po’ intimidire, specialmente quelli che se usati in modo poco corretto possono peggiorare la situazione. 

Prima di tutto, prendete il manuale d’istruzioni del prodotto e studiatelo attentamente, in modo da capire quali sono le sue funzionalità e come montare i vari accessori correttamente. Fate qualche prova all’aria, attivando la lucidatrice verificando che tutto funzioni correttamente a qualsiasi velocità impostata. In seguito potete procedere con la lucidatura dell’auto.

Solitamente è una buona idea portare la propria automobile in un autolavaggio prima di usare la lucidatrice, in quanto i risultati migliori si otterranno con una carrozzeria pulita e asciugata. In questo modo farete molta meno fatica a lucidare l’auto, in quanto potrete vedere chiaramente le varie imperfezioni e i graffi sui quali lavorare. 

Ovviamente, vi conviene portare la vostra automobile in un luogo luminoso, quindi se disponete di un garage cercate di illuminarlo il più possibile con lampade o faretti, altrimenti aspettate una giornata di sole e lucidate l’auto all’aperto. Se ci sono delle parti che non volete lucidare potete coprirle con del nastro adesivo, in modo da salvaguardarle. 

 

Da abbinare al polish

Ora dovete usare il polish, ovvero il prodotto per la lucidatura che dovrete acquistare. Questi prodotti possono variare per caratteristiche, con diversi pregi e difetti per ognuno, ma in generale vi consigliamo di non usarne troppo per una singola lucidatura, perché altrimenti potreste creare delle macchie opache, specialmente se impostate la velocità al massimo dei giri possibili.

Ora non vi resta che scegliere il giusto tampone, la quale abrasività deve corrispondere a quella del polish in modo da poter ottenere i risultati ottimali. Solitamente per le lucidatrici rotorbitali si prediligono i tamponi in microfibra di diverse dimensioni. Quelli piccoli sono utilizzati per i lavori di precisione, ma ovviamente richiedono più per poter completare il lavoro, a differenza di quelli grandi che coprono una superficie maggiore. Una buona idea è quella di utilizzarli entrambi, magari passando prima quello grande sui punti della carrozzeria meno danneggiati e in seguito lavorare con il tampone piccolo.

Quando impugnate la lucidatrice, non fate troppa pressione in modo da non affaticare troppo le mani e cercate di fare dei movimenti fluidi quando la passate sulla carrozzeria. Prendetevi delle pause se siete stanchi o accaldati e state molto attenti al cavo nel caso la lucidatrice sia alimentata ad energia elettrica, in modo da sapere sempre quanto gioco vi resta. Se invece avete acquistato una lucidatrice a batteria, potete tenere d’occhio lo stato della carica tramite un display o un indicatore luminoso.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 03.04.20

 

Principale vantaggio

Il design pratico e leggero permette di usare l’aspirabriciole con facilità per raggiungere gli angoli più nascosti della casa e per pulire l’interno di un veicolo, oltretutto rende il prodotto molto piacevole da vedere. Il beccuccio sottile permette di usarlo insieme a un aspirapolvere per rimuovere tutta la polvere e lo sporco presenti in casa, per una pulizia completa e soddisfacente.

 

Principale svantaggio

L’aggancio alla base di ricarica risulta poco pratico, cosa che può far perdere del tempo quando si ha la necessità di mettere subito a caricare l’aspirabriciole per poterlo usare di nuovo. Oltre a questo difetto, segnaliamo anche il prezzo molto alto del prodotto, specialmente se rapportato con altri aspirabriciole sul mercato.

 

Verdetto: 9.6/10

Chi dispone di un buon budget e cerca la qualità di una ditta come Vorwerk, potrà rimanere davvero soddisfatto da questo modello. Efficace, potente, elegante e soprattutto leggero, il Folletto Aspirabriciole rimane uno dei migliori sul mercato per quanto riguarda la qualità costruttiva e la solidità dei materiali utilizzati per la sua realizzazione, sebbene il costo alto gli fa perdere qualche punto per quanto riguarda la convenienza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE DELLE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Pratico

L’aspirabriciole di Vorwerk si presenta con un design piacevole ed ergonomico, pensato proprio per facilitarne l’utilizzo. Con un peso di appena 650 grammi, potrà essere utilizzato anche da chi non è particolarmente forte fisicamente. Il modello può arrivare nei punti della casa difficili da raggiungere con un aspirapolvere, specialmente grazie al beccuccio di piccole dimensioni che consente di aspirare la polvere e la sporcizia. 

Allo stesso modo si potrà usare per rimuovere trucioli da un piano di lavoro, una soluzione che gli appassionati del fai da te potranno davvero apprezzare. Il suo funzionamento a batteria lo rende ancora più maneggevole, inoltre permette di portarlo anche in macchina per fare un po’ di pulizia all’interno. Una volta finito, sarà possibile svuotare il contenitore con un semplice click per poi ricominciare subito ad utilizzarlo.

Materiali

Si può giustificare il prezzo molto alto rispetto a gran parte dell’offerta della concorrenza (ecco la nostra lista dei migliori modelli) per la sua qualità costruttiva davvero alta. I materiali resistenti consentono di usare l’aspirabriciole senza limitazioni e di trasportarlo ovunque si vada con in tutta sicurezza. 

Solido ed affidabile, si può tenere in un laboratorio, in officina e anche nel portabagagli di un veicolo. Durante le impegnative pulizie casalinghe, l’aspirabriciole Vorwerk diventa un prezioso alleato e anche se cadrà a terra continuerà a funzionare senza riportare alcun danno. La longevità nel tempo è assicurata anche se ne viene fatto un utilizzo intensivo, per questo una volta acquistato non si dovrà più sostituire con altri modelli. 

L’unico neo per quanto riguarda la qualità costruttiva del prodotto sta nella base di ricarica che dispone di un aggancio non proprio agevole e che va maneggiata con una certa cura, al fine di non rompere i collegamenti necessari per l’attacco della batteria.

 

Performance

Nonostante le dimensioni ridotte, le performance del prodotto non lasciano affatto a desiderare. La batteria agli ioni di litio garantisce una potenza costante, ideale per un utilizzo continuo dell’aspirabriciole e per le pulizie intensive. La batteria ha un’autonomia che può variare in base alla velocità, infatti il prodotto si può regolare su due diverse. La più lenta consente di usare l’aspirabriciole per 20 minuti, mentre quella più veloce per 13 minuti. 

In questo modo sarà possibile gestirne l’utilizzo in base alle esigenze e a quanto sporco o polvere bisogna rimuovere. Una ricarica dura 6 ore, nella media degli aspirabriciole. La pratica spia LED informa sullo stato della carica della batteria, così sarà possibile sapere quando sta per spegnersi per poterlo subito mettere a ricaricare sull’apposita base.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Ultimo aggiornamento: 03.04.20

 

Principale vantaggio

La batteria dell’aspirabriciole sorprende per la sua durata, superiore anche ai modelli di marche ben più famose. Con 2.200 mAh sarà possibile pulire a fondo la casa per ben 30 minuti, in modo da non dover fare pause per ricaricare il dispositivo. A tal proposito, si ricarica in solo 3 o 4 ore semplicemente ponendolo sull’apposita base di carica, quindi lo si potrà riutilizzare senza perdere troppo tempo. Il funzionamento a batteria e l’assenza del cavo consentono di usare l’aspirabriciole per pulire anche il proprio veicolo.

 

Principale svantaggio

A questo prezzo non ci si possono aspettare materiali di alta qualità e soprattutto resistenti nel tempo. È probabile che dopo molti utilizzi, il prodotto possa iniziare a non funzionare correttamente, oppure si potrebbero avere delle difficoltà nello sganciare il serbatoio o il filtro per la pulizia.

 

Verdetto: 9.7/10

Se paragoniamo il costo basso del prodotto alla sua qualità complessiva, possiamo dire di trovarci davanti ad un buon aspirabriciole che consigliamo soprattutto a chi vuole risparmiare senza rinunciare alle performance. La batteria di lunga durata e una buona potenza permettono di pulire la casa o la macchina in modo ottimale, inoltre gli accessori in dotazione rendono il modello davvero versatile. I materiali possono rovinarsi facilmente, quindi chi cerca un aspirabriciole per un uso molto intensivo può dare un’occhiata ad altri modelli.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE DELLE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Lunga autonomia

Sebbene l’aspirabriciole Holife non sia tra i più blasonati sul mercato, riesce comunque a distinguersi per la sua lunga autonomia, garantita da una batteria agli ioni di litio da ben 2.200 mAh. Può durare per più di 500 cicli e garantisce un lavoro continuo di ben 30 minuti, ideale per chi deve pulire ambienti con molti mobili o fare una pulizia a fondo della propria automobile. 

Una volta esaurita la carica, la batteria si potrà ricaricare posizionandola sull’apposita base inclusa nella confezione che a sua volta andrà collegata ad una presa elettrica. La ricarica completa avviene in 3 o 4 ore, quindi lo si potrà riutilizzare in brevissimo tempo. 

Se consideriamo che un aspirabriciole di marca ha una carica di 15 minuti e un tempo di ricarica pari a 6 ore, non possiamo che premiare il modello di Holife per questa caratteristica.

 

 

Filtrazione a doppio strato

Il dispositivo si presenta con una buona potenza, alimentata dal motore da 100W in grado di arrivare fino a 6.500 PA di aspirazione. Per questo sarà possibile usarlo per pulire diverse superfici, rimuovendo materiale come sabbia, briciole di pane, peli di animali e anche liquidi. Grazie alla sua struttura di filtrazione avanzata, l’aspirabriciole tiene l’aria pulita senza spargere nell’ambiente polvere e sporcizia, una soluzione ideale per chi soffre di particolari allergie. 

Il filtro si potrà rimuovere e pulire con facilità, inoltre trattandosi di un modello ad aspirazione ciclonica, non sarà necessario comprare alcun sacchetto per la raccolta della sporcizia che si andrà ad accumulare nel serbatoio. Questo si potrà rimuovere facilmente con la semplice pressione dell’apposito pulsante ‘’lock’’ per scaricare il contenuto nella spazzatura.

 

Dotazione

Il design pratico ed ergonomico è stato pensato per garantire all’utente la massima maneggevolezza, ideale per poter pulire gli angoli della casa o dei mobili difficilmente raggiungibili con l’aspirapolvere. Si tratta di un aspirabriciole senza cavo, quindi non si avrà alcuna restrizione durante il suo utilizzo. 

Per aumentare ulteriormente la versatilità del prodotto, nella confezione si troveranno diverse bocchette da utilizzare a seconda delle necessità. Quella per fessure è ideale per pulire l’automobile, in quanto possono raggiungere anche i punti più stretti, mentre quella a spazzola si comporta molto bene con i peli degli amici a quattro zampe, mentre quella per liquido consente di rimuovere acqua, latte e altre bevande, versate accidentalmente.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Ultimo aggiornamento: 03.04.20

 

Principale vantaggio

La potenza notevole del Dyson si fa sentire grazie a ben quindici cicloni 2 Tier Radial che funzionano contemporaneamente per garantire la massima potenza di aspirazione. Questi sono potenziati dal motore digitale Dyson V6 che può arrivare a 100 Watt di potenza, per ben 20 minuti di aspirazione costante a carica piena della batteria. È la soluzione ideale per pulire interni di automobili, superfici di mobili e gli angoli alti più difficili da raggiungere nella propria abitazione. 

 

Principale svantaggio

La batteria al litio lascia molto a desiderare a livello di resistenza, con una carica che va abbassandosi nel tempo, obbligando l’utente a ricaricarla molto spesso. Questo è un difetto molto comune negli aspirabriciole, sebbene la carica breve si adatta alla loro funzionalità, in quanto non possono sostituire un vero e proprio aspirapolvere, ma si utilizzano per pulire gli angoli dove è difficile arrivare o gli interni delle automobili.

 

Verdetto: 9.8/10

La potenza elevata e la maneggevolezza dell’aspirabriciole Dyson ci hanno convinti, per questo lo premiamo con un punteggio molto alto che sarebbe arrivato al massimo se non fosse stato per la batteria non all’altezza degli altri componenti. Il prezzo è molto più alto rispetto a quello di altri modelli, quindi lo consigliamo solo ai lettori con un buon budget o a chi ha davvero bisogno di performance elevate per pulire il proprio appartamento o l’automobile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE DELLE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Potente

Dyson si distingue sul mercato per i suoi prodotti potenti realizzati con tecnologia ciclonica e questo aspirabriciole non è da meno. È alimentato da motore digitale Dyson V6 che arriva a ben 100 watt di potenza per garantire 20 minuti di aspirazione costante. 

I quindici cicloni 2 Tier Radial che lavorano in sincronia consentono di aspirare polvere e sporco senza che il filtro si intasi, inoltre permettono di risparmiare sull’acquisto di sacchetti inquinanti e costosi. Lo sporco verrà raccolto nel pratico serbatoio che si potrà svuotare facilmente tramite la semplice pressione di un tasto, così sarà possibile ricominciare subito a pulire. 

La potenza elevata del prodotto si traduce in un’elevata rumorosità che arriva fino a 87 dB. Un piccolo difetto che impedisce di usare l’aspirabriciole mentre gli altri inquilini stanno riposando, oppure durante le ore durante le quali si potrebbe dare fastidio al vicinato.

 

 

Design ergonomico

Sebbene le dimensioni del Dyson non siano proprio compatte per un aspirabriciole, il peso leggero permette di adoperarlo senza fare troppa fatica anche per raggiungere i punti più alti della casa dove si vuole rimuovere la polvere. 

Il manico con grilletto ergonomico consente di avviarlo con la semplice pressione del dito, inoltre il baricentro è stato progettato per migliorare la maneggevolezza. Questo consente di usare l’aspirabriciole per pulire anche l’interno della propria automobile. 

Nella confezione si troveranno numerosi accessori, alcuni dei quali consentono di raggiungere gli angoli più nascosti della casa e dei mobili. La spazzola motorizzata è in grado di catturare anche i peli, ideale quindi se in casa ci sono degli animali domestici.

 

Batteria

La batteria del prodotto, a differenza delle altre caratteristiche, lascia un po’ a desiderare. C’è da dire che solitamente la durata della carica degli aspirabriciole è abbastanza breve, ma il problema del Dyson sta nella poca resistenza della batteria che dopo qualche mese di utilizzo inizia a scaricarsi sempre più velocemente. 

Bisogna tenere conto che, con una carica, sarà possibile usare l’aspirabriciole per 20 minuti impostandolo sul livello di velocità più basso, una durata che si abbassa nel caso si voglia sfruttare il massimo della potenza del prodotto. L’articolo è stato pensato per essere utilizzato in coppia con un’aspirapolvere, per una pulizia dei mobili, quindi non si può pretendere di rimettere la casa a lucido usando solo l’aspirabriciole.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Ultimo aggiornamento: 03.04.20

 

Principale vantaggio

Il design pratico del prodotto permette di usarlo con grande facilità. La bocchetta di aspirazione sottile consente di pulire le aree della casa più nascoste, in modo da non lasciare scampo alla polvere e allo sporco. Il contenitore trasparente permette di controllare la quantità di materiale raccolto, così sarà possibile svuotarlo all’occorrenza. Il suo funzionamento a batteria aiuta a maneggiarlo liberamente senza venire ostruiti dal cavo, quindi ideale per la pulizia della propria automobile.

 

Principale svantaggio

Con ben 80 dB, questo aspirabriciole non è il più silenzioso sulla piazza, ma a questo prezzo conveniente ci si deve accontentare. L’elevata rumorosità impedisce di utilizzarlo la notte o quando gli altri inquilini stanno riposando. Per ridurla è possibile impostare la velocità di aspirazione al minimo, sacrificando però la potenza del prodotto.

 

Verdetto: 9.8/10

A livello qualità-prezzo, questo aspirabriciole è probabilmente il migliore sul mercato. Black & Decker è riuscita a creare un prodotto performante e allo stesso tempo semplice, una soluzione ideale per pulire mobili, angoli della casa difficilmente raggiungibili e anche l’interno di un’automobile. A parte l’elevata rumorosità l’articolo non ha altri difetti evidenti, per questo lo premiamo con un punteggio alto e lo consigliamo agli utenti in cerca di risparmio che non vogliono rinunciare alla qualità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE DELLE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Design

L’articolo si presenta con un design ben studiato che unisce una serie di comodità per facilitarne l’utilizzo. Le dimensioni compatte consentono di maneggiarlo senza fare troppa fatica, mentre il beccuccio molto stretto è perfetto per pulire gli angoli altrimenti irraggiungibili della casa e dei mobili. 

In questo modo sarà possibile usare l’aspirabriciole anche per pulire gli interni della propria automobile, in quanto si potrà trasportare facilmente. Il contenitore trasparente da 610 ml permette di raccogliere molto materiale, inoltre potrete vedere chiaramente quando sarà necessario svuotarlo per ricominciare a utilizzare l’aspirabriciole. 

Il contenitore può essere lavato con l’acqua per pulirlo in modo ottimale senza rischiare di rovinarlo. Nella confezione si troveranno diversi accessori come il cavo di ricarica, l’ugello a fessura estensibile e la spazzola per tappezzeria pieghevole.

Potente

Black + Decker ha dotato il suo aspirabriciole di tecnologia ciclonica e di una potenza elettrica di ben 10.8 V. Questa tecnologia riduce i rischi di ostruzione del filtro, ottimizzando i tempi e la forza d’aspirazione. Sebbene il prodotto risulti molto rumoroso (80 dB), si viene ripagati dalle performance elevate che assicurano risultati soddisfacenti, rimuovendo polvere e sporcizia rapidamente e con efficacia. 

La potenza di aspirazione di ben 636 mm/H2o non lascia spazio a dubbi e vi permette di affrontare anche lo sporco più ostico. è una soluzione ideale per risparmiare sull’acquisto dei sacchetti per la raccolta dello sporco, con un minore impatto sull’ambiente cosa che di questi tempi è davvero molto importante. Non manca la possibilità di selezionare tra due diverse velocità, ideale per poter eseguire una pulizia veloce oppure per avere una maggiore precisione.

 

Batteria

Il prodotto dispone di una comoda batteria al litio ricaricabile, quindi si potrà usare senza l’ingombro di fili, cosa che torna molto utile nel caso si voglia portare in macchina per poterla pulire. La batteria ha una durata massima di 16 minuti, mentre il tempo di ricarica è di 6 ore. 

Forse l’autonomia è un po’ bassa, ma contando che si tratta di un aspirabriciole e non di un’aspirapolvere, allora possiamo chiudere un occhio. Inoltre sarà possibile comunque tenere il prodotto collegato alla rete elettrica, nel caso si abbia bisogno di utilizzarlo per più tempo. La batteria viene consumata in base alla velocità di aspirazione impostata, quindi tenete conto che usando l’aspirapolvere al massimo la esaurirete molto più in fretta.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Ultimo aggiornamento: 03.04.20

 

Aspirabriciole – Guida all’acquisto e Confronti

 

Volete pulire la tavola o l’interno del vostro veicolo, ma non avete idea di come fare? La soluzione è acquistare un pratico e maneggevole aspirabriciole. Sul mercato ci sono davvero tantissimi dispositivi, quindi la scelta non è affatto semplice, per questo abbiamo scritto questa guida che comprende consigli d’acquisto e una classifica con recensioni dei modelli più gettonati e apprezzati dagli utenti. Se non avete tempo di leggerla tutta possiamo subito consigliarvi l’ottimo Aspirabriciole Black + Decker DVJ325J ad azione ciclonica. In alternativa il VORWERK Folletto Aspirabriciole si presenta con un design elegante e una qualità dei materiali davvero eccellente.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 Migliori Aspirabriciole – Classifica 2020

 

 

Aspirabriciole Black & Decker

 

1. Black + Decker DVJ325J-QW Aspiratore Ricaricabile Aspirabriciole 10,8V

 

Black & Decker presenta quello che potremmo ritenere il miglior aspirabriciole dell’anno per rapporto qualità-prezzo. Dotato di tecnologia ciclonica, permette di pulire con efficacia mobili ed elettrodomestici rimuovendo lo sporco e la polvere anche dagli angoli più nascosti. 

Il materiale verrà raccolto nell’apposito contenitore che si potrà svuotare facilmente, così non si dovranno spendere altri soldi per comprare i sacchetti. La batteria al litio consente di usare l’aspirabriciole senza alcuna restrizione, quindi potrete usarlo anche per pulire i trucioli da un tavolo di lavoro o per togliere un po’ di sporcizia all’interno della vostra automobile. 

Per quanto riguarda la potenza, parliamo di 10.8 V regolabili su due velocità diverse, più che sufficienti per una pulizia soddisfacente. L’aspirabriciole Black & Decker è un po’ ingombrante, specialmente se paragonato ad altri modelli venduti online, ma il design ergonomico ne consente un utilizzo confortevole. Se non sapete dove acquistare il prodotto nuovo, vi invitiamo a cliccare sul link sottostante che vi porterà alla pagina del negozio online.

 

Pro

Azione ciclonica: Consente di pulire senza rischiare di ostruire il filtro con la polvere e la sporcizia raccolta, inoltre fa risparmiare sull’acquisto dei costosi sacchetti.

Pratico: Il serbatoio si può rimuovere con un semplice click per svuotarlo e pulirlo con l’acqua.

Maneggevole: Il design ergonomico permette di usare l’aspirabriciole senza fare alcuna fatica e pulire negli angoli più irraggiungibili della casa o del proprio veicolo.

Potente: La batteria da 2.5 Ah e la potenza da 10.8 V permettono di pulire a fondo qualsiasi superficie.

 

Contro

Dimensioni: Rispetto ad altri prodotti, questo aspirabriciole risulta piuttosto ingombrante.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Aspirabriciole Folletto

 

2. Vorwerk Folletto Aspirabriciole VC100

 

Sebbene non sia proprio il più economico sulla piazza, riteniamo che quello di Folletto sia uno dei migliori aspirabriciole del 2020 per praticità e soprattutto qualità costruttiva. Le dimensioni ridotte del beccuccio permettono di rimuovere polvere e sporco dagli angoli più stretti dei mobili, della casa e anche del proprio veicolo. 

Colpisce anche il design elegante che lo rende molto bello da vedere e non lo fa sfigurare in una casa arredata con stile. I materiali che lo compongono sono estremamente resistenti e gli conferiscono una grande resistenza e durevolezza nel tempo. Questo giustifica il prezzo abbastanza alto del prodotto, in quanto molto più longevo di altri prodotti meno costosi.

Per quanto riguarda le performance, troviamo due livelli di velocità e una batteria ricaricabile che può durare dai 15 ai 20 minuti di utilizzo continuo. Alla velocità minima l’aspirabriciole Folletto è estremamente silenzioso, quindi volendo lo si potrà usare anche mentre gli altri inquilini stanno riposando.

 

Pro

Materiali: L’alta qualità costruttiva conferisce all’aspirabriciole una grande resistenza e durevolezza nel tempo.

Design: Il modello è molto piacevole da vedere, inoltre si potrà impugnare con il massimo comfort per pulire senza fare troppa fatica.

Performance: Si possono selezionare ben due velocità diverse, scegliendo tra la precisione e la potenza a seconda delle proprie esigenze.

Batteria: Può durare fino a 20 minuti di utilizzo continuo, ideale per pulire la casa a fondo senza interruzioni.

 

Contro

Caricatore: Il sistema di aggancio della batteria al caricatore non è molto fluido.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Aspirabriciole Dyson

 

3. Dyson 238732-01 V6 Trigger, 100 Watts, Aspirapolvere Portatile

 

Tra gli aspirapolvere più venduti, l’aspirabriciole Dyson si distingue per la sua potenza elevata alimentata da un motore digitale V6 con tecnologia ciclonica. Una volta attivato la polvere e lo sporco non avranno più scampo, potrete pulire a fondo i mobili, le stanze dell’appartamento e gli interni della vostra auto con grande efficacia. 

L’impugnatura ergonomica permette di controllare e maneggiare l’aspirabriciole con sicurezza e facilità, grazie al baricentro situato vicino all’impugnatura che consente di tenere il beccuccio sempre puntato nella direzione giusta. 

La spazzola motorizzata può catturare anche i peli, quindi potreste considerare l’acquisto di questo aspirabriciole se avete animali domestici in casa. Risulta anche molto pratico il contenitore che invece di dover essere smontato, si può scaricare con la semplice pressione di un tasto.

 

Pro

Potente: Il motore digitale a tecnologia ciclonica progettato da Dyson garantisce prestazioni davvero elevate nella rimozione di sporcizia, polvere e anche peli di animali.

Impugnatura: Il baricentro posizionato vicino al manico conferisce all’aspirabriciole grandi maneggevolezza e precisione.

Batteria: Si ricarica molto più velocemente rispetto ad altri modelli.

Contenitore: Si svuota con un semplice click, così non dovrete smontarlo ogni volta che si riempie e risparmierete tempo.

 

Contro

Prezzo: La qualità in questo caso si paga, per questo se avete un budget limitato vi consigliamo di dare un’occhiata agli altri aspirabriciole in classifica.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Aspirabriciole Rowenta

 

4. Rowenta AC4769 Extenso Cyclonic Aspirabriciole Cordless con Bocchetta

 

Rowenta è sempre una garanzia quando si tratta di elettrodomestici e prodotti per l’igiene casalinga. Il suo economico aspirabriciole ciclonico è la soluzione ideale se state cercando di risparmiare. Dispone di una sola velocità, quindi non aspettatevi la potenza degli altri modelli più costosi, ma va comunque bene per pulire gli interni del vostro veicolo o rimuovere la polvere dai mobili. 

La bocchetta telescopica integrata vi consente di raggiungere i punti più difficili da pulire senza alcuna difficoltà. Il filtro e il contenitore si possono pulire semplicemente staccandoli dall’aspirabriciole, svuotandoli in seguito nella pattumiera. 

L’impugnatura ergonomica e il design funzionale vi permettono di maneggiare l’aspirabriciole Rowenta senza fare fatica. Nella confezione troverete anche dei tasselli per fissare l’aspirabriciole al muro, oltre alla base di ricarica per la batteria.

 

Pro

Qualità-prezzo: Il Rowenta è la soluzione ideale se state cercando un aspirabriciole economico per togliere un po’ di polvere dai mobili e dagli elettrodomestici, ma non volete spendere troppo.

Bocchetta telescopica: Consente di pulire negli angoli più irraggiungibili della casa o della vostra automobile.

Pratico: Filtro e contenitore si possono rimuovere con grande facilità, basta un click per staccarli dall’aspirabriciole e svuotarli.

Dotazione: Si troveranno due tasselli per posizionare il caricabatterie sul muro e non tenerlo a terra dove lo si potrebbe calpestare.

 

Contro

Poco potente: Dispone di una sola velocità che non permette di rimuovere materiale particolarmente ostico come peli di animali o trucioli.

Acquista su Amazon.it (€49.99)

 

 

 

Aspirabriciole Hoover

 

5. Hoover SC72DWG CliK Aspirabriciole a Batteria, 0.3 Litri

 

Se avete un budget ridotto a disposizione e non sapete quale aspirabriciole scegliere, possiamo consigliarvi questo modello di Hoover. Sebbene non brilli particolarmente per le performance, il prodotto si difende grazie ad una serie di accessori integrati che permettono di pulire le superfici con buoni risultati. 

La bocchetta per le fessure arriva negli angoli irraggiungibili da un’aspirapolvere, mentre la spazzola a pennello consente di rimuovere peli di animali. L’impugnatura ergonomica facilita la presa e aumenta la maneggevolezza del prodotto, inoltre sarà possibile svuotarlo facilmente rimuovendo il contenitore. 

La base di ricarica dell’aspirabriciole Hoover è inclusa nella confezione si può appendere al muro oppure posizionare su una superficie piana, a seconda delle vostre esigenze. Riassumiamo quali sono i pro e contro del prodotto, confrontandoli nella tabella qui di seguito.

 

Pro

Economico: Il prezzo basso del prodotto è ideale se cercate un aspirabriciole per la pulizia domestica, ma non avete intenzione di spendere troppo.

Pratico: Grazie alla bocchetta per le fessure e alla spazzola a pennello potrete pulire gli angoli difficili da raggiungere e rimuovere i peli di animali domestici.

Maneggevole: L’impugnatura risulta molto comoda, inoltre sarà possibile svuotare l’aspirabriciole semplicemente rimuovendo il contenitore.

Caricabatterie: Sarà possibile appenderlo al muro nel caso non lo si voglia tenere a terra o su un mobile.

 

Contro

Poco potente: Le performance del prodotto lasciano molto a desiderare, quindi non createvi grandi aspettative.

Acquista su Amazon.it (€49.99)

 

 

 

Aspirabriciole Holife

 

6. Holife Aspirabriciole senza Fili Potente 100W

 

Una comparazione tra le offerte dei modelli con i prezzi più bassi ci ha fatto scoprire questo aspirabriciole Holife che ha ricevuto pareri positivi dalla maggior parte degli utenti. Si presenta con una buona potenza che arriva fino a 100 W che permette di aspirare polvere, sporcizia, particelle allergeniche, peli e addirittura liquidi. Per farlo basta montare la bocchetta specifica tra quelle che troverete nella confezione. 

La batteria del prodotto si ricarica in sole 3 ore, quindi ideale nel caso si debba fare una pulizia intensiva della casa. Da apprezzare anche l’autonomia che può andare dai 25 ai 30 minuti a seconda della velocità impostata. 

Come altri aspirabriciole, anche questo modello si avvale di un contenitore smontabile che si può svuotare con facilità nella pattumiera e pulire con acqua.

 

Pro

Potente: Nonostante il prezzo relativamente basso, questo aspirabriciole si difende con una potenza di 100 W che consente di pulire le superfici con efficacia da sporcizia e polvere.

Dotazione: Nella confezione troverete diverse bocchette utili per rimuovere peli di animali domestici e addirittura liquidi.

Carica: La batteria si può ricaricare in sole 3 ore, inoltre se l’aspirabriciole è impostato alla velocità bassa potrà durare per ben 30 minuti di utilizzo continuo.

 

Contro

Poco longevo: I componenti del prodotto lasciano parecchio a desiderare e lo rendono poco durevole nel tempo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Aspirabriciole Ariete

 

7. Ariete 2474 Bagless Black, Handheld Vacuum, Dry&Wet

 

Economico e funzionale, questo modello prodotto da Ariete vi permette indubbiamente di risparmiare puntando comunque su una discreta qualità garantita da un marchio riconosciuto. Dispone di un doppio sistema di filtraggio che consente di aspirare sporcizia e polvere ma anche liquidi, il che rappresenta una bella comodità. 

La potenza di aspirazione è modesta dunque la sua destinazione d’uso non può che essere quella di aspirare briciole o peli da tavola o da un angolo di una stanza. L’efficacia è tale soprattutto sulle superfici lisce mentre su tappeti o imbottiti la resa è inferiore. L’autonomia è più che sufficiente e, con un utilizzo di una decina di minuti al giorno, potrete ricaricarlo una volta alla settimana. 

Come potete immaginare, visto il costo basso, il modello in questione non è molto potente, inoltre la qualità dei materiali della scocca è modesta e per questo non aspettatevi che la solidità sia tale da poter utilizzare l’aspirabriciole Ariete a lungo.

 

Pro

Costo: Il prodotto viene venduto a prezzi bassi, nonostante sia prodotto da una marca come Ariete. Se volete risparmiare e non avete particolari esigenze, potreste aver trovato il modello giusto.

Doppio filtraggio: Questo sistema vi permette di rimuovere sporcizia e polvere ma anche i liquidi, il che rappresenta una bella comodità.

 

Contro

Poco potente: Le performance dell’aspirabriciole non sono elevate come quelle di altri prodotti che però hanno un costo ben più elevato.

Materiali: La scocca è in plastica di modesta qualità, il che lascia intendere che la solidità non rientra tra i punti di forza del prodotto. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Aspirabriciole Bosch

 

8. Bosch BHN1840L Aspirabriciole Dry Only, 18 V

 

Bosch è sempre sinonimo di qualità e anche con questo aspirabriciole il marchio tedesco non si smentisce. Se a livello di potenza non raggiunge alcuni dei modelli più performanti, il modello si difende molto bene con una batteria al litio lunga durata che si può ricaricare in pochissimo tempo. 

Ogni ciclo può durare fino a 40 minuti di utilizzo continuo, quindi ideale per pulizie intensive. Il sistema High Airflow aspira la polvere senza spargerla per l’appartamento, separandola con efficacia e senza far intasare il filtro. 

Il materiale verrà raccolto con efficacia nel contenitore che sarà possibile smontare facilmente per poi svuotarlo e lavarlo. Rispetto ad altri modelli questo aspirabriciole Bosch si presenta con dimensioni un po’ più ingombranti, ma rimane comunque molto maneggevole.

 

Pro

Qualità-prezzo: Il costo basso del prodotto si unisce a buone performance garantite dal marchio Bosch e dal sistema High Airflow che permette di aspirare la polvere con efficacia, senza ostruire il filtro.

Batteria: Ogni ciclo di ricarica può durare fino a 40 minuti per una pulizia intensiva senza interruzioni.

Contenitore: Si può smontare facilmente per poterlo svuotare e ricominciare subito a usare l’aspirabriciole.

 

Contro

Dimensioni: Il prodotto risulta piuttosto ingombrante, specialmente se confrontato con altri modelli disponibili online.

Acquista su Amazon.it (€79.07)

 

 

 

Guida per comprare un buon aspirabriciole

 

Se avete fatto una comparazione tra le offerte dei prodotti in classifica, ma siete incerti su come scegliere un buon aspirabriciole, allora siete arrivati nella sezione giusta della pagina. In questa guida vi aiuteremo a capire quali sono le caratteristiche di cui tenere conto al fine di acquistare il modello giusto per le vostre esigenze. In generale gli aspirabriciole moderni non hanno grandi differenze e si presentano con un design molto simile tra di loro, sebbene bisogna considerare fattori come potenza, durata della batteria e la dotazione.

Potenza

Gli aspirabriciole possono avere una potenza variabile che viene calcolata in Watt. Più sarà il wattaggio e più il modello sarà in grado di aspirare velocemente polvere e sporcizia. Di media, la maggior parte degli aspirabriciole vanno dai 7 ai 10 watt di potenza, più che sufficienti per ottenere una pulizia ottimale senza lasciare traccia di sporco o polvere. 

Quello che fa la differenza però è la tecnologia ciclonica che permette di aspirare materiale senza ostruire il filtro e soprattutto fa risparmiare sull’acquisto dei sacchetti per la raccolta, in quanto la polvere verrà raccolta nell’apposito contenitore rimovibile. Gli aspirabriciole con tecnologia ciclonica costano di più rispetto a quelli normali e sono solitamente i più potenti in circolazione. 

Ma a cosa può servire un aspirabriciole molto potente e ne vale davvero la pena spendere cifre alte? Dipende, se dovete pulire un tavolo di lavoro da trucioli e altro materiale difficile da aspirare, allora vi conviene investire su un buon prodotto. 

Nel caso invece vi serva solo un elettroutensile per poter pulire i mobili e magari l’automobile allora potete anche puntare su prodotti meno performanti, magari ci metterete un po’ di più a finire il lavoro, ma potrete risparmiare notevolmente.

 

Batteria

Il punto dolente della maggior parte degli aspirabriciole sta nella carica della batteria che solitamente si aggira intorno ai 15 minuti di autonomia massima, con i modelli migliori che riescono ad arrivare ai 30 minuti. 

Tenete conto però che un aspirabriciole non può assolutamente sostituire un’aspirapolvere e che quindi andrà usato per fare delle brevi pulizie, ad esempio se il vostro animale domestico versa i croccantini a terra o se dovete pulire velocemente il tavolo dopo aver mangiato. 

La bassa autonomia della batteria può risultare un po’ fastidiosa nel caso dobbiate pulire con minuzia molti mobili in una sola sessione o magari se avete un veicolo di grandi dimensioni che richiede un lavoro certosino. Per guadagnare carica potete sempre impostare l’aspirabriciole alla velocità minima, sacrificando la potenza per un lavoro di precisione. La batteria di un normale aspirabriciole si ricarica tramite l’apposita base e ci può impiegare dalle 3 alle 5 ore.

Dotazione

Peli di animali domestici, trucioli e liquidi hanno bisogno di particolari beccucci per poter essere rimossi con efficacia. Se volete sfruttare al massimo il vostro aspirabriciole potete pensare di acquistarne uno con una buona dotazione di beccucci utili per diverse situazioni. 

È molto importante però che quello principale sia abbastanza lungo e stretto per raggiungere gli angoli più nascosti dei mobili, in modo da fare un lavoro di pulizia completo e ottimale. Per quanto riguarda il contenitore, solitamente si potrà staccare facilmente per essere svuotato, mentre alcuni modelli si possono svuotare tramite un semplice click.

 

 

 

Domande Frequenti

 

A cosa serve l’aspirabriciole?

L’aspirabriciole è un elettroutensile progettato per rimuovere sporco e polvere dagli angoli più irraggiungibili della casa e per pulire l’interno di mobili, elettrodomestici e veicoli. Non è indispensabile, ma può tornare molto utile per rimettere in ordine un appartamento o un ufficio senza lasciare nulla al caso. È particolarmente apprezzato per la pulizia delle automobili, in quanto funzionando a batteria permette di portarlo ovunque si voglia e maneggiarlo senza l’ingombro di un cavo.

 

Quale potenza deve aver un buon aspirabriciole?

Un aspirabriciole di buona qualità va dai 7 ai 10 watt di potenza massima, solitamente regolabile in due velocità diverse che permettono di eseguire lavori di precisione oppure sfruttare al massimo la potenza aspirante del prodotto. 

Consigliamo di acquistare aspirabriciole molto potenti solo nel caso dobbiate pulire tavoli da lavoro dai trucioli, oppure per pulizie intensive di un appartamento molto grande. In generale gli aspirabriciole da 10 watt sono più costosi, quindi se volete risparmiare e rimanere comunque soddisfatti dei risultati potete optare per uno da 7 watt.

 

Quanto costa un aspirabriciole?

Gli aspirabriciole possono costare dai 30 € ai 300 € a seconda del modello. Quelli con tecnologia ciclonica sono generalmente più costosi, specialmente se alimentati da motori brevettati dalle ditte produttrici. A meno che non abbiate particolari esigenze o un budget alto a disposizione, un modello da 30 o 70 € va più che bene per poter pulire i mobili di casa e la propria automobile.

 

Quanto consuma un aspirabriciole?

Poco, contando che il suo funzionamento a batteria permette di usarlo senza collegarlo alla corrente elettrica, riducendo notevolmente i consumi. Per quanto riguarda la batteria, può durare dai 15 ai 30 minuti a seconda del modello e della potenza impostata. La ricarica invece avviene in 3 o 5 ore, un periodo di tempo che può sempre variare in base all’aspirabriciole.

 

Occorre usare dei sacchetti per la raccolta della polvere?

No, la maggior parte dei modelli moderni dispongono di tecnologia ciclonica in grado di raccogliere la polvere in un contenitore apposito separandola dal filtro per non creare ostruzioni. In questo modo si dovrà semplicemente svuotare il contenitore per poi ricominciare immediatamente a pulire. Per lavare il contenitore basta usare dell’acqua, senza ricorrere ad alcun prodotto che potrebbe invece rovinare l’aspirabriciole.

 

 

 

Come funziona un aspirabriciole

 

L’aspirabriciole è fondamentalmente un piccolo aspirapolvere in miniatura che si utilizza per le pulizie di precisione di mobili, angoli della casa difficilmente raggiungibili, interni di automobili e persino tavoli da lavoro. Sebbene ogni modello si presenti con un design particolare, in generale gli aspirabriciole funzionano tutti allo stesso modo. 

Si presentano con una forma longilinea, con un beccuccio situato alla punta, un contenitore centrale e un manico con tasto di accensione. Tenendo premuto il tasto si attiverà immediatamente la funzione aspirante e si potrà subito iniziare a spazzare via polvere e sporcizia. 

Il beccuccio lungo permette di arrivare in punti particolarmente difficili da raggiungere con l’aspirapolvere, inoltre dato che gli aspirabriciole sono abbastanza leggeri, potrete usarli anche per pulire i mobili alti senza fare troppa fatica.

 

 

Come svuotare il contenitore

I modelli più moderni sfruttano la nuova tecnologia ciclonica che impedisce al filtro di venire ostruito dal materiale aspirato, raccogliendolo nell’apposito contenitore (che andrà svuotato di tanto in tanto). Per farlo, non dovrete far altro che trovare il sistema di sgancio (diverso per ogni modello) e staccare il contenitore dall’aspirabriciole. 

Una volta fatto, vi basterà versare il contenuto nella pattumiera e pulire il contenitore con dell’acqua, asciugarlo e rimontarlo sull’aspirabriciole per poterlo usare di nuovo. Aspirabriciole più all’avanguardia possono disporre di un sistema di scarico del contenitore senza la necessità di smontarlo, sebbene comunque consigliamo di pulire sempre con acqua, specialmente se avete raccolto molta polvere e sporcizia nel corso della giornata.

 

Come caricare la batteria

Le batterie dell’aspirabriciole si caricano tramite l’apposita base inclusa nella confezione. Vi invitiamo a controllare sempre che questa sia in dotazione, in caso contrario è bene contattare il produttore e avvisarlo della mancanza. La maggior parte degli aspirabriciole vanno attaccati alla base senza smontare la batteria, quindi una volta collegata a una presa elettrica vi basterà posizionarvi sopra l’elettroutensile per poter cominciare subito la ricarica. 

 

 

Nel caso la base si dovesse rivelare un po’ difettosa, non forzate troppo l’aspirabriciole perché potreste rompere i collegamenti, piuttosto provate a trovare il giusto incastro con calma. Ci sono modelli che includono nella confezione dei tasselli per poter montare la base a muro, ideale per non tenerla tra i piedi o per non ingombrare spazio su un mobile. 

In generale non è possibile usare gli aspirabriciole collegandoli alla presa della corrente, in quanto si tratta di utensili progettati proprio per potersi muovere in tutta libertà.

 

 

Ultimo aggiornamento: 03.04.20

 

Tappetino per Auto – Guida all’acquisto e Confronti

 

Siete alla ricerca di un nuovo set di tappetini per la vostra automobile, ma non volete spendere eccessivamente acquistando un prodotto originale? Niente paura, nella nostra guida troverete tutto quello che c’è da sapere sui prodotti attualmente disponibili, in particolare su quelli più richiesti dai consumatori. Oltre alla guida con i consigli d’acquisto, infatti, è presente la recensione dei prodotti che hanno avuto maggior successo di vendita. Tra questi si sono fatti notare soprattutto i prodotti disponibili nella fascia economica, in particolare il set di tappetini JVL Contour Luxury e il Sakura SS3601, entrambi apprezzati per il loro costo contenuto e per la facilità con cui possono essere lavati.  

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 7 Migliori Tappetini per Auto – Classifica 2020

 

 

Tappetini per auto in gomma

 

1. JVL 01-600 Set di Tappetini per Auto di Qualità Superiore

 

I JVL Contour Luxury sono al primo posto nella classifica dei migliori tappetini per auto del 2020 soprattutto grazie al loro prezzo, sono infatti il prodotto più economico tra tutti quelli che troverete nella nostra guida, e attualmente sono anche i più richiesti tra tutti quelli venduti online.

Si tratta di tappetini per auto in gomma testurizzata e polipropilene, predisposti per essere tagliati in modo da adattarsi alla forma dell’automobile; sono molto resistenti all’usura e anche estremamente facili da pulire. Gli acquirenti confermano ampiamente queste caratteristiche ma ne lamentano la scarsa aderenza al pavimento dell’auto; nonostante siano dotati di una superficie inferiore antiscivolo, infatti, questa è poco efficiente e sono in molti a consigliare di risolvere il problema usando delle strisce di velcro.

Un’altra pecca è il forte odore di plastica che, secondo alcuni, richiede parecchi giorni di esposizione all’aria per sparire, ma considerato il prezzo è un dettaglio trascurabile.

 

Pro

Costo: I tappetini per auto JVL rientrano a pieno titolo nella fascia dei prodotti a prezzi bassi, e ciò li ha resi estremamente popolari tra i consumatori nonostante la qualità del prodotto sia appena mediocre.

Sagomabili: Sono predisposti con diverse sagomature prestampate lungo i bordi, in modo da poterli tagliare facilmente per adattarli alla forma del pavimento dell’automobile. Le dimensioni li rendono adatti soprattutto per utilitarie e piccole sportive.

Facili da pulire: Sono realizzati in gomma testurizzata e polipropilene per cui risultano estremamente facili da pulire, anche utilizzando semplicemente un getto d’acqua con una discreta pressione.

 

Contro

Odore e dimensioni: L’odore di plastica potrebbe essere fastidioso, quindi è consigliabile fargli prendere aria per qualche giorno prima di metterli in auto, inoltre le dimensioni non sono adatte per le auto più grandi.

Acquista su Amazon.it (€13.32)

 

 

 

Tappetini per auto universali

 

2. Sakura Set Tappetini Universali in Gomma per Auto

 

Al secondo posto, tra i prodotti più venduti, si colloca il set SS3601 del noto brand di accessori automobilistici Sakura. Il set è composto da quattro tappetini per auto universali di tipo All Weather, cioè adatti a tutte le stagioni, due anteriori e due posteriori.

Sono abbastanza simili ai JVL che abbiamo esaminato in precedenza infatti, sia per quanto riguarda i materiali di fabbricazione e il livello qualitativo generale, sia in termini di caratteristiche oggettive e funzionalità. Sono infatti sagomati e predisposti per essere adattati al pavimento dell’automobile, sono dotati di superficie inferiore antiscivolo e possono essere lavati con estrema facilità.

Secondo gli acquirenti presentano anche gli stessi difetti, e cioè il forte odore di plastica che ha bisogno di parecchi giorni per andare via, la zona antiscivolo, che in realtà aderisce poco e andrebbe fissata con l’aiuto di strisce di velcro, e le dimensioni inadatte alle auto grandi.

 

Pro

Economici: Tra i vari tappetini sottoposti a comparazione nella nostra guida, i Sakura si collocano tra quelli più economici e sono facilmente accessibili per chiunque. Le dimensioni sono ideali soprattutto per le utilitarie e le piccole automobili.

Set completo: L’ulteriore vantaggio che offrono, è quello di essere venduti non singolarmente ma come set completo: due tappetini anteriori e due posteriori.

All Weather: Tra le caratteristiche offerte c’è anche quella di essere adatti a tutte le stagioni, quindi potrete salire in macchina anche con le suole bagnate di pioggia o fango senza alcun problema.

 

Contro

Odore e aderenza: Analogamente ai tappetini JVL, anche i Sakura hanno un forte odore di plastica e, stando ai pareri degli acquirenti, è meglio fissare i tappetini con del velcro dato che la superficie antiscivolo non è molto efficace.

Acquista su Amazon.it (€17)

 

 

 

Tappetini per auto WeatherTech

 

3. WeatherTech 11AVMSB Tappetini Auto

 

Se non badate al prezzo e state cercando dove acquistare dei tappetini per auto di alta qualità, allora vi consigliamo di dare un’occhiata alla pagina degli AVM, prodotti dalla ditta italiana WeatherTech.

Gli AVM, ovvero All-Vehicles Mat, sono dei tappetini Trim to Fit, e cioè sono predisposti per essere tagliati e adattati alla forma del pianale dell’auto; inoltre, a differenza dei tappetini per auto economici che sono realizzati in gomma, questi sono fatti con elastomeri termoplastici TPE, un materiale inodore e privo di lattice, cadmio, piombo, PVC o altre sostanze nocive, che si mantiene morbido anche alle basse temperature.

Sono dotati anche di bordo rialzato e di piccolo serbatoio dove vengono convogliati acqua e detriti, in modo da non lasciarli fuoriuscire sul pianale, e dei sistemi di fermo che aiutano a mantenerli saldi in posizione. I tappetini per auto WeatherTech possono sembrare cari, ma sono decisamente al top della qualità.

 

Pro

Alta qualità: A differenza dei tappetini economici, che sono realizzati in plastiche di qualità inferiore e dall’odore sgradevole e persistente, i WeatherTech sono fatti in elastomeri termoplastici, inodore e qualitativamente superiore.

Garantiti a vita: La qualità dei materiali di fabbricazione è tale che la ditta WeatherTech, sui tappetini per auto AVM, offre la garanzia illimitata a vita. Sono efficaci anche nell’aderenza al pianale dell’automobile.

Adatti tutto l’anno: Vanno bene sia d’estate sia d’inverno, sono canalizzati e realizzati in modo da raccogliere acqua e detriti senza che finiscano sul pianale, e possono essere lavati con estrema facilità.

 

Contro

Costosi: Si tratta di un prodotto di fascia alta e quindi è caratterizzato da un prezzo abbastanza elevato; sono quindi consigliati ai più esigenti.

Acquista su Amazon.it (€59.95)

 

 

 

Tappetini per auto a vaschetta

 

4. CORA 000119602 Vaschetta Baule

 

Il CORA 000119602 è un tappetino per auto a vaschetta, destinato però alla protezione del pianale del portabagagli, in modo da evitare che acqua, detriti o altri fluidi possano cadere direttamente sul rivestimento dello stesso e, a lungo andare, rovinarlo.

È di forma rettangolare e misura 90 x 70 centimetri, è realizzata in materiale impermeabile e antiscivolo, in modo da evitare che gli oggetti trasportati si spostino nelle curve, ed è dotato di bordo rialzato per assicurare il massimo della pulizia. È ideale per proteggere il portabagagli dell’auto quando si trasportano le buste della spesa, bottiglie di vetro e altri oggetti fragili o contenenti liquidi, e per trasportare animali in tutta tranquillità, senza il timore che sporchino in maniera irrimediabile il rivestimento del portabagagli.

L’unica pecca è la qualità del materiali di fabbricazione, appena mediocre, ma del resto è comprensibile considerato il prezzo dell’accessorio.

 

Pro

Per il baule: Si tratta di un tappetino specifico per il portabagagli, per proteggerlo soprattutto durante il trasporto di animali o di altri oggetti che potrebbero gocciolare fluidi, tanto per fare un esempio.

Economico: Il prezzo è decisamente accessibile, del resto si tratta di un prodotto appartenente alla fascia più economica e, proprio per questo, molto popolare presso un’ampia fascia di consumatori.

Bordo rialzato: Il fatto di possedere il bordo rialzato e di essere impermeabile, lo rende molto utile e pratico; è anche facile da lavare e privo di cattivi odori.

 

Contro

Qualità: Quella del prodotto, ovviamente, è mediocre. Ma visto il prezzo irrisorio, molti acquirenti lo considerano comunque un ottimo affare.

Acquista su Amazon.it (€20.76)

 

 

 

Tappetini per auto 3D

 

5. Car Lux AR05006 Tappetini di Gomma su Misura

 

I tappetini per auto 3D prodotti dalla ditta spagnola Car Lux, invece, sono disegnati esclusivamente per i possessori di Jeep Renegade, infatti sono realizzati su misura e combaciano alla perfezione con i fori originali del pianale.

La denominazione 3D, ovviamente, è dovuta alla caratteristica tipica di questi tappetini, e cioè un bordo rialzato dello spessore variabile dai 3 ai 4 centimetri; si tratta infatti di tappetini a vasca, concepiti per offrire il meglio della resa su uno specifico tipo di fuoristrada.

Sono rigidi e resistenti, totalmente impermeabili ed estremamente facili da lavare; sono inoltre rinforzati nella zona dei pedali e la gomma di cui sono fatti ha un odore poco persistente, che va via in poco più di un giorno di esposizione all’aria.

I tappetini AR05006 sono di ottima qualità e specifici per il fuoristrada Renegade, hanno un prezzo decisamente alto, ma sempre inferiore a quello dei tappetini originali Jeep.

 

Pro

Per Jeep Renegade: Si tratta di tappetini realizzati su misura per questo modello e combaciano perfettamente con i fori di aggancio del pianale.

Ottimo rapporto qualità-prezzo: Possono sembrare cari ma rispetto ai tappetini originali Jeep sono decisamente più accessibili, infatti costano la metà del prezzo; la loro qualità, inoltre, è di ottimo livello.

Facili da lavare: La consistenza della gomma è semi-rigida e i tappetini sono solidi e resistenti, questo permette di lavarli usando la lancia, senza alcun timore di rovinarli.

 

Contro

Odore: Per fortuna non è intenso e persistente come quello dei tappetini a basso costo, ma bisogna comunque tenerli esposti all’aria per almeno un giorno per far sparire del tutto l’odore di gomma.

Acquista su Amazon.it (€64.8)

 

 

 

Tappetini per auto in moquette

 

6. IlTappetoAuto Sprint03405 Tappetini Auto Moquette

 

Gli Sprint 03405, prodotti dalla ditta italiana Il Tappeto Auto by Fabbri 3, faranno la gioia di tutti coloro che possiedono una Opel Astra J berlina, station wagon o GTC delle serie prodotte dal 2009 al 2015, oppure i possessori delle Chevrolet Cruze prodotte a partire dal 2009, sia in versione berlina sia station wagon.

Sono tappetini per auto in moquette molto eleganti, di colore nero con bordatura perimetrale e rigo di contorno grigio chiaro. Sono dotati di strap antiscivolo lungo tutto il perimetro, salvatacco in gomma sul lato del guidatore in modo da proteggere le zone maggiormente esposte a usura, e fissaggi che combaciano esclusivamente con i fix point originali che si trovano sul pianale dei modelli di automobile elencati in precedenza.

I materiali di fabbricazione sono di buona qualità e i tappetini Sprint risultano ben realizzati e rifiniti con cura, anche se gli originali sono comunque superiori.

 

Pro

Ben fatti: I materiali di fabbricazione sono di buona qualità e i tappetini Sprint sono ben fatti e rifiniti con una cura visibile.

Per Opel Astra J e Chevrolet Cruze: Si tratta di tappetini disegnati apposta per le Opel Astra J prodotte dal 2009 al 2015, nelle versioni GTC, berlina e station wagon, e per le Chevrolet Cruze prodotte dal 2009 a oggi, sia berline sia station wagon.

Facile da montare: Gli occhielli combaciano alla perfezione con i punti di fissaggio originali sul pianale delle auto elencate in precedenza, quindi i tappetini si montano con estrema facilità.

 

Contro

Qualità: La differenza qualitativa tra i tappetini originali e questi prodotti da Il Tappeto Auto, si nota in ogni caso, ragion per cui alcuni acquirenti li ritengono un po’ troppo cari.

Acquista su Amazon.it (€29.9)

 

 

 

Tappetini per auto MTM

 

7. MTM SP-584 Tappetini su Misura in Velluto, C3 Picasso 2009

 

Anche i tappetini per auto MTM SP-584 sono degli accessori specifici, realizzati su misura per tutte le Citroën C3 Picasso prodotte a partire dal 2009, e sono venduti in un set che include i due tappetini anteriori e i due posteriori.

Per quanto riguarda materiali, qualità e manifattura, siamo sullo stesso livello dei tappetini in moquette esaminati in precedenza. Anche la MTM, infatti, è una ditta italiana con una solida esperienza alle spalle nel settore di produzione degli accessori per l’automobile.

Gli SP-584 sono realizzati in polipropilene e moquette nera, con bordatura e strap antiscivolo lungo tutto il perimetro, sono completi di battitacco in gomma elettrosaldato e sono certificati ISO 9001 e ISO-TS 16949.

Anche in questo caso però, gli acquirenti riferiscono che, pur essendo solidi e resistenti, i tappetini MTM sono qualitativamente inferiori agli originali, ma sono di gran lunga più convenienti per quanto riguarda il prezzo invece.

 

Pro

Costo: Il prezzo è ottimo, soprattutto se messo a confronto con quello dei tappetini originali Citroën; è vero che questi ultimi hanno una qualità superiore, ma anche il loro costo è decisamente più alto.

Specifici: Sono disegnati apposta per le C3 Picasso prodotte a partire dal 2009, il che li rende estremamente facili da installare perché combaciano perfettamente con la forma del pianale e con i punti di ancoraggio.

Robusti e resistenti: Nonostante siano un accessorio non originale, sono di buona qualità, robusti e promettono di durare anche abbastanza a lungo.

 

Contro

Non come gli originali: La differenza si percepisce soprattutto a livello visivo, e il colore risulta meno vivido rispetto agli originali.

Acquista su Amazon.it (€24.8)

 

 

 

Accessori

 

Ferma tappetini per auto

 

Sakura SS3627

 

Il Sakura SS3627 è un set di bottoni ferma tappetini per auto che include: otto viti di fondo, otto parti inferiori, otto parti superiori, la fustella per bucare i bottoni e il manuale delle istruzioni.

Si tratta del set ideale per adattare i tappetini ai punti di fissaggio specifici della propria auto, a prescindere dal tipo e dalla dimensione, in modo da rendere su misura anche quelli che non lo sono.

Le istruzioni sono dettagliate e facili da comprendere; i bottoni, invece, sono adattabili a tutti i modelli di auto, a prescindere dalla casa produttrice.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Guida per comprare un tappetino per auto

 

Attenzione a non risparmiare troppo

Prima di scegliere un nuovo set di tappetini per la vostra auto, fermatevi un attimo a domandarvi: quale tappetino per auto comprare? Originale, non originale ma specifico oppure universale ed economico? Queste domande potrebbero sembrarvi superflue, ognuna delle tipologie elencate però, ha i suoi pregi e i suoi difetti. Per capire come scegliere un buon tappetino per auto senza correre il rischio di pentirsi dopo l’acquisto, quindi, è consigliabile prima chiarirsi le idee in merito.

 

 

Il mercato è saturo di prodotti non originali, economici e più o meno universalmente compatibili a seconda delle dimensioni dell’automobile. È superfluo dire che questi rappresentano il segmento più ampio, grazie al loro prezzo accessibile, e la maggior parte dei consumatori preferisce acquistare questo tipo di tappetini, per quante limitazioni possano avere, e cambiarli magari più spesso, invece di spendere di più per un prodotto che poi richiederà anche una cura maggiore.

 

I tappetini a basso costo

I set di tappetini economici hanno un prezzo che può oscillare dai 10 ai 40 euro circa, a seconda del tipo. La maggior parte sono realizzati in polipropilene e gomma, ma ce ne sono anche in tessuto e moquette ovviamente. La qualità è ben lungi da quella posseduta dai tappetini di fascia elevata naturalmente, ciononostante, come abbiamo accennato anche nel paragrafo precedente, sono molto richiesti proprio a causa del prezzo ridotto. La loro durata è inferiore però, inoltre questi tappetini hanno la caratteristica comune di possedere uno sgradevolissimo odore di gomma e petrolio.

Prima di giudicarla un’inezia facilmente risolvibile facendo prendere aria ai tappetini prima di montarli nell’automobile, però, sappiate che con alcuni set potreste essere fortunati e cavarvela con un giorno di attesa soltanto, ma nella maggior parte dei casi l’odore è così persistente da richiedere molti giorni di esposizione continua all’aria, altrimenti si rischia di ritrovarsi in auto con un’atmosfera a dir poco irrespirabile.

Un’altra limitazione tipica dei tappetini a basso costo, è la loro incapacità a stare fermi sul pianale, quindi bisognerà mettere in conto l’eventuale acquisto di bottoni di fissaggio o di strisce di velcro, in modo da risolvere il problema. La compatibilità è un’altra incognita con la quale potreste avere problemi; per ovviare a questo inconveniente i produttori fabbricano tappetini predisposti in modo tale da poter essere tagliati e adattati al pianale, ma bisogna comunque fare molta attenzione perché è molto facile sbagliarsi e ritrovarsi con un danno irreparabile al tappetino appena acquistato.

 

I tappetini originali

I prodotti migliori, ovviamente, rimangono quelli originali, oppure quelli delle ditte che sono autorizzate a produrre ricambi originali dalle case automobilistiche, anche se non riportano il loro marchio ufficiale.

 

 

In questo caso la spesa lievita naturalmente, e per un set di tappetini originali potreste spendere dai 50 ai 150 euro in base al modello di automobile e al materiale di fabbricazione dei tappetini stessi. Alcuni set originali infatti, specialmente quelli disegnati apposta per le berline e le sportive di grossa cilindrata e per i fuoristrada, possono essere realizzati perfino in pelle.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come togliere le chewing gum dai tappetini per auto?

Calpestare i resti delle gomme da masticare gettati per strada è una cosa davvero fastidiosa, ma il peggio che possa capitare è quello di non accorgersi di averlo fatto e, di conseguenza, finire col trasferire la chewing gum dalla suola delle scarpe al tappetino dell’automobile. Dal momento che la maggior parte dei tappetini auto sono fatti in gomma, infatti, rimuovere la chewing gum è più complicato di quanto si possa immaginare, e le cose non migliorano di certo con i tappetini in moquette.

Anche il miglior tappetino per auto finirà col rovinarsi irrimediabilmente se non si fa attenzione al metodo usato per rimuovere la chewing gum, quindi è bene tenere a mente quanto segue: mai utilizzare attrezzi taglienti, solventi chimici o altri metodi alla buona che finirebbero soltanto con estendere il danno e rovinare ulteriormente i tappetini.

Il difetto principale delle chewing gum sta nella loro adesività, che è direttamente proporzionale alla temperatura e alla consistenza della gomma; questa più si riscalda, infatti, più diventa molle e tende ad appiccicarsi ancor più saldamente. La soluzione migliore, quindi, è quella di applicare dei cubetti di ghiaccio alla gomma da masticare, oppure del ghiaccio spray, in modo da farla indurire e farle perdere gran parte del suo potere adesivo; con l’aiuto di una spazzolina e di tanta pazienza, quindi, sarà possibile rimuoverla molto più facilmente e senza causare danni.

In alternativa è possibile usare un prodotto dedicato, come per esempio il D101 della ditta Meguiar’s, un pulitore universale specifico per gli interni delle automobili, non soltanto per la pulizia dei tappetini quindi, ma anche per la pelle, le tappezzerie e qualsiasi altro tipo di rivestimento interno.

 

Come bloccare i tappetini per auto?

Un difetto cui si va solitamente incontro quando si acquistano dei tappetini per auto, specialmente quelli più economici o di tipo universale, e dato dalla scarsa efficacia della superficie inferiore antiscivolo nel mantenerli saldamente in posizione.

Le auto moderne sono ormai costruite in modo da avere i pianali predisposti per l’aggancio dei tappetini, a patto che questi siano originali o comunque prodotti apposta per il tipo di auto che si possiede. Nel caso in cui abbiate acquistato dei tappetini universali economici, però, è possibile risolvere il problema del fissaggio usando delle soluzioni altrettanto economiche.

La prima è quella di acquistare le apposite clip a bottone, che di solito sono facilmente reperibili online a pochi euro. Questo sistema è consigliato soprattutto a coloro che possiedono un’auto che ha i punti di fissaggio già predisposti sul pianale, in questo caso basta cercare i bottoni compatibili con la casa automobilistica che ha prodotto la vostra auto e poi procedere a montarli sui tappetini, seguendo le istruzioni allegate.

La seconda soluzione, molto più semplice e universale, è quella di procurarsi strisce di velcro e incollarle al pianale e alla parte inferiore dei tappetini, stando ovviamente attenti a farle combaciare il più possibile. In questo modo non dovrete preoccuparvi della compatibilità e i tappetini resteranno saldi al loro posto, ma potranno essere facilmente rimossi quando arriva il momento di lavarli.

 

 

 

Come utilizzare i tappetini per auto

 

Come lavare i tappetini per auto

Esistono vari modi per lavare i tappetini per auto in maniera efficiente, in modo da rimuovere completamente lo sporco, il terriccio e tutta la sporcizia che di solito si accumula sulla loro superficie. Innanzitutto cominciamo col fare una netta differenza tra la pulizia dei tappetini e il lavaggio, dato che si tratta di due operazioni distinte e separate. La prima, infatti, è volta esclusivamente a rimuovere il grosso della sporcizia, e può essere tranquillamente eseguita senza rimuovere i tappetini, utilizzando un aspirapolvere o una spazzola apposita.

Per lavarli, invece, bisogna necessariamente rimuoverli dal pianale, in modo da poter usare acqua e detergenti senza correre il rischio di rovinare la tappezzeria del veicolo, oppure di lasciare pericolosi residui di sapone sui pedali del freno e dell’acceleratore.

 

 

Se i tappetini sono di gomma, il lavaggio sarà relativamente semplice da eseguire: tirateli fuori dall’auto e dopo averli piazzati per terra dategli una abbondante sciacquata con la pompa da giardino; più il getto d’acqua sarà forte meno dovrete faticare in seguito, visto che la maggior parte dello sporco sarà spazzato via dalla pressione dell’acqua.

A questo punto potrete usare una spazzola con setole dure e un detergente, facendo attenzione che non sia troppo aggressivo, in modo da non rovinare la gomma. Una volta lavati e sciacquati a dovere, vanno ovviamente fatti asciugare per bene prima di rimetterli in auto.

 

I modelli in moquette o tessuto

Se i tappetini sono in tessuto o moquette, invece, si possono usare i prodotti appositi oppure utilizzare una vaporella, ma il metodo migliore rimane lo stesso adoperato per i tappetini in gomma, con la variante dell’aggiunta del bicarbonato. Una volta rimossi i tappetini dall’auto, e dopo averli battuti per rimuovere il grosso della sporcizia, procedete a sciacquarli abbondantemente ma stavolta, prima di passare il detersivo, cospargeteli con del bicarbonato in polvere e poi strofinatelo per bene con una spazzola dalle setole dure. Ripetete quindi il trattamento con spazzola e detersivo mischiato con acqua.

Le particelle di bicarbonato reagiranno al loro solito quindi, frizzando e facilitando il distacco dello sporco più ostinato dalle fibre di tessuto e moquette. L’ulteriore vantaggio che si ricava dall’utilizzo del bicarbonato, inoltre, è dato dalla sua capacità di eliminare del tutto i cattivi odori, che tornerà utile soprattutto ai possessori di animali.

 

 

Un ulteriore metodo di lavaggio, adoperato da pochi, è la lavatrice. In questo caso i tappetini vanno inseriti nel cestello non più di due alla volta, sempre che ci sia abbastanza spazio. Fate molta attenzione, però, perché nonostante la sua fattibilità, noi vi sconsigliamo caldamente di usare questo metodo in quanto potreste danneggiare irrimediabilmente la lavatrice.

Meglio usare i metodi tradizionali, quindi, e i prodotti specifici per lo scopo; oppure, nel caso in cui non siate particolarmente amanti di questa incombenza, potrete risolvere tranquillamente portando la macchina dal vostro autolavaggio di fiducia, che provvederà sia alla parte esterna sia agli interni, facendo tornare come nuovo il vostro set di tappetini.