Ultimo aggiornamento: 18.08.19

 

Caricabatterie per auto – Guida all’acquisto e confronti del 2019

 

Almeno una volta nella vita a ogni automobilista è capitato di trovarsi con il mezzo in panne a causa della batteria scarica. A parte la sostituzione della stessa, c’è anche la possibilità di caricarla con dei dispositivi appositamente studiati per tale finalità. Uno di questi è il Noco G3500EU, utile anche per ricaricare le batterie della moto o del tosaerba, basta che siano di tipo acido al piombo. Compatto ma di alta qualità è invece il caricabatterie Bosch C3, che può essere impostato a 6 o a 12V (dipende dalla batteria da caricare) ed è in grado anche di mantenere la carica pur non utilizzando l’automobile tutti i giorni.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Opinioni sui migliori caricabatterie per auto

 

Qui potete trovare i nostri pareri sui prodotti che abbiamo ritenuto all’altezza delle aspettative. Date uno sguardo alle loro caratteristiche, per individuare il modello migliore.

 

Prodotti raccomandati

 

Caricabatterie auto moto

 

Noco G3500EU

 

Questo caricabatterie è uno dei più venduti online per alcune qualità che altri modelli simili non sono in grado di offrire, soprattutto se paragonabili a livello di prezzo. In automatico riconosce il tipo di batteria installato sul proprio veicolo, sia esso un’auto o una motocicletta.

La sua versatilità lo rende utile anche per chi possiede un tagliaerba o una motoslitta: basta che il veicolo monti una batteria da 6 o 12V e che non superi i 120 Ampere. Si può utilizzare anche con batterie di tipo “deep Cycle”, le AGM e quelle al litio. La sicurezza durante il suo utilizzo è garantita da una serie di tecnologie che vanno a preservare la batteria ma anche l’utente.

È presente, per esempio, un sistema antiscintilla, mentre non esiste il pericolo di cortocircuiti che potrebbero danneggiare irrimediabilmente la batteria sottoposta a ricarica o mantenimento. Il processo di ricarica è evidenziato da una serie di LED in corrispondenza della percentuale a cui si è arrivati (125, 50, 75 e 100%).

 

Pro

Step automatici: Ogni procedura di ricarica avviene in 8 step, che il caricabatterie esegue in totale autonomia. Non è necessario l’intervento dell’utente, che deve solo attendere il completamento.

Sicurezza: Le misure di sicurezza offerte dal nuovo caricabatterie Noco sono di alto livello e fanno stare tranquilli, anche se si dovesse verificare un problema durante il suo utilizzo.  

Compatto: Molti utenti apprezzano il fatto che questo caricabatterie per auto e moto offra dimensioni compatte, per cui non si deve fare molta fatica quando lo si deve utilizzare.

 

Contro

Dotazione: Per poterlo sfruttare in abbinamento a una batteria installata su una moto servono i connettori a occhiello che, stranamente, non sono presenti nella confezione ma venduti a parte come accessorio.

Acquista su Amazon.it (€62,41)

 

 

 

Caricabatterie per auto Bosch

 

Bosch C3

 

Questo modello di caricabatterie, offerto da un’azienda molto famosa quale Bosch, è di gamma intermedia, perfetto quando si deve ridare vigore a una batteria da 6V o 12V, anche di tipo AGM e con tecnologie EFB.

Molto comodo il gancio di cui è dotato, che consente di fermare il caricabatterie al cofano motore quando si deve eseguire l’operazione di ricarica, in modo da renderla più semplice. Inoltre, così facendo, non lo si lascia a contatto con parti che potrebbero infastidirne la buona riuscita.

È molto facile da usare, come fanno notare gli utenti: basta collegare i morsetti e premere un tasto ben evidenziato sul corpo del prodotto. Il caricabatterie per auto Bosch C3 penserà da solo a determinare il tipo di batteria e a provvedere alla ricarica. Qualche problema però si potrebbe avere con quelle completamente scariche o con una carica residua troppo bassa.

 

Pro

Facile da usare: L’utilizzo di questo caricabatterie è estremamente semplice: si devono solo collegare i due morsetti e premere il tasto di avvio.

Auto e moto: La versione C3 dei caricabatterie Bosch è ideale per auto e moto dotate di batterie da 6V e 12V anche con AGM e EFB, in pratica quasi tutte quelle sul mercato.

Mantenitore: Oltre a ricaricare le batterie, questo modello è molto utile anche come mantenitore di carica per avere auto e moto pronte a partire anche dopo mesi di inutilizzo.

 

Contro

Batteria scarica: Secondo i pareri degli utenti, se la batteria è completamente scarica o con una percentuale di carica molto vicina allo zero, il caricabatterie non riesce a riempirla a dovere.  

Acquista su Amazon.it (€39,51)

 

 

 

Caricabatterie per auto professionale

 

Telwin Dynamic 420

 

Se si possiede un’officina è necessario, tra i vari prodotti indispensabili per il proprio lavoro, anche un caricabatterie per auto professionale come il Telwin Dynamic 420. Questo modello, della serie “Start”, è anche in grado di far ripartire una batteria completamente esaurita e quindi di ridare vita a un’auto in panne. La ricarica può avvenire su batterie da 12V e 24V, che sono solitamente presenti su auto, furgoni, trattori, van, escavatori e barche.

È possibile selezionare la carica normale o rapida, mentre si può visualizzare la corrente di carica e di avviamento. La sicurezza è garantita dalla presenza di un sistema di protezione contro sovraccarichi ed eventuali inversioni di polarità: in pratica, se si sbaglia a posizionare i morsetti la ricarica non parte e viene segnalato l’errore.

Dispone di due comode rotelle per poterlo posizionare dove si vuole ma per funzionare, anche come avviatore, è necessario collegarlo a una presa di corrente da 230V.

 

Pro

Avviatore: Sicuramente la caratteristica che piace di più è la funzione di avviatore, che ridà vita a una batteria completamente scarica, purché non danneggiata o in cortocircuito.

Prezzo: In comparazione con modelli professionali, questo caricabatterie proposto da Telwin ha un costo decisamente abbordabile, abbinato a buone caratteristiche tecniche.

Versatile: Consente di caricare batterie da 12 e 24V quindi, oltre a quelle delle auto, anche quelle presenti in furgoni, barche, trattori, escavatori e via dicendo.

 

Contro

Presa elettrica: Nonostante si possa utilizzare come avviatore non offre una batteria interna per questa funzione, quindi è necessario sempre collegarlo a una presa elettrica.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Caricabatterie per auto portatile

 

Suaoki ICS4+

 

Compatto, leggero e ottimo da tenere sempre con sé: questo caricabatterie per auto portatile di Suaoki, nonostante le dimensioni, è capace di caricare batterie da 12V e 6V e di rilevarle automaticamente appena vengono collegati i morsetti. Tra i più venduti, spicca per la presenza di un piccolo ma chiaro monitor LCD dove delle barre indicano lo stato di ricarica della batteria.

È in grado di fornire una potenza di uscita fino a 4A ma, se è necessaria una carica più lenta, scende a 1A. Il suo utilizzo sicuro è garantito dalla presenza di una serie di protezioni che consentono di usarlo anche se non si è molto esperti in questo campo.

Per esempio, c’è quella contro il sovraccarico o la sovratemperatura, mentre i morsetti non sprigionano nessuna scintilla quando vengono a contatto con la batteria. Nella confezione, infine, è inclusa una comoda borsa per il trasporto.

 

Pro

Qualità/prezzo: Il costo di questo caricabatteria portatile è molto appetibile, visto che lo si può utilizzare per diversi tipi di batterie, sia per auto, sia per moto.

Display: La presenza di un display LCD consente di vedere con precisione lo stato di ricarica e altre utili informazioni come il voltaggio della batteria o la diagnostica.

Dotazione: Oltre al caricabatterie Suaoki include nella confezione anche dei cavi a occhiello, ideali per ricaricare le batterie delle motociclette, oltre ovviamente ai classici morsetti per quelle da auto.

 

Contro

Istruzioni: Come spesso accade per prodotti in arrivo dalla Cina, la traduzione delle istruzioni allegate è molto approssimativa e non di facile comprensione. Per fortuna l’uso del caricabatterie è molto semplice.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Caricabatterie per auto Deca

 

Deca Class 12A

 

Questo è uno dei più potenti caricabatterie in commercio perché in grado di caricare velocemente batterie da 12 e 24 volt, con un’uscita di elettricità che varia da 15 a ben 140A. L’operazione però va arrestata manualmente quindi bisogna prestare un po’ di attenzione durante il processo.

Nonostante questo ci sono una serie di protezioni molto importanti che lo rendono anche facile da utilizzare: ad esempio il caricabatterie per auto Deca Class 12A mette a disposizione un sistema per evitare i cortocircuiti e anche quello classico contro le eventuali inversioni di polarità.

Le dimensioni sono leggermente superiori ai caricabatterie portatili, ma vista la potenza che è in grado di erogare, molti utenti soprassiedono e si dicono soddisfatti dell’acquisto. Se siete alla ricerca di un modello a prezzi bassi, questo può essere proprio ciò che cercate. Tuttavia qualche utente avrebbe preferito un tasto di accensione, visto che non avrebbe inciso più di tanto sul costo finale.

 

Pro

Ampere: Se servono tanti ampere per poter eseguire velocemente una ricarica, questo modello ne offre fino a un massimo di 140, partendo da un minimo di 15.

Prezzo: Gli utenti che lo hanno acquistato si sono basati soprattutto sull’ottimo prezzo e sulla potenza che è in grado di erogare e che gli consente di agire anche su batterie da 24V.

Protezioni: Come molti caricabatterie dei giorni nostri, anche questo modello proposto da Deca offre protezione contro i cortocircuiti e l’inversione di polarità.  

 

Contro

Accensione: Manca un pulsante di accensione, quindi il caricabatterie si avvia appena si inserisce la spina nella presa di corrente. Meglio quindi prima collegare i morsetti.

Acquista su Amazon.it (€50,9)

 

 

 

Caricabatterie auto elettriche per bambini

 

Peg Perego Y/CB0301

 

Se i vostri piccoli amano scorrazzare con le mini auto e le mini moto, probabilmente avrete bisogno di un caricabatterie auto elettriche per bambini. Un modello che non deve mancare per far divertire il proprio figlio è il Peg Perego Y/CB0301, che chiaramente è da utilizzare per caricare le piccole auto, moto, trattori e altri mezzi di locomozione in miniatura della stessa marca.

Normalmente viene proposto in bundle e quindi questo è un duplicato di quello che si trova nella scatola, utile se si è perso quello in dotazione o se questo non funziona più.

Molto comoda la presenza di una spina LED di colore verde che si accende non appena la batteria è carica. È realizzato in polipropilene e poliammide, anche se alcuni utenti lo ritengono un po’ troppo fragile oltre che il pezzo di ricambio non di certo più economico che si possa trovare in giro. Nei link sotto i pro e contro è possibile sapere dove acquistare questo caricabatterie per i giocattoli Peg Perego.

 

Pro

Originale: Questo caricabatterie, venduto separatamente come pezzo di ricambio, è del tutto simile al modello proposto in bundle con il giocattolo.

LED verde: Piace agli utenti la luce a LED verde presente sul caricabatterie che si attiva non appena la batteria è completamente carica.

Adattatori: Visti i tanti modelli di auto, moto e altri mezzi di locomozione in miniatura proposti da Peg Perego, con il caricabatterie vengono offerti i vari adattatori per poterlo utilizzare in abbinamento al giocattolo che si possiede.

 

Contro

Materiali: Nonostante un prezzo non basso, alcuni utenti ritengono che il caricabatterie sia troppo fragile e facile a rompersi, a causa della sottigliezza dei materiali con cui è assemblato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Caricabatterie per auto Telwin

 

Telwin T-CHARGE 20

 

I caricabatterie per auto Telwin sono tra i più utilizzati e famosi in commercio. Tra le varie offerte non si può non tenere in considerazione il modello T-Charge, che offre una serie di tecnologie di alto livello, indispensabili nei caricabatterie più recenti.

Offre innanzitutto un controllo elettronico intelligente della corrente di carica, che si interrompe e si ripristina automaticamente. In questo modo non ci si deve preoccupare di staccarlo quando ha finito di caricare la batteria. In uscita arriva a 8A ed è in grado di ridare vita a batterie da 12, 24 e anche 4V.

Nella dotazione sono presenti sia le classiche pinze, sia gli occhielli, utili se si deve ricaricare una batteria da moto o scooter. Si può utilizzare in abbinamento a un po’ tutte le batterie in commercio, ovvero quelle Gel, AGM e Start-Stop, ma anche con le batterie a elettrolita libero da 12 e 24V di furgoni, autovetture, motoveicoli, trattori e barche.

 

Pro

Funzionale: Questo caricabatterie compatto è in grado di ricaricare la maggior parte delle batterie utilizzate su auto, moto, furgoni, barche e trattori, che abbiano un voltaggio da 12 o 24V.

Livelli di corrente: Per ogni tensione di alimentazione mette a disposizione ben tre livelli di corrente, in modo da utilizzare quella più congeniale rispetto al modello di batteria da caricare.

Fine carica:  Anche se il caricabatterie si spegne automaticamente appena la batteria è carica, questo stato viene segnalato da un LED posto sullo chassis del caricabatterie.

 

Contro

Istruzioni: Molti lo ritengono facile da usare ma le istruzioni a corredo sono scarne e poco chiare rispetto ad alcune funzioni.

Acquista su Amazon.it (€83,43)

 

 

 

Caricabatterie auto Ctek

 

CTEK 56-305 MXS 5.0

 

Non è il caricabatterie più economico, ma molto utenti lo reputano il miglior caricabatterie per auto tra i cosiddetti portatili. Tra le sue caratteristiche più apprezzate c’è la capacità di caricare anche batterie completamente scariche che non abbiano però subito danni o cortocircuiti. Infatti molti caricabatterie riescono in questa operazione solo se vi è una percentuale minima di carica.

È adatto alla maggior parte delle batterie per auto in commercio, per la precisione quelle da 12V al piombo-acido (AGM/GEL/WET/MF/Ca-Ca), da 1,2 fino a 160 Ah, ma anche a un buon numero di batterie per moto. Prima di avviare carica, si serve di un sistema di diagnosi che verifica lo stato della batteria e solo se è in grado di essere ricaricata si attiva per questa operazione.

Non manca il classico sistema anti inversione di polarità così come un altro che si occupa di tenere sotto controllo la temperatura del caricabatterie quando è in funzione.

 

Pro

Tutte le auto: Questo modello in pratica è compatibile con le batterie di tutte le auto in circolazione e di molte di quelle utilizzate sulle motociclette.

Diagnosi: Molto utile il sistema di diagnosi che si avvia prima della ricarica e in grado di verificare che la batteria possa essere ricaricata.

Dimensioni: Questo caricabatterie per auto Ctek è abbastanza compatto tanto che si può addirittura tenere in mano mentre è in funzione.

 

Contro

Prezzo: Il costo di questo caricabatterie non è sicuramente tra i più bassi, ma la qualità offerta, di alto livello, non fa rimpiangere qualche euro speso in più rispetto ad altri modelli.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un caricabatterie per auto

 

Come le normali batterie, anche quelle dell’auto si scaricano, pur essendo studiate per rinvigorirsi da sé. Capita che, dopo un lungo tempo di inattività o perché si sono lasciate le luci accese durante la notte, la batteria dell’auto si scarichi e non sia in grado di alimentare il sistema elettrico, con la conseguenza di non poter essere messa in moto. Per risolvere questo problema sono nati sistemi in grado di sopperire a tale necessità: la nostra guida vuole dar vita proprio a una panoramica sui migliori caricabatterie per auto del 2019.

 

 

Il giusto modello

Per capire quale caricabatterie per auto comprare, è importante confrontare i prezzi e infine  acquistare un modello che sia adatti al tipo di veicolo posseduto. Ogni mezzo a motore infatti, sia questo un’auto, una moto, un furgone o un trattore, dispone di una batteria differente. Ad esempio, nelle auto le più utilizzate sono le batterie da 12V, mentre sui furgoni si impiegano normalmente quelle da 24V.

La prima caratteristica da valutare, quando si decide di acquistare un caricabatterie per auto, è quindi la compatibilità di quest’ultimo con la batteria che monta il vostro veicolo. Generalmente i modelli più attuali sono utilizzabili sia con batteria da 12V sia con quelle da 24V, ma è sempre meglio verificare questo dato prima dell’acquisto.

A loro volta i modelli con stesso voltaggio non sono tutti uguali. Ci sono infatti quelli a piombo-acido, i più usati oggigiorno, ma esistono anche gli AGM, quelli denominate “gel” con acido gelatinizzato e gli ultimissimi “start-stop”, montati su auto che hanno questa caratteristica.

 

Manutentore e caricabatterie

Molti modelli di caricabatterie sono dotati di due tipologie di carica: veloce e lenta. La carica lenta è quella da preferire nel caso in cui la batteria fosse completamente a terra, mentre quella veloce è utile per ridare vigore a una batteria che sia intorno al 60/70% di ricarica.

È chiaro che una ricarica lenta impiega molto tempo per terminare il ciclo, nell’ordine delle 9/10 ore, se non di più: perciò è importante che il caricabatterie sia in grado di fermare la carica quando questa è completa, per non dover continuamente verificare lo stato dell’operazione e quindi spegnere il prodotto a lavoro eseguito. Esistono poi i modelli che offrono anche la funzione di manutentore: prediligeteli quando prevedete che il vostro veicolo non verrà utilizzato per molto tempo.

Ciò accade frequentemente quando si possiede una motocicletta, che soprattutto nel periodo invernale viene lasciata nel box in attesa della bella stagione. Il caricabatterie con funzione di mantenitore consente, in questo arco di tempo, di tenere la batteria sempre carica, spegnendosi quando questa è al pieno della sua potenza, per riavviarsi in totale autonomia quando la percentuale comincia a scendere. In pratica, con questa funzione, quando si riprenderà la propria auto o moto dopo l’inverno, il mezzo si accenderà senza alcun problema.

 

Caricabatterie intelligenti

Negli ultimi anni i caricabatterie hanno fatto passi da gigante a livello di dimensioni e funzioni. Al giorno d’oggi chiunque può utilizzarne uno delle migliori marche senza essere costretto a recarsi in officina. I modelli più all’avanguardia sono dotati di diversi sistemi e sensori che assicurano un facile utilizzo: l’unica operazione da fare è infatti collegare le pinze ai morsetti, con la certezza che il caricabatterie segnalerà ogni tipo di errore.

Esistono poi modelli che rilevano da sé che batteria si sta caricando e si impostano autonomamente per farvi ottenere un buon risultato. Come detto in precedenza, esistono anche tipologie che, una volta terminata la ricarica, si fermano da sole e non compromettono la durata della batteria a causa di un processo mal eseguito. Non è impossibile trovare caricabatterie che accomunano tutte queste funzioni, ma chiaramente stiamo parlando dei modelli più costosi.

 

 

Caricabatterie e avviatori

Un’ultima distinzione tra i vari modelli di caricabatterie riguarda quelli che sono anche capaci di riavviarne una totalmente scarica: si tratta di prodotti utili se si ha l’auto in panne. Sono generalmente dotati, a loro volta, di una batteria interna che permette di poterli impiegare in qualsiasi occasione, senza la necessità di avere una presa elettrica nelle vicinanze. Di norma però non sono in grado di ricaricare completamente una batteria, in quanto quella interna a questi modelli non ha la potenza sufficiente per attuare questa operazione.

Esistono poi quelli che sono allo stesso tempo avviatori e caricabatterie, ma sono vincolati dal fatto che serve una presa di corrente nelle vicinanze. Sono di solito utilizzati dalle officine e sulle auto in panne recuperate dai carroattrezzi.

Nella nostra classifica potrete consultare le recensioni che abbiamo elaborato riguardo i prodotti più validi in commercio: date loro uno sguardo per capire quale modello possa fare al caso vostro.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona il caricabatterie per auto?

Un caricabatterie non è altro che un “raddrizzatore”, ovvero si occupa di trasformare la corrente alternata, in arrivo dalla normale rete elettrica, in corrente continua, quella che necessita la batteria per essere ricaricata. Cambia molto rispetto al tipo di batteria che si possiede: sono differenti sia la tensione nominale sia il livello massimo di corrente che viene emessa per la ricarica. Quindi oltre al raddrizzatore, il caricabatterie è dotato di un limitatore che gestisce la corrente immessa e la massima tensione: se non avesse questo sistema le possibilità di rovinare la batteria dell’auto sarebbe molto alte.

 

Quanto consuma un caricabatterie per auto?

Molto dipende dal tipo di batteria e dal suo amperaggio. Ipotizzando un modello da 12V con un amperaggio pari a 45A, se questo fosse totalmente scarico si andrebbero a consumare circa 504Wh, ovvero la metà di un kilowattora (kWh). Facendo una stima sui costi, si andrebbero a spendere all’incirca 30 centesimi di euro, anche se i consumi fossero il doppio di quanto indicato.

 

Come aggiustare un caricabatterie per auto?

Un caricabatterie per auto raramente si rompe perché non contiene parti mobili soggette a usura o rottura. Al suo interno infatti ci sono delle bobine di filo che convertono la corrente alternata in corrente continua. Questi componenti non sono riparabili con il semplice fai da te, per cui è necessario rivolgersi a un elettricista qualificato. Tuttavia, se il caricabatterie dà qualche problema nel suo funzionamento, si può facilmente sostituire un fusibile nella spina di alimentazione, perché è probabile che sia uno di questi il colpevole.

Per fare questo, per prima cosa verificate che il caricabatterie non sia collegato alla rete elettrica: con un cacciavite si può ora togliere lo chassis. Una volta individuato il fusibile lo si può sostituire con uno nuovo di uguale potenza: visto che il caricabatterie è già aperto si può anche controllare che tutti i fili siano ben saldi sui morsetti e, nel caso, stringerli aiutandosi con un cacciavite.

Una volta fatto questo si può provare la tensione in uscita con un voltmetro: se sul display si leggono almeno 12V il problema è risolto, se invece il voltaggio è minore o non c’è lettura da parte del voltmetro il caricabatterie ha un problema di cablaggio interno. Si può allora decidere se farlo riparare da un elettricista o, nel caso la spesa fosse troppo alta, acquistarne uno nuovo.

 

 

 

Come utilizzare il caricabatterie per auto

 

Utilizzare un caricabatterie per auto è un’operazione, con i moderni modelli, davvero alla portata di tutti, soprattutto per quanto riguarda il loro utilizzo con batteria da auto. È importante che il modello di interesse sia compatibile con la propria batteria, sia come voltaggio sia come tipologia di materiale utilizzato per la sua produzione. Questo determina come scegliere un buon caricabatterie per auto, utile per il proprio modello. Ecco qui qualche consiglio su come utilizzare un prodotto di questo tipo.

 

 

Pinze e morsetti

Per prima cosa è necessario che sia presente una presa elettrica nel luogo in cui si decide di caricare la batteria. Infatti questi dispositivi devono essere alimentati per poter funzionare e quindi offrire la ricarica che avviene in diverse ore, anche oltre le 8 consecutive.

Una volta alzato il cofano dell’auto bisogna individuare la batteria, che di norma è di facile accesso. Alcuni modelli potrebbero essere ricoperti da un involucro, che si può tranquillamente togliere o quanto meno spostare per mettere in mostra i morsetti. I caricabatterie sono dotati di due pinze, rossa e nera, che è necessario collegare nel seguente modo: quella rossa al polo positivo della batteria scarica, il cavo nero al polo negativo. Se si possiede un modello “intelligente”, anche nel caso di dovesse invertire questo collegamento, sbagliando i poli a cui vengono collegate le pinze, il caricabatterie non si avvierà e mostrerà un messaggio di errore.

 

Il locale

Quando si decide di caricare una batteria per auto è consigliabile estrarla dal vano motore e poggiarla su una superficie in gomma. Questo perché tale materiale è un ottimo isolante, per cui, se c’è qualche problema, non si avranno delle pericolose scariche elettriche che possano determinare cortocircuiti dell’intero sistema.

È importante che il locale dove si esegue questa operazione non sia umido ma abbastanza ventilato. Se si decide di mantenere in carica la batteria dell’auto o della moto, non è necessario però toglierla dal veicolo.

 

 

Un pulsante e via

Una volta collegate le pinze, se si possiede un modello “intelligente” non si dovrà far altro che premere un pulsante per avviare la carica. Sarà lo stesso caricabatterie a determinare la giusta tensione e il tempo necessario per il completamento dell’operazione. Alcuni modelli hanno un selettore che serve per far capire al caricabatterie che tipo di batteria si sta caricando, se da 12V, 24V o altro voltaggio, a seconda della compatibilità offerta.

Altri permettono di scegliere se attivare una ricarica lenta o veloce. I modelli più attuali dispongono di display LCD che mostra le varie fasi di ricarica, il voltaggio e gli ampere utilizzati. Altri offrono delle lucine LED che si illuminano durante la ricarica o si attivano in caso di problemi. Tutte queste caratteristiche sono evidenziate nelle schede tecniche di ogni modello, quindi è bene leggerle per scegliere quello più adatto alle vostre esigenze.