Ultimo aggiornamento: 04.08.21

 

Teli coprimoto – Guida all’Acquisto e Confronti

 

Per scegliere un telo coprimoto all’altezza delle aspettative bisogna ragionare su diversi fattori, come l’impermeabilità, la robustezza e il rapporto qualità/prezzo. L’attenzione deve essere quindi massima e, se non sapete da dove cominciare, vi proponiamo subito i due modelli che anticipano la nostra selezione. Favoto FTEU XXL aggiunge al buon livello di protezione la presenza di strisce riflettenti che aumentano la visibilità del mezzo durante le ore notturne, mentre l’Izuku Universale si adatta alla stragrande maggioranza dei veicoli a due ruote ed è dotato di ganci inferiori che lo rendono a prova di vento.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori teli coprimoto – Classifica 2021

 

Dopo questa breve anteprima delle nostre preferenze (che – ci teniamo a precisare – non sono personali, ma basate sui pareri espressi da altri consumatori), è arrivato il momento di presentarvi le nostre conclusioni. Leggete la recensione che accompagna ciascun prodotto per conoscerne meglio le caratteristiche e confrontare i prezzi prima dell’acquisto di un nuovo telo coprimoto.

 

 

1. Favoto Telo Coprimoto FTEU XXL

 

Se non sapete come scegliere un buon telo coprimoto da esterno, vi consigliamo di partire dalla caratteristica più importante ai fini di una comparazione oculata tra i diversi modelli venduti online, ossia l’impermeabilità.

Da questo punto vista, il prodotto di Favoto ha superato brillantemente i test degli utenti, che si sono detti più che soddisfatti sia della buona traspirabilità del tessuto esterno, che evita fastidiosi ristagni di umidità con la conseguente formazione di muffa e cattivi odori, sia della sua impermeabilità, che si rivela utile soprattutto quando il veicolo rimane esposto alle intemperie per periodi prolungati.

Anche se la funzione di un coprimoto non è quella di abbellire la motocicletta, ma semplicemente proteggerla, l’azienda italiana non si è risparmiata nemmeno da questo punto di vista, dotando il modello di strisce riflettenti che, oltre a decorare la copertura rendendola più accattivante sotto il profilo estetico, assicurano che automobilisti e passanti possano vedere la moto anche di notte, evitando di sbatterci contro.

 

Pro

Praticità: La dotazione di inserti elastici, in combinazione a due comode clip di aggancio, può far comodo a chi vuole rendere più pratico il posizionamento del telo, senza incappare in fastidiose interruzioni.

Visibilità: Un altro aspetto positivo riguarda la presenza di bande riflettenti che aumentano la visibilità del mezzo in condizioni di scarsa illuminazione.

Prezzo interessante: Nonostante la buona qualità costruttiva, viene proposto a un prezzo abbordabile che ne invoglia ancor di più l’acquisto.

 

Contro

Dimensioni: Se possedete una moto customizzata con accessori particolarmente grandi e voluminosi, il telo di Favoto potrebbe non coprire del tutto le ruote e il motore, lasciandoli esposti alle intemperie.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Izuku Telo Coprimoto Impermeabile Universale

 

Se state cercando un telo che si adatti alla maggior parte delle motociclette e degli scooter in circolazione, consigliamo di dare un’occhiata più da vicino a quanto ha da proporre il noto marchio Izuku.

Il suo coprimoto universale è in grado di coprire ogni singola componente dei veicoli di medie e grandi dimensioni, e viene fornito con una comoda custodia in tessuto per trasportarlo con facilità e riporlo al riparo da sporco e polvere quando non viene utilizzato. Il rivestimento esterno è in grado di resistente a temperature che vanno dai -20 ai 50°C, sebbene qualcuno l’abbia trovato troppo leggero e sottile per proteggere il mezzo dalle infiltrazioni d’acqua in caso di piogge copiose.

Anche chi è alla prima esperienza non avrà difficoltà a posizionarlo in modo corretto grazie agli elastici che corrono lungo tutto il perimetro inferiore del telo, massimizzandone la stabilità anche in caso di forti raffiche di vento.

 

Pro

Resistente: Chi ha già avuto modo di testare il prodotto racconta di ottime prestazioni e di una robustezza a dir poco sorprendente nonostante il prezzo economico a cui viene venduto.

Pratico: Il posizionamento del coprimoto Izuku risulta molto comodo grazie alle dimensioni generose e agli inserti elastici ottimamente distribuiti.

Custodia: Nella dotazione è inclusa anche una sacca in tessuto dove riporre il telo quando bisogna metterlo via.

 

Contro

Spessore: Il prezzo è accessibile e questo sicuramente gioca a favore del risparmio, ma in virtù di ciò si è lesinato sullo spessore del tessuto, la cui consistenza lascia un po’ a desiderare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Run Snail Telo per Moto XL con Rivestimento in PU

 

Il telo coprimoto di Run Snail colpisce subito per la sua elevata robustezza dovuta alla realizzazione in tessuto Oxford 210D con rivestimento in PU impermeabile. Oltre che dai centauri più esigenti, si fa apprezzare anche da chi ha poca dimestichezza con questo genere di accessori grazie alla presenza di orli elastici nella parte anteriore e posteriore, che ne facilitano il posizionamento e la rimozione.

Questo modello, che oltretutto è tra i più venduti per il convincente rapporto qualità/prezzo, risulta peraltro molto pratico da pulire, anche solo con un panno umido, in virtù del rivestimento idrorepellente che non assorbe lo sporco e le macchie occasionali. Le misure disponibili sono due: la XL, pensata per motocicli fino a 245 cm di lunghezza, e la XXL che si adatta a quelli equipaggiati con parabrezza e bauletto posteriore.

 

Pro

Solido: Ciò che distingue il telo di Run Snail dagli altri modelli in classifica è la sua realizzazione in solido PU, che lo rende estremamente resistente all’usura e alle abrasioni.

Economico: Nonostante la buona qualità complessiva, può essere acquistato a un prezzo molto conveniente.

Dimensioni: È disponibile in due diverse misure per adattarlo facilmente a motocicli da 125 a 150 cc di cilindrata, anche in presenza di eventuali componenti che si sviluppano in altezza, come il parabrezza e il bauletto posteriore.

 

Contro

Poco stabile: Dal momento che il modello dispone solamente di un gancio elastico centrale, tende a diventare una mongolfiera alla minima brezza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Smarcy Telo Coprimoto Impermeabile Antipolvere

 

Nella ricerca del telo coprimoto perfetto per le vostre esigenze date un’occhiata anche al modello di Smarcy, che segnaliamo tra i nostri consigli d’acquisto perché, a detta di molti utenti, è uno dei migliori prodotti di fascia economica. Ben rifinito ed esteticamente elegante grazie alla possibilità di poter scegliere tra quattro diverse colorazioni, è anche molto pratico da usare perché dotato di elastici posteriori e anteriori che permettono di posizionarlo con estrema facilità, rendendolo più stabile quando c’è vento.

Come anticipato, si tratta di una soluzione economica pensata principalmente per chi non ha troppe pretese ed è disposto a scendere a patti sul fronte della robustezza, che in questo caso non si è dimostrata all’altezza delle aspettative.

Quanto alle misure non avrete di che preoccuparvi, visto che il modello è disponibile in tre diverse dimensioni che si adattano alla maggior parte delle motociclette e degli scooter in circolazione.

 

Pro

Comodo: La dotazione di inserti elasticizzati e di due fori per il fissaggio del telo alle ruote è stata accolta con grande favore dagli utenti, che ne decantano soprattutto la comodità d’uso.

Misure: Sarà facile scegliere la misura adatta alle dimensioni del proprio motociclo, visto che il telo di Smarcy è disponibile in tre differenti misure.

Colori: Per chi, oltre alla qualità, punta anche al design, l’azienda mette a disposizione quattro diverse varianti di colore tra cui scegliere la preferita.

 

Contro

Fragile: Al netto del buon livello di protezione offerto, resta un prodotto economico la cui qualità costruttiva non sempre si è dimostrata all’altezza delle aspettative.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. BalladHome Telo Coprimoto Impermeabile Da Esterno

 

Se state cercando un telo coprimoto di buona qualità ma venduto a un prezzo conveniente, il prodotto di BalladHome può fare davvero al vostro caso. È realizzato in tessuto Oxford 210D e presenta un rivestimento esterno in PU grazie al quale riesce a sopportare senza problemi anche gli utilizzi intensivi, rivelandosi valido sia in termini di praticità sia sul fronte della resistenza.

Inoltre, assicura un buon livello di impermeabilità per proteggere la moto dagli agenti atmosferici e dai raggi UV, mentre la presenza di ganci inferiori lo rendono a prova di vento. A un primo colpo d’occhio (anche se le immagini pubblicate online non gli rendono giustizia), sembrerebbe molto leggero e sottile ma in realtà molti degli utenti che hanno avuto modo di testarlo garantiscono sulla sua tenuta.

Inoltre, dispone di due occhielli in metallo nella parte inferiore per poter inserire un lucchetto antiscasso e zavorrare contestualmente la copertura per evitare che si sposti o voli via in caso di vento.

 

Pro

Universale: Le misure generose lo rendono compatibile con la maggior parte delle moto di grossa cilindrata, assicurando la massima protezione contro le intemperie, la luce solare e la polvere.

Sicurezza: I due occhielli in metallo posizionati nella parte anteriore del telo, oltre a impedire che voli via con il vento, permettono di bloccare la ruota anteriore con un lucchetto o una catena per rendere la vita più difficile ai ladri.

Custodia: Una volta rimosso si ripiega facilmente per riporlo in modo agevole nella sacca impermeabile inclusa nella dotazione.

 

Contro

Rigidità: La fitta trama del rivestimento esterno lo rende sì resistente agli strappi e all’usura, ma anche molto rigido, risultando veramente scomodo da posizionare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Neverland Telo per Moto XXXL Mod. 190T

 

Cercate un telo di grandi dimensioni per garantire la massima protezione alla vostra moto anche in presenza di accessori ingombranti come parabrezza e bauletti? Allora vi consigliamo di valutare attentamente il modello 190T di Neverland, che misura ben 295 x 110 x 140 cm. Tuttavia, non è solo la grandezza a rendere valido il prodotto, ma anche il rivestimento in poliestere capace di bloccare le radiazioni UV che potrebbero danneggiare alcune componenti del veicolo.

Internamente il telo è realizzato in morbido tessuto antigraffio che permette di utilizzarlo in tutta sicurezza senza doversi preoccupare di lasciare eventuali segni sulla carrozzeria, mentre i due occhielli in metallo impediscono che la copertura venga sollevata o spostata dal vento.

Tra le caratteristiche di maggior interesse c’è sicuramente il costo economico e su questo punto i commenti positivi degli utenti non sono pochi, anche in considerazione della buona qualità dei materiali scelti per la sua realizzazione.

 

Pro

Fissaggio: Grazie alla presenza di elastici e occhielli per il fissaggio, si può posizionare agevolmente sulla propria moto senza dover ricorrere all’aiuto di una seconda persona.

Dimensioni: Le misure di 295 x 110 x 140 cm permettono di coprire il mezzo nella sua interezza anche in presenza di vetri protettivi e bauletti posteriori.

Praticità: La facilità con cui si ripiega e la pratica custodia in dotazione sono ulteriori elementi aggiuntivi che gli utenti hanno apprezzato.

 

Contro

Prezzo: Al vantaggio di una struttura solida e resistente si contrappone un prezzo piuttosto elevato che di certo non lo colloca tra i prodotti più convenienti in circolazione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Tucano Urbano Telo per Moto Mod. 218MA

 

Se preferite affidarvi a un marchio più rinomato nel settore degli accessori per moto e scooter, Tucano Urbano sicuramente non deluderà le vostre aspettative. Per la nostra selezione abbiamo scelto il modello 218MA che, oltre a garantire un’ottima protezione contro i raggi UV, è interamente realizzato in nylon di eccellente fattura per offrire una maggiore resistenza all’usura e alle abrasioni.

Certo, bisognerà essere disposti a spendere qualcosina in più per portarsi a casa un prodotto di qualità come questo ma visto che ci sono utenti che, a distanza di anni, continuano ancora a usarlo con grande profitto, la somma investita verrà sicuramente ammortizzata nel tempo con una maggiore durata.

L’unico appunto da segnalare è la mancanza di una custodia per la sistemazione e il trasporto del telo, una pecca non gravissima ma comunque rilevante in considerazione del prezzo elevato a cui viene venduto.

 

Pro

Qualità: Il coprimoto di Tucano sa farsi valere in qualsiasi condizione ambientale e atmosferica, garantendo una protezione efficace anche contro i raggi solari.

Resistente: Venduto a un prezzo tutt’altro che economico, lo consigliamo a chi ne dovrà fare un utilizzo intensivo perché capace di sopportare anche le sollecitazioni più intense.

Versatile: È indicato anche per gli usi all’interno grazie alla presenza di un rivestimento altamente traspirante che impedisce il ristagno di umidità e la conseguente formazione di muffa.

 

Contro

Custodia: Manca all’appello una sacca per il trasporto e la conservazione del telo, che sicuramente avrebbe reso più sopportabile la spesa necessaria per l’acquisto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. F.lli Iannaccone Srl Telo Coprimoto Felpato Universale CM001

 

La nostra panoramica sui migliori teli coprimoto del 2021 si conclude con un prodotto che parla italiano. Ad accrescere l’interesse del pubblico verso questo modello della ditta F.lli Iannaccone è stata anche la presenza di un tessuto interno felpato che protegge la carrozzeria dai graffi e dalle abrasioni, mentre la grammatura del rivestimento esterno, pari a 250 gr/mq, lo rende altamente resistente agli strappi e all’usura, impedendo che si rovini dopo la prima stagione di utilizzo.

Inoltre, è adatto anche ai lavaggi in lavatrice e viene consegnato in una pratica borsa impermeabile che potrete riutilizzare per riporre e custodire l’accessorio quando non utilizzato.

Anche esteticamente l’azienda ha fatto un buon lavoro, ma se non volete rischiare che qualche malintenzionato si innamori del vostro telo e ve lo rubi, dovrete ingegnarvi alla meglio per fissarlo saldamente alla moto o a qualche elemento inamovibile, poiché sprovvisto di fori in cui far passare catene e lucchetti.

 

Pro

Compatibilità: Ha una forma e dimensioni standard per inglobare anche gli specchietti retrovisori e il manubrio, pur rimanendo ben disteso.

Antigraffio: Il tessuto interno felpato riduce il rischio di graffiare la carrozzeria quando si posiziona e rimuove la copertura.

Protezione UV: Il rivestimento esterno, oltre a essere impermeabile, respinge fino al 70% dei raggi solari per impedire che la vernice sbiadisca o si danneggi.

 

Contro

Fori: La mancanza di fori per il fissaggio costringe a prestare maggiore attenzione a dove si parcheggia il mezzo per evitare che il vento o qualche malintenzionato si portino via la copertura.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un telo coprimoto

 

Ogni motociclista che si rispetti sa bene quanto sia importante proteggere il proprio bolide a due ruote dagli agenti atmosferici e dalla polvere, soprattutto se non si dispone di un box o di un posto coperto dove parcheggiarlo.

A quanti si chiedono come mantenerlo sempre pulito e al sicuro, la risposta è munirsi di un buon telo coprimoto. In questa guida troverete tante utili informazioni e suggerimenti per scegliere il modello fatto su misura per voi o, per meglio dire, per la vostra moto.

Da esterno o da interno?

Prima di focalizzare la vostra attenzione sui vari modelli disponibili in commercio, è bene subito mettere in chiaro un punto, che tra l’altro un vero appassionato di motociclette sa meglio di noi: bisogna fare prima di tutto una distinzione tra l’uso del coprimoto in garage (o comunque in un posto coperto) e all’esterno.

Nel primo caso non serve un telo particolarmente pesante o impermeabile, che oltretutto costa anche di più. Un modello più economico e leggero, ma comunque di buona qualità, andrà più che bene. Vi consigliamo, però, di preferire un tessuto più traspirante qualora la rimessa in cui parcheggiate il veicolo presenti problemi di umidità, così da evitare la formazione di muffa e cattivi odori.

Chi invece è costretto a sostare la moto in strada o comunque all’aperto, dovrà considerare ulteriori caratteristiche prima di finalizzare l’acquisto, come la resistenza ai raggi UV, l’impermeabilità, la capacità di coprire anche le ruote e la dotazione di ganci inferiori per evitare che il telo voli via in caso di vento. Ovviamente, l’acquisto di un coprimoto da esterno comporterà una spesa più elevata, ma almeno vi risparmierete snervanti e gravosi interventi di manutenzione.

 

Dimensioni e compatibilità

Dopo aver valutato se non fosse il caso di acquistare un coprimoto da esterno invece di uno da interno, c’è da capire quanto deve essere grande. Come abbiamo anticipato nei paragrafi precedenti, le dimensioni sono uno dei fattori principali da considerare al momento dell’acquisto per verificare l’idoneità del telo a coprire ogni singola componente della moto.

In molti casi la soluzione migliore sono i modelli universali che si adattano alla maggior parte delle motociclette e degli scooter, ma potrebbe comunque capitare che una volta montati ci sia sempre un po’ di allentamento della copertura, che potrebbe risultare più stretta o larga in alcuni punti.

In effetti, per assolvere al meglio la sua funzione è necessario che il telo abbia un design compatibile con la forma della moto su cui verrà posizionato, quindi nel caso in cui si voglia acquistare un modello universale – magari per risparmiare qualcosina – occorrerà sceglierne uno che si adatti il più possibile al veicolo in proprio possesso.

Se, invece, volete andare sul sicuro vi consigliamo di optare per un telo realizzato appositamente per la vostra moto, in modo che, una volta installato, calzi come un guanto e copra il mezzo per tutta la sua lunghezza, tenendo conto anche di eventuali accessori aggiuntivi, come il parabrezza e il bauletto posteriore.

I materiali

Un altro elemento estremamente importante per capire quale telo coprimoto comprare è il rivestimento esterno, dalle cui caratteristiche dipende la qualità generale del prodotto. Per una moto da parcheggiare al chiuso, la preoccupazione principale non dovrà essere quella che il veicolo si bagni a causa della pioggia, ma piuttosto che rimanga pulito e protetto dallo sporco.

In questo caso, si potrà puntare su un modello leggero e realizzato in tessuto traspirante per impedire che l’umidità rimanga intrappolata sotto la copertura, danneggiando le componenti in metallo e le cromature del veicolo.

Qualora la moto venga parcheggiata all’esterno, sarà necessario proteggerla, non solo dalla polvere ma anche dagli agenti atmosferici, dal fango, dal sole e dagli escrementi di uccelli, quindi occorrerà un telo più pesante e impermeabile che preservi la carrozzeria dalle intemperie e dai rischi ambientali.

A chi non ha intenzione di badare a spese, il mercato propone anche modelli realizzati in materiale termico per mantenere la temperatura interna stabile sia nei periodi più freddi dell’anno sia durante le giornate particolarmente calde. Nondimeno, è importante anche valutare le caratteristiche del tessuto interno, che dovrebbe possedere un rivestimento morbido o felpato per evitare che la vernice o le parti delicate del veicolo si graffino quando si deve posizionare o togliere il telo.

 

 

 

Come posizionare e pulire un telo coprimoto

 

Sebbene possano sembrare facili da utilizzare, in alcuni casi i teli coprimoto, compresi quelli della migliore marca, potrebbero darvi qualche grattacapo. Riportiamo di seguito alcuni consigli su come posizionarlo in modo corretto, con qualche utile indicazione sulla sua successiva manutenzione.

Ganci e sistemi di chiusura

Dal momento che la principale funzione di un telo coprimoto è proteggere la carrozzeria del veicolo nella sua integrità, prima dell’acquisto è fondamentale verificare che il modello adocchiato sia compatibile con le dimensioni della propria moto. In fase di scelta vi consigliamo di valutare anche la tipologia di attacchi di cui è dotato, così da raggiungere un perfetto compromesso tra funzionalità e praticità.

Alcuni prodotti sono, infatti, provvisti di magneti o cerniere che ne facilitano il posizionamento, mentre altri presentano degli inserti elastici o dei gancetti in plastica da fissare agli pneumatici oppure a un elemento fisso, come stalli e pali. Inoltre, per rendere la vita più difficile ai ladri ci sono teli dotati di appositi fori per i lucchetti o di un vero e proprio sistema di blocco per le ruote.

 

Il posizionamento

Per quanto riguarda il posizionamento, se è la prima volta che trafficate con un telo coprimoto è meglio farsi aiutare da un’altra persona, soprattutto se la vostra motocicletta è di grandi dimensioni. Per rendere l’operazione più semplice, la prima cosa da fare è stendere il telo a terra per rimuovere eventuali grinze e sgualciture, dopodiché vi basterà posizionare l’estremità sulla parte anteriore della moto per poi tirarlo fino al parafango posteriore.

L’unica accortezza da seguire è lasciare raffreddare il veicolo prima di coprirlo per evitare che la copertura si danneggi o si lesioni a causa del colore emesso dal motore. Inoltre, qualora abbiate optato per un modello universale, dopo il suo posizionamento accertatevi che le varie componenti del mezzo siano ben coperte per impedire che rimangano esposte alle intemperie, vanificando la funzione protettiva del telo stesso.

Una volta sistemato, fissate i ganci o i magneti vicino alle ruote per fare in modo che il vento non lo sposti, mentre per rimuovere la copertura vi basterà sganciarli dai punti dove li avete applicati e ripiegare l’accessorio su se stesso. Se sulla superficie esterna si sono accumulati neve, acqua o sporcizia, si raccomanda di eseguire l’operazione con cautela o di pulire il telo prima di toglierlo per evitare di danneggiare la carrozzeria.

 

Pulizia e conservazione

Per impedire che il telo si rovini quando non viene utilizzato è buona norma sistemarlo con cura nella sacca in dotazione o in un luogo ben riparato, così da prolungarne la durata nel corso degli anni. Prima di riporlo, però, è consigliabile lavarlo per rimuovere la polvere e lo sporco accumulati sul rivestimento esterno durante l’uso. A tal fine potete utilizzare semplicemente un panno umido o una spugna imbevuta con un po’ di detergente neutro per tessuti.

Il lavaggio in lavatrice, a meno che non sia esplicitamente indicato sulla scheda tecnica del prodotto, è sempre sconsigliato poiché potrebbe restringere il tessuto o renderlo inutilizzabile. Infine, in caso di macchie ostinate, vi suggeriamo di lasciare il telo in ammollo in una bacinella riempita con acqua e un po’ di detersivo per il bucato, in modo da ammorbidire lo sporco e facilitarne la successiva rimozione.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Dove acquistare il telo coprimoto?

In genere, questa tipologia di teli si può acquistare nei negozi di accessori e ricambi moto, ma se state cercando un prodotto di qualità venduto a prezzi bassi vi consigliamo di dare un’occhiata anche alle offerte disponibili sui siti di e-commerce, così da raggiungere un perfetto compromesso tra prestazioni, robustezza e risparmio.

Quanto costa un telo coprimoto?

In genere, il costo di questi prodotti varia a seconda della qualità dei materiali e dell’eventuale presenza di accessori extra. Tuttavia, non si può fare una stima precisa basandosi solo sul prezzo di vendita, poiché bisogna valutare anche altri elementi capaci di rendere il prodotto valido sotto diversi punti di vista, come l’idoneità del rivestimento a resistere ai raggi UV e alle intemperie, la dotazione di ganci inferiori ai fini di una maggiore stabilità in caso di vento, la resistenza ai graffi, la capacità di coprire anche le ruote e l’impermeabilità.

 

Come si misura il telo coprimoto?

Come già anticipato, i coprimoto sono disponibili in diversi formati e misure. A meno che non si opti per un modello universale, per capire se le dimensioni del prodotto siano compatibili con quelle del proprio veicolo, occorre misurare la lunghezza e la larghezza della moto per essere sicuri che il telo vada a coprire tutte le sue componenti. Un discorso a parte va fatto invece per l’altezza, optando per un telo che non tocchi terra per evitare fastidiosi ristagni d’acqua e accumuli di sporcizia.

 

Quali aspetti occorre valutare per scegliere un telo coprimoto?

Sembra scontato, ma se volete proteggere al meglio il vostro bolide a due ruote, la questione centrale di cui tenere conto è quella dei materiali di costruzione che, come potete ben capire, rivestono un ruolo chiave in fase di scelta. Per fornire informazioni più chiare e precise, proveremo a elencare le principali caratteristiche che dovreste andare a verificare prima dell’acquisto:

– traspirabilità: un rivestimento traspirante favorisce l’evaporazione dell’acqua e dell’umidità per impedire la formazione di condensa che potrebbe danneggiare le parti in metallo della moto;

– impermeabilità: un materiale impermeabile si occupa di proteggere le componenti elettroniche dalla pioggia e dall’umidità, salvaguardandole dall’ossidazione e dalla ruggine;

– resistenza ai raggi UV: molti modelli disponibili sul mercato sono in grado anche di bloccare le radiazioni solari per preservare la carrozzeria e la vernice dallo sbiadimento e dalla corrosione;

– rivestimento interno: un prodotto di qualità dovrebbe possedere un rivestimento interno realizzato in tessuto morbido o felpato per assicurare protezione dai graffi e dai piccoli urti che potrebbero creare danni.

Come costruire un coprimoto fai da te?

Se nonostante i nostri consigli non siete riusciti a individuare il miglior telo coprimoto per le vostre esigenze, potete sempre realizzarne uno in autonomia utilizzando un mollettone o una cerata che si usa generalmente per coprire i tavoli.

In questo caso, però, bisognerà accertarsi che il telo sia abbastanza grande da coprire completamente la moto quando è parcheggiata, scegliendone uno dotato di un rivestimento impermeabile che impedisca all’acqua e all’umidità di penetrare sotto la copertura. Una volta individuato il modello giusto, vi basterà cucire degli elastici alle due estremità del telo in modo da fissarlo saldamente alle ruote della motocicletta.

L’unico problema con questo tipo di copertura fatta in casa è l’abrasività della plastica, che costringe a prestare maggiore attenzione nel posizionare e rimuovere il telo per evitare di graffiare la vernice o le parti cromate.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI