Ultimo aggiornamento: 12.11.19

 

Anche se dotati di gomme invernali, ciclomotori e motocicli, quando il manto stradale è ghiacciato o ricoperto di neve, non possono comunque circolare.

 

Se abitualmente tra il 15 novembre e il 15 aprile di ogni anno è prassi montare pneumatici termici sulla propria auto, a molti non è chiaro cosa è possibile fare quando, nello stesso periodo, si vuole circolare con moto e scooter.

In aiuto arriva una circolare delle due maggiori associazioni che raggruppano i produttori di pneumatici, ovvero Federpnaus e Assogomma: comunicano che “è stata recentemente resa disponibile la circolare datata 27 maggio 2016 del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti n. 12424-DIV3-C”.

Questa, in pratica, avvalora quanto già divulgato nella circolare del Ministero dei Trasporti n.103 del 1995, fatta pervenire a tutti i membri delle due associazioni. Possiamo leggere che “ciclomotori e motocicli possono montare, nello specifico periodo stagionale, pneumatici di tipo M+S con un codice di velocità inferiore rispetto a quello riportato in carta di circolazione fino ad un minimo di M (130 km/h), senza alcuna necessità di modificare il citato documento di circolazione”.

 

Cosa significa?

In poche parole questa circolare non fa altro che affermare la possibilità, per i possessori di moto e scooter, di montare pneumatici M+S nel periodo invernale, che corrisponde a un obbligo, per chi circola in auto su determinate strade, dove è previsto l’utilizzo di pneumatici invernali o catene da neve a bordo. 

 

 

È da considerare che però, per quanto riguarda i motocicli, non c’è l’obbligo di montare pneumatici termici e si può tranquillamente circolare con normali gomme estive. Se invece, per aumentare la propria incolumità, si decide comunque di adottare pneumatici di tipo M+S, questi devono avere un codice di velocità inferiore a quanto riportato su libretto di circolazione.

Non potrà però essere al di sotto della lettera M, che identifica le gomme omologate per arrivare a una velocità massima di 130 km/h.

 

I pneumatici termici

Scegliere di montare gomme invernali può comunque essere una buona opzione, soprattutto per chi ogni giorno inforca la propria due ruote magari per andare al lavoro. I pneumatici termici, come risaputo, danno il meglio quando le temperature sono rigide, intorno ai 5/7° centigradi o anche meno. 

Rispetto alle normali gomme estive migliorano il grip sull’asfalto quindi, di conseguenza,  aumenta l’aderenza e diminuisce lo spazio di frenata. Quindi si può circolare se c’è neve o ghiaccio sulla strada? Assolutamente no! 

Il codice della strada su questo tema è molto chiaro: tutto è esplicato nella Direttiva Ministeriale del 16 gennaio 2013 n. prot. RU\1580 titolata “Circolazione stradale in periodo invernale e in caso di emergenza neve”. 

Questa Direttiva impone il divieto assoluto a scooter e moto di circolare quando sul manto stradale ci sia la presenza di neve o ghiaccio, o una nevicata in atto. Come detto, (e la Direttiva non ne fa menzione) non c’è l’obbligo per i motociclisti di montare pneumatici termici nel periodo invernale, ma non sempre possono circolare, anche se montano gomme specifiche.

Se pizzicati a percorre una strada quando ci sono le condizioni climatiche sopra descritte si incorre in salate multe. La Direttiva del Ministero dei Trasporti e Infrastrutture ha fissato una sanzione amministrativa che varia dagli 85 ai 338 euro a seconda dei casi. 

A questo va aggiunto il probabile fermo del mezzo (questa sanzione è decisa dal corpo di Polizia che verifica l’infrazione), limitazione che di norma viene effettuata se c’è molta neve sul manto stradale o ghiaccio che renda pericolosa la circolazione del motociclo.

 

 

L’omologazione

Negli ultimi tempi sono comparse online delle fantomatiche catene da neve per moto e scooter. Diciamo subito che, al momento, nessun modello in vendita è omologato per poter essere installato su un motociclo che circoli sulla rete stradale italiana. 

Quindi, se si viene fermati dalla polizia stradale e c’è neve o ghiaccio sull’asfalto, non si può pensare di essere in regola. In pratica si va ad acquistare un articolo che non serve e si buttano inutilmente dei soldi.

Al termine del periodo invernale, (quindi, normalmente, dopo il 15 aprile) moto e scooter che hanno installato pneumatici specifici sono obbligati a toglierli e montare di nuovo le gomme estive.

Ciò può essere evitato se si provvede a un cambio del libretto di circolazione, che preveda l’utilizzo per tutto l’anno di pneumatici con un codice di velocità minore rispetto a quello originale. 

Il consiglio è comunque di lasciare inalterata la carta di circolazione e rimuovere i pneumatici termici che, in presenza di asfalto rovente, si consumano in maniera molto più intensa rispetto a quelli estivi e sono quindi anche meno adatti, in generale, a livello di sicurezza, per quanto riguarda stabilità e spazio di frenata.