Ultimo aggiornamento: 19.09.19

 

Caricatori per auto – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

I caricatori per auto vanno collegati direttamente alla spina accendisigari e solitamente hanno un prezzo modico. Sul mercato però ci sono davvero tantissimi modelli, per non perdere l’orientamento dai un’occhiata alla nostra guida, a cominciare dai due prodotti che ti consigliamo tra tutti: AUKEY Quick Charge 3.0 supporta la ricarica rapida e permette di ricaricare due dispositivi contemporaneamente. Più semplice e più economico il SAMSUNG ACADU10CBE, dotato di cavo a spirale.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior caricatore per auto

 

I caricabatterie per auto hanno un prezzo molto contenuto, quindi sono accessibili a tutte le tasche. Il problema però è che ce ne sono veramente tantissimi tra i quali scegliere, per questo leggendo la nostra guida sarà possibile farsi un’idea migliore delle caratteristiche da cercare in un prodotto. Di seguito trovi anche la classifica con la recensione dei modelli più graditi agli automobilisti: confronta prezzi e prestazioni, in cinque minuti potresti individuare quello che ti serve.

Guida all’acquisto

 

Numero di prese

I caricatori per auto sono oggetti dall’utilizzo molto semplice, infatti basterà collegarli alla presa dell’accendisigari tramite lo spinotto per poter subito caricare i dispositivi desiderati. Una delle differenze sostanziali tra i vari modelli sta nel numero di prese disponibili. Quelli più comuni hanno una sola presa USB che potrebbe essere più che sufficiente per chi ha un solo smartphone e vuole caricarlo o tenerlo collegato per usare il navigatore.

Nel caso invece si voglia fare un lungo viaggio in compagnia, allora è più consigliabile comprare un caricatore per auto con uscita multipla, così si potranno caricare più dispositivi contemporaneamente, ma attenzione, potrebbe non essere possibile ricaricare due tablet alla volta. Il prezzo sostanzialmente non cambia di molto, bisogna solo stare un po’ attenti alle dimensioni dato che alcuni multipresa sono davvero grandi e andrebbero inseriti nel portabicchiere.

 

Compatibilità

Non ci dovrebbero essere problemi ma meglio sempre controllare se il caricabatterie acquistato sia compatibile con i propri dispositivi. Si possono trovare dei caricabatterie solo per Apple o Samsung che funzionano solo con determinati tipi di apparecchi. Solitamente la ditta produttrice fornisce una lista di compatibilità accurata sulla scheda del prodotto che consigliamo di leggere attentamente per non fare un acquisto sbagliato.

Nel caso si scelga un caricabatterie con funzione Quick Charge, si dovrà verificare che il dispositivo da caricare supporti quella funzione, altrimenti non la si riuscirà a sfruttare. Il Quick Charge ha una velocità di ricarica superiore che può essere molto utile nel caso per lavoro si facciano molti viaggi in macchina su tratte brevi e occorre tenere il telefono sempre attivo.

Sicurezza

I caricatori per auto possono essere potenzialmente dannosi per i propri dispositivi, a meno che non abbiano un buon sistema di sicurezza interno. Ci raccomandiamo di acquistare solo prodotti che abbiano una buona protezione dal sovraccarico o dalla sovracorrente, in modo da poter caricare i propri smartphone o tablet senza rischiare che la batteria si fonda. Questo non vale solo per la ricarica, ma anche e soprattutto se si tiene il telefono attaccato alla presa per poter ascoltare musica o usare il navigatore.

Alcuni caricabatterie riconoscono automaticamente il dispositivo collegato, dandogli la giusta carica e evitando ulteriormente problemi di sovraccarico. Inoltre un apparecchio non sicuro potrebbe anche creare cali di tensione alla batteria del veicolo, specialmente quando questo è fermo. Per fortuna oggi i moderni caricatori, non solo quelli della migliore marca sul mercato, dovrebbero avere questi sistemi di sicurezza, quindi in generale si può andare sul sicuro.

 

I migliori caricatori per auto

 

Nei nostri consigli d’acquisto abbiamo visto come scegliere un buon caricatore per auto, analizzando le varie caratteristiche principali per fare un buon acquisto, senza sprecare i propri soldi. Adesso è arrivato il momento delle recensioni dei modelli più graditi dagli utenti e venduti a un prezzo conveniente. Leggendole sarà possibile fare una comparazione tra le offerte e scegliere il miglior caricatore per auto a seconda delle proprie esigenze.

 

Prodotti raccomandati

 

AUKEY Quick Charge 3.0

 

Tra i caricatori per auto più venduti abbiamo trovato questo modello di Aukey che si presenta con un prezzo davvero conveniente e permette di caricare velocemente i propri dispositivi portatili. È compatibile con smartphone e tablet Android o Apple che possono essere collegati al caricatore attraverso un cavo USB.

Grazie alla tecnologia Quick Charge 3.0, la carica completa avviene in soli trentacinque minuti. Gli utenti sono rimasti molto soddisfatti dalla qualità di materiali con i quali è stato costruito che si sono rivelati resistenti e duraturi nel tempo. Inoltre questo caricatore cellulare per auto dispone di un sistema di sicurezza che previene sovraccarichi e cortocircuiti, così si potranno lasciare i dispositivi attaccati senza preoccuparsi di eventuali danni.

L’unico difetto riportato sta nelle sue dimensioni che alcuni hanno trovato un po’ troppo ingombranti, affermando che sul mercato ci sono modelli dotati delle stesse funzioni, ma con un design più sottile.

La nostra guida per scegliere il miglior caricatore per auto comincia da uno dei modelli più venduti in assoluto, soprattutto online: il Quick Charge 3.0 prodotto da Aukey, apprezzato soprattutto per la tecnologia di ricarica rapida.

 

Pro

Ricarica rapida: I due ingressi USB disponibili, sono entrambi dotati di tecnologia Quick Charge 3.0 e sono capaci di ricaricare l\’80% dell\’energia di un dispositivo mobile in soli 35 minuti; con dispositivi privi di Quick Charge funzionano lo stesso, ma alla velocità normale.

Sicuro: È dotato di un sistema di sicurezza capace di proteggere da cortocircuiti, sovratensioni, sovraccarichi e surriscaldamento, sia il caricatore stesso sia i dispositivi collegati.

Versatile: È compatibile con gli iPhone e gli iPad, tramite la tecnologia AiPower integrata negli ingressi USB, e il Quick Charge funziona con i Samsung Galaxy, gli LG e Google Pixel e Nexus, per tutti gli altri dispositivi la ricarica è normale.

 

Contro

Ingombro: Il corpo è ingombrante e crea problemi se la presa dell\’accendisigari non è a filo col cruscotto.

Acquista su Amazon.it (€14,99)

 

 

 

SAMSUNG ACADU10CBE

 

I possessori di dispositivi Samsung che non sanno quale caricatore per auto comprare, potranno optare per questo economico modello della stessa ditta, ideale per tutti gli smartphone o tablet con uscita Micro USB. Il modello si presenta con un design classico, munito di cavo a spirale e spinotto da collegare all’accendisigari del veicolo.

Uno dei vantaggi di questo caricatore per auto Samsung sta proprio nel suo prezzo davvero economico che lo rende accessibile anche a chi ha un budget piuttosto ridotto. Per quanto riguarda le funzioni, questo modello è abbastanza essenziale, ma si rivela comunque un comodo oggetto da tenere in macchina per poter usare il navigatore o ascoltare musica tenendo il telefono in carica.

Alcuni utenti avrebbero gradito un cavo più lungo di quello presente che, tra l’altro, non può essere sostituito.

Il più economico dei caricatori per auto esaminati nella nostra guida è proprio lui, il Samsung ACADU10CBE; è un modello tradizionale privo di ricarica rapida, ma è ben fatto e affidabile.

 

Pro

Originale: Si tratta di un modello che, a una prima occhiata, potrebbe apparire datato; in realtà è un caricatore originale e quindi è stato progettato come accessorio esclusivo per i possessori di dispositivi Samsung.

Robusto e funzionale: Dal momento che il suo design è essenziale e spartano, il caricatore per auto Samsung, ha il pregio di offrire un buon grado di robustezza; il cavo di connessione per il dispositivo mobile è della lunghezza adeguata ed è molto funzionale.

Affidabile: Entrambi i collegamenti, l\’innesto per l\’accendisigari e il jack micro USB, sono stabili e affidabili, privi dei problemi che di solito affliggono i caricatori con contatti instabili soggetti alle vibrazioni dell\’auto.

 

Contro

Lento: È lento nella ricarica, purtroppo, essendo un dispositivo privo di Quick Charge.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

CHGeek CH07

 

Tra i migliori caricatori per auto del 2019, abbiamo inserito questo modello che potrà accontentare le esigenze di chi possiede un veicolo di grandi dimensioni. Rispetto ad altri modelli venduti online, questo modello di CHGeek dispone di ben quattro entrate: due per collegare spinotti da 12 V e due per dispositivi USB.

In questo modo sarà possibile tenere collegati molteplici dispositivi, per una potenza totale di 80 W. La sua forma permette di inserirlo comodamente nel poggia bicchieri, evitando così di occupare troppo spazio. Dispone di un ottimo sistema di sicurezza con un segnale luminoso che si accende nel caso la tensione della macchina sia inferiore ai 12 V.

I componenti sono di buona qualità e garantiscono una buona resistenza contro sovraccarichi o cortocircuiti, così non si rischierà di fondere i propri dispositivi collegati. Viste le dimensioni piuttosto ingombranti, è sconsigliabile acquistarlo se non si dispone di un vano portabicchieri.

Se invece vi state chiedendo dove acquistare un nuovo caricatore auto che possa offrire qualcosa in più, oltre alla sua funzione di base, allora troverete molto interessante il modello CH07 prodotto da CHGeek.

 

Pro

Versatilità: Non soltanto dispone di due ingressi USB, ma anche di due alloggiamenti che funzionano da accenditori di sigarette, dotati ognuno del tasto di accensione e spegnimento.

Compatibilità: È compatibile con i tablet e gli smartphone Apple e Android, inoltre è compatibile con qualsiasi altro dispositivo alimentabile tramite collegamento USB, come le dash cam, i navigatori GPS, i Kindle e altro ancora.

Display: Dispone di un piccolo schermo LCD integrato, che mostra costantemente il voltaggio dell\’automobile, e nel caso in cui il livello scenda al di sotto dei 12 Volt, inizia a segnalare tramite intermittenza.

 

Contro

Lento: Si tratta di un bel caricatore per auto, con qualche funzionalità in più e un buon rapporto qualità-prezzo, ma purtroppo è privo di Quick Charge.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

iVoler Quick Charge 3.0

 

Si tratta di un caricatore USB auto dotato della tecnologia Quick Charge aggiornata alla versione 3.0. Può caricare diversi tipi di dispositivi come moderni smartphone e tablet ad una velocità notevole se questi sono compatibili con Quick Charge 3.0 e 2.0. L’altro vantaggio di questo modello sta nella sua doppia porta USB che permette di caricare più di un dispositivo alla volta.

Ideale quando si viaggia in compagnia, così si potranno tenere attivi due smartphone o tablet, magari utilizzandone uno come navigatore e l’altro per la musica o le telefonate. Il caricabatterie dispone di protezioni interne contro il surriscaldamento e la sovraccarica, così non si rischierà di fondere gli apparecchi connessi o di far “morire” la batteria della macchina.

Segnaliamo che la sua forma potrebbe essere un po’ troppo grande per alcuni vani accendisigari di vecchi veicoli, nei quali si potrebbe faticare a inserirlo correttamente.

Stando ai pareri degli acquirenti, il caricatore per auto Ivoler è un modello analogo all’Aukey descritto in precedenza; ma appartiene alla fascia dei prodotti a prezzi bassi, quindi anche la qualità ne risente.

 

Pro

Quick Charge: Uno dei suoi vantaggi è il fatto di supportare sia la tecnologia Quick Charge Qualcomm 1.0, 2.0 e 3.0, sia quella USB-C; di conseguenza è in grado offrire dei tempi di ricarica veramente brevi.

Economico: L\’altro aspetto che i consumatori hanno apprezzato molto, del caricatore per auto Ivoler, è il suo prezzo decisamente economico, alla portata di tutti.

Cavo 2 in 1: È dotato di un cavo di collegamento USB che ha il vantaggio di terminare con entrambe le tipologie di innesto: micro USB e USB Type C; in modo da poter essere compatibile con il maggior numero possibile di dispositivi mobili.

 

Contro

Bassa qualità: La qualità dei materiali di fabbricazione è bassa, d\’altronde il prezzo è inferiore al caricatore Aukey, del quale cerca di emulare le prestazioni.

Acquista su Amazon.it (€7,95)

 

 

 

UGREEN 40284

 

Il caricatore di UGREEN permette di collegare più dispositivi contemporaneamente grazie alle sue tre porte USB che riescono a caricare rapidamente smartphone e tablet Apple o Samsung. Si adatta molto bene a chi è solito fare lunghi viaggi in macchina con tutta la famiglia, dato che permette di tenere i dispositivi in carica anche mentre si effettuano telefonate e si usa il navigatore.

A differenza di altri modelli presenti sul mercato, questo caricabatterie è in grado di rilevare automaticamente gli apparecchi connessi in modo da fornire la giusta carica e non incorrere in corto circuiti o sovracorrente.

La presenza di un indicatore LED è particolarmente gradita perché consente di vedere lo stato della connessione della porta USB e trovarla anche al buio senza distogliere l’attenzione dalla guida.

Chiudiamo la nostra guida sui caricatori per auto con un altro modello decisamente economico, che però offre il vantaggio di offrire tre ingressi USB invece di due soltanto: il caricatore UGREEN 40284.

 

Pro

Triplo ingresso: A differenza degli altri caricatori auto messi a confronto nella nostra guida, il caricatore UGREEN è l\’unico a disporre di tre ingressi USB invece di due soltanto. Il che è un vantaggio non indifferente.

Ricarica intelligente: Non ha la tecnologia Quick Charge, ma in compenso gli ingressi USB sono in grado di riconoscere il tipo di dispositivo e utilizzare l\’amperaggio migliore, in modo da ridurre i tempi di ricarica, anche se di poco.

Sicuro: Dispone di un circuito intelligente che protegge il caricatore da surriscaldamenti, sovraccarichi, sovratensioni e cortocircuiti; lo stesso sistema interrompe automaticamente l\’erogazione di corrente quando la batteria è completamente carica.

 

Contro

Lento: Anche lo UGREEN è un buon caricatore ma ha la pecca di essere privo di Quick Charge, e quindi lento in ricarica.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare un caricatore per auto

 

Gli smartphone moderni tendono a scaricarsi sempre più velocemente e, proprio per questo motivo, il caricatore per auto è diventato un accessorio indispensabile se si viaggia spesso o se durante il tragitto si è costretti a usare applicazioni molto dispendiose come mappe e navigatori.

Molti modelli consentono anche di ricaricare più dispositivi mobili contemporaneamente grazie alla presenza di più porte USB, ognuna collegabile al cavo del proprio cellulare o tablet.

 

 

Come funziona

Questi dispositivi utilizzano l’elettricità prodotta dall’accumulatore del veicolo, di solito tramite la presa accendisigari o un’apposita uscita a 12 volt posizionata sul cruscotto. Una volta inserito il trasformatore basta collegare il cavo al proprio apparecchio mobile per iniziare la carica.

Grazie alla praticità di questi accessori, è possibile ricaricare in auto qualsiasi device, Android, Apple o Windows, aumentandone quindi l’autonomia.

Tuttavia, è doveroso informare gli utenti che spesso questi caricatori risentono molto degli sbalzi di tensione, per cui accendere e spegnere l’auto senza scollegarli dalla presa potrebbe danneggiarli o romperli.

 

Potenza

Per scegliere il miglior caricabatterie da auto è necessario valutare diverse specifiche.

Uno dei parametri, a nostro avviso fondamentale, è l’amperaggio che indica la potenza del dispositivo e, in altri termini, la sua capacità di ricarica.

I modelli più economici hanno un amperaggio molto basso, che di solito è di 0,5 Ampere, il che si traduce in tempi di carica molto più lunghi. Tenendo presente, poi, che gli smartphone e i tablet hanno dei limiti in merito all’assorbimento di energia, la media a cui fare riferimento è tra 1 e 2,4 Ampere.

Inoltre, grazie alle moderne innovazioni, è stata introdotta la tecnologia Quick Charge 3.0 in grado di portare l’intensità della corrente fino a 3 Ampere, andando dunque a dimezzare ulteriormente i tempi di ricarica senza correre il rischio di danneggiare il device collegato; o, ancora, la nuovissima tecnologia AIPower che è in grado di riconoscere automaticamente il vostro dispositivo dandogli l’energia con la massima capacità che  riesce a gestire.

 

Connettore

Ogni dispositivo elettronico un tempo era dotato di un proprio caricabatterie, oggi invece lo standard comune è il connettore Micro USB che di norma è lo stesso per tutti i modelli, anche se continuano a persistere alcune piccole differenze. In effetti, oltre allo standard Micro USB, compatibile con la maggior parte degli apparecchi mobili presenti sul mercato, esistono anche caricatori che supportano la connettività Lightning per i dispositivi iOS.

Inoltre, prima di procedere all’acquisto, bisogna valutare attentamente cosa si vuole caricare. Se un congegno richiede più energia, come nel caso di tablet o portatili, bisogna considerare il valore di output, ossia i parametri di tensione e di corrente fornita dal caricatore. Tutte le connessioni USB erogano solitamente 5 Volt di potenza, quindi per capire se il modello che vi apprestate ad acquistare è quello adatto al proprio device basterà controllare il valore riportato sulla batteria, che solitamente oscilla tra i 3,2 e i 3,8 Volt.

 

 

Accessori

In commercio sono presenti modelli con forme e attacchi diversi, che ben si adattano a qualsiasi tipo di situazione. I caricatori più semplici ed economici hanno una sola porta USB mentre altri sono dotati di attacchi multipli, utili se si viaggia in compagnia o se per motivi lavorativi si utilizzano più dispositivi mobili contemporaneamente.

Infine, prima di scegliere il prodotto più adatto alle vostre esigenze, considerate anche gli accessori inclusi nella confezione; spesso, infatti, viene venduto solamente il caricabatterie da collegare alla presa accendisigari, mentre in altri casi sono inclusi anche uno o più cavi di ricarica, molto più pratici se si vuole evitare di portare sempre con sé quello del proprio dispositivo mobile.