Ultimo aggiornamento: 12.07.20

 

Kit di Pronto Soccorso – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti del 2020

 

Avere sempre con sé un kit di pronto soccorso è di vitale importanza, sia che siate in casa, in auto o in moto, questi piccoli contenitori con garze, bende, disinfettante e tanti altri elementi, sono in grado di offrirvi una sicurezza in più. Se state cercando un kit adatto alle vostre esigenze vi invitiamo a dare un’occhiata alle nostre recensioni tra cui potete trovare prodotti come The Body Source Kit 90 pezzi, uno tra i prodotti più venduti e con una quantità di pezzi tale da poter far fronte a qualsiasi emergenza, e Cartrend DIN 13167, certificato per i viaggi in moto e da inserire nel portaoggetti del proprio veicolo.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 Migliori Kit di Pronto Soccorso – Classifica 2020

 

 

Kit di pronto soccorso auto

 

1. The Body Source Kit di Primo Soccorso di 90 Pezzi

 

Al primo posto della nostra classifica troviamo il kit di pronto soccorso auto più venduto, costituito da ben 90 pezzi per far fronte a qualsiasi emergenza come ghiaccio istantaneo, soluzione sterile per il lavaggio oculare, bende elastiche di diverse dimensioni, salviette antisettiche, spille da balia, cerotti, nastro per il pronto soccorso e così via. 

Il tutto è contenuto in una borsa compatta e impermeabile realizzata in nylon robusto e può ospitare anche ulteriori farmaci grazie alle tasche interne aggiuntive. Non si tratta di un oggetto utile da avere solo in auto ma può essere un valido aiuto anche in casa, in ufficio o all’aria aperta mentre si sta facendo un’escursione. 

Le dimensioni, 23 x 17 x 6,6 cm, sono tali da poterlo portare sempre con sé all’interno di uno zaino senza ingombrare eccessivamente, l’unico inconveniente, secondo i pareri espressi da alcuni consumatori, è l’assenza di un manuale di istruzioni in italiano che spieghi fissaggio delle bende o che illustri il contenuto della borsa per raggiungere facilmente e velocemente gli oggetti desiderati in una situazione di reale emergenza.

 

Pro

Prezzo: Il costo, per la quantità di pezzi presenti all’interno del kit, è davvero conveniente, rivelandosi una buona scelta per gli utenti che vogliono un prodotto quanto più completo possibile.

Piccolo: Le dimensioni compatte rendono possibile il trasporto del kit in uno zaino o in una borsa senza troppi problemi. Utile da avere con sé mentre si è in escursione.

Scomparti: All’interno troverete anche tasche extra il cui scopo è quello di ospitare eventuali aggiunte che vorrete fare al kit, come per esempio farmaci o attrezzi specifici.

 

Contro

Istruzioni: Manca un manuale che illustri i singoli componenti e alcuni utenti hanno lamentato la difficoltà di riconoscimento degli elementi poiché inseriti in buste non numerate.

Acquista su Amazon.it (€19,99)

 

 

 

Kit di pronto soccorso moto

 

2. Cartrend Motorrad Kit di Primo Soccorso, DIN 13167

 

Cartrend propone, a prezzo leggermente inferiore rispetto a quanto visto precedentemente, un kit di pronto soccorso moto, conforme al DIN 13167 e quindi con tutto l’occorrente in caso di primo intervento come richiesto dalla legge tra cui garze, forbici, nastro adesivo per uso medico e così via. 

Presente anche un manuale di istruzioni multilingua, tra cui l’italiano, che descrive alcune manovre da eseguire in una situazione d’emergenza anche se alcuni utenti un po’ più esperti affermano che le procedure descritte sono un po’ datate, come per esempio la manovra Rautek. Il prodotto si rivela dunque idoneo principalmente per piccole emergenze come ferite, graffi o cadute che comportano lesioni e abrasioni di lieve entità.

Il tutto è contenuto in una pratica borsa con zip di colore nero e con la classica croce medica affinché chiunque possa riconoscerlo immediatamente. Manca all’interno un disinfettante, non richiesto a norma di legge ma sarebbe stato comunque utile averne uno a portata di mano senza sacrificare ulteriore spazio nel vano portaoggetti della proprio moto.

 

Pro

Moto: Il kit è conforme alla normativa che richiede strumenti di pronto soccorso quando si viaggia su mezzi a due ruote, rispettando quindi il DIN 13167.

Compatto: Molto piccolo e facile da posizionare nel portaoggetti senza troppi problemi, il prodotto di Cartrend non occuperà troppo spazio, dandovi facile accesso al contenuto tramite una comoda zip.

Unione Europea: Alcuni Paesi, come Austria e Germania, prevedono la presenza di questo kit a bordo in qualsiasi momento, se avete intenzione di effettuare un viaggio al di fuori dell’Italia senza spendere troppo, potreste considerarne l’acquisto.

 

Contro

Manuale: Sebbene sia in italiano, alcuni utenti lo hanno trovato leggermente obsoleto, soprattutto nella descrizione di alcune manovre di pronto intervento. Sarebbe meglio limitarne l’utilizzo alla sola cura delle ferite superficiali.

Acquista su Amazon.it (€8,26)

 

 

 

Kit di pronto soccorso casa

 

3. AIESI Kit di Pronto Soccorso Professionale con Termometro

 

Non può mancare nella nostra lista un kit di pronto soccorso casa, da avere nella propria abitazione per far fronte alle emergenze che potrebbero presentarsi. Il prodotto di primo intervento di AIESI si rivela un kit sufficientemente completo, costituito da due paia di guanti sterili, acqua ossigenata da 250 ml, compresse di garza sterile di diverse dimensioni, una pinzetta per medicazione, cotone idrofilo, cerotti, laccio emostatico anallergico, termometro e ghiaccio istantaneo.

La borsa che contiene il tutto è in nylon, di colore rosso con chiusura centrale a cerniera e maniglia per il trasporto. Gli utenti hanno riscontrato un difetto nell’organizzazione interna degli oggetti poiché la borsa non è provvista di tasche, di conseguenza bisogna prestare attenzione quando la si apre per evitare che fuoriesca tutto alla rinfusa. 

Chi ha avuto modo di provarlo ne conferma però la bontà, soprattutto dal punto di vista della qualità globale. Ottimo kit anche per chi viaggia in auto o effettua escursioni, per essere sempre sicuri di poter curare immediatamente qualsiasi ferita.

 

Pro

Completo: All’interno troverete tutto il necessario per far fronte alle emergenze e oltre ai bendaggi classici anche ghiaccio istantaneo, un laccio emostatico e forbici per medicazioni autoclavabili.

Durata: I prodotti sanitari all’interno sono garantiti per cinque anni, in caso di materiale sterile, mentre il disinfettante durerà circa tre anni. Uno dei pochi kit che non deve essere sostituito dopo un paio d’anni.

Usi: Oltre a essere ideale per l’ambito casalingo, il kit gode di popolarità anche tra gli utenti che lo hanno utilizzato su imbarcazioni, in auto o per escursioni.

 

Contro

Organizzazione: La parte interna, essendo priva di tasche, si rivela un po’ complicata da gestire e all’apertura bisogna prestare attenzione a non far fuoriuscire tutto.

Acquista su Amazon.it (€18,9)

 

 

 

Kit di pronto soccorso per cane

 

4. Natural Dog Treats Kit di Pronto Soccorso di Alta qualità

 

Come per gli esseri umani, anche i nostri amici a quattro zampe necessitano di prodotti adatti alle emergenze. Natural Dog Treats ha dunque creato questo nuovo kit di pronto soccorso per cane con all’interno garze, nastro adesivo, pinzetta per rimuovere le zecche e pinzetta per estrarre corpi estranei. 

Quando siete in giro con il vostro cane, soprattutto durante escursioni o se vi trovate in parchi, potreste dover far fronte a situazioni d’emergenza finché non sarete in grado di raggiungere il veterinario più vicino, tale kit, compatto e semplice da inserire in uno zaino o in borsa, vi permetterà di bloccare fuoriuscite di sangue e intervenire prontamente. 

Gli utenti che hanno avuto modo di provarlo ne sono soddisfatti e lo consigliano anche qualora abbiate dei gatti poiché tutto il contenuto è utilizzabile anche sui felini. L’unico inconveniente potrebbe essere rappresentato dal prezzo, un po’ troppo elevato per quanto in realtà presente, soprattutto se si effettua una comparazione con i kit per uso umano.

 

Pro

Zecche: Spesso dopo un giro nel parco, i cani sprovvisti di collare antiparassitario, si possono ritrovare con qualche fastidioso ospite addosso. Con la pratica pinzetta rimuovi zecche inclusa nel kit non dovrete più preoccuparvene.

Dimensioni: Il kit è leggero e compatto, con una piccola maniglia nella parte alta, molto semplice da portare sempre con sé in borsa.

Felini: Chi ha dei gatti, in caso d’emergenza può utilizzare ugualmente il kit, che si rivela utile anche in caso di uso su felini.

 

Contro

Prezzo: Il costo è leggermente alto per quanto offerto, soprattutto se consideriamo che i kit per uso umano presentano una dotazione maggiore a prezzi inferiori.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Kit di pronto soccorso militare

 

5. Grullin Sopravvivenza Kit di Primo Soccorso 39 Pezzi

 

Chi punta alle offerte più complete può prendere in considerazione il kit di pronto soccorso militare di Grullin. Sebbene il numero di pezzi sia relativamente limitato, parliamo comunque di 39 elementi, troviamo all’interno anche un termometro e un disinfettante oltre alle classiche garze, guanti e forbici, aggiunte da prendere in considerazione dal momento che non dovrete procurarveli separatamente.

Il kit contiene dei pezzi unici che difficilmente troverete in altri prodotti generici, come il laccio emostatico per interventi su ferite che sanguinano copiosamente e il bendaggio israeliano che può essere eseguito da solo per bloccare articolazioni rotte anche in condizioni di forte stress. 

Molto utile anche la coperta in Mylar, termica, che fornisce isolamento e garantire il mantenimento della temperatura corporea o riflettere il calore del sole. Se amate fare escursioni in luoghi naturali, lontani da centri abitati e dai soccorsi, questo kit potrebbe rivelarsi un vero e proprio acquisto intelligente.

 

Pro

Laccio: Per fermare il sanguinamento si usa solitamente il laccio emostatico. Quello incluso nel kit Grullin è di qualità elevata, che permette di stringere in modo comodo e veloce e arrestare fuoriuscita di sangue mentre si eseguono manovre di soccorso.

Bendaggio israeliano: In caso di articolazione slogata, lussata o rotta, questa benda di compressione può essere applicata facilmente anche sotto forte stress.

Coperta termica: Realizzata in Mylar, è resistente alle intemperie e può mantenere la temperatura corporea oltre che riflettere i raggi solari.

 

Contro

Costo: L’unico aspetto negativo, secondo alcuni utenti, è rappresentato dal prezzo, più alto della maggior parte dei kit qui elencati. Conveniente solo se siete sportivi che amano il trekking e tengono alla propria incolumità.

Acquista su Amazon.it (€48,99)

 

 

 

Kit di pronto soccorso DIN 13164

 

6. Cartrend 7730042 Kit di Primo Soccorso Rosso, DIN 13164

 

Il kit di pronto soccorso DIN 13164 proposto da Cartrend è il più economico della nostra lista, con un costo davvero irrisorio e adatto a tutti gli utenti che vogliono spendere davvero poco. 

All’interno della borsa con zip troverete un rotolo cerotto da 5 metri, una confezione di 14 cerotti di diverse dimensioni, quattro bende orlate, diverse compresse di garza sterile di dimensioni differenti, cinque confezioni di reti elastiche di diverse dimensioni per tenere in posizione le garze, una coperta isotermica di 160 x 210 centimetri, sei tamponi sterili, forbici, guanti monouso e istruzioni per il pronto soccorso in italiano. 

Si tratta di un un kit estremamente completo per le prime emergenze che potrebbero verificarsi sia in casa sia sul posto di lavoro. Il codice DIN 13164, per chi se lo stesse chiedendo, è quello che identifica l’omonima normativa che rende obbligatorio il trasporto del kit qualora si viaggi in auto nei Paesi dell’Unione Europea.

 

Pro

Prezzi bassi: Il costo estremamente competitivo del kit, che ricordiamo è essenziale per i viaggi in auto nell’Unione Europea, lo rende un acquisto interessante per tutti gli utenti che vogliono dotarsene pur spendendo poco.

Dotazione: All’interno troverete tutto il necessario per il primo intervento, non avrete bisogno di quasi null’altro da portare con voi e potrete quindi lasciare in auto questa comoda borsetta con zip.

Istruzioni: Sebbene vi siano scritte in tedesco, il manuale di istruzioni è multilingue e prevede quindi anche l’italiano. Non dovrete conoscere altre lingue per utilizzare il kit di Cartrend.

 

Contro

Disinfettante: L’unico neo è il doverlo acquistare a parte, fattore che alcuni utenti hanno prontamente sottolineato.

Acquista su Amazon.it (€14,22)

 

 

 

Kit di pronto soccorso aziendale

 

7. Firstmed Kit di Reintegro Allegato 1 per Cassetta

 

Tra i prodotti venduti online il kit di pronto soccorso aziendale di Firstmed non può essere considerato esattamente il più economico, tuttavia il contenuto è conforme alle normative D.M.388/D.L.81, con due flaconi da 500 ml di disinfettante e tre flaconi da 500 ml di fisiologica per uso esterno.

Si rivela il miglior kit di pronto soccorso per chi deve trattare ferite esterne che potrebbero causare infezioni grazie al disinfettante previsto dal decreto ministeriale, non manca inoltre tutto l’occorrente come garze sterili di diverse dimensioni, pinze sterili, cotone idrofilo, benda tubolare elastica, cerotti assortiti, lacci emostatici e due pacchi di ghiaccio istantaneo monouso.

Uno dei punti a favore, secondo i consumatori, sono le scadenze particolarmente lunghe, ben oltre i 30 mesi, cosa che consente al kit di durare di più rispetto ad altri prodotti sul mercato prima di dover essere costretti a una sostituzione.

 

Pro

Scadenza: I tempi sono soddisfacenti, parliamo di circa 30 mesi prima di dover procedere alla sostituzione obbligatoria. Gli utenti confermano che si tratta di un tempo più lungo rispetto ad altri kit.

Disinfettante: Nella confezione non troverete solo i classici bendaggi ma anche vari flaconi di disinfettante e fisiologica, utili in caso di ferite che necessitano di cure immediate.

Conforme: Il contenuto è conforme a quanto previsto dal decreto ministeriale in materia. Pertanto, se ne avete bisogno in ambito aziendale non potreste trovare prodotto più adatto.

 

Contro

Borsa: Manca una vera e propria borsa dove inserire tutto il kit, che viene spedito all’interno di una confezione di cartone. Bisogna quindi riporlo in modo attento ed evitare urti per non rompere i vari flaconi all’interno.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mini kit di pronto soccorso

 

8. Th-some Jaany Pezzi Kit di Pronto Soccorso, Scatola di Sopravvivenza Mini

 

La nostra classifica dei migliori kit di pronto soccorso del 2020 si conclude con il prodotto di Th-Some, Jaany da 18 pezzi, un mini kit di pronto soccorso per andare incontro alle esigenze degli utenti che vogliono un prodotto economico e semplice da portare con sé occupando il minor spazio possibile.

La parte interna è organizzata con tasche a rete per tenere in posizione tutto il contenuto ed evitare che all’apertura possa riversarsi fuori in modo disorganizzato. Potrete portarlo con voi su mezzi di trasporto come auto, moto, barca, o anche nello zaino date le sue dimensioni. Manca un disinfettante per ferite, quindi, qualora lo riteniate opportuno dovrete procurarvelo a parte, ricordando però che non c’è abbastanza spazio all’interno per ospitare il flacone. 

Per scoprire dove acquistare il kit Th-some non dovete far altro che cliccare sul link sottostante. Le garze presenti e le forbici non sono di qualità eccelsa, da tenere in considerazione prima di procedere all’acquisto.

 

Pro

Piccolo: Un kit compatto è particolarmente utile nel caso in cui abbiate poco spazio a disposizione in auto o in moto o semplicemente non volete prodotti ingombranti.

Prezzo: Il costo è sufficientemente basso, secondo i consumatori, da giustificarne l’acquisto. Un kit economico e utile per lievi emergenze.

Ghiaccio secco: Un’aggiunta interessante è quella del ghiaccio monouso, per far fronte a lussazioni, distorsioni o problemi muscolari durante un’escursione.

 

Contro

Materiali: La qualità globale non è delle più elevate, d’altronde a questo prezzo non ci si poteva aspettare di più. Potrebbe essere necessario sostituire le forbici con un paio più performanti.

Acquista su Amazon.it (€17,99)

 

 

 

Guida per comprare un Kit di Pronto Soccorso

 

La presenza di un kit di pronto soccorso a bordo di un’auto, di una moto, in casa o sul luogo di lavoro, sebbene non sia sempre chiaramente richiesta dalle normative vigenti in Italia, può rivelarsi comunque una sicurezza in più. È consigliato dunque non prendere l’argomento sotto gamba e munirsi di un kit, anche compatto e contenente l’essenziale, per far fronte a qualsiasi emergenza. 

Ma come scegliere un buon kit di pronto soccorso? La domanda è lecita, soprattutto se non vi siete mai informati in merito, pertanto abbiamo deciso di scrivere la seguente guida che vi aiuterà a selezionare il prodotto più adatto alle vostre esigenze.

Nella scelta di quale kit di pronto soccorso comprare bisogna prendere in considerazione innanzitutto la destinazione d’utilizzo. In ambito aziendale, per esempio, dovrete sottostare a determinate regolamentazioni stabilite dal Ministero della Salute nel 2003, mettendo a disposizione delle cassette di sicurezza contenenti determinati oggetti in base al luogo di lavoro. Se state cercando un prodotto da tenere in casa, invece, potrete scegliere anche qualcosa di più piccolo da affiancare ai classici medicinali da avere per le emergenze.

Il discorso è leggermente più complesso, invece, per i kit di emergenza da avere in automobile o a bordo della propria moto. Se in Italia tali kit non sono previsti dalla legge, qualora viaggiate per l’Unione Europea dovrete allinearvi alle normative degli altri Paesi, installando a bordo dei kit regolamentari immediatamente visibili, posizionandoli quindi, ove possibile, nei pressi del lunotto.

Tra i paesi che richiedono tale evenienza troviamo anche i nostri vicini come Francia, Spagna, Germania, Austria e Croazia. Se avete intenzione di effettuare un viaggio on the road, quindi, è il caso di premunirsi e optare per uno dei kit che abbiamo recensito nella nostra classifica.

 

Qual è il miglior Kit sul mercato?

Non esiste quello che potremmo definire il miglior kit in assoluto ma tutto dipende dalle vostre esigenze. Gli utenti che hanno bisogno di un prodotto che contenga garze di determinate dimensioni potrebbero preferire un kit più costoso e completo mentre chi vuole solo essere in regola con le normative può optare per qualcosa di economico e che contenga il minimo sindacale.

Per gli escursionisti, invece, è molto importante che il kit sia estremamente completo e garantisca la possibilità di intervento in qualsiasi situazione. In questi ultimi non è raro infatti trovare i classici bendaggi israeliani, eseguibili anche da soli e che possono bloccare le articolazioni danneggiate, o i lacci emostatici che bloccano il flusso di sangue per aiutare a trattare meglio la ferita senza doverla pulire continuamente dal sangue che affluisce.

 

Borsa

Un ruolo importante è anche quello ricoperto dal contenitore, la borsa del kit dal classico colore rosso. Deve essere realizzata in nylon resistente e impermeabile, per evitare che possa bagnarsi accidentalmente o strapparsi, facendo fuoriuscire così tutto il contenuto sterile. L’apertura deve essere a zip, ben realizzata e che non rischi di incepparsi. Non sottovalutate questo aspetto del kit poiché potrebbe fare la differenza in un momento concitato in cui bisogna agire velocemente.

Tenendo a mente questi piccoli consigli e differenze tra i kit venduti sul mercato riuscirete a scegliere quello conforme alle vostre esigenze, ricordando di considerare il prezzo solo come ultimo elemento.

 

 

 

Domande frequenti

 

Cosa contiene il kit di pronto soccorso?

Un kit di pronto soccorso, proprio come suggerisce il nome, contiene oggetti utili in caso di emergenze in cui bisogna attendere l’ambulanza o è necessario trattare ferite o escoriazioni prima di raggiungere l’ospedale. All’interno è possibile trovare quindi, nella maggior parte dei casi, disinfettanti, salviette per pulire ferite, garze di varie dimensioni, bendaggi elastici, forbici, e talvolta anche oggetti più specifici, come per esempio lacci emostatici, soluzione fisiologica per uso esterno e così via. Più completo è il set e meglio potrete gestire le emergenze.

 

Dove si compra il kit di pronto soccorso?

I kit di pronto soccorso possono essere acquistati in qualsiasi farmacia oppure online. Sul mercato ve ne sono di numerose tipologie e dimensioni ma non tutti sono a norma di legge. Quelli che è necessario avere in auto o in moto quando si viaggia per l’Unione Europea, soprattutto in Austria e Germania, devono avere un codice ben specifico che li identifichi. L’acquisto non è particolarmente impegnativo e non supererà, generalmente, più di qualche decina di euro. Si tratta dunque di un investimento da prendere in considerazione.

 

Il kit di pronto soccorso è obbligatorio?

Per quanto riguarda la legge italiana, il kit di pronto soccorso deve essere presente sul luogo di lavoro secondo quanto stabilità del Ministero della Salute nel 2003. La cassetta deve essere ben visibile e segnalata da appositi cartelli mentre il contenuto deve variare in base ai fattori di rischio presenti sul luogo di lavoro. Questa è dunque responsabilità del datore e dell’azienda.

Per quanto riguarda invece i kit di pronto soccorso per auto e moto, in Italia non è presente nessuna legge che imponga la loro presenza a bordo mentre il discorso cambia per altri paesi dell’Unione Europea e non, dove è richiesto. Tra questi vi sono Austria, Croazia, Francia, Germania, Grecia, Polonia, Spagna e Svizzera. Se state pianificando un viaggio on the road, quindi, potrebbe essere necessario acquistare un kit omologato come quelli che potete trovare nella nostra classifica più in alto.

 

Quanto dura un kit di pronto soccorso?

Naturalmente, il kit non è eterno e dal momento che all’interno possono essere presenti dei farmaci soggetti a deperimento, di solito hanno una data di scadenza che può andare da 24 a 30 mesi. Superati i quali è necessario provvedere alla sostituzione, se non dell’intero kit, quantomeno dei singoli elementi che potrebbero aver passato la data di scadenza.

 

 

 

Come usare un Kit di Pronto Soccorso

 

I kit di pronto soccorso si rivelano delle risorse molto utili, sia che siate sul luogo di lavoro, in casa, in auto o durante un’escursione, averne uno a portata di mano, seppur di dimensioni minime, può fare la differenza. Immaginate per esempio di trovarvi immersi nella natura, durante una sessione di trekking e lontani quindi da qualsiasi centro abitato. 

Spesso in zone del genere non è possibile nemmeno effettuare chiamate per richiedere soccorso, pertanto, ferirsi in modo più o meno serio potrebbe rivelarsi un vero e proprio problema. Per raggiungere l’ospedale più vicino o una zona in cui è possibile chiamare i soccorsi avrete bisogno di curare la ferita al meglio delle vostre possibilità, usando disinfettante, acqua ossigenata e cercando di bloccare la fuoriuscita di sangue con bendaggi o un laccio emostatico. 

Tutto ciò è solitamente contenuto nei kit di emergenza per chi ama muoversi tra boschi, montagne e luoghi naturali. La loro utilità non si esaurisce solo in casi limite come quello descritto ma può rivelarsi utile anche in casa, per trattare abrasioni o ferite più serie prima di portare la persona ferita in ospedale.

 

Elementi del kit

Non tutti i kit di pronto soccorso hanno un manuale di istruzioni in italiano che vi possano guidare nel prestare aiuto a chi è ferito, pertanto è bene conoscere le basi. Prima di effettuare qualsiasi operazione sulla ferita è importante usare i guanti sterili monouso, primo elemento da identificare per toccare garze e bendaggi senza contaminarle con batteri. Questi vanno poi buttati via dopo l’uso e sostituiti all’interno del kit.

Nel caso in cui sia presente una soluzione cutanea di iodopovidone al 10% di iodio, sappiate che va utilizzata per curare ferite lievi, contusioni, punture d’insetto ed abrasioni. Utilizzatela intorno alla ferita dopo averla pulita con acqua potabile o la soluzione fisiologica – anch’essa presente nella maggior parte dei kit – applicando la soluzione con della garza. 

Qualora vi siano corpi estranei all’interno della ferita potrete invece fare affidamento sulle pinzette sterili monouso. Quando le estraete dalla confezione prestate molta attenzione poiché hanno una parte centrale sagomata che è quella che potrete toccare con le mani senza contaminarla.

Se la fuoriuscita di sangue è copiosa, bisogna utilizzare il cotone idrofilo per assorbirlo ma non va applicato direttamente su di essa perché potrebbe lasciare residui. Cercate quindi di tamponare la parte immediatamente al di sotto, assorbendo il sangue che scorre. Si rivela molto utile anche in caso di epistassi, creando dei piccoli tamponi da inserire nelle narici.

Un kit non sarebbe completo senza i cerotti medicati, utili per far fronte a piccole ferite da taglio preventivamente trattate con acqua e disinfettante, e i cerotti più grandi che hanno invece lo scopo di tenere in posizione le garze durante una fasciatura.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments