Ultimo aggiornamento: 30.10.20

 

Guanti da moto – Guida all’Acquisto e Confronti

 

Proteggersi le mani quando si va in moto è fondamentale quasi come tenere al sicuro la testa. Per questo motivo l’utilizzo di un buon paio di guanti consente anche di avere un miglior controllo sui comandi. Sul mercato ci sono diversi tipi di guanti da moto, pensati per soddisfare le varie esigenze. Come ad esempio gli Spidi B62-026- XL Mega-X, pensati per chi guida tutti i giorni ma anche per chi ama avventurarsi nelle piste fuoristrada. Per le giornate più fredde si possono prendere in considerazione gli A-Pro Guanti in pelle che al loro interno offrono una calda imbottitura termica per proteggere le mani dalle intemperie.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori guanti da moto – Classifica 2020

 

Sono davvero tanti i guanti da moto sul mercato. Per aiutarvi a capire quale guanto da moto comprare abbiamo scelto i migliori in base alle tante tipologie con cui vengono offerti. E per sapere dove acquistare i modelli proposti basta cliccare sui link sotto ogni recensione.

 

 

Guanti da moto estivi

 

1. Spidi B62-026- XL Mega-X

 

I guanti da moto estivi proposti da Spidi sono innanzitutto apprezzati per un prezzo davvero allettante che non supera i 30 euro. Anche se questo potrebbe far pensare a un modello di bassa fattura non c’è che da ricredersi una volta indossati. Calzano alla perfezione, scegliendo ovviamente la giusta misura, ma soprattutto sono altamente traspiranti. 

Questo significa che dopo tanti chilometri sotto il sole non si avranno le mani bagnate di sudore. Oltre che essere adatti a scooteristi e motociclisti cittadini, ben si comportano anche se indossati da chi ama affrontare piste poco battute con la propria moto da touring o adventure. 

La morbidezza e la qualità dei materiali giocano a favore di questo guanto estivo che ovviamente dopo un paio d’anni di utilizzo intenso sarà da cambiare. Le protezioni, come normale per questa tipologia di guanti, sono minime, quindi per chi guida una moto da strada o sport è meglio rivolgersi ad altri modelli un po’ più protettivi.

 

Pro

Morbidi: I materiali utilizzati da SPIDE per i suoi guanti estivi sono tra i migliori in circolazione, tanto che una volta indossati si fa fatica a ricordarsi di averli.

Qualità/prezzo: Per chi cerca prodotti dai prezzi bassi, ma non vuole comunque rinunciare alla qualità, la scelta di questo modello è perfetta per soddisfare questa doppia esigenza.

Calzata: Stando come sempre attenti alle misure indicate dalla casa, la calzata del guanto è perfetta e non serve acquistare una taglia in più o in meno di quella indicata in base alle misure delle proprie mani.

 

Contro

Durata: Se utilizzati tutti i giorni per tanti chilometri non sarà impossibile che dopo un paio di anni cuciture e materiali cominciano a deteriorarsi. Tutto normale e comunque l’investimento si può anche ripetere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guanti da moto invernali

 

2. A-Pro Guanti in pelle professionale Tessile

 

Per guidare quando la temperatura scende servono guanti da moto invernali che proteggono dal freddo e dalla pioggia. Il nuovo modello proposto da A-Pro è uno dei più venduti online in quanto mette sul piatto materiali di buona qualità abbinati a prezzo che non prosciugherà il vostro conto in banca. 

Il freddo viene lasciato di fuori grazie a un’imbottitura termica che A-Pro definisce “HotLife”. La parte esterna è realizzata con un tessuto 100% impermeabile (AcquaKill). Oltre a questo sono presenti rinforzi in plastica dura sulle nocche. La calzata è agevolata da un cinturino in velcro che chiude oltre il polso il guanto, per evitare che questo scivoli via in caso di caduta. 

Il guanto si rende ideale per guida moto sportive, da touring, enduro o custom. È proposto in tutte le misure, dalla XS alla 3XL e come sempre bisogna fare riferimento alla tabella taglie del produttore per acquistare quello che meglio si adatta alla grandezza della propria mano.

 

Pro

Termici: Nessun problema di freddo alle mani anche dopo molte ore in moto con questi guanti A-Pro destinati a svariate tipologie di motociclisti.

Sicuri: Le parti più esposte, ovvero le nocche sono rinforzate da inserti di plastica dura che le proteggono in caso di caduta. Il cinturino in velcro eviterà che il guanto si sfili se succede qualcosa.

Antipioggia: Il materiale utilizzato per la realizzazione di questi guanti è 100% waterproof, quindi la guida sotto la pioggia battente non crea alcun problema di umidità alle mani.

 

Contro

Touch: Per essere un guanto dei giorni nostri purtroppo non offre una zona sul polpastrello dell’indice per poter utilizzare smartphone e navigatori GPS con schermo touch.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guanti da moto riscaldati

 

3. Day Wolf Impermeabili 7.4V 2200 mAh batteria Ricaricabile

 

Per i motociclisti più freddolosi ecco un paio di guanti da moto riscaldati a batteria che permettono di avere le mani calde anche nelle giornate dove la temperatura si aggira sui zero gradi. Una delle caratteristiche più apprezzate riguarda la possibilità di scegliere tra tre livelli di temperatura semplicemente cliccando un piccolo bottone posto sulla parte che copre il polso. 

Per far funzionare gli elementi riscaldanti che corrono lungo le dita e il palmo della mano si avvalgono di una batteria ricaricabile da 2.200 mAh, che impostando la temperatura sul livello più basso garantiscono almeno 6 ore di riscaldamento senza interruzioni. Se invece si sceglie il massimo del calore il tempo di utilizzo scende a circa due ore e mezzo. 

La cosa ottima è che il calore si propaga nel giro di 30 secondi. La parte esterna dei guanti Day Wolf è realizzata in poliestere di alta qualità e microfibra che copre le zone della mano a contatto con manubrio della moto.

 

Pro

Livelli di temperatura: Si può scegliere, in base alla temperatura della giornata o alle proprie esigenze tra tre livelli di calore impostabili semplicemente cliccando su piccolo bottone posto all’estremità del guanto.

Batteria: Per avere il giusto calore per diverso tempo, si basano su una batteria ricaricabile che varia la sua autonomia in base al livello di calore scelto. Ma sotto le due ore non si va.

IPX44: I guanti sono certificati secondo le specifiche IPX44, questo significa che sono resistenti a vento e acqua, ma il tessuto è comunque traspirante per non fare sudare troppo le mani.

 

Contro

Prezzo: In comparazione a buon guanto invernale “normale” il costo di questo modello riscaldato è ben più alto. Da valutare quindi se ne vale la pena.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guanti da moto per donna

 

4. Tucano Urbano Guanti Lady Password CE Nero

 

Questo guanto pensato per il gentil sesso che guida lo scooter per destreggiarsi nel traffico cittadino è perfetto per affrontare le giornate invernali dove il freddo pungente sulle mani comincia a farsi sentire. Infatti è totalmente rivestito in nylon HD, ma su tutto spicca la membrana interno traspirante e impermeabile che Tucano Urbano definisce Hydroscud. 

Al suo interno, per tenere in temperatura le dita è presente un rivestimento in morbido e caldo pile. Questo guanto da moto per donna, una volta indossato, si può regolare con il cinturino in velcro presente all’altezza del polso. Non manca una zona “touchscreen” che permette di utilizzare smartphone e navigatori (quando si è fermi) senza togliere i guanti, mentre il palmo della mano è stata concepita con un materiale anti-abrasione. 

I guanti proposti da Tucano Urbano sono omologati secondo le specifiche moto EN 13594:2015–CE, a tutta sicurezza di chi lo acquista e calzano molto bene, sempre e comunque scegliendo la giusta misura.

 

Pro

Hydroscud: Per tenere all’asciutto le mani anche in una giornata piovosa, Tucano Urbano ha rivestito internamente il guanto con questa speciale membrana.

Pile: Tutta la fodera è realizzata in pile, materiale famoso per la sua morbidezza e anche per il calore che riesce ad offrire alle parti del corpo che vanno a contatto.

Certificazione: Come tutti i guanti da moto/scooter che sono considerati tali, il modello proposto da Tucano Urbano è certificato secondo le specifiche moto EN 13594:2015 CE.

 

Contro

Temperature basse: Il guanto, per come è stato progettato è utile per tenere al caldo le mani quando la temperatura, si aggira intorno ai 6/7 gradi. Se scende vicino allo zero servono a poco.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guanti da moto Dainese

 

5. Dainese 4 STROKE LONG Guanti da moto

 

Questi guanti, prodotti da un marchio top nel panorama dell’abbigliamento per moto quale è Dainese, offrono tutto il comfort e la protezione di cui si avrà mai bisogno. Si basano innanzitutto su un’armatura in acciaio inossidabile che va ad imbottire le nocche e il dorso della mano. 

Il palmo della mano, al contrario vede la presenza di morbida pelle, e chicca assoluta, offrono anche una protezione in plastica “intelligente” a livello del dito mignolo. Comodi da indossare sono adatti anche per essere utilizzati d’estate in quanto abbastanza traspiranti da non far sudare troppo le mani. I polsini sono abbastanza lunghi per una copertura decente della zona sottostante la mano e, caratteristica che non guasta mai, sono anche belli da vedere e da mostrare. 

Forse questi guanti da moto Dainese sono un po’ rigidi all’inizio e un poco stretti rispetto ad altri modelli ma con l’andare del tempo tendono ad adattarsi perfettamente alle mani.

 

Pro

Armatura: Cosa c’è di meglio che l’acciaio inossidabile per proteggere nocche e dorso della mano in caso di incidenti. Un materiale altamente resistente e al tempo stesso leggero.

Design: Questi guanti Dainese, una volta indossati, si fanno notare per il loro look sportivo ma non troppo vistoso, ideali per chi non ama sfoggiare colori troppo appariscenti.

Dito mignolo: Il dito mignolo è quello più esposto a rottura in caso di caduta anche leggera soprattutto se questa avviene lateralmente. Questi guanti offrono un’ulteriore protezione in plastico proprio per questo dito.

 

Contro

Costo: Non sono certo il paio di guanti più economico sul mercato, ma come è noto la qualità si paga e mai come in questo caso per un prodotto che deve proteggere una parte del vostro corpo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guanti da moto Alpinestar

 

6. Alpinestar GP Plus R Guanti 

 

Questi guanti da moto Alpinestar possono essere considerati come modelli da pista entry-level. Sono i primi della stirpe prodotto dall’azienda e che comprende anche le versioni GP Pro R II e GP Tech e Super Tech. Questo GP Plus R è il modello “più convenzionale” ed è realizzato con una miscela di pelle bovina e pelle di capra senza tessuti sintetici. 

I guanti hanno doppie chiusure polsino, ponte racing brevettato rispetto a un ponte sportivo al 3 ° e 4 ° dito, fodera interna in Kevlar nelle aree vulnerabili e sono disponibili in una gamma di ben sei colori. 

La zona laterale ha una protezione in pelle, che si estende fino alla zona del palmo, che ospita l’Alpinestar Dynamic Friction Shield (DFS). Questa è una tecnologia progettata per non consentire al guanto di scivolare dalle mani, ma anche di smorzare le vibrazioni e assorbire gli urti da incidenti o cadute. Un pad sotto l’area del pollice serve allo stesso scopo.

 

Pro

Versatile: Questo guanti possono essere utilizzati sia in strada sia in pista, caratteristica questa ideale per chi ama entrambe le condizioni di guida per il proprio bolide.

Colori accattivanti: Alpinestar ha prodotto questi guanti in ben sei colori quindi sarà difficile non trovare la tonalità che meglio si sposa con il resto dell’abbigliamento tecnico.

Ponte: Un robusto ponte di derivazione racing protegge al meglio il terzo e quarto dito della mano, mentre il pollice si affida al sistema Dynamic Friction Shield

 

Contro

Rigido: Il guanto risulta essere un poco rigido quando deve essere calzato, problema che comunque è destinato a sparire dopo un po’ di tempo che lo si utilizza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guanti da moto racing

 

7. Dainese Full Metal 6, 1815895

 

Se cercate il migliore guanto da moto racing da utilizzare in pista, ci sono pochi dubbi che questi modello proposto da Dainese sia in cima alla lista e tra i più venduti in questo segmento di mercato. E per avvalorare questo giudizio forse non tutti sanno che sono gli stessi guanti indossati da Valentino Rossi durante le gare di Moto GP.  

Dainese Full Metal 6 rappresentano il massimo livello di tecnologia ed offrono tutta l’esperienza che il marchio italiano ha accumulato nella sua storia nel mondo dell’abbigliamento per moto. Per quanto riguarda le protezioni si troveranno quattro tipi di inserti: in titanio e fibra di carbonio su articolazioni e polso per offrire un’eccellente resistenza all’abrasione e agli urti. 

Inserti in fibra di carbonio sulle articolazioni delle dita e sull’osso del polso e in poliuretano sul palmo mentre sono in resina termoplastica quelli all’esterno del mignolo. Questo guanto, sicuramente non propriamente economico è però un acquisto sicuro per chi cerca il meglio per “piegare” in pista come un pilota professionista.

 

Pro

Cuciture: Niente è stato lasciato al caso, visto l’utilizzo proposto. Le cuciture, ad esempio sono realizzate in fibra aramidica, che ha come caratteristica principale quella di non deformarsi anche se subisce forti colpi

Nocche e polsi: Per queste due parti degli arti superiori, molto esposte in caso di caduta, Dainese ha scelto di proteggerli con inserti in robusto titanio.

Confortevoli: Il guanto risulta essere estremamente confortevole nonostante le corpose e indispensabili protezioni che offre.

 

Contro

Prezzo: Il costo di questi guanti è indicato solo per chi va in pista molto spesso e vuole il non plus ultra per questo accessorio alquanto importante.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guanti da moto custom

 

8. Shima Caliber, Estivi Ventilato Retro Vintage Custom

 

Questi guanti da moto custom molto lisci e ultra-chiari di Shima sono disponibili anche in colorazioni bianca e nera mentre il marrone si rifà allo stile senza tempo che sembra pensato proprio per l’utilizzo con qualsiasi custom. La zona superiore prodotta in pelle combatte contro abrasioni e lacerazioni, mentre gli strati di schiuma Tempra e Poron XRD offrono rinforzo e assorbimento degli impatti. 

La pelle perforata è presente su un’ampia area del guanto per fornire un flusso d’aria all’interno dello stesso, il che è molto importante nelle giornate calde. Un esclusivo sistema di presa, che Shima ha deciso di battezzare Grip+, è utilizzato per promuovere la migliore maneggevolezza possibile quando si deve “lavorare” con acceleratore, frizione e freno, il tutto pensato per migliorare la sicurezza e il comfort quando si è in viaggio. 

Questo sistema, al tempo stesso, garantisce la longevità dei guanti. Non male, infine i due anni di garanzia proposti e inclusi nel prezzo.

 

Pro

Design: Belli da vedere e da mostrare, soprattutto nella colorazione marrone con interno del palmo di colore nero, perfetti per qualsiasi abbigliamento retrò che si indossa quando si cavalca una custom.

Grip+: Questo sistema studiato da Shima consente di avere sempre una presa ottimale sulla manopola dell’acceleratore e sulle leve dei freni e della frizione.

Ventilati: La pelle è provvista di diversi fori che aiutano a tenere ventilato l’interno del guanto e di conseguenza asciutte le mani anche nelle giornate estive.

 

Contro

Misure: Come tipologia di guanto calza un po’ stretta, quindi è meglio pensare di acquistare una taglia superiore rispetto a quella che abitualmente si indossa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un guanto da moto

 

Ci sono poche dubbi sul fatto che l’elemento da indossare più importante per la propria sicurezza quando si guida una motocicletta sia il casco: Ma qual è il secondo pezzo più importante dell’attrezzatura che si dovrebbe avere sempre quando si va in moto?

I pareri di molti motociclisti sono concordi nell’indicare i guanti da moto e con buone ragioni. È puro istinto umano abbassare le mani in caso di caduta e, in un incidente in moto, le mani possono facilmente subire abbastanza danni che possono renderle inutilizzabili per lungo tempo. Basta pensare a quanto si usano le mani: che lavoriate in cantiere o seduti a una scrivania, sono nella maggior parte dei casi, le parti del corpo che permettono di portare a casa “la pagnotta”. Inoltre ogni attività quotidiana, dal pranzo all’uso del bagno, sarebbe un incubo con le mani fuori uso. 

In pratica proteggerle è importante, quasi come proteggere la testa. In questa guida vogliamo dare qualche consiglio per sapere come scegliere un buon guanto da moto cercando di trovare il modello più adatto alle proprie esigenze.

 

 

Tessuto o pelle. Quale guanto da moto comprare?

Una delle domande che sorge subito spontanea è se è meglio affidarsi a guanti in tessuto o in pelle. La verità è che non esiste una risposta assoluta a questa domanda. Dipende molto da ciò che si desidera dalla propria attrezzatura e come e perché si utilizzeranno i guanti.

In generale, la pelle ha una resistenza all’abrasione molto migliore e si adatta più comodamente alla mano ma il tessuto tende a resistere molto meglio a condizioni estreme. Un motociclista touring si aspetta di affrontare molta umidità e variazioni climatiche, quindi probabilmente i guanti in tessuto sono la scelta migliore. Altrimenti quelli in pelle sono in genere l’opzione giusta.

Inoltre, lo stile e l’aspetto è un altro fattore da tenere in considerazione. Ancora una volta, chi guida una moto da touring, ha il resto dell’attrezzatura (giacca e pantaloni in primis) che sono probabilmente realizzati in tessuto, quindi probabilmente si vorrà abbinare anche i guanti. Chi invece cavalca moto da strada o modelli custom, sicuramente sarà più indirizzato verso quelli in pelle.

 

 

 

Come utilizzare i guanti da moto

 

L’importanza della calzata

È fondamentale che tutte le attrezzature da moto, dai caschi agli stivali fino alle giacche, si adattino perfettamente al proprio corpo. I guanti non fanno eccezione. La corretta vestibilità è così importante per perché devono rimanere saldi sulla mano anche in caso di incidenti. Se si viene malauguratamente sbalzati dalla sella e si atterra sulla strada, l’attrezzatura che si indossa non farà il suo lavoro se tende a spostarsi, o peggio, se è abbastanza larga da staccarsi completamente.

Un altro motivo per cui i guanti devono adattarsi correttamente è la sensazione che si ha sui controlli. Se sono troppo stretti, possono interferire nella gestione di acceleratore, freni e frizione, ma al tempo stesso se sono troppo larghi, possono arricciarsi e diventare fastidiosi. I guanti, come gli stivali, devono adattarsi perfettamente, non esiste una via di mezzo.

Dovrebbero essere avvolgenti su tutta la mano e avere le dita che non lasciano materiale in eccesso sulle punte. Se sono in pelle, dovrebbero almeno all’inizio essere un poco attillati, poiché si allenteranno con il tempo per adattarsi perfettamente. I guanti in tessuto devono essere perfetti appena fuori dalla confezione.

Quando si seleziona una taglia mentre si acquista online, è bene controllare prima la guida alle taglie del produttore, che si trova in genere nella pagina del prodotto. Anche le recensioni sono da valutare per sapere cosa dicono altri motociclisti sull’adattamento

 

Tipi di guanti da moto

Esistono diversi tipi di guanti ognuno dei quali è ideale per una determinata tipologia di motociclista oppure che sono indicati per essere utilizzati in base alla stagione.

Quelli da gara sono sempre modelli lunghi e hanno armature e protezioni di serie per gli incidenti ad alta velocità. Di solito hanno i palmi sottili per un buon controllo dell’acceleratore e molta ventilazione. I guanti “invernali” si estendono a coprire l’intero polso. Sono protettivi per impedire all’umidità o al freddo di raggiungere le mani. Questi offrono la massima protezione sia dagli agenti atmosferici sia dagli urti. 

La controparte sono i guanti “estivi” o “corti” che sono modelli che terminano al polso invece di coprirlo. Di solito, come si può immaginare sono da usare quando il clima è più caldo, e dove un guanto completo farà sudare le dita lasciando un senso di disagio quando si è alla guida. 

I Cruiser, detti anche Urban, sono modelli molto stilosi che si adattano a un abbigliamento ricercato che comunque non sacrificano la protezione delle mani. Infine i guanti Adventure o Touring devono essere in grado di proteggere da climi estremi, umidità e, ovviamente dagli incidenti. Di solito sono tessili e usano molti materiali moderni. Di solito non costano poco ma sono indispensabili per chi la moto la vive per muoversi in tutta la libertà 365 giorni all’anno.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come si misurano i guanti da moto?

Questa, sfortunatamente, è la parte più difficile nell’acquistare un guanto online, visto che non si può provare. Ogni produttore li misura in modo diverso e si verificano persino differenze di dimensioni tra modelli della stessa marca. In generale, i marchi europei tendono ad avere una vestibilità più piccola e più stretta rispetto ai marchi americani, quindi è spesso una buona idea scegliere una taglia in più quando si ordina da un marchio europeo. 

In generale prendete un metro da sarto e appoggiatelo appena sotto alle nocche, fatelo girare intorno al palmo della mano escludendo il pollice. La misura che si ottiene è quella della propria mano che poi è da “trasformare” in una taglia secondo le indicazioni della marca che si sceglie.

Come pulire i guanti da moto in pelle?

Questa operazione è molto semplice ma deve essere eseguita con cura. Per pulire i guanti serve un panno umido ma non si deve usare acqua calda. Per rimuovere le macchie difficili basta utilizzare del semplice sapone neutro o un detergente per pelle o tessuto speciale. Bisogno evitare che i guanti entrino in contatto con solventi (non utilizzare ad esempio degli ammorbidenti) benzina o detergenti. Ciò potrebbe modificare le proprietà, come ad esempio il colore.

 

Indossare i guanti da moto è obbligatorio?

In Italia non c’è alcun obbligo e infatti non sono pochi i motociclisti che viaggiano senza guanti. Sta al buon senso di ognuno indossare abbigliamento appropriato quando sale in sella alla sua due ruote. Sono obbligatori, di recente, solo durante l’esame di guida per il conseguimento della patente A. 

Al contrario, in Francia è obbligatorio indossare i guanti anche se si conduce uno scooter. Quindi chi ha in mente un viaggio Oltralpe appena superata la frontiera dovrà indossare un paio di guanti certificati EN13594 (e non un paio qualsiasi). Se fermati dalla polizia francese senza guanti idonei si rischia una sanzione fino a 68 euro.

 

Ci sono differenze tra guanti da moto e guanti da scooter?

Tendenzialmente non ci sono differenze. Certamente uno scooterista non dovrà pensare di acquistare guanti racing, visto che a certe velocità non ci arriverà mai e con lo scooter in pista non si può andare. Chi guida uno scooter è più propenso a scegliere modelli leggeri con rinforzi minimi. Ma come detto non c’è alcuna preclusione verso i guanti da moto che offrono protezioni migliori. Dopotutto anche una banale caduta in moto può essere molto dolorosa per le mani, quindi la loro protezione è fondamentale anche se si guida un piccolo cinquantino.

 

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments