Ultimo aggiornamento: 22.10.21

 

Passare dal cambio manuale a quello automatico non è facile come sembra, ma con un po’ di consigli e pratica vi potrete abituare in meno tempo.

 

In molti pensano che le auto con il cambio automatico siano molto più facili da guidare, ma in realtà le cose non stanno proprio così, specialmente se come molti siete abituati ad usare quello manuale. La guida dell’automobile d’altronde si affida molto alla memoria muscolare e all’abitudine, le mani e i piedi si muovono in maniera automatica su volante, cambio e frizione al punto che molte volte non si pensa neanche a ciò che si sta facendo. 

Passare a un’automobile o a una moto con cambio automatico può risultare un po’ strano, in quanto si cercherà sempre di premere il pedale della frizione, portando la mano sul cambio per scalare la marcia. Sapere come usare il cambio automatico può tornare utile anche se non avete intenzione di cambiare automobile, in quanto in alcuni paesi come Stati Uniti e Giappone è possibile trovare auto a noleggio con questo tipo di cambio. 

 

Abituarsi alle funzioni

Alcune automobili dispongono di cambio robotizzato con doppia frizione, una sorta di ibrido tra quello manuale e quello automatico che può disporre di marce senza però la presenza del pedale per il cambio. Queste marce sono diverse da quelle dei veicoli con cambio manuale e sono rappresentate dalle lettere P, R, N e D. La P sta per Parking e si usa quando il veicolo è spento per bloccare marce e ruote. Per mettere il veicolo in movimento occorre spostare la marcia sulla lettera D. La R di ‘Reverse’ si usa per inserire la retromarcia, mentre la N (Neutral) mette l’auto in folle. 

Alcune vetture dispongono di cambio automatico per la guida in salita rappresentato da marce supplementari con numeri 1 e 2. Ricordate che prima di inserire il freno a mano dovrete mettere il cambio sulla lettera P, in modo da disconnettere la frizione dalla trasmissione e attivare il blocco. Cercate di non sbagliarvi, perché se tirate il freno a mano quando la marcia è su D potreste rischiare non solo di danneggiare la frizione, ma anche di far spostare l’automobile una volta scesi. 

 

Niente pedale, niente panico

Il cambio marcia avviene automaticamente a seconda della velocità raggiunta, quindi non dovrete preoccuparvi di schiacciare il pedale della frizione. Questo a dirsi può sembrare facile, ma l’abitudine ovviamente vi tradirà, portandovi a cercare il suddetto pedale. Niente panico, può succedere, infatti per le prime guide nella vostra auto con cambio automatico vi consigliamo di procedere ad una velocità ridotta in modo da abituarvi gradualmente al nuovo tipo di guida. 

Il piede sinistro solitamente usato per la frizione va tenuto a riposo, dovrete ovviamente resistere alla tentazione di schiacciare il freno che potreste giustamente scambiare per quello del cambio. Una buona tecnica per principianti consiste nel tenere il piede sinistro dietro il destro, un po’ scomodo ma utile per abituarsi senza schiacciare il freno e l’acceleratore insieme, errore molto comune. 

Dopo un po’ di tempo vedrete che inizierete a usare solo il piede sinistro sia per l’acceleratore sia per il freno in modo fluido, specialmente quando guidate in città. Questa tecnica può risultare anche molto divertente dopo che ci si è abituati, specialmente se siete appassionati di guida e volete provare un metodo alternativo per aumentare la sensibilità del piede sinistro. 

Partire lentamente

Una volta imparato bene come funziona il cambio automatico e aver capito come inserire la marcia giusta per il parcheggio e il movimento, allora potrete cominciare a guidare. Portando il cambio sulla lettera D noterete che l’automobile andrà avanti con grande lentezza anche senza che premiate l’acceleratore. Niente paura, si tratta di una funzione comune delle automobili con cambio robotico o automatico. Questo succede anche con la retromarcia su R. 

Per le prime guide magari recatevi in un parcheggio vuoto e praticate questa fase di accelerazione, chiamata ‘creeping’ in gergo, un termine inglese che si può tradurre con il meno piacevole italiano ‘strisciante’. Ricordate che per non far muovere l’automobile dovete portare la marcia su P o su N, ma ricordate comunque che dovrete prima frenare. 

 

Accelerazione costante

In città il cambio automatico si rivela estremamente comodo, in quanto vi permette di guidare con più fluidità senza affaticare il piede premendo in continuazione il pedale della frizione. Per la guida in autostrada bisogna fare un po’ di pratica, in quanto occorre sviluppare una buona sensibilità sull’accelerazione. Il cambio automatico infatti reagisce in base a questo fattore, alla pendenza della strada e alla velocità complessiva del veicolo. Per questo è necessario tenere un’accelerazione costante a seconda delle vostre necessità. 

Sulle strade a percorrenza veloce si utilizza la tecnica del ‘kick down’ che consiste nel premere a fondo il pedale dell’accelerazione in modo da portare il veicolo al massimo senza rallentamenti. Una volta raggiunta una buona accelerazione si potrà regolare la pressione per ottenere una velocità di corsa normale. Chiaramente non dovete mai superare i limiti di velocità, semplicemente la pressione dell’acceleratore a fondo vi servirà per arrivare alla ‘quarta’ o alla ‘quinta’ marcia in modo più rapida.

Fare una buona manutenzione

Le automobili con il cambio automatico necessitano della stessa cura di quelle con cambio manuale, quindi assicuratevi di fare sempre la dovuta manutenzione, specialmente del motore che nei primi tempi di utilizzo potrebbe essere ‘stressato’ dalle continue accelerazioni e frenate. Per questo vi consigliamo di avere sempre un buon cambio olio a disposizione. 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI