Auto km 0: che cosa sono, quanto costano e perché conviene comprarle

Ultimo aggiornamento: 20.01.22

 

Vediamo insieme tutto quello che c’è da sapere sulle auto a km 0, quali sono gli svantaggi ma soprattutto i vantaggi che hanno rispetto alle automobili nuove.

 

Sicuramente vi sarà capitato almeno una volta di sentir parlare di auto km 0, e magari anche di aver ascoltato opinioni contrastanti in merito; non tutti sanno cosa sono in realtà queste automobili, se sono auto usate come molti pensano oppure auto nuove, e soprattutto molti non sanno se conviene acquistarle oppure no. Vediamo quindi di scoprire insieme tutto quello che c’è da sapere sull’argomento.

 

Auto km 0 cosa sono?

La definizione km 0 viene assegnata alle automobili che vengono immatricolate direttamente dai titolari delle concessionarie e intestate alle stesse. L’immatricolazione di queste vetture, di solito, avviene per diverse ragioni: per il raggiungimento delle quote di mercato della casa automobilistica per esempio, o più semplicemente per poter disporre di un certo numero di automobili già pronte per la consegna. 

Non è raro, però, che tra le auto a km 0 si possano trovare anche esemplari di showroom, ovvero modelli speciali che la concessionaria ha immatricolato al solo scopo di usarle come automobili da esposizione, a disposizione dei potenziali acquirenti che in questo modo hanno l’occasione di esaminare le vetture da vicino e vedere con i propri occhi il motore, gli interni, l’ampiezza del portabagagli, oppure provare di persona il livello di comfort ed eventualmente usarle per un test di guida su strada.

Gli svantaggi delle auto a km zero

Cominciamo subito col dire che quelle a chilometro zero non sono auto nuove, in quanto essendo già state immatricolate sul loro libretto risulta già un possessore, ma allo stesso tempo non possono essere considerate nemmeno delle auto usate, e più avanti vedremo il perché.

Il principale svantaggio delle macchine a km 0 non è questo però, ma sta nel fatto che in caso di acquisto non si ha la libertà di scegliere il colore della carrozzeria, il tipo di rivestimenti degli interni, la dimensione dei cerchioni oppure eventuali allestimenti e optional speciali. La vettura è già presente in concessionaria e quindi è disponibile così com’è e non è soggetta a ulteriori cambiamenti.

Un’altra pecca delle auto km zero è rappresentata dalla garanzia, che è di soli 12 mesi invece dei canonici 24, come succede per le auto nuove; la definizione km zero, inoltre, è relativa, in quanto essendo state immatricolate queste auto hanno in ogni caso percorso un certo numero di chilometri. In linea di massima, però, il contachilometri di queste macchine dovrebbe segnare meno di 150 chilometri, a meno che la vettura non sia stata trasferita da una filiale all’altra della concessionaria direttamente su strada.

Per concludere, inoltre, l’obiezione che potrebbe sollevare chi ha particolarmente a cuore la cura auto è che le macchine km 0, al posto del classico odore che caratterizza le vetture nuove sono già impregnate dell’odore di igienizzante auto.

 

I vantaggi delle macchine a chilometri zero

Il vantaggio principale di queste automobili, invece, consiste nel fatto che possono essere acquistate per un importo minore rispetto al prezzo di listino dell’auto nuova; dal momento che la differenza di prezzo è anche abbastanza consistente, inoltre, le auto a chilometri zero sono la soluzione ideale per coloro che vogliono acquistare un’auto pressoché nuova risparmiando il più possibile. Gli altri vantaggi sono la disponibilità immediata della vettura e il numero di optional di cui è dotata.

Come abbiamo accennato nel paragrafo precedente, infatti, le auto a chilometro zero sono già disponibili in concessionaria e pronte per essere ritirate all’atto dell’acquisto, mentre per le auto nuove bisogna attendere e prima dell’effettiva consegna possono trascorrere anche dei mesi.

Dal momento che spesso queste auto sono immatricolate dalla concessionaria proprio per essere esposte, inoltre, nella maggior parte dei casi sono complete di quasi tutti gli optional previsti dalla casa automobilistica, fatta eccezione per eventuali allestimenti speciali.

 

Quanto costa effettivamente un’auto a km zero

Prima abbiamo accennato che il vantaggio principale di un auto a km zero è quello di poterla acquistare a un prezzo nettamente inferiore; per la precisione, però, quanto si può risparmiare acquistando una di queste automobili?

Ovviamente non è possibile fornire una stima precisa perché bisogna considerare diversi fattori, come per esempio la data di immatricolazione, i km percorsi e le condizioni generali della vettura; in linea di massima, però, si stabilire che la differenza di prezzo può variare dal 10-15% al 20-25% in meno rispetto a un’auto nuova dello stesso tipo.

Esistono anche dei casi particolari in cui è possibile trovare delle auto a chilometro zero il cui prezzo è inferiore del 50% rispetto a quello di un’auto nuova dello stesso tipo.

Cosa bisogna guardare in un’auto a km 0

Uno dei fattori che incidono sul prezzo è la data di immatricolazione, se questa risale a più di sei mesi rispetto alla data del potenziale acquisto, allora il risparmio è maggiore; ma prima di acquistare un’auto a km 0 conviene prendere in esame anche altri fattori, a cominciare dal chilometraggio e dalle condizioni generali della vettura.

Fatte le debite eccezioni, infatti, la macchina a km 0 non deve aver percorso più di 100-150 chilometri; ciò non toglie che se ne vale la pena, si può approfittare in maniera consapevole di un eventuale chilometraggio maggiore percorso dall’auto per ottenere uno sconto più sostanzioso, superiore al 25%.

La carrozzeria e tutte le parti esterne dell’auto vanno esaminate con cura e attenzione; a volte le concessionarie le tengono parcheggiate all’aperto infatti, e la presenza di piccole imperfezioni o graffi dovuti alle intemperie può far calare ulteriormente il prezzo dell’automobile.

Anche la tempistica dell’acquisto ha la sua importanza; i periodi migliori per acquistare le auto a km 0 sono l’autunno, quando le concessionarie si trovano a chiudere i bilanci e cercano di massimizzare il volume di vendite praticando ulteriori sconti su queste vetture, e quando le case automobilistiche sono in procinto di lanciare nuovi modelli, quindi le concessionarie sono più propense a calare i prezzi per liberarsi in fretta dei vecchi modelli in esposizione.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI