Ultimo aggiornamento: 03.03.21

 

Ogni tanto è bene lavare il proprio veicolo in modo da tenerlo sempre in uno stato presentabile. Se volete risparmiare sui costi dell’autolavaggio potete provare con un po’ di sano fai da te. 

 

La corretta manutenzione del proprio veicolo non comporta solo il controllo dei componenti interni e dei vari parametri come il livello dell’olio e i filtri. Ogni tanto infatti occorre dare una bella pulizia all’auto concentrandosi sulla carrozzeria e sugli interni, in modo da tenere il veicolo in uno stato presentabile. Gli automobilisti che per lavoro viaggiano da un cliente all’altro sono i primi a tenere l’automobile in uno stato impeccabile, in modo da poter fare sempre bella figura. D’altra parte chi invece usa il veicolo in modo sporadico, spesso lo trascura, magari aspettando che ci pensi la natura con una bella pioggia scrosciante. Ovviamente il risultato non è lo stesso di un buon lavaggio auto

Per farlo potete decidere potete lavare l’automobile a mano o in autolavaggio. Il secondo è il metodo più rapido e inoltre vi darà i risultati migliori, specialmente se vi affidate ad un autolavaggio di qualità e non ad un lavaggio auto self service. Vista la situazione Covid-19 però potrebbe risultare difficile trovarne un autolavaggio automatico aperto, inoltre con le varie misure di sicurezza i tempi di lavaggio si potrebbero allungare e farvi perdere tempo.  

La scelta migliore di questi tempi è fare il lavaggio auto a mano, una soluzione che, oltre a farvi risparmiare sulla spesa dell’autolavaggio, vi aiuterà anche a fare un po’ di movimento, inoltre può spezzare la routine del semi lockdown. 

Per lavare a mano l’automobile dovrete prima di tutto avere a disposizione uno spazio abbastanza ampio per potervi muovere liberamente intorno al veicolo, in modo da poter effettuare lavare la macchina in modo ottimale. Se non avete un giardino potete portare il veicolo in un luogo aperto, assicurandovi però che ci sia una zona d’ombra dove poter parcheggiare. Questo perché solitamente è preferibile effettuare il lavaggio a mano in primavera o estate, quando le temperature sono più miti. È preferibile non lavorare sotto il sole cocente, per questo l’ombra potrà rinfrescarvi e rendere il tutto più piacevole. Allo stesso modo la luce solare diretta può creare delle macchie d’acqua sulla vernice dopo il lavaggio. 

 

L’attrezzatura necessaria

Prima di cominciare il lavaggio, dovete procurarvi tutto il necessario per poterlo eseguire in maniera corretta e ottenere buoni risultati. Avrete bisogno di due secchi (uno per il detergente e uno per il risciacquo) insieme ad una pompa per il lavaggio. Possibilmente se non avete una fonte diretta dove prendere acqua, vi consigliamo di fare un po’ di scorta da casa. 

Non dimenticate la spugna, un detergente, un asciugamano e della cera per auto che vi servirà per ottenere una carrozzeria splendente. Nel caso non abbiate il detergente auto dovrete procurarvelo, non avventuratevi nell’utilizzo di altri prodotti come ad esempio lo shampoo secco. Per gli interni invece vi consigliamo di utilizzare un aspirabriciole. Ricordatevi che durante il lavaggio della carrozzeria dovrete tenere i vetri dell’automobile chiusi in modo da non far entrare l’acqua 

Come procedere 

Riempite i due secchi d’acqua usando la pompa (o dell’acqua che avete portato con voi). Nel primo dovrete inserire il detergente auto, mentre l’altro verrà usato per il risciacquo. Ora potete cominciare a bagnare l’acqua con la pompa, oppure versando l’acqua da una bottiglia o da una tanica che avete portato con voi. L’ideale è far scorrere l’acqua lentamente dall’alto della carrozzeria verso il basso in modo da evitare qualsiasi tipo di danno o magari di graffiare la vernice con un getto d’acqua troppo forte, cosa che può succedere se utilizzate la pompa d’acqua. 

Dopo aver bagnato la carrozzeria potete immergere la spugna nel secchio con il detergente e iniziare a lavare, risciacquando di tanto in tanto in tanto. Dopo ogni risciacquo controllate la carrozzeria e verificate che lo sporco sia stato rimosso, altrimenti date qualche altra passata di spugna con detergente. Non strofinate con forza però, ricordate sempre che la carrozzeria si graffia molto facilmente. Dovrete fare molta attenzione specialmente agli escrementi di uccelli, molto difficili da pulire così come gli insetti schiacciati sulla carrozzeria. Per entrambi è consigliabile lasciare agire il detergente per qualche minuto e poi passare la spugna.  

 

Usare la cera

Prima di applicare la cera auto dovrete asciugare la carrozzeria con un panno pulito, eseguendo l’operazione con grande cura in modo da impedire la formazione di ruggine. Una volta asciugata l’automobile potrete applicare la cera, spalmandola su tutta la carrozzeria in modo da renderla lucida. Nel caso dopo aver passato la cera notate che l’acqua si ristagna, allora dovrete riapplicarla fino a quando non avrete raggiunto il risultato ottimale. 

Pulire gli interni

Per la pulizia degli interni dell’automobile è necessario utilizzare un aspirabriciole con il quale potrete rimuovere tutti i rimasugli di cibo, la polvere e i peli di animale che si possono accumulare se ogni tanto viaggiate con il vostro amico a quattro zampe. Ricordate di togliere i tappetini per una pulizia più accurata, magari sbattendoli fuori per togliere tutta la sporcizia e poi dare una passata di aspirabriciole. Se avete sedili in pelle potete usare un panno umido con un prodotto adatto a questo tipo di materiale, 

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments