Ultimo aggiornamento: 13.10.19

 

Portapacchi – Guida all’acquisto e confronti del 2019

 

Quando lo spazio nel bagaglio non basta, è necessario dotarsi di un portapacchi per poter portare con sé valigie e altri oggetti abbastanza voluminosi. Tra i modelli più interessanti presenti sul mercato merita attenzione il Cam Box Sport 431, che si può installare su qualsiasi barra portatutto e che offre una capacità di ben 430 litri. Un modello universale, da installare se sull’auto sono già presenti le barre longitudinali, è la Menabo Brio, lunga 120 cm e in grado di sopportare un peso massimo di 90 kg, quindi adatta a diversi tipi di portapacchi in circolazione.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Opinioni sui migliori portapacchi

 

Prodotti raccomandati

 

Portapacchi auto

 

Cam Box Sport 431

 

Chi è alla ricerca di un buon portapacchi auto e non vuole spendere troppo può prendere in considerazione il modello proposto da Cam Box. Lo Sport 431 infatti offre una capienza da ben 430 litri e spicca per il fondo piatto, pensato per ridurre al minimo eventuali turbolenze e rumori durante la marcia.

Questo fondo, di colore nero, è realizzato in PP, mentre una serie di inserti e punti di fissaggio sono stati aggiunti per evitare che il contenuto del portapacchi scivoli, quando non è completamente pieno. Il sistema qui presente ben si adatta a qualsiasi barra portatutto, in modo da rendere l’installazione particolarmente veloce e senza intoppi.

La distanza tra le barre deve essere compresa tra un minimo di 45 cm e un massimo di 87 cm mentre il colore grigio scuro ben si adatta a qualsiasi auto. Dato che il design aerodinamico riduce al minimo i rumori provocati dall’aria quando si è viaggio, molti lo considerano il miglior portapacchi tra quelli venduti online.

 

Pro

Fondo piatto: Il fondo piatto, che contraddistingue questo portapacchi, lo rende meno sensibile ai rumori e alle turbolenze che si possono verificare durante il viaggio in auto.

Capienza: Con ben 430 litri di capienza questo box da tetto si rende utile per qualsiasi esigenza di trasporto, anche di oggetti particolarmente voluminosi, come ad esempio un passeggino.

Aerodinamico: La forma di questo portapacchi è studiata per diminuire la resistenza all’aria quando si viaggia e di conseguenza i rumori generati dal vento.

 

Contro

Plastiche: Secondo i pareri degli utenti le plastiche utilizzate per la produzione di questo portapacchi non brillano certo per robustezza, ma si tratta di un problema comune a molti modelli del genere.

Acquista su Amazon.it (€165)

 

 

 

Barre portapacchi

 

Menabo BRIO

 

Quelle in esame sono un paio di barre portatutto da montare su auto che, di serie, prevedono le barre longitudinali, conosciute anche come Rails. Le barre portapacchi Menabo Brio sono uno dei tanti modelli definiti “universali”, sempre che si scelga la misura giusta in base alla larghezza del tetto della propria auto.

La versione che analizziamo qui, nella nostra guida all’acquisto, è quella lunga 120 cm: le barre devono essere installate a una distanza tra loro che non superi i 100 cm. Consentono di trasportare pesi sul tetto fino a 90 kg, ma è sempre meglio verificare la portata massima di quello della propria auto.

Se c’è un aspetto da evidenziare è la semplicità con cui si montano sulle barre laterali, grazie anche alla presenza della chiave a brugola necessaria per il montaggio, inclusa nella confezione. Come accade con molte altre barre portapacchi, anche con queste è udibile un leggero fischio quando si viaggia a circa 60 km/h.

 

Pro

Montaggio semplice: Un pregio evidenziato dalla maggior parte degli utenti, che hanno acquistato queste barre, è la semplicità con cui si installano su quelle longitudinali della propria auto.

Rapporto qualità/prezzo: Considerate dagli utenti di buona qualità, hanno un prezzo accessibile a tutti.

Universali: Scegliendo la dimensione adatta, in base alla larghezza del tetto della propria auto, è possibile acquistare la giusta versione di questo modello definito “universale”.  

 

Contro

Fischio: Anche queste barre portapacchi, come molte di quelle offerte nel segmento “universali”, risente del problema di generare un fastidioso fischio quando si viaggia anche a velocità non particolarmente alte.

Acquista su Amazon.it (€49,73)

 

 

 

Portapacchi Thule

 

Thule Touring 634100

 

Quando si parla di portapacchi di sicura qualità non si può non menzionare il marchio Thule, uno dei più apprezzati e più venduti nel settore degli accessori per auto. In questo caso propone il box da tetto Touring 634100, che mette sul piatto una capacità di 330 litri, la più piccola della serie (arriva a ben 430 litri con la versione 780).

Ha una lunghezza minore rispetto agli altri box, dato che raggiunge 139 cm. Piace soprattutto per il colore “Titan Aeroskin”, ideale per qualsiasi tipo di tonalità della carrozzeria dell’auto su cui andrà montato. I

l suo peso molto contenuto consente di installarlo senza fatica, operazione eseguibile anche da una sola persona. Altra caratteristica molto apprezzata è la possibilità di aprirlo a piacimento su entrambi i lati, quindi se si parcheggia l’auto a ridosso di un muro non si avranno problemi nello scegliere il lato giusto per poter aprire il portapacchi.

 

Pro

Qualità: La caratteristica che ha reso famosa Thule nel mercato degli accessori per auto è la qualità dei suoi prodotti, alla quale non sfugge neanche questo nuovo portapacchi della serie Touring.

Doppia apertura: Si può scegliere di aprire il box da tetto, sia dal lato sinistro sia dal lato destro. Una bella comodità che consente di parcheggiare l’auto anche vicino a un muro.

Silenzioso: Se montato a regola d’arte, si può stare certi che il viaggio avverrà in totale silenzio, quanto meno non ci saranno sibili o rumori in arrivo dal portapacchi a causa del vento.

 

Contro

Prezzo: Come molti altri oggetti di qualità, anche questo portapacchi Thule si fa pagare e non poco. Chi confronta i prezzi potrà però stabilire che si tratta di una delle migliori marche in circolazione.

Acquista su Amazon.it (€369,95)

 

 

 

Portapacchi auto universale

 

Rabbitgoo Portapacchi per Auto Universale

 

Questo portapacchi auto universale di Rabbitgoo è compatto, leggero e quindi ideale da tenere sempre con sé, visto che una volta ripiegato occupa davvero poco spazio. Realizzato in PVC 500D dal peso di 525 grammi, è allo stesso tempo impermeabile e in grado di dare un riparo quando colpito dai raggi del sole, da sabbia, neve e vento.  È dotato di doppia cerniera che aiuta a lasciare all’asciutto gli oggetti inseriti.

Anche se è consigliato avere installate sia le barre longitudinali, sia quelle portatutto trasversali, queste ultime possono anche non essere presenti. Molti utenti però consigliano di acquistare almeno un tappetino antiscivolo da riporre tra portapacchi e tetto dell’auto.

Il fissaggio avviene tramite ben otto cinghie di serraggio con fibbie ben robuste. La capienza è pari a 15 metri cubi (circa 425 litri) che si possono tradurre nell’inserimento di due trolley, due sacchi a pelo arrotolati e qualche piccolo oggetto, senza particolare difficoltà.

 

Pro

Compatto: Una volta giunti a destinazione si può togliere il portapacchi, piegarlo e riporlo dove si vuole, potendo contare su un ingombro minimo.

Resistente a tutto: I materiali con cui è costruito sono stati scelti per poter resistere alle intemperie, ai raggi del sole e alla polvere. È adatto quindi anche per chi fa una vacanza off-road, dove non sempre le strade sono asfaltate.

Prezzo: In comparazione con un box da tetto rigido di pari capienza, il prezzo di questo è quasi un terzo e in più ha la praticità di poter essere piegato e riposto in poco spazio quando non serve.

 

Contro

Cuciture: Alcuni utenti hanno notato che le cuciture delle cinghie, se troppo tirate, tendono a cedere dopo un po’. SI possono rinsaldare oppure utilizzare delle cinghie a cricchetto, che sono altrettanto valide.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Baule portapacchi auto

 

RAX K0381644R

 

La proposta di Rax è un baule portapacchi auto Made in Italy con pochi fronzoli e buona qualità, abbinati ad un prezzo non molto alto. Il prodotto offre una capacità di 320 litri, grazie alle dimensioni pari a 1,3 metri in lunghezza, 38 cm in altezza 78 cm in larghezza. Presenta un sistema di chiusura tramite chiave e un dispositivo di sicurezza posto sia nella parte anteriore, sia in quella posteriore.

La portata è di ben 50 kg e può essere agganciato alle barre portatutto installate a una distanza, l’una dall’altra, compresa tra 50 e 86 cm. La robustezza del box è garantita dalla realizzazione tramite polipropilene iniettato, soluzione migliore rispetto ai modelli in polistirene.

Il fondo è realizzato nella parte interna con alette antiscivolo mentre la parte esterna è piatta. Anche se l’installazione risulta abbastanza semplice, le istruzioni in allegato sono ritenute poco esaustive: un problema se si dovessero trovare difficoltà nel fissarlo alle barre portatutto.

 

Pro

Polipropilene: Questo box è realizzato in polipropilene iniettato, materiale molto più resistente del polistirene, utilizzato con la maggior parte dei box auto di questa fascia di prezzo.

Chiave: Non manca una chiave con relativa serratura per chiudere il box quando si viaggia o si fa una sosta, per tenere al sicuro quello che c’è all’interno.

Capienza: Buona la capienza, di 320 litri che, come hanno potuto constatare gli utenti, consente di inserire due valigie di grandi dimensioni senza particolari difficoltà.

 

Contro

Istruzioni: Il baule arriva in due pezzi da assemblare, operazione ritenuta facilmente eseguibile. L’installazione sulle barre, anche se non difficile, non è supportata da istruzioni chiare ed esaustive.

Acquista su Amazon.it (€115)

 

 

 

Portapacchi per Fiat Punto

 

Fiat Barre trasversali su tetto

 

I possessori di una Fiat Punto possono contare sulle barre trasversali prodotte direttamente dalla casa automobilistica torinese.

La versione in questione è adatta a chi desidera montare un portapacchi per Fiat Punto a cinque porte: si tratta dei modelli Grande Punto (2005-2009), Grande Punto Actual (2009-2013), Nuova Punto Model Year 2012 (2012-2013), Punto Evo (2009-2011), Punto Model Year 2013 (2013-2017) e la Punto prodotta nel 2018. Le barre sono realizzate in acciaio e sono fornite con tutti gli agganci necessari per fissare al tetto dell’utilitaria prodotta da Fiat. Hanno una capacità di carico abbastanza limitata, ovvero solo 40 kg.

Gli utenti comunque sono soddisfatti sia del prezzo sia della qualità delle barre che, essendo originali, non presentano problemi di installazione. C’è solo da ricordare che, nel caso si disponesse di una Punto con tetto apribile, è d’obbligo installare i gommini presenti nella confezione. Non manca anche una serratura di sicurezza per evitare che vengano rubate.

 

Pro

Originali: Queste barre portatutto sono prodotte direttamente dalla Fiat e quindi sono installabili senza nessun problema, vista anche la completa dotazione di bulloni e agganci.

Acciaio: La resistenza di queste barre è garantita dal fatto che sono realizzate in acciaio, materiale che le rende anche molto eleganti da vedere.

Gommini: Fiat ha previsto anche degli speciali gommini nella dotazione, da utilizzare nel caso in cui la Punto sia corredata da un tettuccio apribile.

 

Contro

Peso: Le barre supportano un peso abbastanza limitato, nell’ordine dei 40 kg, che non è un granché se si vuole anche aggiungere un box da tetto dal peso di 12 kg.

Acquista su Amazon.it (€98,4)

 

 

 

Portapacchi per Dacia Duster

 

OMAC GmbH Portapacchi Grigio in alluminio

 

Quando serve ulteriore spazio oltre al bagagliaio e volete mettervi in viaggio con la vostra auto, potrebbero servire delle barre trasversali per montare un box da tetto, in modo da stivare bagagli e altri oggetti voluminosi. Il portapacchi per Dacia Duster è consigliato a chi cerca prezzi bassi, visto il costo davvero alla portata di tutti.

Nonostante questo prodotto sia molto più economico rispetto alle barre originali, vendute da Dacia come optional, include tutto il necessario per il montaggio, che inoltre si rivela particolarmente veloce.

Le barre portatutto sono realizzate in alluminio, non temono le intemperie e sono meno di altre soggette alla ruggine. Sono certificate TÜV/AB e sono in grado di reggere un carico massimo di 75 kg, più che sufficiente per montare un box da tetto e riempirlo con quanto occorre. Buona anche la aerodinamicità, che contrasta a dovere il vento contrario senza generare particolari rumori come fischi o fastidiosi sibili.

 

Pro

Alluminio: Queste barre portatutto realizzate da OMAC sono fatte in alluminio, materiale leggero ma molto resistente e che più di altri non teme l’antiestetica ruggine

Certificazioni: Come tutte le barre portatutto che si rispettino, anche queste per Dacia Duster si possono fregiare della certificazione TÜV/AB. Per questo possono essere installate anche su auto che circolano sulle strade italiane.

Installazione: Utilizzando la chiave a brugola in dotazione, queste barre si possono montare in breve tempo, grazie anche alle istruzioni illustrate e ben chiare sui passaggi da effettuare.

 

Contro

Viti: Alcuni utenti si lamentano delle viti in dotazione, ritenute troppo corte per garantirne la resistenza. Questo problema è però velocemente risolvibile se si impiegano viti più lunghe, facilmente reperibili in una ferramenta.

Acquista su Amazon.it (€74,9)

 

 

 

Portapacchi per Ford Fiesta

 

F.LLI IANNACCONE FIXGAN02

 

Se non si vuole spendere molto per un portapacchi pensato per la Ford Fiesta, si può optare per le barre portatutto M-Way prodotte dai F.lli Iannaccone. Questo modello è compatibile ma è realizzato in Italia, quindi avrete una garanzia di qualità. Sono fatte di alluminio e quindi ideali da utilizzare con qualsiasi condizione meteo, stando certi che l’usura sarà solo un lontano pericolo.

Oltre alla Ford Fiesta, viste le misure, queste barre sono adatte ad altri tipi di auto: si tratta infatti di un modello compatibile con Audi S3 (8VS), Sedan 13 4 Porte, Nissan MICRA (K12) 5 Porte, Alfa Romeo Giulietta 5 porte, Seat Ibiza IV 5 porte e Peugeot 208 5 porte.

Se si desidera sapere dove acquistare queste barre portatutto, si può consultare il link del venditore sotto i Pro e Contro di questa pagina. Gli utenti sono soddisfatti della qualità del prodotto, anche se alcuni lamentano la mancanza di un blocco con chiave per proteggerle da eventuali furti.

 

Pro

Versatili: Queste barre portatutto sono adatte a diversi modelli di auto, anche di fascia più alta della Ford Fiesta, come Audi S3 o Alfa Romeo Giulietta.  

Anti usura: La scelta dei F.lli Iannaccone di realizzare queste barre in alluminio garantisce una lunga vita al prodotto che molto difficilmente si usurerà con l’andare del tempo.  

Qualità/prezzo: Chi ha scelto di acquistare queste barre portatutto lo ha fatto innanzitutto per il buonissimo rapporto qualità/prezzo che offrono, migliore rispetto a quello di modelli originali.

 

Contro

Blocco: Il costo basso di questo articolo deve fare i conti con alcune mancanze. La più evidente è il blocco con chiave per evitare che qualche malintenzionato le rubi.

Acquista su Amazon.it (€90)

 

 

 

Guida per comprare un portapacchi

 

Sono finiti i tempi in cui portare pacchi, valigie e anche biciclette sul tetto dell’auto era un’operazione a dir poco complicata. Ora le macchine sono quasi tutte predisposte per ospitare delle barre che si installano in trasversale sul tetto e che consentono di agganciare diversi supporti per trasportare i più disparati oggetti. Esiste anche il baule (o box) dove inserire le valigie per tenerle al riparo dalle intemperie, quando si viaggia verso il luogo della tanto agognata vacanza.

 

 

Barre e box

Nella nostra guida per scegliere quale portapacchi comprare vogliamo innanzitutto fare chiarezza tra barre portatutto e box per tetto. I due prodotti sono complementari, ovvero non è possibile installare un box per tetto se prima non si montano le barre trasversali portatutto. In pratica il moderno portapacchi è offerto da queste barre, nella maggior parte dei casi, facili da installare e particolarmente versatili. Il migliore portapacchi quindi sarà quello che si creerà sul tetto della propria auto con le barre più adatte.

 

La scelta della giusta barra

Come detto, il portapacchi per le auto si basa sulla presenza delle barre portatutto. Ogni auto offre una tipologia di barre spesso differenti dalle altre. Ciò che distingue un modello da un altro è il tipo di installazione offerto dalla casa automobilistica: le station wagon, ad esempio, sono le auto più inclini ad ospitare le barre portatutto. Sul mercato esistono, ovviamente, le barre “originali”, ovvero quelle fornite come optional dalle varie case automobilistiche, e quelle definite “universali”, prodotte da terzi per essere utilizzate anche su diversi tipi di auto.

Spesso il prezzo di queste è decisamente minore rispetto a quello delle originali, ma ciò non significa che siano di cattiva qualità, anzi tutto il contrario. L’unico aspetto positivo nell’acquistare le barre portatutto originali è che queste saranno sicuramente della giusta misura rispetto al tetto dell’auto e forniranno un sistema di aggancio semplice, previsto dalla tipologia di automobile, o meglio dal suo tetto. Se si decide di risparmiare qualche euro per l’acquisto delle barre portatutto, che renderanno possibile stivare pacchi e altro, è bene controllare anche che queste siano omologate, in modo da utilizzarle in abbinamento alle auto che circolano in Italia.

 

Il portapacchi 2.0

Una volta installate le barre si ottiene in sostanza un portapacchi nel quale mettere valigie e altri oggetti che normalmente non si possono inserire nel baule dell’auto. È chiaro però che soprattutto valigie e pacchi sono esposte alle intemperie ed è quindi buona norma ricoprirle con del cellophane per evitare che si bagnino. L’installazione dovrà essere un’operazione meticolosa, che porterà via un bel po’ di tempo, considerando anche il fatto che mai si sarà sicuri che tra cavi, corde ed elastici il carico sia ben saldo al tetto dell’auto.

 

 

Esiste però un  accessorio molto utile da installare sulle barre portatutto, che va in pratica a risolvere qualsiasi problema di tenuta del carico e di protezione dagli agenti atmosferici: stiamo parlando del box da tetto. Si tratta di un contenitore rigido proposto in varie dimensioni, all’interno del quale si potranno inserire valigie, pacchi, oggetti, passeggini e tutto quanto non si riesce a mettere nel bagagliaio.

Anche in questo caso, come per le barre portatutto è necessario valutare se il modello scelto sia compatibile in primis con le barre installate e in secondo luogo con la propria auto. Ad esempio, non può essere troppo lungo, ovvero non deve fuoriuscire dal retro o sulla parte anteriore dell’auto. Altro motivo per scegliere un box da tetto è la presenza di una serratura con chiave, per lasciare al sicuro il contenuto anche nel caso in cui ci si fermi in autogrill per una sosta.

Lo stesso box offre poi un sistema antifurto per far sì che non venga smontato dalle barre portatutto e, come nel caso precedente, di norma, è offerta una chiave per poterlo sganciare quando si giunge a destinazione. In conclusione, i migliori portapacchi del 2019 sono quelli che più di altri vanno a soddisfare le proprie esigenze. Essendo un componente che non si cambierà per tutta la durata di vita dell’auto, è meglio spendere qualche euro in più ma essere sicuri che l’acquisto sia soddisfacente sotto tutti i punti di vista.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come disporre i bagagli sul portapacchi?

Se volete stare sicuri mentre viaggiate, la disposizione di valigie e altro sul portapacchi deve essere fatta in modo da avere la certezza che tutto sia posto nel modo giusto. Il corretto posizionamento prevede che le valigie più grandi siano collocate nella parte inferiore e quelle più piccole sopra di esse.

In pratica è bene creare una “base” con i bagagli più “piatti”, per poter poi mettere tutte le altre sopra, come una specie di piramide. È importante che nessuna valigia sporga dai lati dell’auto o oltre le barre portatutto installate, perché ciò potrebbe causarne la caduta durante il movimento, con disastrose conseguenze.

 

Come legare i bagagli sul portapacchi?

Il metodo più semplice per legare i bagagli sul portapacchi è dotarsi di corde belle robuste. Partendo da un paio (o una abbastanza lunga) che andranno a tenere insieme i bagagli, sarà necessario incrociarle per avere più sicurezza. Le estremità dovranno infine essere legate con un doppio nodo alle barre portatutto presenti sul tetto.

Se si vuole spendere qualche euro in più ci sono in commercio delle cinghie con cricchetto, molto sicure e in grado di essere tese in maniera ottimale, per farle aderire al carico. Anche l’allaccio alla barra portatutto è più semplice in quanto sono provviste di ganci che si chiudono facilmente e che fanno stare tranquilli i viaggiatori. Da evitare assolutamente invece gli elastici, anche se molto resistenti.

 

 

 

Come utilizzare il portapacchi

 

Per sapere come scegliere un buon portapacchi è necessario, come detto, acquistare delle barre portatutto che siano compatibili con il sistema di installazione predisposto sulla propria auto. Nel caso in cui sia così, vengono offerti tutti gli elementi necessari per il montaggio, dalle viti, agli agganci, passando alla chiave a brugola necessaria per avvitare a dovere tutti i bulloni presenti.

Per sapere come montare il portapacchi è necessario affidarsi alle istruzioni allegate al prodotto, molte delle quali presentano immagini che mostrano passo a passo le procedure da seguire per la corretta installazione.

 

 

Il box da tetto

Lo stesso discorso vale per il box da tetto: una volta installate le barre, questo va posizionato, o meglio agganciato, sopra di esse. Normalmente i box hanno attacchi universali così da essere compatibili con qualsiasi tipo di barra. Se la dimensione del box è adatta in primis all’auto e in secondo luogo alle barre, il montaggio non è poi molto complicato.

Anche in questo caso le istruzioni in allegato alla confezione saranno di vitale importanza, ma nel caso in cui non ci fossero, sono disponibili sul web diversi video che spiegano come fare e che spesso sono più esaustivi delle solite indicazioni stampate su un foglio.

 

I box da tetto semi rigidi

Una delle ultime novità in fatto di portapacchi sono i box da tetto semirigidi, che hanno la particolarità di non dover essere obbligatoriamente montati sulle barre portatutto: basta infatti che la propria auto sia dotata di quelle longitudinali. In questo caso il box si poggia sul tetto e viene fermato utilizzando delle cinghie in dotazione, da legare appunto sulle barre longitudinali.

La migliore caratteristica di questi box semi rigidi è la facilità con la quale li si può togliere velocemente e addirittura ripiegare, servendosi di un piccolo spazio dove conservarli. Se l’auto, come detto, è dotata di barre longitudinali, questo box “morbido”, può essere un’ottima scelta, visto anche il prezzo decisamente minore rispetto ai modelli rigidi, senza contare che comunque non è necessario acquistare anche le barre portatutto per la loro installazione.

 

 

Gli altri supporti

Se il box da tetto è l’accessorio per portapacchi più venduto e utilizzato, come testimoniano le recensioni nella nostra classifica, esistono sul mercato altri supporti che permettono di portare, sul tetto della propria auto, gli oggetti più svariati. Uno dei più in voga ultimamente è il portabici che, come si evince dal nome, permette di portare una o due biciclette sul tetto della macchina.

Come sempre vale la regola di seguire le istruzioni per il montaggio, scegliendo chiaramente un modello adatto alla propria auto e alle barre trasversali, installate in precedenza. Meno utilizzati ma spesso visibili, specialmente quando si va al mare o in montagna, sono gli accessori per portapacchi che consentono di avere con sé tavole da surf, canoe, kayak e anche windsurf con tanto di vela. Sono modelli molto versatili per la loro installazione anche se, per il corretto inserimento degli oggetti sopracitati, serve un minimo di manualità.