Ultimo aggiornamento: 04.08.21

 

Barre Portatutto – Guida all’acquisto e Confronti

 

Quando è il momento di andare in vacanza, o anche solo per trasportare qualche oggetto particolarmente voluminoso che non trova spazio nel bagagliaio una buona soluzione a questi problemi sono le barre portatutto da installare sopra il tetto della propria auto. Un modello definito “universale” è il Frostfire 7008 che è utile per trasportare tavole da surf, canoe ed altri oggetti vacanzieri senza rovinarli. Si installano facilmente su qualsiasi auto tramite una sola cinghia di fissaggio. Di fascia alta, le barre Thule 960 Wingbar, che sono aerodinamiche, silenziose quando si viaggia, che si ispirano alle ali degli aeroplani. Sono realizzate in alluminio e sono proposte in diverse dimensioni.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 Migliori Barre Portatutto – Classifica 2021

 

 

Barre portatutto universali

 

1. Frostfire Barre Portatutto Universali per Auto, Morbide

 

Quando si parte per il mare o il lago e si vuole avere con sé la propria tavola da surf o la canoa, è necessario metterla, per le evidenti dimensioni, sopra il tettuccio della propria auto. Per questo tipo di attrezzatura, ma anche per un qualsiasi oggetto che non si voglia rovinare mettendolo a contatto con le normali barre portatutto in alluminio Frostfire propone il modello 7008, barre portatutto universali morbide, in quanto imbottite.

Si fissano al tettuccio molto velocemente tramite una cinghia da far passare all’interno dell’abitacolo, anche se molti utenti avrebbero preferito che ne fossero offerte almeno due per rendere ancora più stabili quando si viaggia.

Hanno un costo adeguato alla qualità che offrono, non eccelsa ma ideale per questo tipo di applicazione molto particolare. Un set comprende due barre portatutto dalla dimensione di 12 x 7 x 84 cm: in pratica si possono adattare a un po’ tutte la auto in circolazione.

 

Pro

Imbottite: Queste particolari barre portatutto sono rivestite di un tessuto morbido dentro il quale è presente un’imbottitura che attutisce eventuali colpi tra l’oggetto che si trasporta e le stesse barre.

Universali: Le misure offerte da queste barre portatutto consentono di installare su tutte le auto, grazia anche ad un sistema che non prevede il fissaggio al tetto permanente.  

Sempre pronte: Molti utenti apprezzano il fatto che queste barre, che si installano in pochissimo tempo e in altrettanto si tolgono, sono in pratica sempre pronte all’uso quando qualcosa da trasportare non entra nel bagagliaio.

 

Contro

Qualità: Non brillano certo per l’ottima qualità dei materiali, il che si vede soprattutto a livello delle cuciture molto sensibili e che si possono rompere se si tira troppo la cinghia quando si fissano le barre al tettuccio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Barre portatutto Thule

 

2. Thule 1205245 Barre Portatutto, Alluminio, 118 cm

 

Thule è un marchio molto famoso e riconosciuto per la qualità delle sue barre portatutto e dei gusci da installare in abbinamento ad esse. E anche le barre portatutto Thule 960 Wingbar sono tra le più vendute e apprezzate dagli automobilisti. Questo è dovuto soprattutto alla loro aerodinamicità e quindi al pochissimo rumore che creano quando si è in viaggio dovuto all’aria che va contro le barre.

Per fare questo sono state dotate di un “Winddiffuser”, che è uno speciale inserto in gomma da applicare sulla canalina. Inoltre sono resistenti all’aria il 55% in più del vecchio modello, il che consente anche un risparmio non indifferente di carburante.

Il montaggio è facilitato anche da un peso estremamente ridotto, grazie all’utilizzo dell’alluminio come materiale principale. Infine, agli utenti piacciono anche per il design elegante e sobrio che dona all’auto un aspetto gradevole. Qualche utente si lamenta delle istruzioni, scarne e non esaustive per un montaggio veloce.

 

Pro

Alluminio: L’utilizzo di questo materiale per la loro realizzazione consente di avere barre leggere e senza dubbio anche belle da vedere sul tetto della propria auto.

Silenziose: Grazie alla presenza di uno speciale inserto in gomma da applicare sulla canalina Thule ha reso queste barra portatutto molto silenziose, ovvero 13 dB in meno del vecchio modello

Winplug: Un tappo posto all’estremità delle barre è ruotabile di 180° per consentire un rapido e agevole accesso alla canalina dove inserire i vari accessori.

 

Contro

Istruzioni: Visto anche il prezzo non di certo basso, gli utenti si lamentano che le istruzioni in allegato sono molto scarne e alcune fasi del montaggio non sono nemmeno riportate.  

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Barre portatutto Panda

 

3. F.lli Iannaccone Barre Portatutto Portapacchi Hercules

 

Chi possiede una Fiat Panda e cerca un modello di barre portatutto adatte a questo modello di auto può prendere in considerazione il modello Hercules proposto dall’azienda F.lli Iannaccone. Le barre portatutto Panda sono adatte ai modelli messi in circolazione dal 2003 fino al 2012, quindi tutte quelle circolanti ai giorni nostri. Hanno un prezzo molto vantaggioso, e sono omologate TUV per essere utilizzate senza incorrere in salate multe.

Sono utili per poter installare un box da tetto per ampliare la portata del minuscolo portabagagli della Fiat Panda. Risultano molto facile da montare, ma bisogna fare attenzione all’Hercules da utilizzare in base alla distanza che si vuole avere tre le due barre longitudinali. Infatti sono proposti Hercules da 120 cm e da 140 cm

. Sono dotate anche di una chiave di sicurezza per evitare che qualcuno le possa rubare quando l’auto viene parcheggiata. Questa chiave funziona più come deterrente che come vero antifurto visto che gli utenti hanno notato che non ci vuole molto a smontarle anche se bloccate da tale chiave.

 

Pro

Montaggio: In pochi minuti queste barre portatutto per Fiat Panda si possono installare sul tetto della propria utilitaria senza molta fatica e l’aiuto di qualcuno.

Prezzo: Visto il costo molto conveniente sono tra le barre portatutto per Fiat Panda più vendute e per sapere dove acquistare questo modello basta cliccare i link a fondo pagina.

Per tutte le Panda: Caratteristica molto importante di queste barre portatutto è che sono compatibili con praticamente tutti i modelli di Panda da quando è cambiato il design, ovvero da quelle prodotte nel 2003 fino a quelle messe in strada nel 2012.

 

Contro

Sicurezza: Nonostante la presenza di una chiave di sicurezza per bloccare le barre sugli Hercules, qualche utente fa notare che sono comunque facilmente smontabili e quindi esposte al furto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Barre portatutto Peugeot 2008

 

4. EMMEA Barre Portatutto Compatibile con Peugeot 2008

 

Le barre portatutto Peugeot 2008 più vendute online sono quelle proposte da EMMEA, con il modello da 120 centimetri. Sono adatta alla berlina francese in produzione dal 2013 al 2015 con railing non completamente attaccato al tetto dell’auto. Nonostante siano prodotte in alluminio, come la maggior parte delle barre portatutto, questo particolare modello è omologato per portare un carico massimo di 120 kg.

Il montaggio, ritenuto dagli utenti che le hanno acquistate abbastanza semplice. Il design ben si sposa con il resto dell’auto e anche se hanno una dimensione standard sono solo indicate per la Peugeot 2008. Il prezzo, non è particolarmente alto e in linea con altre barre portatutto anche universali.

La scelta quindi di questo modello, se si possiede l’auto Peugeot sopra descritta è consigliabile, visto che come detto il prezzo è paragonabile a un modello universale che però potrebbe adattarsi peggio di queste barre studiate ad hoc.

 

Pro

Qualità/prezzo: Il costo di queste barre portatutto è in linea con quelle universali, ma se si possiede una Peugeot 2008 la scelta migliore sono questo modello, perfetto sotto tutti i punti di vista.

Carico: Il materiale con cui sono realizzate queste barre portatutto è l’allumino, ma il carico massimo è ben oltre la media, ovvero arriva a ben 120 kg.

Montaggio: Secondo i pareri degli utenti il montaggio su una Peugeot 2008 è molto semplice e veloce, visto che sono presenti anche gli agganci indispensabili per l’installazione.  

 

Contro

Ideali: Non ci sono validi motivi per non acquistare queste barre portatutto se si possiede una Peugeot 2008, visto che sono al pari di quelle offerte dalla stessa casa francese come optional.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Barre portatutto jeep Renegade

 

5. Farad Barre Portatutto Portapacchi Jeep Renegade

 

Le barre portatutto Farad Pb Iron sono studiate per essere installate sulla Jeep Renegade, tipologia di auto che ben si presta per questo accessorio. Le barre portatutto jeep Renegade sono di colore nero e sono belle da vedere quando si installano sul tetto dell’auto. La loro caratteristica maggiormente evidenziata dagli automobilisti che le hanno acquistare è l’estrema semplicità del montaggio (e del relativo smontaggio).

Da soli e in pochi minuti si fissano alla Jeep e sono pronte all’uso quando è necessario trasportare carichi fino a 70 kg senza alcun tipo di problema. Se ci si abbina un portasci si possono caricare anche gli sci quando si va in settimana bianca. Rispetto alle barre portatutto originali Jeep hanno un costo più basso di circa la metà, ma non per questo offrono una qualità inferiore.

La loro lunghezza è standard per l’auto per cui sono proposte, quindi non si possono adattare ad altri tipi di veicolo.

 

Pro

Risparmio: Se servono barre portatutto per Jeep Renegade, acquistando questo modello proposto da Farad si va a risparmiare quasi il 50% rispetto al prezzo a cui sono vendute quelle originali.

Subito pronte: Gli utenti che le hanno acquistate sono felici del tempo necessario per il montaggio sull’auto, stimato in qualche minuto se si ha una buona manualità.

Colore: A dir poco accattivante il colore nero di queste barre portatutto, un po’ diverso dal classico grigio brillante di quelle in alluminio non colorato.

 

Contro

Rumore: Alcuni utenti hanno rilevato un po’ di rumore quando si superano i 70 km/h, niente di clamorosamente fastidioso ma è comunque un piccolo difetto da segnalare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Barre portatutto La Prealpina

 

6. La Prealpina LP49 Coppia di Barre Portatutto in Alluminio

 

La Prealpina è uno dei marchi più conosciuti tra quelli che producono barre portatutto per i diversi modelli di auto in circolazione. Con la versione LP40, l’azienda va a soddisfare le esigenze dei possessori di una Alfa Romeo Giulietta che sia stata prodotto dal 2010 in poi.

Oltre alle barre vengono proposti dei kit di attacchi specifici per modelli Giulietta che hanno tetto liscio e sono o meno dotate di grondina, ovvero senza railing o profili. il nuovo modello di barre portatutto La Prealpina LP49 è prodotto in lega di alluminio.

Tra le varie caratteristiche messe sul piatto spicca senza dubbio la parte superiore che va a contattato con il carico che è rivestita in PVC per non far scivolare o graffiare quando viene fissato alle barre portatutto. Hanno una portata massima di 75 kg ma questo dato è subordinato alla capacità di carico del tetto della vettura che potrebbe differire da quello massima offerta dalle barre portatutto.

 

Pro

PVC: La parte superiore di ogni barra portatutto è rivestita in PVC per evitare che il carico si graffi a contatto con la barra o peggio scivoli duranti il viaggio.

Attacchi: L’alta qualità di queste barre portatutto si evince anche dagli attacchi realizzati in acciaio verniciato con polvere speciale che ne limita la corrosione e quindi ne allunga la durata.

Serratura: Come ogni barra portatutto che si rispetti anche queste proposte da La Prealpina sono dotate di chiave per chiudere la serratura che blocca le barre per evitare che vengano rubate.

 

Contro

Assemblaggio: Le barre portatutto arrivano in diversi pezzi da assemblare, operazione un poco complicata ma da eseguire solo la prima volta che vengono installate sul tetto. Poi si possono tenere già assemblate.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Barre portatutto Green Valley

 

7. Green Valley AUR156276_a 3676

 

Questo modello di barre portatutto Green Valley sono adatte per la Fiat 500L e si montano molto semplicemente per offrire una capacità di carico superiore a una delle ultime vetture prodotte dalla casa torinese. Sono omologate secondo le specifiche ”City Crash Test” e sfruttano, per il montaggio la predisposizione originale della vettura del marchio italiano. Hanno una portata di carico pari a 75 kg e sono in lega di alluminio colorate di nero. La parte superiore è rivestita in plastica per evitare che il carico scivoli.  

Molto comoda, a detta anche degli utenti che le hanno acquistate, la scala graduata posta sulla parte inferiore della traversa pensata per facilitare la regolazione dei piedi senza dover utilizzare strumenti di misura. La parte di ganci che va poggiare sul tetto è provvista di piccoli tasselli in gomma per evitare di graffiare la carrozzeria dell’auto.

Lo stesso non è previsto per la parte a contatto con l’interno della portiera, e quindi, in fase di installazione bisogna stare molto attenti a non lasciare graffi o segni sulla vernice.

 

Pro

Fiat 500L: Questo modello di barre portatutto è proposto per una delle auto Fiat più vendute ovvero la 500L a un prezzo minore rispetto a quelle originali.

Copertura in plastica: La parte superiore della barra portatutto è stata rivestita in plastica nera per evitare di graffiare quanto viene poggiato per il trasporto.

City Crash Test: Una buona barra portatutto si valuta anche dall’omologazione che offre. Questo modello proposto da Green Valley è omologato secondo le specifiche City Crash Test.

 

Contro

Prezzo: In comparazione con la maggior parte delle barre portatutto universali, questo modello non è il più economico, ma comunque il suo costo è minore rispetto a quelle originali Fiat.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Barre portatutto Menabo

 

8. Menabo BRIO Barre da Tetto per Auto con Railing Aperti

 

Un paio di barre portatutto di buona fattura che devono essere obbligatoriamente montate su auto che di serie prevede le barre longitudinali, conosciute anche come Rails. Le barre portatutto Menabo Brio fanno parte dell’offerta dei modelli “universali” anche se viste le tante misure disponibili è d’obbligo uno sguardo sul sito Menabo per capire la compatibilità o meno con la propria auto.

Questa versione è lunga 120 cm e la distanza massima tra i ganci non può superare i 100 cm. Si possono caricare pesi sul tetto fino a 90 kg, sempre che quello della propria auto sia in grado di sostenere un carico del genere.

Le specifiche su quanto peso può sostenere il tetto sono recuperabili sul libretto di circolazione. Molto semplice il montaggio, come evidenziano la maggior parte degli utenti che le hanno acquistate. Qualche utente fa notare che si sente un fischio quando si viaggia a circa 70 km/h.

 

Pro

Facili da montare: In pochi minuti le barre portatutto si possono montare sulle barre longitudinali presenti di serie sulla propria auto.

Prezzi bassi: Di sicuro non ci si svena per acquistare queste barre portatutto universali che sono anche considerate dagli utenti di buona qualità.

Standard: Queste barre sono proposte in varie dimensioni e sono quindi adatte a un po’ tutti i tipi di automobili circolanti, basta scegliere la misura giusta per il proprio veicolo.

 

Contro

Fischi: Non sono pochi gli utenti che segnalano un fischio ben udibile quando si superano i 60 km/h. il problema è stato risolto in svariati modi, comunque coprendo lo spazio necessario allo scorrimento dei perni.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una barra portatutto

 

Le barre portatutto sono nate per poter permettere agli automobilisti di caricare sul tetto della propria auto oggetti voluminosi che non sono in grado di stare nel bagagliaio. Sono la soluzione più economica per poter partire per le vacanze, fare un piccolo trasloco, senza l’obbligo di noleggiare un furgone o un’auto più capiente. In pratica vanno ad aumentare lo spazio di carico della propria auto con un investimento alla portata di tutti

 

 

Universali o originali

Come spesso accade con gli accessori per auto, sul mercato esistono una moltitudine di prodotto compatibili venuto a prezzi concorrenziali, spesso più bassi del 50% rispetto ai modelli originali proposti come optional dal produttore dell’auto. Le migliori barre portatutto non è detto quindi che siano quelle originali, visto che ormai, essendo un prodotto abbastanza uniformato e che deve sottostare a rigide omologazioni, anche quelle compatibili sono altrettanto valide, al pari se non meglio di quelle originali.

Per i modelli non originali bisogna fare una distinzione tra universali e quelli pensati per un determinato tipo di vettura. Le prime barre sono le meno costose, ma bisogna stare molto attenti riguardo le misure, visto che è necessario capire se sono adatte alla propria vettura. Spesso i produttori di queste barre portatutto auto universali sul loro sito indicano le auto compatibili, quindi è buona cosa prima di procedere all’acquisto verificare che sia presente anche la propria macchina.

Le barre portatutto compatibili, ovvero quelle prodotte per un solo tipo di veicolo spesso hanno qualità superiori di quelle originali per attirare i potenziali acquirenti. Il costo, rispetto alle universali è un poco più alto, ma se si considerano quelle originali si va risparmiare qualche decina di euro e anche più. Se vi state chiedendo quale barra portatutto acquistare, la scelta migliore, se disponibile, è la barra portatutto compatibile (non universale) che sarà quindi anche facile da installare perché già predisposta per la propria automobile.

 

Valigie, pacchi e non solo

Le barre portatutto come detto sono un componente molto semplice ma che ha grandi potenzialità. Infatti non bisogna pensare che siano adatte a chi deve portare solo valigie e pacchi ingombranti, ma con i giusti accessori si possono trasportare una grande varietà di oggetti.

Per sapere come scegliere una buona barra portatutto è quindi importante valutare quali accessori si possono aggiungere e se sono presenti quelli che possono soddisfare le proprie esigenze. Ad esempio, chi ama la bicicletta deve verificare se è possibile trasportarne una o due, mentre chi predilige gli sport acquatici può valutare la possibilità che si possano portare canone, tavole da surf o windsurf. Da non dimenticare anche la possibilità di acquistare un pratico portasci per barre portatutto se si predilige gli sport invernali.

 

Box da tetto

Uno degli accessori più utilizzati in abbinamento alla barra portatutto è il box da tetto. Questo, in pratica, è un baule in plastica rigida, che si va ad installare sul tetto. Essendo esposto alle intemperie, è chiaro che è anche impermeabile e non si cuoce se esposto al sole per molte ore. Ha una forma aerodinamica per rallentare l’auto e non far consumare troppo carburante ed è dotata di una serratura molto robusta. Sul mercato ci sono diversi modelli e di certo si potrà trovare quello che più asseconda le proprie esigenze.

 

 

Il rumore del vento

Una delle problematiche che ci si trova ad affrontare con barre portatutto di infima qualità è il rumore o sibilo che si sente quando si viaggia in auto a velocità anche non particolarmente alte, all’incirca oltre i 70 km/h. Come è logico pensare, le barre portatutto, essendo trasversali rispetto alla forma dell’auto, vanno a creare resistenza all’aria che produce quando si viaggi in auto.

Il muso dell’auto, spinge l’aria verso l’alto proprio dove sono posizionate le barre. Se queste sono “piatte” e quindi creano attrito con l’aria, non sarà impossibile sentire un rumore e un semplice fischio che a lungo andare potrebbe diventare fastidioso. Per questo motivi i migliori modelli sono sagomati in modo da offrire una linea aerodinamica per consentire all’aria di “proseguire la sua strada” senza ostacoli.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come montare le barre portatutto?

La struttura delle barre portapacchi è in alluminio o in acciaio e si caratterizza per un profilo stondato o squadrato, a seconda del modello. Nella parte centrale, rivolta verso il tettuccio della vettura, c’è una scanalatura pensata per inserire e regolare il kit di montaggio. In base al materiale utilizzato e alla tipologia di prodotto sono presenti due binari con corsa limitata o che corre lungo l’intera lunghezza della barra.

Dopo aver completato l’assemblaggio, bisogna collocare le barre nella posizione scelta e quindi, con un metro, controllare che la distanza sia la stessa su entrambi i lati, avendo l’accortezza di non posizionarle mai (a meno che non sia espressamente indicato) a una distanza inferiore ai 60 centimetri. Vi suggeriamo di non stringere subito i vari attacchi in modo da poter effettuare le eventuali piccole correzioni di posizionamento.

 

Come fissare il carico sulle barre portatutto?

Le barre portatutto che si possono spostare in varie posizioni (se il tetto ha barre longitudinali o ha le scanalature a “T”) consentono di fissare il carico in modo molto più semplice. È utile acquistare delle cinghie con rocchetti appositamente studiate per questo tipo di operazione. Sono in vendita nei migliori negozi di auto accessori. Un metodo più spartano è affidarsi a delle corde, ma in questo caso bisogna essere molto abili a fare nodi robusti che non si aprano a contatto con il vento. Molto meno utili sono gli elastici, che in caso di frenata farebbero fatica a trattenere il carico.

 

Come aprire le barre portatutto senza chiave?

Le barre portatutto di marca hanno un numero univoco sul cilindro della serratura. Da questo numero, rivolgendosi al produttore delle barre portatutto si possono richiedere dei duplicati delle chiavi smarrite. Un metodo meno consono è rompere la serratura, ma questo vuol dire cambiarla con una spesa ingente visto che deve essere fatta per tutte e quattro le serrature presenti negli agganci delle barre.

 

Dove comprare le barre portatutto?

Se si decide di acquistare barre portatutto originali bisogna rivolgersi al concessionario che vi ha venduto l’auto. Se al contrario si punta a barre portatutto universali o compatibili, il web rimane come sempre una grande risorsa. Si possono trovare anche barre portatutto presso i negozi di autoaccessori.

 

 

 

Come utilizzare una barra portatutto

 

Molti automobilisti si affidano alle officine meccaniche perché non sanno come montare le barre portatutto. Se questa operazione può lasciare più tranquilli molti visto che il lavoro viene eseguito da professionisti, è altrettanto vero che montare delle barre portatutto non è assolutamente complicato.

Molta differenza la fa il tetto della propria auto. Esistono infatti varie tipologie di tetto che sono più o meno “ospitali” per le barre portatutto.

 

 

Qual è il tetto della mia auto?

Il tetto che rende più semplice l’installazione delle barre portatutto è quello che offre le cosiddette barre longitudinali, conosciute anche come “corrimano” o “Railing”. Di norma sono fornite di serie con l’auto e sono ben evidenti e spesso sono una caratteristica distintiva di alcuni modelli di auto. Il tetto definito “nudo” è quello che non presenta nessun tipo di scanalature o punti di aggancio. È più semplice trovarlo su macchine un po’ datate e non è certo il miglior tetto per installare le barre portatutto.

Le auto più recenti, quantomeno la maggior parte di esse, offrono un tetto con due scanalature (una per lato) dove installare gli agganci per le barre portatutto. Questo sistema consente un’installazione abbastanza veloce, sempre che si presti la dovuta attenzione alla carrozzeria che si potrebbe graffiare durante le fasi di montaggio delle barre. Inoltre si può scegliere la distanza tra le barre, sempre entro dei limiti consentiti.

Non sono improbabili i tetti che punti fissi di serie, ovvero che presentano quattro vani coperti da uno sportellino removibile dove sono presenti dei punti di fissaggio a cui avvitare la barra tramite i suoi agganci predisposti.

 

Il peso massimo

Ogni coppia di barre portatutto ha un carico massimo che può essere stivato sopra di esse. Si va da un minimo di circa 60 kg a un massimo di 120 kg. Questo dato però è subordinato dalla portata del tetto della propria auto. Infatti ogni vettura, tra le sue specifiche tecniche, ha anche la portata massima di carico sul tetto, oltre alla porta massima generale.

In pratica, quando si carica qualcosa sul tetto non si dovrebbe superare la portata massima di questo, anche se le barre consentono di avere più chilogrammi. Inoltre, se ad esempio si va in vacanza e si inseriscono anche valigie nel bagagliaio, sarà necessario fare la somma di quanto posto in esso e quanto stivato sul tetto, per non superare il carico massimo consentito dall’auto. Se si supera diventa molto pericoloso, per la propria e altrui incolumità, in quanto l’auto potrebbe diventare ingovernabile appunto per il troppo peso.

 

 

Montaggio e smontaggio

Se smontare le barre portatutto deve essere un’operazione semplice da eseguire, altrettanto facile deve essere lo smontaggio. Infatti è buona cosa una volta utilizzate per le vacanze o per il trasporto di un oggetto voluminoso, smontarle dal tetto della propria auto. Le barre portatutto, anche le migliori e più aerodinamiche, andando a creare resistenza al vento contrario, pur se in maniera abbastanza esigua, vanno a incidere sui consumi dell’auto.

Ci si potrebbe poi chiedere, a questo punto, che se le barre sono facili da smontare, qualcuno potrebbe anche rubarle. Per questo motivo i modelli di buona fattura sono forniti con serrature che li bloccano sui propri agganci e che, solo inserendo un’apposita chiave, si vanno a sbloccare e quindi a smontare.

 

 

 

Come fissare il carico sulle barre portatutto

 

 

Quali barre portatutto scegliere?

Prima di capire come fissare il proprio carico, bisogna acquistare un paio di barre portatutto adatte alle proprie esigenze. La divisione principale che possiamo trovare è per materiale, solitamente possono essere in acciaio o in alluminio. Le prime sono leggermente più pesanti e dall’aspetto meno curato, tuttavia hanno un costo inferiore, adatte quindi per tutti gli utenti che vogliono spendere quanto meno possibile. 

Quelle in alluminio, invece, rappresentano sicuramente la scelta migliore anche se hanno un costo più elevato. Non solo sono più leggere, riducendo quindi il consumo di carburante da parte del motore che deve spostare meno peso, ma sono anche più aerodinamiche ed esteticamente gradevoli.

 

 

Il secondo elemento di cui tener conto prima dell’acquisto è il sistema di fissaggio al tetto dell’automobile. Le barre possono essere bloccate sia sui mancorrenti sia tramite punti di fissaggio sia direttamente nell’abitacolo. Per la prima soluzione l’auto deve essere dotata di mancorrenti di fabbrica, dei binari che potete vedere sul tetto dell’automobile. 

Queste barre sono le più semplici da fissare e non richiedono alcun intervento specializzato se non la lettura del manuale di istruzioni. Anche quelle con ganasce da bloccare a portiere aperte sono una delle soluzioni più popolari, in grado di adattarsi a quasi ogni tipo di vettura mentre quelle con punti di fissaggio specifici sono le più complesse e potrebbero richiedere l’intervento di un professionista del settore. Quando acquistate le vostre barre portatutto, quindi, tenete conto di questi fattori per evitare di sperperare il vostro denaro.

 

Il carico

Se siete pronti alla partenza e tutto ciò che resta da fare è caricare l’automobile, è bene prendersi un attimo per valutare tutte le regole da seguire per mettere in sicurezza tutti gli oggetti che andrete a fissare sulle barre portatutto. Sarebbe infatti meglio evitare scene da cartoni animati dove pacchi, valigie e chi più ne ha più ne metta, sfuggono dai loro alloggiamenti causando il panico in strada.

Innanzitutto ricordate che le barre portatutto possono sopportare un peso di 75 kg totali, incluso il peso delle barre stesse. Prima di procedere alle operazioni di carico vi invitiamo dunque a pesare tutti i vostri bagagli, avendo cura di riporre quelli più grandi e pesanti nel portabagagli.

L’articolo 164 del codice della strada riporta la normativa relativa alla sistemazione del carico sui veicoli e potete leggerlo interamente cliccando qui. Queste regole sono imprescindibili, così come le dimensioni massime della vettura a pieno carico che non deve essere più larga di 2,55 metri, più alta di 4 metri e più lunga di 12 metri. I limiti della sagoma qui esposti possono essere superati in casi eccezionali restando sempre entro i 30 centimetri di distanza dalle luci di posizione, siano esse anteriori o posteriori.

 

Sistemare le valigie

Se caricate valigie o pacchi, il modo migliore è di posizionarli distesi, con gli oggetti più grandi sotto e man mano caricando i più piccoli sopra, a piramide. Cercate inoltre di bilanciare il peso, con gli oggetti più pesanti nella parte posteriore e quelli più leggeri anteriormente. Se vi aspettate precipitazioni durante il viaggio potrebbe essere una buona idea coprire il tutto con un telo di plastica, avendo cura di legarlo al meglio alle barre per evitare che possa volare via con una folata di vento. Cercate inoltre di non creare pieghe in cui il vento possa infilarsi, gonfiando il telo, magari facendo in modo che i lembi inferiori vadano al di sotto delle valigie che con il loro peso lo terranno in posizione.

 

 

Attrezzatura sportiva

Per le biciclette, oltre alle barre portatutto, è necessario acquistare un portabici da tetto, si tratta di accessori da montare sulle barre che tengono ferma la bici in verticale. Potreste dover smontare almeno una delle ruote per un fissaggio ottimale, valutate quindi con attenzione questa eventualità se dovete intraprendere viaggi particolarmente lunghi. 

In caso prevediate pioggia, potrebbe essere una buona idea inserire la bici in una sacca apposita per evitare che le precipitazioni rovinino il sellino gli altri componenti. Durante il viaggio è consigliato inoltre fermarsi spesso per controllare che tutto sia ancora al proprio posto, verificando che il fissaggio sia ottimale e non vi siano zone allentate che necessitano un intervento.

Stesso discorso vale per gli sci, che necessitano dunque di accessori aggiuntivi per essere fissati in modo sicuro alle barre portatutto. Ricordate che per questi ultimi bisogna tenere in conto le dimensioni massime stabilite dal codice stradale, avendo cura di posizionare gli sci in modo che non superino il limite consentito.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

 

I Migliori Portapacchi – Classifica 2021

 

 

Portapacchi auto

 

Cam Box Sport 431, Grigio Scuro, 430 Litri

 

Chi è alla ricerca di un buon portapacchi auto e non vuole spendere troppo può prendere in considerazione il modello proposto da Cam Box. Lo Sport 431 infatti offre una capienza da ben 430 litri e spicca per il fondo piatto, pensato per ridurre al minimo eventuali turbolenze e rumori durante la marcia.

Questo fondo, di colore nero, è realizzato in PP, mentre una serie di inserti e punti di fissaggio sono stati aggiunti per evitare che il contenuto del portapacchi scivoli, quando non è completamente pieno. Il sistema qui presente ben si adatta a qualsiasi barra portatutto, in modo da rendere l’installazione particolarmente veloce e senza intoppi.

La distanza tra le barre deve essere compresa tra un minimo di 45 cm e un massimo di 87 cm mentre il colore grigio scuro ben si adatta a qualsiasi auto. Dato che il design aerodinamico riduce al minimo i rumori provocati dall’aria quando si è viaggio, molti lo considerano il miglior portapacchi tra quelli venduti online.

 

Pro

Fondo piatto: Il fondo piatto, che contraddistingue questo portapacchi, lo rende meno sensibile ai rumori e alle turbolenze che si possono verificare durante il viaggio in auto.

Capienza: Con ben 430 litri di capienza questo box da tetto si rende utile per qualsiasi esigenza di trasporto, anche di oggetti particolarmente voluminosi, come ad esempio un passeggino.

Aerodinamico: La forma di questo portapacchi è studiata per diminuire la resistenza all’aria quando si viaggia e di conseguenza i rumori generati dal vento.

 

Contro

Plastiche: Secondo i pareri degli utenti le plastiche utilizzate per la produzione di questo portapacchi non brillano certo per robustezza, ma si tratta di un problema comune a molti modelli del genere.

 

 

 

Portapacchi Thule

 

Thule Touring

 

Quando si parla di portapacchi di sicura qualità non si può non menzionare il marchio Thule, uno dei più apprezzati e più venduti nel settore degli accessori per auto. In questo caso propone il box da tetto Touring 634100, che mette sul piatto una capacità di 330 litri, la più piccola della serie (arriva a ben 430 litri con la versione 780).

Ha una lunghezza minore rispetto agli altri box, dato che raggiunge 139 cm. Piace soprattutto per il colore “Titan Aeroskin”, ideale per qualsiasi tipo di tonalità della carrozzeria dell’auto su cui andrà montato. I

l suo peso molto contenuto consente di installarlo senza fatica, operazione eseguibile anche da una sola persona. Altra caratteristica molto apprezzata è la possibilità di aprirlo a piacimento su entrambi i lati, quindi se si parcheggia l’auto a ridosso di un muro non si avranno problemi nello scegliere il lato giusto per poter aprire il portapacchi.

 

Pro

Qualità: La caratteristica che ha reso famosa Thule nel mercato degli accessori per auto è la qualità dei suoi prodotti, alla quale non sfugge neanche questo nuovo portapacchi della serie Touring.

Doppia apertura: Si può scegliere di aprire il box da tetto, sia dal lato sinistro sia dal lato destro. Una bella comodità che consente di parcheggiare l’auto anche vicino a un muro.

Silenzioso: Se montato a regola d’arte, si può stare certi che il viaggio avverrà in totale silenzio, quanto meno non ci saranno sibili o rumori in arrivo dal portapacchi a causa del vento.

 

Contro

Prezzo: Come molti altri oggetti di qualità, anche questo portapacchi Thule si fa pagare e non poco. Chi confronta i prezzi potrà però stabilire che si tratta di una delle migliori marche in circolazione.

 

 

 

Portapacchi auto universale

 

GrecoShop BoxAuto Universale Portapacchi 320Lt

 

Il portapacchi auto universale di Grecoshop si distingue per il suo ottimo rapporto qualità-prezzo che lo rende un acquisto molto conveniente, specialmente se cercate il risparmio e non sapete quale portapacchi può adattarsi al vostro veicolo. 

Si presenta con una forma solida e con un design di buona qualità, realizzato con materiali in polipropilene antiurto, resistenti alle intemperie e al freddo che lo rendono adatto per tutto l’anno. Si può aprire e chiudere facilmente grazie ad una pratica serratura con chiave, mentre per il montaggio si troveranno nella confezione gli attacchi per il fissaggio al tettuccio del veicolo. 

Il carico massimo di 55 kg permette di sistemare oggetti, zaini e trolley aumentando lo spazio disponibile in macchina. L’unico neo del prodotto sta nell’angolo di apertura un po’ troppo stretto che costringe a infilare a forza alcuni oggetti grandi.

 

Pro

Qualità-prezzo: Materiali di ottima qualità in polipropilene si incontrano con un prezzo di vendita conveniente, adatto a chi non dispone di un budget elevato.

Resistente: Sarà possibile utilizzare il portapacchi anche nelle stagioni più fredde e piovose dell’anno, in quanto dispone di protezione contro le intemperie e le basse temperature.

Pratico: Il montaggio si completa facilmente grazie agli attacchi per il fissaggio. La chiusura e l’apertura avvengono tramite una chiave.

 

Contro

Angolo di apertura: Un po’ troppo stretto per poter far entrare correttamente alcuni oggetti di grandi dimensioni.

 

 

 

Baule portapacchi auto

 

RAX K0381644R Box Auto

 

La proposta di Rax è un baule portapacchi auto Made in Italy con pochi fronzoli e buona qualità, abbinati ad un prezzo non molto alto. Il prodotto offre una capacità di 320 litri, grazie alle dimensioni pari a 1,3 metri in lunghezza, 38 cm in altezza 78 cm in larghezza. Presenta un sistema di chiusura tramite chiave e un dispositivo di sicurezza posto sia nella parte anteriore, sia in quella posteriore.

La portata è di ben 50 kg e può essere agganciato alle barre portatutto installate a una distanza, l’una dall’altra, compresa tra 50 e 86 cm. La robustezza del box è garantita dalla realizzazione tramite polipropilene iniettato, soluzione migliore rispetto ai modelli in polistirene.

Il fondo è realizzato nella parte interna con alette antiscivolo mentre la parte esterna è piatta. Anche se l’installazione risulta abbastanza semplice, le istruzioni in allegato sono ritenute poco esaustive: un problema se si dovessero trovare difficoltà nel fissarlo alle barre portatutto.

 

Pro

Polipropilene: Questo box è realizzato in polipropilene iniettato, materiale molto più resistente del polistirene, utilizzato con la maggior parte dei box auto di questa fascia di prezzo.

Chiave: Non manca una chiave con relativa serratura per chiudere il box quando si viaggia o si fa una sosta, per tenere al sicuro quello che c’è all’interno.

Capienza: Buona la capienza, di 320 litri che, come hanno potuto constatare gli utenti, consente di inserire due valigie di grandi dimensioni senza particolari difficoltà.

 

Contro

Istruzioni: Il baule arriva in due pezzi da assemblare, operazione ritenuta facilmente eseguibile. L’installazione sulle barre, anche se non difficile, non è supportata da istruzioni chiare ed esaustive.

 

 

 

Portapacchi per Fiat Punto

 

Fiat Barre Trasversali su Tetto Originali Fiat Punto 5p

 

I possessori di una Fiat Punto possono contare sulle barre trasversali prodotte direttamente dalla casa automobilistica torinese.

La versione in questione è adatta a chi desidera montare un portapacchi per Fiat Punto a cinque porte: si tratta dei modelli Grande Punto (2005-2009), Grande Punto Actual (2009-2013), Nuova Punto Model Year 2012 (2012-2013), Punto Evo (2009-2011), Punto Model Year 2013 (2013-2017) e la Punto prodotta nel 2018. Le barre sono realizzate in acciaio e sono fornite con tutti gli agganci necessari per fissare al tetto dell’utilitaria prodotta da Fiat. Hanno una capacità di carico abbastanza limitata, ovvero solo 40 kg.

Gli utenti comunque sono soddisfatti sia del prezzo sia della qualità delle barre che, essendo originali, non presentano problemi di installazione. C’è solo da ricordare che, nel caso si disponesse di una Punto con tetto apribile, è d’obbligo installare i gommini presenti nella confezione. Non manca anche una serratura di sicurezza per evitare che vengano rubate.

 

Pro

Originali: Queste barre portatutto sono prodotte direttamente dalla Fiat e quindi sono installabili senza nessun problema, vista anche la completa dotazione di bulloni e agganci.

Acciaio: La resistenza di queste barre è garantita dal fatto che sono realizzate in acciaio, materiale che le rende anche molto eleganti da vedere.

Gommini: Fiat ha previsto anche degli speciali gommini nella dotazione, da utilizzare nel caso in cui la Punto sia corredata da un tettuccio apribile.

 

Contro

Peso: Le barre supportano un peso abbastanza limitato, nell’ordine dei 40 kg, che non è un granché se si vuole anche aggiungere un box da tetto dal peso di 12 kg.

 

 

 

Portapacchi per Dacia Duster

 

OMAC GmbH Dacia Duster Portapacchi Grigio in Alluminio

 

Quando serve ulteriore spazio oltre al bagagliaio e volete mettervi in viaggio con la vostra auto, potrebbero servire delle barre trasversali per montare un box da tetto, in modo da stivare bagagli e altri oggetti voluminosi. Il portapacchi per Dacia Duster è consigliato a chi cerca prezzi bassi, visto il costo davvero alla portata di tutti.

Nonostante questo prodotto sia molto più economico rispetto alle barre originali, vendute da Dacia come optional, include tutto il necessario per il montaggio, che inoltre si rivela particolarmente veloce.

Le barre portatutto sono realizzate in alluminio, non temono le intemperie e sono meno di altre soggette alla ruggine. Sono certificate TÜV/AB e sono in grado di reggere un carico massimo di 75 kg, più che sufficiente per montare un box da tetto e riempirlo con quanto occorre. Buona anche la aerodinamicità, che contrasta a dovere il vento contrario senza generare particolari rumori come fischi o fastidiosi sibili.

 

Pro

Alluminio: Queste barre portatutto realizzate da OMAC sono fatte in alluminio, materiale leggero ma molto resistente e che più di altri non teme l’antiestetica ruggine

Certificazioni: Come tutte le barre portatutto che si rispettino, anche queste per Dacia Duster si possono fregiare della certificazione TÜV/AB. Per questo possono essere installate anche su auto che circolano sulle strade italiane.

Installazione: Utilizzando la chiave a brugola in dotazione, queste barre si possono montare in breve tempo, grazie anche alle istruzioni illustrate e ben chiare sui passaggi da effettuare.

 

Contro

Viti: Alcuni utenti si lamentano delle viti in dotazione, ritenute troppo corte per garantirne la resistenza. Questo problema è però velocemente risolvibile se si impiegano viti più lunghe, facilmente reperibili in una ferramenta.

 

 

 

Portapacchi per Ford Fiesta

 

F.LLI Iannaccone Barre Portatutto M-Way Menabo

 

Se non si vuole spendere molto per un portapacchi pensato per la Ford Fiesta, si può optare per le barre portatutto M-Way prodotte dai F.lli Iannaccone. Questo modello è compatibile ma è realizzato in Italia, quindi avrete una garanzia di qualità. Sono fatte di alluminio e quindi ideali da utilizzare con qualsiasi condizione meteo, stando certi che l’usura sarà solo un lontano pericolo.

Oltre alla Ford Fiesta, viste le misure, queste barre sono adatte ad altri tipi di auto: si tratta infatti di un modello compatibile con Audi S3 (8VS), Sedan 13 4 Porte, Nissan MICRA (K12) 5 Porte, Alfa Romeo Giulietta 5 porte, Seat Ibiza IV 5 porte e Peugeot 208 5 porte.

Se si desidera sapere dove acquistare queste barre portatutto, si può consultare il link del venditore sotto i Pro e Contro di questa pagina. Gli utenti sono soddisfatti della qualità del prodotto, anche se alcuni lamentano la mancanza di un blocco con chiave per proteggerle da eventuali furti.

 

Pro

Versatili: Queste barre portatutto sono adatte a diversi modelli di auto, anche di fascia più alta della Ford Fiesta, come Audi S3 o Alfa Romeo Giulietta.  

Anti usura: La scelta dei F.lli Iannaccone di realizzare queste barre in alluminio garantisce una lunga vita al prodotto che molto difficilmente si usurerà con l’andare del tempo.  

Qualità/prezzo: Chi ha scelto di acquistare queste barre portatutto lo ha fatto innanzitutto per il buonissimo rapporto qualità/prezzo che offrono, migliore rispetto a quello di modelli originali.

 

Contro

Blocco: Il costo basso di questo articolo deve fare i conti con alcune mancanze. La più evidente è il blocco con chiave per evitare che qualche malintenzionato le rubi.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Rabbitgoo Portapacchi per Auto Universale Pieghevole

 

Questo portapacchi auto universale di Rabbitgoo è compatto, leggero e quindi ideale da tenere sempre con sé, visto che una volta ripiegato occupa davvero poco spazio. Realizzato in PVC 500D dal peso di 525 grammi, è allo stesso tempo impermeabile e in grado di dare un riparo quando colpito dai raggi del sole, da sabbia, neve e vento.  È dotato di doppia cerniera che aiuta a lasciare all’asciutto gli oggetti inseriti.

Anche se è consigliato avere installate sia le barre longitudinali, sia quelle portatutto trasversali, queste ultime possono anche non essere presenti. Molti utenti però consigliano di acquistare almeno un tappetino antiscivolo da riporre tra portapacchi e tetto dell’auto.

Il fissaggio avviene tramite ben otto cinghie di serraggio con fibbie ben robuste. La capienza è pari a 15 metri cubi (circa 425 litri) che si possono tradurre nell’inserimento di due trolley, due sacchi a pelo arrotolati e qualche piccolo oggetto, senza particolare difficoltà.

 

Pro

Compatto: Una volta giunti a destinazione si può togliere il portapacchi, piegarlo e riporlo dove si vuole, potendo contare su un ingombro minimo.

Resistente a tutto: I materiali con cui è costruito sono stati scelti per poter resistere alle intemperie, ai raggi del sole e alla polvere. È adatto quindi anche per chi fa una vacanza off-road, dove non sempre le strade sono asfaltate.

Prezzo: In comparazione con un box da tetto rigido di pari capienza, il prezzo di questo è quasi un terzo e in più ha la praticità di poter essere piegato e riposto in poco spazio quando non serve.

 

Contro

Cuciture: Alcuni utenti hanno notato che le cuciture delle cinghie, se troppo tirate, tendono a cedere dopo un po’. SI possono rinsaldare oppure utilizzare delle cinghie a cricchetto, che sono altrettanto valide.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI