Ultimo aggiornamento: 04.07.20

 

Parasole e altre soluzioni alternative per non far surriscaldare l’interno del proprio veicolo quando lo si lascia parcheggiato al sole.

 

Il caldo infernale dell’estate si fa sempre più forte, costringendoci a correre ai ripari per evitare di soffrire troppo. Sebbene sia inevitabile percepire una certa afa, ci sono diversi modi utili per combattere il caldo anche quando si guida. Le automobili in estate sono solite trasformarsi in delle vere e proprie trappole, specialmente se l’aria condizionata non funziona correttamente o se si ha la sfortuna di doverle necessariamente parcheggiarle al sole. Lasciandole esposte ai raggi solari, nel giro di un’oretta si troverà la macchina bollente come se fosse un forno e quindi inutilizzabile. 

La soluzione è ovviamente spalancare le portiere e aprire i finestrini, ma non è mai piacevole specialmente se si va di fretta. Il volante diventa incandescente e i sedili, specialmente quelli di pelle diventano delle trappole di calore insopportabili. Accendere al massimo l’aria condizionata per trovare refrigerio è una pessima idea, perché si possono subire colpi di freddo che portano malanni e anche dei blocchi allo stomaco poco piacevoli.

 

Il parasole

Tra le soluzioni più adottate troviamo il parasole. Un ottimo parasole auto da posizionare sul parabrezza vi permette di proteggere l’interno del vostro veicolo dal calore, specialmente il cruscotto, il volante e i sedili che tendono a riscaldarsi. Il calore oltre a risultare fastidioso può compromettere il funzionamento di alcuni componenti, quindi il parasole è una buona idea sia per la propria salute sia per quella del proprio veicolo.

Come installare il parasole? Prima di tutto occorre acquistarne uno della stessa misura del parabrezza in modo da non lasciare alcuno spiraglio dal quale i raggi solari possono entrare, riscaldando il veicolo e vanificando completamente l’utilità del parasole. Una volta comprato quello giusto, non dovrete fare altro che sistemarlo all’interno della macchina, usando le apposite ventose.

Assicuratevi che il vetro sia pulito prima di fare questo passaggio, in modo da assicurare una presa più sicura. Dopo aver montato le ventose basta fissare la tendina nella parte inferiore del finestrino e gli occhielli per tenere la tendina. Nella confezione troverete anche delle viti che vi serviranno a fissare il tutto con efficacia, anche se è consigliabile non stringerle troppo per poter poi rimuovere il parasole con più facilità. 

Queste sono delle linee guida generali, in quanto ogni parasole potrebbe necessitare un’installazione particolare, quindi seguite sempre le istruzioni presenti nella confezione in modo da poter eseguire correttamente il montaggio.

In commercio potete trovare parasole in alluminio dal design diverso, alcuni raffigurano simpatiche immagini o personaggi di serie TV, fumetti e cartoni animati, mentre altri modelli più sobri non avranno alcuna fantasia.

 

Le soluzioni alternative

E se questo non bastasse? In effetti lasciando la macchina al sole, questa potrebbe riscaldarsi comunque, sebbene il parasole fornisca una buona protezione nella parte anteriore del veicolo. Per una protezione completa si può optare per un telo per auto grazie al quale si può coprire tutta l’automobile, sebbene questa soluzione è consigliata solo se avete un posto auto esterno e dovete lasciare l’automobile parcheggiata per qualche giorno al sole. Consigliamo di non comprare un telo per auto scuro nel caso si voglia coprire l’automobile, in quanto il nero attira i raggi solari.

Se il proprio veicolo ha i sedili e il volante coperti con pelle sintetica, potete usare delle coperture apposite per tenerli freschi in modo da potervi subito mettere alla guida anche se parcheggiate l’automobile al sole.

Aria condizionata

Se il parasole è la soluzione ideale per tenere la macchina fresca quando è ferma, l’aria condizionata è l’unico modo per tenere le temperature equilibrate quando si viaggia. Molte persone hanno la cattiva abitudine di accendere l’aria al massimo, sparandosela addosso senza alcun riguardo per la propria salute… e spesso anche per quella dei passeggeri! 

Invece di prendere l’aria fredda in pieno petto o in volto, cercate di equilibrare la temperatura in modo che si crei un ambiente vivibile in macchina. Non serve alzare al massimo la potenza, basta impostarla su livelli medi e lasciare che la brezza piacevole avvolga l’ambiente interno dell’automobile. 

Ovviamente per far funzionare correttamente l’aria condizionata occorre dare una controllatina ai filtri di tanto in tanto, cambiandoli quando necessario. Non dimenticate di portare con voi una buona scorta d’acqua quando viaggiate, specialmente se fate lunghi tratti di strada.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments