Ultimo aggiornamento: 12.11.19

 

Questo prodotto rimane uno degli obiettivi più ambiti dai ladri di veicoli, per questo è bene seguire qualche pratico consiglio per diminuire il rischio di furto.

 

C’erano tempi in cui il furto dell’autoradio era all’ordine del giorno, d’altronde i primi modelli non erano certo famosi per la loro sicurezza. Una volta installati si potevano rimuovere con altrettanta facilità, quindi se il veicolo non era munito di antifurto i ladri potevano avere tutto il tempo del mondo per staccarla dal cruscotto e portarsela via. Bisogna anche tenere conto che le prime autoradio non erano proprio i dispositivi più economici sul mercato, infatti se le potevano permettere in pochi. 

Al furto inoltre si aggiungevano la possibile rottura del vetro o magari quella della portiera forzata, con costi di riparazione elevati. Negli anni ‘70 e ‘80 l’unico modo per poter evitare il furto dell’autoradio era quello di estrarla e portarla con sé, magari mettendola in borsa o nello zaino. Alcuni la nascondevano sotto il sedile, altri invece se la portavano dietro a mano. Non era raro vedere persone camminare per le vie della città con la propria autoradio sotto braccio, d’altronde meglio incuriosire i passanti che farsi derubare.

 

Le autoradio più ambite dai ladri

L’autoradio spesso veniva rubata da tossicodipendenti o da piccoli delinquenti. L’evoluzione delle autoradio e l’inserimento del frontalino ha reso la vita molto difficile ai ladri, infatti la possibilità di rimuovere il frontalino ha reso abbastanza inutile il rubare la radio che senza di esso non può funzionare. Per un buon periodo i furti delle autoradio sono diminuiti in modo esponenziale, sebbene negli ultimi anni sembra siano tornati di moda. 

 

 

Con l’evoluzione tecnologica anche i ladri si sono saputi adattare e le possibilità di trovare un ricco bottino sono aumentate. Le autoradio a 2 DIN per esempio includono navigatore satellitare, lettore CD, Bluetooth e display LCD che il ladro può ottenere con un colpo solo. Lo svantaggio di alcuni modelli 2 DIN è che non è possibile rimuovere il frontalino, cosa che facilita il furto. 

Solitamente i malintenzionati cercano prima le auto con antenna a pinna che rivela la presenza di un navigatore integrato, poi procedono a rompere il vetro per poter aprire la portiera, fanno saltare il frontalino e lavorando sulle viti riescono a smontare l’autoradio, recidendo anche i cavi di collegamento. Un furto a regola d’arte che avviene in pochissimo tempo e che lascia i proprietari del veicolo con un danno economico non indifferente, oltre che ovvi scompensi emotivi dovuti allo shock.

Un altro metodo più tecnologico consiste nell’utilizzo di un disturbatore di segnale che permette di impedire alle porte di chiudersi quando viene attivata la chiusura centralizzata. Molti ladri si appostano vicino all’autovettura e quando ve ne andrete sicuri di aver chiuso l’automobile, questi potranno entrare senza rompere il vetro o forzare la portiera. Questo tipo di furto avviene anche negli autogrill, infatti è consigliabile non lasciare mai la macchina incustodita se si viaggia in più persone, oppure chiudere usando la chiave e assicurarsi che le portiere siano effettivamente bloccate.

 

Metodi per evitare il furto

Un altro modo per evitare di farsi derubare è quello di cercare le autoradio più vendute da 1 DIN, sostituendo quella di serie solitamente molto ricercata dai ladri. È vero che le autoradio di serie sono di alta qualità, ma se vivete in una zona dove sono soliti avvenire furti, allora è meglio correre ai ripari e sostituirla. Il sistema più comune però rimane quello di munirsi di un antifurto che scoraggerà i ladri e attirerà l’attenzione dei passanti sul veicolo. 

 

 

Per quanto riguarda la prevenzione, purtroppo non esistono metodi sicuri al 100%, quello che potete fare è ricordarvi sempre di portare con voi il frontalino senza fare l’errore di lasciarlo in macchina. Se dovete fare dei tragitti brevi in macchina lasciate il frontalino a casa, non potrete ascoltare la musica, ma non rischierete di farvi rubare l’autoradio per pochi minuti di viaggio. 

Se andate fuori città o in quartieri che non conoscete, cercate di parcheggiare la macchina davanti ad un locale o ad una zona frequentata ed evitate le stradine, specialmente al buio. Se avete un’autoradio di serie 2 DIN e potete permettervelo, lasciate l’automobile in un parcheggio custodito.

Per denunciare un possibile furto potete munire l’automobile di telecamera di movimento posteriore e anteriore in grado di salvare immagini e video, così potrete portare alle forze dell’ordine il materiale per sporgere denuncia. Con un po’ di fortuna sarà possibile riconoscere il ladro dai tratti facciali e permettere alle autorità di rintracciarlo. 

Magari non rivedrete la vostra autoradio perché sarà già stata rivenduta ma almeno impedirete che il malintenzionato rovini la vita di altre persone. Nel caso abbiate navigatori e altri dispositivi in macchina, non lasciateli all’interno perché potrebbero invogliare il ladro a rompere il vetro anche se avete portato via il frontalino dell’autoradio.