Ultimo aggiornamento: 13.10.19

 

Autoradio 2 DIN – Guida all’acquisto e confronti del 2019

 

Se avete deciso di acquistare un’autoradio 2 DIN ma non riuscite ancora a decidere quale modello faccia al caso vostro, la nostra guida potrà fornirvi ulteriori informazioni su questo tipo di apparecchiature stereo. Oltre alla guida, inoltre, troverete un’interessante carrellata dei modelli attualmente più richiesti sul mercato, apprezzati sia per le loro caratteristiche sia per il loro ottimo rapporto qualità-prezzo. Le preferite dagli acquirenti sono due in particolare, la Pumpkin A-SJSBJZ-IT, per la vasta gamma di funzionalità offerte e le ottime prestazioni della CPU, che consente l’avvio rapido del sistema operativo, e la KKXXX S13, apprezzata soprattutto per la convenienza del suo prezzo.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Opinioni sulle migliori autoradio 2 DIN

 

Prodotti raccomandati

 

Autoradio 2 DIN Android

 

Pumpkin A-SJSBJZ-IT

 

Se vi state chiedendo dove acquistare il miglior autoradio 2 DIN Android tra tutti quelli attualmente disponibili sul mercato,secondo i pareri dei numerosi acquirenti soddisfatti fareste bene a prendere in seria considerazione il modello A-SJSBJZ-IT prodotto dalla ditta Pumpkin.

I suoi punti di forza sono: la CPU Quad-Core con 32 gigabyte di memoria ROM e 4 gigabyte di memoria RAM, l’avvio rapido del sistema in soli 5 secondi, il GPS integrato e la compatibilità con le reti 3G-4G, Bluetooth 4.0 e WiFi. Supporta inoltre il segnale DAB+, il formato video digitale Ultra HD 4K ed è dotato degli output per il collegamento dei monitor per i poggiatesta.

Ovviamente è dotato anche di ingressi USB, lettore per schede SD e supporta il Mirror-Link ed il sistema di controllo integrato per lo sterzo; gli acquirenti lo ritengono uno dei migliori autoradio 2 DIN del 2019, soprattutto grazie all’eccellente rapporto qualità-prezzo.

 

Pro

Avvio rapido: La CPU Quad-Core ad alte prestazioni consente all’OS di avviarsi in soli 5 secondi, a differenza dei 30 secondi richiesti dalle autoradio 2 DIN prodotte da altre ditte.

Funzionale: Supporta schede SD e dispositivi USB, integra Bluetooth 4.0, ricevitore 3G-4G e antenna GPS. Inoltre supporta anche il mirroring per i dispositivi mobili, smartphone e tablet.

Controlli sullo sterzo: Possiede anche la predisposizione per il controllo diretto dallo sterzo, in modo da poterlo gestire in tutta sicurezza e senza togliere le mani dal volante.

 

Contro

Android: L’OS è la versione 8.0; l’integrazione con i dispositivi mobili, quindi, risulta essere decisamente più limitata rispetto alla versione specifica per Auto.

Acquista su Amazon.it (€269,99)

 

 

 

Autoradio 2 DIN con navigatore

 

KKXXX S13

 

Al secondo posto tra i modelli più venduti troviamo la KKXXX S13, un’autoradio 2 DIN con navigatore e sistema operativo Android 8.0 che, pur avendo un prezzo di poco inferiore, sottoposta ad un’attenta comparazione sembra essere quasi uguale alla Pumpkin esaminata in precedenza.

Il sistema operativo è lo stesso, infatti, e anche le prestazioni assicurate dalla CPU, che nel caso della S13 è addirittura una Octa-Core con un analogo quantitativo di memoria RAM e ROM. È simile anche per quanto riguarda la connettività, dispone del Bluetooth 4.0 ed è dotata di ingresso USB, lettore SD, ingresso AUX, uscita AV e predisposizione per l’interfaccia dei controlli sullo sterzo.

Fatta eccezione per la ricezione del segnale radio digitale DAB, quindi, le funzionalità offerte sono analoghe a quelle dell’autoradio 2 DIN Pumpkin; la pecca sta nei materiali di fabbricazione però, che sono alquanto fragili e qualitativamente inferiori.

 

Pro

Prezzo: Il costo della S13 è leggermente inferiore e quindi offre una maggiore convenienza rispetto agli altri modelli esaminati nella guida.

Funzionalità: Possiede funzionalità analoghe al modello esaminato in precedenza, fatta eccezione per la possibilità di ricevere il segnale radio digitale nei formati DAB o DAB+.

Plug & Play: Se l’auto possiede un attacco compatibile per cavo ISO, è possibile acquistare la modalità Plug & Play che facilita notevolmente l’installazione e l’uso dell’autoradio.

 

Contro

Qualità mediocre: La qualità dei materiali di fabbricazione è appena sufficiente, inoltre soffre degli stessi problemi di integrazione con i dispositivi mobili segnalati per la Pumpkin.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Autoradio 2 DIN Pioneer

 

Pioneer SPH-DA120

 

La ditta giapponese Pioneer è uno dei marchi che fatto la storia nel settore di produzione delle apparecchiature Stereo e Hi-Fi, sia per uso domestico sia per le automobili, e il modello SPH-DA120 è uno dei più richiesti tra tutti quelli venduti online.

Dato l’elevato livello qualitativo e le funzionalità possedute, l’autoradio 2 DIN Pioneer è caratterizzata da un costo più alto rispetto ai modelli esaminati in precedenza; in compenso, però, offre prestazioni audio di alto livello unite a un design estremamente elegante, grazie ai pulsanti di controllo principali integrati nel display touchscreen.

Dal momento che dispone del sistema Apple CarPlay, l’autoradio Pioneer è consigliata soprattutto ai possessori di iPhone e iPod; secondo le specifiche è compatibile anche con il sistema Android ovviamente, ma la capacità di integrazione è ridotta, di conseguenza sono rari gli smartphone con l’OS di Google compatibili e pienamente supportati in tutte le loro funzioni.

 

Pro

Per utenti Apple: Grazie al sistema Apple CarPlay, è l’autoradio ideale per gli utenti Apple. Infatti offre la piena compatibilità e il supporto di tutte le funzioni degli iPhone, iPod e iPad, inclusa l’assistente vocale Siri.

Prestazioni audio: Equalizzatore automatico a tredici bande integrato e alta qualità del suono e della resa Hi-Fi, come ci si aspetta dagli elevati standard Pioneer.

Compatibile sistemi auto: Possiede la predisposizione sia per l’interfaccia dei controlli sullo sterzo sia con le telecamere di bordo se presenti, frontale e posteriore.

 

Contro

Compatibilità Android: La compatibilità con i dispositivi con l’OS di Google c’è ma è quasi nulla; è un’autoradio 2 DIN predisposta principalmente per l’universo Apple.

Acquista su Amazon.it (€349,95)

 

 

 

Autoradio 2 DIN Kenwood

 

Kenwood DDX-317BT

 

L’autoradio 2 DIN Kenwood è caratterizzato innanzitutto dal lettore CD-DVD integrato, collocato nella parte superiore del frontalino, e dalla facilità di installazione, grazie alla presenza del connettore ISO, che lo rende di fatto un modello Plug & Play.

Possiede tutte le caratteristiche tipiche, comuni anche alle altre autoradio 2 DIN esaminate nella nostra guida, il Bluetooth integrato, l’interfaccia grafica e il pannello touchscreen con monitor da 6,2 pollici. Supporta anche il vivavoce ed è predisposto per il collegamento alle dash-cam di bordo e all’interfaccia comandi del volante.

Nonostante sia dotata di uno schermo tattile alquanto lento nella risposta, però, e la qualità audio non sia all’altezza degli elevati standard Kenwood, gli acquirenti la ritengono tutto sommato una buona radio, realizzata con materiali di ottima qualità e facile da installare anche da soli se si ha un minimo di dimestichezza con l’impianto del proprio veicolo.

 

Pro

Lettore CD-DVD: Nella parte superiore del frontalino è integrato anche un lettore CD-DVD compatibile con i riscrivibili, quindi può essere usato anche per riprodurre dischi audio non originali.

Plug & Play: Grazie al connettore ISO è anche molto facile da installare e da usare, è predisposta anche per il controllo sullo sterzo e il collegamento alle telecamere di bordo.

Solida e ben fatta: I materiali di fabbricazione sono di ottima qualità e l’autoradio è ben assemblata, a differenza dei modelli economici realizzati con plastiche scadenti.

 

Contro

Touchscreen: Lo schermo è lento nella risposta, per cui la navigazione può risultare più o meno difficoltosa a seconda dell’app che si sta usando.

Acquista su Amazon.it (€281,45)

 

 

 

Autoradio 2 DIN cinese

 

ATOTO A6Y2710SB

 

L’ATOTO A6 è stata apprezzata dagli acquirenti soprattutto per la sua economicità, il prezzo è facilmente accessibile infatti, e ha contribuito non poco al successo di mercato di questo modello.

Si tratta di un autoradio 2 DIN cinese dalle caratteristiche abbastanza interessanti tutto sommato, infatti è dotata di navigatore, doppio Bluetooth, funzione Tethering grazie alla quale può consentire l’accesso diretto a internet ai dispositivi mobili collegati, lettore per schede microSD fino a 256 gigabyte e numerose altre funzionalità che di solito sono appannaggio esclusivo dei modelli di fascia medio-alta.

Come tutte le autoradio 2 DIN disponibili a prezzi bassi, però, soffre di alcune limitazioni intrinseche. Il sistema operativo Android Marshmallow è buono ma alquanto datato, il microfono integrato è di scarsa qualità e bisogna usarne uno esterno, è privo della funzione di ricarica rapida per i dispositivi mobili ed è lento nel download delle applicazioni.

 

Pro

Economico: Il suo pregio principale è dato dal prezzo, decisamente accessibile considerato che si tratta di un’autoradio 2 DIN.

Tethering: L’aspetto più interessante dell’autoradio ATOTO è la funzione Tethering, che le permette di trasformarsi in un vero e proprio modem per il collegamento a internet di tutti i dispositivi mobili collegati.

Funzionalità: L’ATOTO possiede molte funzionalità che, di solito, non si trovano sulle altre autoradio 2 DIN di fascia economica.

 

Contro

Varie limitazioni: Nel complesso rimane pur sempre un modello economico, quindi soggetto a diverse piccole pecche e limitazioni. L’OS datato e il microfono scadente sono solo alcuni esempi.

Acquista su Amazon.it (€179)

 

 

 

Autoradio 2 DIN Alpine

 

Alpine iLX-702D

 

Il marchio Alpine ha sempre rappresentato il top in questo settore di produzione. La ditta giapponese Alpine Electronics infatti, da decenni ormai, è leader globale grazie alla sua attività di produttore OEM per le migliori case automobilistiche del mondo, tra cui Aston Martin, Jaguar, BMW, Mercedes Benz e molte altre ancora.

I punti di forza principali dell’autoradio 2 DIN Alpine sono rappresentati dalla resa audio di alta qualità e dal sistema operativo Android Auto, uno dei migliori in termini di prestazioni e capacità di integrazione con i dispositivi mobili. Il processore è compatibile con la maggior parte dei formati audio e video digitali, inclusi quelli ad alta risoluzione, lo schermo offre una visibilità eccellente e il touchscreen è veloce e preciso.

Le pecche, invece, sono il costo elevato e la mancanza degli accessori necessari al montaggio, da acquistare a parte in base al tipo di automobile posseduta.

 

Pro

Top Quality: Alpine Electronics è la punta dell’iceberg nel settore di produzione dei Car Stereo, non troverete nessun altro brand la cui qualità sia superiore a quella Alpine.

Android Auto: Integra il più riuscito dei sistemi operativi di Google, progettato apposta per consentire la piena interfaccia dell’automobile con la quasi totalità dei dispositivi mobili attualmente in uso.

GPS: Ovviamente possiede anche funzionalità di navigazione, grazie al GPS integrato e alla relativa app.

 

Contro

Prezzo: L’unica pecca è data dal costo notevole al quale, come se non bastasse, va aggiunta l’ulteriore spesa per il kit di montaggio, che varia a seconda del tipo di automobile posseduta.

Acquista su Amazon.it (€599)

 

 

 

Autoradio 2 DIN con frontalino estraibile

 

Boss Audio BV9364B

 

A chiunque sia interessato all’acquisto di un nuovo modello di autoradio 2 DIN con frontalino estraibile, in modo da dissuadere eventuali malintenzionati dal danneggiare l’automobile nel tentativo di un furto maldestro, suggeriamo di dare un’occhiata al BV9364B prodotto dalla ditta Boss Audio.

Il frontalino estraibile non è l’unica caratteristica interessante di questa autoradio 2 DIN, che possiede anche il telecomando e in più è caratterizzata da una linea estetica molto particolare, che si rifà molto alle classiche autoradio del passato. Possiede infatti un display ridotto di tipo classico e di pulsanti e manopole per il controllo delle funzioni. Ovviamente è dotata anche di sintonizzatore AM/FM, lettore CD ed è compatibile con le funzioni base degli smartphone. Non è un’autoradio Hi-Tech però, quindi è priva di GPS, navigatore, touch e tutte quelle altre funzioni che caratterizzano i modelli esaminati in precedenza.

 

Pro

Affidabile: Il fatto di essere un’autoradio 2 DIN priva di funzionalità Hi-Tech, la rende oltremodo semplice da usare e anche affidabile.

Telecomando: Non può essere collegata a un’interfaccia di controllo per lo sterzo, ma in compenso si può sempre utilizzare il comodo telecomando fornito in dotazione.

Wireless: Pur non essendo un’autoradio 2 DIN Hi-Tech, il Bluetooth integrato permette alcune funzioni basilari, come lo streaming audio da app come Spotify e Pandora.

 

Contro

Qualità-prezzo: Il rapporto è al limite, perché a parità di costo è possibile acquistare autoradio dotate di maggiori funzionalità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Autoradio 2 DIN JVC

 

JVC KW-X830BT

 

Il KW-X830BT è il più economico tra tutti i modelli di autoradio esaminati nella nostra guida, ed è consigliato soprattutto a chi preferisce dare la priorità al risparmio.

Quello che stupisce di più dell’autoradio 2 DIN JVC, oltre al prezzo concorrenziale, è la linea estetica che è resa ancor più attraente dalla variabilità dei colori. Alla pari della Boss Audio esaminata in precedenza, anche questa è abbastanza basilare nelle funzioni, ciononostante possiede tecnologia wireless Bluetooth e permette la connessione simultanea fino a cinque smartphone, per lo streaming audio, e fino a due per le funzioni telefoniche che richiedono il vivavoce.

È compatibile con dispositivi Android e Apple, inoltre è predisposto anche per l’interfaccia dei controlli dal volante. L’unica pecca è l’impossibilità di poter disporre delle funzioni video che permettono di collegarlo con le telecamere di bordo dell’automobile, o degli ingressi atti a supportare i poggiatesta con monitor integrato.

 

Pro

Prezzo: L’autoradio JVC è la più economica tra tutte quelle che abbiamo preso in esame, ed è consigliata soprattutto agli amanti del risparmio.

Compatibile Apple/Android: La sua compatibilità con i dispositivi mobili si estende sia a quelli dotati di sistema operativo Android sia Apple, tra questi ultimi è compreso anche il lettore musicale iPod.

Estetica: Le linee pulite fanno molto, ma la funzione di variabilità continua dei colori sembra aver riscosso molta ammirazione da parte degli acquirenti.

 

Contro

No dash-cam: Purtroppo non può essere collegato alle dash-cam dell’automobile, a prescindere dalla tipologia, non è predisposto per il controllo dal volante e non supporta i monitor poggiatesta.

Acquista su Amazon.it (€116,24)

 

 

 

Guida per comprare un’autoradio 2 DIN

 

Le autoradio 2 DIN non sono tutte uguali

La maggior parte dei consumatori è portata a pensare che “2 DIN” sia una sigla che serve a indicare le moderne autoradio dotate di monitor touchscreen, tramite il quale è possibile controllare le varie funzionalità dell’apparecchio: sintonizzare la frequenza radio, ascoltare musica da un supporto di memoria o in streaming, visualizzare video e foto, nonché fare da ponte con il proprio smartphone, in modo da guidare in maniera più sicura.

Niente di tutto ciò, però, è più lontano dal vero, perché in realtà la sigla DIN non è altro l’unità di misura standard usata per le dimensioni dell’autoradio, o del suo frontalino, quindi 2 DIN sta semplicemente a indicare che le relative autoradio hanno un’altezza doppia rispetto ai modelli 1 DIN.

Anche se nel linguaggio comune, ormai, vale la regola esposta in precedenza, le autoradio 2 DIN attualmente disponibili sul mercato possono differire molto l’una dall’altra, specialmente a seconda della fascia di prezzo di appartenenza; la misura 2 DIN inoltre, spesso e volentieri, è relativa soltanto al frontalino dell’autoradio e non alla parte posteriore, che invece conserva la misura di 1 DIN.

Per sapere quale autoradio 2 DIN comprare, quindi, bisogna innanzitutto capire se il modello scelto possiede le caratteristiche atte a soddisfare le varie esigenze a seconda dei casi, a cominciare dalle misure del vano di alloggiamento situato nel cruscotto dell’automobile.

 

Come scegliere una buona autoradio 2 DIN

Le autoradio 2 DIN di fascia economica possono avere un costo variabile dai 50 ai 200 euro, a seconda del modello. Di solito questi modelli, per mantenere il giusto rapporto qualità-prezzo, tendono a sacrificare qualcosa ovviamente.

Nel caso in cui il vostro budget sia limitato e preferite orientarvi verso un’autoradio economica, quindi, sappiate che le opzioni sono due: rinunciare a buona parte delle funzionalità offerte dai modelli di fascia più elevata, come il navigatore integrato o la possibilità di riprodurre anche contenuti video, tanto per fare un esempio, oppure conservare parte di queste funzionalità rinunciando però alla qualità dei materiali di fabbricazione, più scadenti e fragili.

I modelli di fascia economica, quindi, sono consigliati soprattutto a coloro che non hanno bisogno di tutte le funzioni ridondanti relative alla navigazione e altre app sofisticate, ma cercano soltanto un’autoradio moderna che permetta di integrare in maniera facile le funzioni del telefono, in modo da poter usare lo smartphone senza togliere le mani dal volante e rimanendo concentrati sulla guida.

Nella fascia di prezzo medio-alta, che va dai 200-250 euro a salire, invece, oltre al livello qualitativo superiore potrete anche contare su una gamma di funzionalità più ampia. Le autoradio 2 DIN che appartengono a questa fascia sono consigliate soprattutto agli audiofili più esigenti, agli estimatori degli impianti Hi-Fi e a coloro che sono indissolubilmente legati ai dispositivi mobili, per motivi di lavoro soprattutto.

 

 

 

Domande frequenti

 

Cosa significa autoradio 2 DIN?

Ormai i termini 1 DIN e 2 DIN sono entrati nel lessico comune quando si parla di autoradio e impianti Car Stereo, ma cosa sta a indicare di preciso la sigla DIN preceduta da un numero?

La maggior parte dei consumatori, per consuetudine ormai, è portata a pensare che questa sigla serve a distinguere le autoradio dotate di monitor, le 2 DIN appunto, dalle 1 DIN che invece ne sono prive. Questo non è del tutto sbagliato, ovviamente, ma in ogni caso è una spiegazione un po’ troppo semplicistica.

In realtà DIN è l’acronimo che indica il Deutsches Institut für Normung, Istituto tedesco per la standardizzazione, un’organizzazione per la definizione di norme e standard in ambito industriale con lo scopo di regolamentare gli interessi collettivi, in modo da garantire la sicurezza d’uso e la qualità dei prodotti, la sicurezza sul lavoro e la tutela del consumatore.

L’organizzazione DIN ha istituito anche lo standard identificativo per le misure degli impianti Car Stereo; un DIN quindi, nello specifico, equivale a un rettangolo della larghezza di 180 millimetri e dell’altezza di 50 millimetri, misure che devono necessariamente combaciare con l’apposito vano situato nel cruscotto degli autoveicoli. Nelle autoradio 2 DIN, pertanto, il rettangolo mantiene la larghezza di 180 millimetri, ma raddoppia l’altezza che raggiunge così i 100 millimetri. Non tutte le autoradio 2 DIN, però, sono realmente tali, o almeno non lo sono interamente.

Nei primi modelli apparsi sul mercato, infatti, le dimensioni del rettangolo di 180 x 100 millimetri valevano anche per la parte posteriore dell’autoradio. Dal momento che il cruscotto deve essere predisposto già dalla casa automobilistica per l’installazione dell’autoradio, sulle auto di vecchia data non è possibile montare i modelli 2 DIN, a meno di non effettuare delle modifiche radicali che, a seconda del tipo di automobile, non sempre possono essere attuabili.

Molti delle autoradio 2 DIN di nuova produzione, invece, hanno soltanto il frontalino di questa misura, mentre il resto dell’apparecchio ha l’altezza standard a 1 DIN e quindi possono essere facilmente montate su qualsiasi tipo di automobile.

 

Come collegare l’autoradio 2 DIN al PC?

Fatta eccezione per il caso in cui siate in possesso di una laurea in ingegneria elettronica e disponiate di una fortissima motivazione personale, tempo e denaro da investire nella progettazione di un’interfaccia specifica per questo scopo, non è possibile collegare l’autoradio 2 DIN al PC, e nemmeno ai laptop del resto.

La loro capacità di collegamento si ferma ai dispositivi mobili, del resto queste autoradio sono state progettate proprio allo scopo di facilitare la gestione dello smartphone e del tablet quando si viaggia in auto, in modo da non perdere la concentrazione e distrarsi dalla guida del veicolo.

Anche se rappresentano dei piccoli computer di bordo in sé, dotati di CPU, memoria ROM e RAM, navigatori GPS e altro ancora, sono concepiti come dispositivi mobili. È possibile però collegare dei supporti di memoria esterni, oppure CD, DVD, schede SD o microSD, allo scopo di riprodurre contenuti audio e video.

 

 

 

Come utilizzare un’autoradio 2 DIN

 

Come montare un’autoradio 2 DIN

Montare un’autoradio 2 DIN è un’operazione che richiede molta attenzione a causa dei numerosi e differenti attacchi, i quali possono variare anche in base al modello scelto.

Una volta verificato che le dimensioni del vano di incasso della vostra auto sono compatibili con l’autoradio che avete intenzione di acquistare, prima di montarla dovrete procedere con l’identificazione dei vari cablaggi e relativi connettori.

 

 

È consigliabile anche mettere in sicurezza l’automobile tirando il freno a mano e scollegando i cavi dalla batteria, per evitare problemi durante il collegamento dei cablaggi; preparare vari contenitori dove poter mettere le viti e l’altro materiale necessario al montaggio, in modo da tenerlo a portata di mano in maniera ordinata, faciliterà ulteriormente le cose e a ridurre il tempo necessario alle operazioni.

L’identificazione di questi cavi e connettori può essere più o meno difficile a seconda del modello e, soprattutto, della fascia economica di appartenenza. I modelli più costosi, infatti, sono realizzati con una cura maggiore e quindi sono dotati di strisce colorate per aiutare l’identificazione, quando non addirittura un adesivo che riporta lo schema con il posizionamento, la numerazione e la descrizione dei vari connettori. I modelli più economici invece, come si può facilmente intuire, sono privi di questi accorgimenti e quindi necessitano di maggiore attenzione.

I cavi di collegamento per le casse anteriori e posteriori, di solito, sono di colore giallo, quelli per il subwoofer di colore bianco, e quelli per la retrocamera di colore rosso, e ovviamente sono comuni a tutti i modelli a prescindere dal prezzo. I cavi con relativi connettori per l’attacco dell’antenna GPS e dell’antenna Wi-Fi, invece, sono presenti soltanto nei modelli di fascia medio-alta.

Una volta identificati i vari cablaggi dell’autoradio dovrete fare lo stesso per quelli dell’automobile; se la vostra auto è dotata di connettore ISO, l’installazione sarà più facile da eseguire, altrimenti sarete costretti a collegare i vari fili uno per uno stando bene attenti a non confonderli.

Prima di procedere al collegamento è consigliabile staccare i cavi della batteria però, in modo da non correre alcun rischio; successivamente, dopo aver collegato gli altoparlanti, il subwoofer, la retrocamera e le antenne GPS e WiFi, non dimenticate di collegare anche il cavo dell’antenna della radio, il cablaggio stereo e il convertitore in uscita.

Una volta terminato, prima di fissare definitivamente l’autoradio al cruscotto dell’auto, è consigliabile ricollegare i cavi della batteria ed eseguire un test preliminare per verificare che l’autoradio si accenda e che tutto funzioni da manuale. Se il test è positivo allora potrete fissare l’autoradio con le viti e installare la mascherina.

 

 

Come smontare un’autoradio 2 DIN

Le operazioni da eseguire per rimuovere l’autoradio 2 DIN sono le stesse richieste per il suo montaggio, con la differenza che vanno eseguite in ordine inverso ovviamente.

Quindi innanzitutto bisognerà scollegare i cavi della batteria dell’auto, per una questiona di sicurezza, e poi provvedere alla rimozione della mascherina dell’autoradio, rimuovere le viti di fissaggio e sfilare quest’ultimo dal vano di alloggiamento.

Eseguite l’estrazione con calma e delicatezza, in modo da non strappare accidentalmente qualche filo, estraete i cablaggi in modo da poter lavorare più agevolmente e cominciare a separare i vari connettori senza far danni.