Ultimo aggiornamento: 12.11.19

 

Smartphone e autoradio datata non sono spesso una grande accoppiata, ma esistono sistemi per farli comunque andare d’accoro senza spendere troppo.

 

Le autoradio più vendute di ultima generazione dispongono di tantissime funzioni, tra le quali la più apprezzata è la possibilità di collegare dispositivi tramite Bluetooth per poter ascoltare musica o usare il vivavoce. Quante volte vi sarebbe tornato utile poter rispondere a una telefonata senza correre alcun rischio al volante? 

Oltre a essere un gesto molto pericoloso, guidare mentre si parla al telefono può far incorrere in sanzioni davvero molto severe, per questo se siete soliti effettuare molte chiamate mentre siete in macchina allora è meglio correre ai ripari. Tenete conto che i sistemi Bluetooth integrati nelle autoradio e nelle auto sono molto recenti, quindi anche se avete acquistato il veicolo due o tre anni fa non troverete questa funzione.

La soluzione migliore per ottenere un segnale Bluetooth stabile è quella di comprare una nuova autoradio, anche perché in commercio se ne trovano davvero tantissime vendute a prezzi molto convenienti. Se però non avete assolutamente voglia di separarvi da quella di serie perché effettivamente è di buona qualità o è una 2 DIN, allora dovrete ricorrere a dei sistemi alternativi per poter usare il Bluetooth. Non preoccupatevi perché si tratta di soluzioni molto semplici da usare e soprattutto economiche, sebbene non vi garantiranno mai la qualità della connessione di una nuova autoradio.

Come fare a usare il Bluetooth quindi? Prima di tutto il dispositivo che volete collegare alla radio, ad esempio lo smartphone, deve disporre di connessione wireless. Con il Bluetooth integrato la connessione è semplicissima, infatti basta attivare quello dell’auto e quello del dispositivo per far avvenire il pairing tra i due. Quando invece l’auto non dispone di questa funzione, allora potrete ricorrere a diversi sistemi che andiamo a descrivere qui di seguito. Notate che alcuni di questi sistemi alternativi sono adatti per le autoradio a 1 DIN, ma potrebbero non funzionare con quelle 2 DIN che spesso dispongono di meno ingressi. 

 

 

Kit Bluetooth

Per sfruttare questa comoda soluzione dovrete prima assicurarvi che la vostra autoradio disponga di entrata AUX. Questa in alcuni modelli è facilmente riconoscibile per la scritta ‘AUX’ posta sull’ingresso che ha le stesse dimensioni di quello per le cuffie del vostro laptop o smartphone. Per effettuare il collegamento tra l’ingresso AUX e il kit Bluetooth per autoradio vi servirà un cavo jack da 3,5 mm che dovrete inserire anche nell’adattatore del kit. 

Solitamente di dimensioni ridotte, lo si potrà posizionare ovunque nel veicolo senza ingombrare spazio e si occuperà di creare una connessione Bluetooth dove poter collegare tutti i dispositivi che vorrete. Se non trovate l’ingresso AUX non disperate, perché potrebbe essere sul retro dell’autoradio, quindi vi basterà smontarla per potervi accedere.

 

Trasmettitore FM

Se la vostra autoradio non dispone di cavo AUX allora questa è la soluzione giusta. Non è proprio un sistema Bluetooth, ma probabilmente è il metodo più economico sul mercato per poter usare dispositivi wireless nella propria automobile. Il trasmettitore FM è un apparecchio di dimensioni ridotte che va inserito nell’accendisigaro per l’alimentazione e che si dovrà sintonizzare sulla stessa frequenza dell’autoradio per poter funzionare. 

Tramite il trasmettitore sarà possibile gestire le funzioni audio e anche rispondere alle chiamate. L’unico neo è che se vivete in una grande città molto trafficata potreste incorrere in delle interferenze radio che possono inficiarne il funzionamento.

 

Adattatore audio cassette Bluetooth

Se la vostra autoradio (controllare qui la lista delle migliori offerte) è così datata da avere ancora il mangiacassette allora la vostra unica speranza per poter usare il Bluetooth è quella di usare un adattatore audiocassette. Questo dispositivo molto simile ad una musicassetta va inserito proprio nel mangiacassette, attivando così l’invio di dati senza fili che vi permetterà di ascoltare la musica sul vostro telefono. L’adattatore dispone di un microfono interno, così potrete anche sfruttare il vivavoce.

 

Casse Bluetooth

Non tutti hanno un’autoradio, ma non per questo bisogna rinunciare alla musica mentre si guida o al vivavoce. Per farlo vi basterà acquistare una cassa Bluetooth portatile da tenere in auto per potervi connettere il proprio smartphone e riprodurre i brani o i CD dei propri artisti preferiti. 

Alcune casse sono di dimensioni ridotte e si possono facilmente inserire nel cruscotto, mentre quelle più grandi si potranno installare nel vano posteriore della macchina per averle sempre a portata di mano. Ovviamente queste ultime saranno molto potenti, ma ben più visibili dai malintenzionati.

 

 

Kit vivavoce Bluetooth

Molto diffusi sul mercato ed acquistabili a prezzi davvero bassi, i kit vivavoce servono prevalentemente ad effettuare chiamate mentre si guida. Si possono portare ovunque, quindi non sono strettamente legati all’utilizzo in automobile. Alcuni modelli dispongono anche di un auricolare con microfono ideale per poter parlare e ascoltare con più chiarezza. Questi prodotti sono altamente consigliati specialmente se siete soliti viaggiare in macchina per lavoro e dovete contattare numerosi clienti o fornitori mentre vi spostate.