Ultimo aggiornamento: 13.12.19

 

Autoradio – Guida all’acquisto e Confronti

 

Se si acquista una nuova auto, quasi certamente l’autoradio, o meglio il sistema di infotainment, sarà compreso nella dotazione di serie. Ma se si ha un’auto non recente, l’autoradio è un accessorio che non deve mancare. Tra i modelli più recenti spicca la Atoto A6, versione a 2 DIN che integra il sistema operativo Android e un display full touch da 7 pollici. Dalle sembianze classiche da autoradio, ma con tante novità tecnologiche dei giorni nostri, è il modello ieGeek Bluetooth con una grande capacità di memorizzazione per stazioni radio preferite e sistema RDS per la sicurezza stradale.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 9 Migliori Autoradio – Classifica 2019

 

 

Autoradio 2 DIN

 

1. ATOTO A6 Doppio DIN Android Car Navigation Stereo

 

Si tratta di un’autoradio 2 DIN Android che ha la particolarità di integrare il sistema operativo di Google nella versione 6.0. Grazia a questa caratteristica è quindi possibile scaricare app direttamente nell’autoradio come fosse un normale smartphone. La connessione dati che serve per questa operazione viene presa dallo smartphone che si associa, vista la possibilità di sfruttarlo tramite bluetooth e tecnologia tethering.

La parte multimediale è davvero cospicua. Sono infatti diverse le possibilità di riprodurre file video e audio, tra cui inserendo una scheda di memoria SD e una chiavetta USB nelle apposite porte presenti sull’autoradio. Questo modello diventa utile anche per effettuare chiamate in vivavoce, utilizzando l’impianto audio dell’auto e il microfono integrato.

L’autoradio funge anche da navigatore GPS, e in questo caso vengono utilizzate le mappe messe a disposizione da Google Maps. Il produttore dell’autoradio aggiorna spesso il firmware, offrendo ai possessori di questo modello nuove funzioni, miglioramento delle prestazioni e risoluzione di eventuali bug.

 

Pro

Android: La presenza del sistema operativo Android consente di scaricare le app più utilizzate che possono servire quando si è in auto, tra cui Google Maps o Waze.

Tethering: Per poter scaricare le app e in generale connettere a internet l’autoradio è possibile sfruttare questa tecnologia per usufruire della connessione dati di uno smartphone associato.

Multimediale: L’autoradio 2 DIN è in grado di riprodurre la maggior parte dei file multimediali, siano audio o video, contenuti su schede di memoria microSD o pendrive USB.

 

Contro

Accensione: Gli utenti che hanno acquistato questo modello fanno notare che accensione e spegnimento devono essere eseguiti a mano visto che l’autoradio non si accende o si spegne in relazione allo stato dell’auto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Pioneer SPH-DA120 Autoradio, AppRadio, CarPLay

 

Da un produttore molto famoso come Pioneer ecco un’autoradio 2 DIN di buona qualità che ha la peculiarità di integrare il sistema Apple CarPlay per rendere l’autoradio un’estensione del proprio iPhone (dal modello 5 in poi). Infatti sono disponibili, tramite l’autoradio, la maggior parte della app normalmente utilizzate con lo smartphone, e non ultimo, l’assistente vocali Siri.

Il tutto viene gestito tramite il display da 6,2 pollici che è in grado di visualizzare anche video nei formati più diffusi, quali DIVX, FLV,H.264,MKV,MPEG4,WMV7- Oltre ai video non può mancare la possibilità di riprodurre file audio (AAC,FLAC,MP3,WAV,WMA) utilizzando una chiavetta USB o direttamente via bluetooth collegando smartphone o riproduttori audio. L’audio può essere impostato a piacimento utilizzando l’equalizzatore grafico a tredici bande.

Le funzioni di autoradio prevedono la compatibilità con il sistema RDS per la sintonizzazione sulle bande AM e FM. L’audio in uscita è pari a 50 W x 4 di potenza MOSFET.

 

Pro

Apple CarPlay: Con questo sistema integrato si dispone di un’estensione grafica del proprio smartphone sul display dell’autoradio, e si possono utilizzare le app e anche l’assistente vocale Siri.

Video e audio: L’autoradio Pioneer è in grado di riprodurre un’infinità di file multimediali tra i più diffusi nella categoria audio e video. Quest’ultimi sfruttano il display per visualizzare le immagini.

Radio RDS: Gli amanti delle trasmissioni radio, possono sfruttare la tecnologia RDS per sapere quale stazione stanno ascoltando tramite il nome evidenziato sul display.

 

Contro

AppRadio: Questa funzione, offerta dall’autoradio, dovrebbe essere la controparte Android di Apple CarPlay ma la compatibilità con smartphone dotati di sistema operativo di Google è molto risicata.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Autoradio bluetooth

 

3. ieGeek 60WX4 Autoradio Bluetooth RDS, Stereo

 

La ieGeek si differenzia dalle autoradio 1 DIN più moderne per il suo design essenziale, senza troppi fronzoli o tasti luminosi. Questo può piacere e non piacere a seconda dei gusti e delle esigenze personali, ma a nostro parere è difficile trovare un’autoradio di buona qualità a questo prezzo così conveniente.

 L’ottima ricezione delle frequenze FM e AM permette di ascoltare tutte le stazioni radio e di memorizzarle in ben trenta slot per trovarle velocemente. È compatibile con il sistema RDS, quindi invierà segnalazioni sul traffico e su eventuali emergenze per aumentare la sicurezza. 

Dispone di una porta USB per la riproduzione musicale di file audio MP3/WMA/WAV/FLAC e di un’altra porta supplementare per caricare i dispositivi portatili. Nella confezione si troverà anche un telecomando grazie al quale i passeggeri potranno controllare l’autoradio a distanza.

 

Pro

Prezzo: Il costo davvero conveniente di questa radio la rende un acquisto ideale per risparmiare e fare comunque un buon investimento.

Memoria: Sarà possibile memorizzare fino a trenta stazioni radio FM e AM differenti, in modo da trovarle immediatamente.

USB: Dispone di una porta per collegare periferiche per l’ascolto della musica in vari formati e di una per caricare velocemente dispositivi portatili come smartphone e tablet.

RDS: Questo sistema si sintonizza sulla stazione radio che fornisce informazioni sul traffico qualora ci sia un’emergenza.

 

Contro

Funzioni: Rispetto alle autoradio di nuova generazione questa lascia parecchio a desiderare per quanto riguarda le funzionalità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Autoradio Pioneer

 

4. Pioneer S300 0bt Multifunzionale CD Autoradio

 

Tra i modelli più venduti online spicca questa autoradio Pioneer, marchio di qualità riconosciuto in questo particolare segmento di mercato. Con un prezzo accessibile a tutti l’azienda offre una buona autoradio che integra alcune funzioni che risultano indispensabili ai giorni nostri. Su tutte, la più interessante, è senza dubbio la presenza di una connessione bluetooth, ideale per poter effettuare e ricevere chiamate senza utilizzare lo smartphone, evitando quindi anche di incorrere in salate multe.

La potenza audio in uscita si attesta a 4 x 50W grazie alla presenza amplificatore integrato, mentre subwoofer o un secondo amplificatore può essere collegato tra le due uscite pre-out RCA. Utile la presenza di un ingresso AUX che permette di associare un player MP3. La musica si può ascoltare anche tramite un CD audio masterizzato visto che il sistema è compatibile con le versioni CD-R e CD-RW.

Chi ha un abbonamento a Spotify può sfogliare playlist e brani collegano lo smartphone dove è presente l’app per accedere al servizio.

 

Pro

Vivavoce: Come ogni autoradio dei giorni nostri che si rispetti anche questo modello di Pioneer sfoggia una connessione bluetooth per poter sfruttare le funzioni vivavoce in abbinamento allo smartphone.

CD: Nonostante le tante funzioni al passo con i tempi non manca un lettore integrato per chi utilizza ancora questo supporto audio digitale.

Spotify: Molto attuale la possibilità che offre di visualizzare, sfogliare e riprodurre brani dal proprio account Spotify collegando semplicemente lo smartphone via bluetooth.  

 

Contro

Schermo: Alcuni utenti lamentano il fatto lo schermo, quando la luce solare entra nell’abitacolo, diventa quasi illeggibile visto il poco contrasto che offre tra scritte e sfondo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Autoradio Sony

 

5. Sony DSX-A410BT Autoradio senza Lettore CD

 

Non servono presentazioni per uno dei marchi più famosi a livello audio che in questo caso propone un’autoradio di ultima generazione che si denota per alcune funzioni molto interessanti nonostante si riveli un ottimo affare per chi cerca prodotti a prezzi bassi. Per prima cosa è da evidenziare la possibilità di collegare ben due dispositivi contemporaneamente via bluetooth, per sfruttare le funzioni vivavoce o quelle dedicate allo streaming delle canzoni contenute nel cellulare.

Il pairing è molto veloce in quanto l’autoradio Sony è compatibile con la tecnologia NFC che consente di far dialogare quest’ultima con lo smartphone avvicinandolo semplicemente alla zona dove è installata l’autoradio. iPod e iPhone possono essere controllati direttamente dall’autoradio collegandoli via cavo USB.

Chi possiede smartphone Android può usufruire delle stesse possibilità utilizzando la funzione Music PlayBack for Android, sempre collegando lo smartphone all’autoradio via cavo USB. Non mancano due uscite pre amplificate a cui collegare amplificatori, subwoofer e speaker aggiuntivi.

 

Pro

Qualità/prezzo: A un prezzo molto accessibile un’autoradio con tutta la qualità Sony che offre diverse funzioni al passo con i tempi.

Apple e Android: Sia i dispositivi Android, sia quelli Apple (iPhone e iPod) possono essere gestiti direttamente dall’autoradio se collegati tramite un normale cavo USB.

Dual Bluetooth: Il nuovo modello di autoradio Sony è in grado di gestire ben due dispositivi collegati via bluetooth, anche tramite tecnologia NFC.

 

Contro

Comandi al volante: Chi desiderasse avere i comandi al volante su modelli predisposti deve acquistare a parte un connettore specifico che ha un costo che è pari a quello dell’autoradio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Autoradio Kenwood

 

6. Kenwood KMM-BT204 Autoradio Digitale

 

Tra le migliori autoradio del 2019 non poteva mancare un marchio famoso come Kenwood che offre sul frontalino una pratica porta USB che può essere utilizzata a piacimento o per collegare una pendrive o un iPod, utilizzando ovviamente un cavo USB. In questo caso le playlist, le cartelle e tutte le canzoni contenute nel riproduttore audio di Apple possono essere gestite tramite l’autoradio. Il frontalino dell’autoradio Kenwood è estraibile per non invogliare i ladri a rompere il finestrino dell’auto per rubarla. Il display è retroilluminato, caratteristica che lo rende leggibile anche in scarse condizioni di luce.

Non manca, come in ogni apparecchio dei giorni nostri, la connessione bluetooth per poter utilizzare l’autoradio come sistema vivavoce per chiamare e rispondere alle telefonate in arrivo sullo smartphone che viene associato.

Gli smartphone possono anche essere due e, tramite un pulsante, si può passare da uno all’altro senza molti problemi. Molto utile la funzione Program Type Function che seleziona il programma radiofonico in base a 31 tipologie preimpostate.

 

Pro

USB: La porta presente nella parte frontale dell’autoradio consente di collegare o una pendrive o un iPod/iPhone e gestire direttamente dall’autoradio la musica presente.

Retroilluminazione: Per poter leggere la stazione radio sintonizzata o il brano che si sta riproducendo, il display è retroilluminato, quindi tutte le scritte sono ben visibili anche quando la luce esterna è scarsa.

Program Type Function: Questa particolare funzione consente di scegliere il programma radiofonico in base a 31 tipologie di programmi già presenti nell’autoradio.

 

Contro

Tasti: Secondo i pareri degli utenti alcuni tasti funzione sono fin troppo piccoli e si fa fatica a trovarli con il rischio di distrarsi durante la guida.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Autoradio Alpine

 

7. Alpine CDE-193BT Autoradio Bluetooth con CD

 

L’autoradio Alpine si può fregiare della dicitura “made for IPhone” che viene data a tutti i dispositivi che sono stati testati da Apple e che sono riconosciuti compatibili con i suoi prodotti, in questo caso l’Iphone. Questo ad esempio consente di attivare il controllo vocale tramite l’assistente Siri e si può quindi effettuare chiamate, riprodurre un brano solamente pronunciando il nome in rubrica o il titolo della canzone.

Chiaramente le funzioni di vivavoce tramite bluetooth sono disponibili anche con smartphone Android. I bassi sono gestibili separatamente tramite un tasto apposito e sono selezionabili su sei livelli, tra cui frequenza e livello del subwoofer.

Presente come sempre anche una porta USB a cui collegare la classica chiavetta zeppa di file MP3. Volendo è anche a disposizione una porta mini jack da 3,5 mm a cui connettere un player audio. Piace la possibilità di scegliere il colore dell’illuminazione dell’autoradio tra i 150.000 disponibili.

 

Pro

Colori: Sarà praticamente impossibile non trovare il giusto colore dell’illuminazione dell’autoradio in base a quello del proprio cruscotto visto che si può scegliere tra ben 150.000 gradazioni.

Apple: Se si dispone di un iPhone 4S, 5, 6, 6S, 6 Plus o 6S Plus si può anche utilizzare l’assistente vocale Siri per effettuare chiamate pronunciando il nome presente nella rubrica.

Bassi: Sono gestibili e quindi configurabili a piacimento semplicemente premendo un tasto apposito presente nella zona frontale dell’autoradio.

 

Contro

Configurazione: Per impostare al meglio le tante opzioni e caratteristiche disponibili è necessario consultare il manuale e alcune procedure sono un po’ troppo macchinose.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Autoradio Blaupunkt

 

8. Blaupunkt Autoradio STOCKHOLM 230 DAB

 

Questo modello di autoradio Blaupunkt si differenzia dai precedenti modelli descritti innanzitutto per la presenza di un ricevitore DAB-DAB+, che consente quindi di sintonizzarsi anche sulle stazioni radio che trasmettono attraverso questo segnale digitale. Inoltre, dispone anche di un lettore di schede SD e quindi si possono inserire queste memorie per riprodurre file audio memorizzati su di esse.

A questa va aggiunta la porta USB frontale per inserire pendrive con questa interfaccia. Le possibilità di ascoltare la musica preferita si completano con la presenza di un lettore CD in grado di riprodurre i supporti più comuni come CD-RW, CD-R e CD-DA. Sempre presente anche una connessione bluetooth per utilizzare l’autoradio quale sistema vivavoce se viene abbinata al proprio smartphone.

L’equalizzatore mette a disposizione tre preselezioni, ovvero Rock, Pop e Classica, per ascoltare al meglio queste tre tipologie di musica. L’amplificatore integrato un’uscita audio a quattro canali da 22 watt ciascuno.

 

Pro

DAB: Una delle poche autoradio che offre anche un tuner DAB/DAB+ per poter ascoltare le stazioni radio in digitale oltre a quelle che trasmettono sulle bande AM e FM.

CD: Chi ancora ascolta musica con i CD apprezzerà il fatto che questo modello offre un lettore in grado di leggere i formati CD-RW e CD-R.

Scheda di memoria: Oltre alla classica porta USB questo modello di autoradio propone anche uno slot per SD, molto più piccole e capienti di tante pendrive.

 

Contro

Flussi audio: Per poter ascoltare musica dai dispositivi collegati bisogna selezionare il flusso manualmente, mentre molte autoradio riconoscono cosa c’è collegato e si commutano automaticamente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Autoradio JVC

 

9. JVC KD-X141 Autoradio Digitale Compatibile con Android

 

Se non si sa quale autoradio comprare e si vuole un prodotto che sia il più economico possibile ma che sia anche di buon valore, l’autoradio JVC corrisponde perfettamente a questa caratteristiche. Infatti ha un prezzo molto vantaggioso, ma al contempo offre molte delle tecnologie più attuali, sempre che non si desideri anche il bluetooth, in questo caso assente nella dotazione.

L’autoradio consente di riprodurre la musica preferita da pendrive USB o altri dispositivi che si possono collegare tramite la presa AUX disponibile. Se la musica preferita fosse disponibile solo sul proprio smartphone, scaricando un’apposita app e collegando lo smartphone all’autoradio tramite cavo USB è possibile ascoltarla in auto. Buona anche la potenza audio in uscita offerta dall’amplificatore integrato che si attesta a 50 watt nominali per canale.

Le stazioni che si sintonizzano sulla banda FM dispongono della funzione RDS, che permette di vedere il nome dell’emittente per essere sempre sicuri di non sbagliare programma radiofonico. Per sapere dove comprare questa autoradio basta cliccare i link presenti sotto i pro e i contro di questa pagina.

 

Pro

Prezzo: A un costo davvero molto vantaggioso si può avere un’autoradio di buon valore che consente anche di riprodurre musica da pendrive e smartphone Android.

App: Chi possiede uno smartphone Android può sfruttare l’app JVC che consente di riprodurre le canzoni presenti direttamente sull’autoradio collegando il cellulare con un cavo USB.

RDS: Le stazioni FM si possono sintonizzare senza errori sfruttando la tecnologia RDS che mostra il nome dell’emittente radiofonica sul display dell’autoradio.

 

Contro

Bluetooth: Manca la connessione wireless per poter utilizzare l’autoradio anche come sistema vivavoce. Ma a questo prezzo era difficile pretenderla.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un’autoradio

 

Se negli anni ‘80 e ‘90 l’autoradio era il primo accessorio che si acquistava appena si comprava una nuova auto, al giorno d’oggi tutte o quasi le principali case automobilistiche offrono questo dispositivo di serie, e quindi già presente nella dotazione. Può però capitare che non si sia soddisfatti dell’autoradio di serie, oppure si abbia un’auto dove non è prevista, o ancora si voglia cambiare un vecchio modello con uno più attuale e che offra tante caratteristiche innovative che a suo tempo non erano presenti.

La scelta della migliore autoradio non è poi molto difficile, visto che la maggior parte dei modelli sono predisposti per essere alloggiati nelle plance della maggior parte delle automobili. Cambiano le cose a livello di caratteristiche tecniche, in quanto, come ogni dispositivo elettronico, anche le autoradio sono proposte in diversi modelli, in varie fasce di prezzo che cambiano a seconda delle caratteristiche che offrono.

Il dialogo senza fili

Molti modelli infatti sono ora dotati di tecnologia bluetooth. Questa connessione senza fili diventa molto utile per poter abbinare uno smartphone e poter sfruttare l’autoradio e l’impianto audio presente nell’auto per poter effettuare e ricevere chiamate telefoniche senza prendere in mano lo smartphone.

Questa caratteristica diventa essenziale se nella propria auto non è già presente un sistema vivavoce, e quindi può essere un buon motivo per sostituire l’autoradio presente per avere la possibilità di gestire le chiamate senza distrarsi dalla guida, che oltre ad essere un’operazione molto pericolosa, può essere sanzionata con pesanti multi e detrazione dei punti della patente. I modelli di autoradio con bluetooth sono dotati di microfono incorporato. Sono anche utili per poter fare lo streaming delle canzoni contenute sullo smartphone ed ascoltarle in viaggio.

 

Da ascoltare e da guardare

Negli ultimi tempi sono molto apprezzate le autoradio dotate di ampi display (anche oltre i 6 pollici) che sono fornite di un sistema operativo Android e quindi consentono di scaricare app come se fosse un normale smartphone. La connessione dati per questa operazione viene “presa” dallo smartphone associato (sempre via bluetooth) che consenta la funzione di tethering, ovvero condividere la connessione dati con un altro dispositivo che non ne sia provvisto. Questa funzione è molto importante nel momento che si decide di optare per una di queste autoradio Android, perché se lo smartphone (magari un poco datato) ne fosse sprovvisto non si potrebbe sfruttare a pieno tutte le potenzialità del sistema operativo presente.Questi modelli sono nella maggior parte dei casi autoradio con navigatore GPS integrato.

Queste particolari sistemi di intrattenimento a bordo consentono anche di riprodurre video, e di collegare, ad esempio, una retrocamera per poter vedere sul display quanto accade dietro l’auto quando si fa manovra. Molti produttori di questi modelli di autoradio con sistema operativo sono cinesi, e per questo motivo i prezzi non sono poi molto alti. Bisogna solo fare molta attenzione allo spazio a disposizione per l’installazione, perché appunto bisogna prevedere sul cruscotto un display da almeno 6 pollici.

I vari ingressi

Tornano alla autoradio “più classiche”, a livello di comparazione la maggior parte di queste offre almeno una porta USB a cui è possibile collegare una chiavetta zeppa di file MP3 da riprodurre quando si è in viaggio. Alcune di queste porte consentono anche di ricaricare lo smartphone, ma questo dipende dall’amperaggio che offrono. Questa caratteristica si può facilmente trovare nelle specifiche tecniche dell’autoradio.

Tramite la porta USB alcuni modelli consentono di collegare smartphone (per la maggior parte iPhone) e quindi di gestire la musica contenuta in essi utilizzando i comandi dell’autoradio. I modelli che si fregiano della dicitura “made for iPhone” spesso consentono di utilizzare l’assistente vocale Siri per selezionare con la voce un contatto presente in rubrica da chiamare o di lanciare la canzone preferita semplicemente pronunciando il titolo o il cantante.

In generale i prezzi delle autoradio sono molto minori rispetto a qualche anno fa, nonostante offrano molte opzioni a un tempo impensabili. Una caratteristica che fa aumentare il prezzo rispetto alla media è la presenza di un tuner DAB. Questo permette di sintonizzarsi sulle radio che trasmettono in tramite il segnale digitale (DAB appunto) ed offrono una qualità migliore del suono rispetto a quelle che trasmettono sulla classica frequenza FM.

 

 

 

Domande frequenti

 

come smontare l’autoradio

Per smontare l’autoradio installata quando si è deciso di acquistarne una nuova è importante seguire il manuale di istruzioni della propria auto. Spesso questa procedura è evidenziata anche nel manuale dell’autoradio. In generale sulla plancia sono presenti dei piccoli fori in cui inserire delle chiavette che sono in dotazione con l’autoradio. Se non si hanno a disposizione, si può pensare ad attrezzi diversi che siano ovviamente della stessa dimensione del foro. Premendo all’interno di questi fori, l’autoradio dovrebbe sganciarsi dalla plancia. Potrebbe anche essere necessario un piccolo cacciavite se sono previste viti di fissaggio.

 

come fare se l’autoradio è senza usb

Se si dispone di un’autoradio un po’ datata, difficilmente sarà presente una porta USB. Ma se si vuole ascoltare musica utilizzando questa interfaccia la soluzione esiste e non è molto dispendiosa. Stiamo parlando di acquistare un tuner FM con presa USB. Questo piccolo dispositivo di norma va collegato alla presa accendisigari presente nella plancia.

Di fatto, la musica presente su una pendrive USB da inserire nell’apposita porta viene trasmessa all’autoradio presente tramite onde radio. Il trasmettitore evidenzia sul piccolo display di cui è fornito una frequenza libera. Dall’autoradio si deve cercare tale frequenza, e come per magia, una volta trovata, la musica contenuta nella chiavetta USB sarà riprodotto tramite il sistema audio dell’auto.

 

come si calcola il codice di un’autoradio

Quando per molto tempo viene a mancare l’alimentazione all’autoradio (magari dovuta alla batteria dell’auto scarica) questa si resetta e per rimetterla in funzione è necessario il codice di sblocco. Questa codice, solitamente numerico, è di norma presente sul libretto delle istruzioni. Nei modelli non di serie questo codice potrebbe essere presente sotto forma di etichetta sul retro dell’autoradio, quindi è necessario estrarla.

Se tale codice non fosse disponibile per un qualsiasi motivo, presso le officine autorizzate della marca dell’auto (se l’autoradio è di serie) sarà possibile recuperarlo. Esistono anche alcuni software gratuiti che consentono di calcolare il codice autoradio e che si possono facilmente trovare con una ricerca sul web.

 

cosa significa autoradio 2 DIN

Le autoradio 2 DIN sono quelle cha hanno dimensioni pari a 180×100 mm che si differenziano dalla autoradio 1 DIN che hanno una dimensione di 180×50 mm.  

 

come aggiornare windows ce 6.0 sull’autoradio

Questa operazione non è molto semplice e prevede lo scaricamento dal web della versione aggiornata abbinata ad un software proprietario. Sul sito del produttore dell’autoradio il nuovo firmware e il relativo software dovrebbero essere disponibili nella sezione “supporto” (o “support” se il sito è in inglese). Sempre sul sito dovrebbero essere evidenziati i vari step per procedere all’aggiornamento di Windows CE 6.0 sull’autoradio, sempre che questa sia dotata almeno di una porta USB.

 

 

 

Come utilizzare l’autoradio

 

Quando si pensa come scegliere una buona autoradio bisogna innanzitutto tenere in considerazione le sue dimensioni. Al giorno d’oggi le autoradio si suddividono in modelli da 1 DIN e 2 DIN. In pratica questa caratteristica determina la dimensione dell’autoradio ed è quindi molto importante per scegliere un modello che sia possibile installare nella propria auto.

 

 

Differenze tra 1 e 2 DIN

I modelli 1 DIN (acronimo di Deutsches Institut für Normung) hanno una dimensione pari a 180 x 50 mm mentre quelle 2 DIN sono in pratica il doppio in altezza, ovvero corrispondono alle misure 180×100 mm. Tutti i modelli che corrispondono allo standard 1 DIN si possono installare nelle auto dove è presente una plancia per alloggiare l’autoradio e quindi sono i modelli più diffusi. Quelli 2 DIN sono quelli che mettono a disposizione un display LCD touchscreen e consentono quindi di riprodurre video e di collegare anche videocamera da parcheggio, che sfruttano appunto lo schermo dell’autoradio per visualizzare le immagini quando si fa retromarcia.

I modelli 2 DIN devono disporre di una plancia apposita, e non tutte le auto sono predisposte per ospitarli. È quindi buona cosa verificare questa compatibilità prima dell’acquisto. In generale le auto di ultima produzione consentono l’installazione dell’autoradio 2 DIN mentre quelle più datate difficilmente lo permettono, a meno di procedere con installazioni manuali che però è meglio far fare a personale specializzato.

L’installazione di autoradio 1 DIN non è particolarmente complicata e chi ha un minimo di dimestichezza con la cavetteria audio ed elettrica delle auto può impiegarci davvero poco tempo. Al contrario se non si ha la minima idea di come collegare i vari cavi come montare un’autoradio è meglio rivolgersi a un elettrauto per avere un lavoro ben fatto e a prova di cortocircuiti che potrebbero avvenire in caso di qualche collegamento errato.

 

Questione di potenza

La potenza audio in uscita è un fattore determinante per chi ama ascoltare musica di qualità anche quando viaggia in auto. Ogni modello (dotato di amplificatore incorporato) ha una sua ben precisa potenza, e di norma si considera che 40/45 watt per tutti i quattro i canali in uscita sia un buon parametro di partenza per avere un ascolto ottimale. I più esigenti dovranno anche tenere in considerazione la possibilità che l’autoradio consenta di collegare un maggior numero di altoparlanti oltre ai quattro canonici, un subwoofer o un amplificatore aggiuntivo. Queste informazioni sono reperibili nella scheda tecnica dell’autoradio.

 

 

Sempre meglio wireless

Molte autoradio dei giorni nostri sono dotate di connessione bluetooth per associare uno smartphone e utilizzarle come sistema vivavoce.

L’accoppiamento tra questi due dispositivi è abbastanza semplice ed avviene in brevissimo tempo. Come sempre, ogni dubbio può essere risolto con il manuale delle istruzioni che non deve mancare nella dotazione dell’autoradio. Alcuni modelli sono anche in grado di gestire due smartphone in contemporanea, e sono da preferire se spesso si utilizzano ad esempio uno smartphone solo per il lavoro e uno personale. In questo modo, a prescindere su quale dei due si riceverà la chiamata, si potrà rispondere senza togliere le mani dal volante.

In tema di comandi al volante, nelle auto dove è predisposta questa caratteristica di serie, molto probabilmente, per sfruttarla, si dovrà acquistare un modulo a parte che sarà da installare in concomitanza con l’autoradio. Sul mercato sono disponibili centraline universali, ma anche molte per ogni marca di auto. Infatti la scelta non è in base alla marca di autoradio, ma bensì a quella dell’auto. I costi di questi moduli si aggirano intorno ai 100 euro, ma è una spesa da valutare per avere sempre tutto sotto controllo senza mai staccare le mani del volante.

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Yohoolyo Autoradio Bluetooth Auto Stereo Audio Ricevitore

 

Chi predilige la classica autoradio a livello di dimensioni e che occupa quindi poco spazio nel cruscotto, può prendere in considerazione, tra le tante offerte, il modello di autoradio bluetooth proposto da Yohoolyo. La connessione wireless viene sfruttata per trasformare l’apparecchio in un sistema di chiamate in vivavoce, utilizzando l’impianto audio dell’auto e il microfono integrato nel dispositivo.

La stessa connessione consente anche di riprodurre i file audio contenuti nello smartphone che si andrà ad associare. La parte anteriore, ovvero il frontalino, si può estrarre per diventare un buon antifurto ma anche per non consumare inutilmente la batteria dell’auto quando non si utilizza l’autoradio.

La sintonizzazione dei canali radio avviene sulla banda FM e si possono memorizzare fino a diciotto emittenti per avere sempre sotto mano quelle che maggiormente si ascoltano. Non manca anche uno slot dove inserire una chiavetta USB o una SD card contenenti file MP3 da riprodurre tramite l’autoradio. Lo schermo LCD è selezionabile in sette colori LED in modo da abbinarlo con gli interni della propria automobile.

 

Pro

Bluetooth: Dalle dimensioni delle classiche autoradio, questo modello integra la connessione bluetooth per associare uno smartphone e sfruttare le funzioni “vivavoce” per le chiamate telefoniche.

Installazione: Gli utenti che hanno acquistato l’autoradio Yohoolyo sono contenti della facilità con cui si installa nel vano predisposto presente nell’auto.

MP3: Le proprie playlist o i file MP3 possono essere riprodotti connettendo alle apposite porte o una chiavetta USB o una memoria SD.

 

Contro

RDS: Nonostante sia un modello molto attuale sotto molti punti di vista, manca, stranamente, la funzione RDS che consente di vedere il nome della stazione radio quando la si sintonizza.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati