Ultimo aggiornamento: 18.08.19

 

Telecamere per auto – Guida all’acquisto e confronti del 2019

 

Per vedere meglio il retro dell’auto quando si parcheggia, o per tenere sotto controllo quello che accade intorno al veicolo quando si è in viaggio o parcheggiati, le telecamere per auto sono diventate un utile accessorio per tutti gli automobilisti. Venduta a un prezzo molto interessante è la Mibao Dash Cam in grado di registrare immagini in Full HD e con un angolo di visuale pari a 170°. Il modello HQBKING ha la particolarità di avere uno schermo che ruota di 360° e si connette a un’app (da scaricare sullo smartphone) via Wi-Fi e quindi l’installazione è molto semplice e non necessita di cablaggio.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Opinioni sulle migliori telecamere per auto

 

Prodotti raccomandati

 

Telecamera per auto contro atti vandalici

 

Mibao Dash Cam

 

A un prezzo davvero molto conveniente Mibao propone questa dash cam da installare sul parabrezza dell’auto e che ha la particolarità di registrare ottime immagini alla risoluzione Full HD, ovvero a 1080p. L’angolo di ripresa, molto importante per tenere sotto controllo la più ampia porzione di auto possibile, arriva a 170°.

Ad esempio quando si va a fare un parcheggio e sui lati non c’è molto spazio, questa dash cam può essere un aiuto in più ai normali specchietti retrovisori. Si installa sul lunotto tramite un attacco a ventosa, e le immagini vengono visualizzate su un buon display da 3 pollici. Tra le varie funzioni supporta la registrazione in loop per 24 ore consecutive, sovrascrivendo i file video meno recenti, ed è in grado di rilevare un movimento intorno all’auto.

Quando l’auto è parcheggiata, questa telecamera per auto contro atti vandalici, se rileva una collisione, inizia in automatico la registrazione video, e consente quindi di vedere cosa ha causato il danno e nel caso di procedere per vie legali.

 

Pro

1080p: La buona qualità delle immagini registrate e visualizzate è dovuta al sensore di immagine integrato in grado di catturare quanto avviene alla risoluzione Full HD.

Parcheggio: Una volta che si lascia l’auto parcheggiata, se viene colpita, la dash cam avvia automaticamente una ripresa per consentire di vedere cosa o chi ha causato il danno.  

Rilevatore di movimento: La registrazione delle immagini si avvia in automatico quando la dash cam rileva qualche movimento intorno all’auto. Questo consente di avere solo le immagini che eventualmente servirebbero in caso di incidente.

 

Contro

Aggancio a ventosa: Non tutti gli utenti sono contenti dell’attacco a ventosa che posizionare sul parabrezza che tende con l’andare del tempo a perdere la tenuta con il rischio che la dash cam si stacchi e cada rovinosamente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Telecamera per auto 360 gradi

 

HQBKING

 

Questa dash cam ha la particolarità che si può ruotare di 360° quindi, rispetto ad altri modelli, si può decidere la posizione migliore per la registrazione che non è obbligatoriamente quella centrale sul lunotto.

Dispone di connessione Wi-Fi, utile per collegare uno smartphone su cui possono essere registrate le immagini per poi condividerle su vari social network. L’angolo di visuale è pari a 170° il che consente alla dash cam di riprendere l’intera larghezza della carreggiata, soprattutto se si viaggia in autostrada. La risoluzione delle immagini è in Full HD, e quando il sensore rileva uno “shock”, ovvero una collisione, salva il video impedendo che venga sovrascritto.

Le dimensioni ridotte non vanno a inficiare la normale visione della strada da parte del guidatore. Quando la scheda SD è piena, il filmato registrato va a sovrascrivere il meno recente in modo da avere sempre un video a disposizione in caso di collisione.

 

Pro

Wi-Fi: Tramite connessione e relativa app da scaricare sul proprio smartphone è possibile condividere i video registrati con gli amici o sui principali social network.

360°: Una delle sue caratteristiche migliori è la possibilità di ruotare la parte dove è integrato il sensore di 360° per riprese da diverse angolazioni, non possibili con la maggior parte delle dash cam.

Aggancio magnetico: il corpo della dash cam si aggancia al suo supporto per parabrezza tramite un potente magnete. Questo consente di toglierla senza dover ogni volta sganciare anche il supporto.

 

Contro

Inclinazione: Questa dash cam non ha molta inclinazione verticale, quindi su alcuni particolari tipi di parabrezza molto inclinati verso l’interno potrebbe non “puntare” la strada in maniera ottimale.

Acquista su Amazon.it (€69,99)

 

 

 

Telecamera per auto retromarcia

 

CHORTAU

 

Il nuovo modello 2019 del kit Chortau offre sia una dash cam frontale che una retrocamera da parcheggio. Visto il prezzo è uno dei modelli più venduti online, grazie anche a delle qualità tecniche di buon valore. Innanzitutto l’installazione della dash cam è davvero semplice: va posizionata sopra lo specchietto retrovisore presente, offrendo nel contempo un nuovo vetro 2.5d alta visuale e antiabbagliante comprensivo di display da 4,8 pollici dove eseguire i vari settaggi, e chiaramente la dash cam con risoluzione a 1080p.

La videocamera posteriore si attiva ogni qualvolta si inserisce la retromarcia e sul display vengono anche visualizzate delle linee guida che aiutano nella manovra che si sta effettuando.

Questa retrocamera visualizza le immagini a 720p, e alcuni utenti fanno notare che per vedere bene quanto si sta facendo in retromarcia è indispensabile che ci sia buona luce esterna. Nella confezione sono offerti anche i cavi per collegare la retrocamera alla centralina dell’auto.

 

Pro

Kit unico: Un solo kit per avere sia dash cam, sia telecamera per auto retromarcia. Il costo, visto questa dotazione non è poi particolarmente alto.

Installazione: Dash cam frontale e display vanno installati sullo specchietto retrovisore. Il vetro di quest’ultimo è sostituito da uno nuovo antiabbagliante e ad alta visuale.

Impermeabile: La retrocamera corrisponde alla omologazione IP67 che ne certifica la totale impermeabilità e il suo funzionamento anche in condizioni meteo avverse.

 

Contro

Notturno: La retrocamera ha qualche problema a visualizzare con una certa qualità le immagini quando la luce esterna è bassa o totalmente assente, tanto che qualche utente la reputa inutilizzabile in queste condizioni.

Acquista su Amazon.it (€49,99)

 

 

 

Telecamera per auto Wi-Fi

 

YI Mini Dash Camera

 

La telecamera per auto Wi-Fi proposta da YI si nota per le sue dimensioni ultra compatte che consentono di installarla dietro lo specchietto retrovisore, posizione che in pratica non va ad interferire con la visuale del guidatore. Ha un piccolo schermo LCD da soli 2 pollici, utile per attivare le varie impostazioni, molto meno per vedere quanto registrato. Per questo motivo si connette a uno smartphone via Wi-Fi, su cui è indispensabile scaricare l’app creata dalla stessa YI.

La lente grandangolare è da 140° non molto ampia rispetto alla maggior parte dei modelli che ne offrono una da 170°. In compenso, anche questa dash cam, ideale per chi cerca prodotti dai prezzi bassi, registra alla risoluzione di 1080p a 30 fps.

Non manca il sensore più importante per una dash cam, ovvero il G-Sensor che si attiva quando rileva un sinistro, e salva il file registrato in una zona “sicura” della SD card perché non venga sovrascritto dai filmati conseguenti.

 

Pro

Dimensioni: Questa dash cam è molto piccola, tanto che può essere installata dietro allo specchietto retrovisore per non togliere visuale al conducente.

Wi-Fi: Un chip integrato trasmette le immagini registrate a uno smartphone o tablet utilizzando la veloce frequenza a 2,4 GHz.

User experience: L’app YI Dash Cam è reperibile sia sullo store Apple sia su quello di Google destinato agli smartphone Android. È molto semplice da utilizzare e consente anche di settare la dash cam da remoto.  

 

Contro

Angolo di visione: In comparazione con altre dash cam più recenti ha una lente grandangolare minore (130° contro 170°) e questo si nota quando si registrano immagini in autostrada dove non sempre si riesce a riprendere l’intera carreggiata.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Telecamera per auto Toguard

 

Toguard CE20G

 

Per chi cerca una dash cam che consenta anche una buona visione delle immagini quando non c’è molta luce può prendere in considerazione questa telecamera per auto Toguard, che propone un sensore a raggi infrarossi che appunto consente di riprendere video anche di notte, quando l’illuminazione, anche artificiale, non è delle migliori. Altra caratteristica a suo favore riguarda la possibilità di poterla installare anche sul retro dell’automobile ed utilizzarla come camera posteriore per fare manovre in retromarcia in tutta sicurezza e tranquillità.

La visione in questo caso delle immagini avviene su uno smartphone dove è necessario installare la relativa app.

Le riprese video vengono inviate dalla telecamera a quest’ultimo dispositivo via Wi-Fi. Non manca comunque un piccolo display da 2.4 pollici, che funge anche da pannello di controllo per settare tutte le impostazioni messe a disposizione dalla dash cam. Tutti i video registrati vengono salvati su una memoria microSD (non fornita) e la durata del video può essere scelta impostata tra i 3 e 10 minuti con intervalli di 5 minuti.

 

Pro

Riprese notturne: Una delle sue migliori qualità riguarda le riprese video quando non c’è molta luce, che risultano di discreta fattura, grazie alla presenza di un sensore a raggi infrarossi.

Versatile: Volendo è possibile installare questa dash cam anche sul retro dell’auto per avere una visione, tramite smartphone, di quello che si para dietro il veicolo durante la retromarcia.

Installazione: Non ci sono supporti a ventosa, ma solo adesivi molto potenti per poterla installare in breve tempo dove meglio si crede.

 

Contro

Batteria interna: Questo modello dispone di batteria interna molto piccola, adatta solo a tenere in memorie le impostazioni. Quindi per forza di cose è necessario alimentarla tramite il cavo che si collega alla presa accendisigari dell’auto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Telecamera per auto anteriore

 

Aukey DR02-EU

 

Dimensioni contenute per uno dei modelli di telecamera per auto anteriore più venduti online. Infatti va installata dietro lo specchietto retrovisore, scomparendo così dalla vista del conducente e quindi non diventando fastidiosa riducendo la visuale come può accadere con un modello più economico. Ha un piccolo display da 1,5 pollici, più che altro utile per impostare la dash cam. Il suo pezzo pregiato è il sensore Sony IMX323 in grado di catturare video a 1080p a 30fps.

I video vengono salvati su una scheda microSD Cat 10 quindi con capacità fino a 128 GB. Facile da installare grazie alla presenza di adesivi 3M, mentre l’alimentazione avviene tramite il classico cavo con presa per accendisigari.

Nella confezione è presente anche un cavo USB abbastanza lungo da farlo scomparire nel cruscotto per non avere fili volanti tra dash cam e presa accendisigari. Si attiva appena si accende l’auto e si spegne automaticamente quando si toglie la chiave di accensione dal veicolo.

 

Pro

Sensore Sony: La qualità delle immagini è tra le migliori offerte dalle varie dash cam, grazie all’integrazione di un sensore CMOS Sony IMX323.

Ampia visuale: L’alta qualità delle immagini è ben supportata dalla lente grandangolare presente che offre una campo di registrazione pari a 170° .

Caricatore: La presa accendisigari da collegare al lungo cavo USB offre una porta USB supplementare che diventa utile per ricaricare il proprio smartphone quando si in auto.

 

Contro

Wi-Fi: Per essere una dash cam di fascia alta, stranamente manca il Wi-Fi. Quindi per poter vedere quanto ripreso è necessario togliere la memoria microSD e collegarla ad un PC tramite un lettore appropriato.

Acquista su Amazon.it (€69,99)

 

 

 

Telecamera per auto sosta

 

CHORTAU B-T007

 

Una telecamera per auto sosta ideale per tenere sotto controllo quanto avviene intorno alla propria auto, furgono o camion quando non si ha la possibilità di vederla ad occhio nudo. Infatti un sensore specifico rileva qualsiasi urto possa avvenire anche ad auto spenta e registra le immagini (in Full HD a 1080p) di quanto avvenuto. Volendo, tramite connessione Wi-Fi e smartphone che sia nel raggio di copertura della dash cam è possibile vedere, sempre e in qualsiasi momento cosa avviene intorno al proprio veicolo.

Funziona anche quando la temperatura all’interno dell’abitacolo è molto alta (massimo 70°) e anche quando è gelida (massimo -20°).

Si alimenta con il classico cavo USB che si collega alla porta accendisigari presente nell’abitacolo. Piace anche per le dimensioni non estremamente ingombranti che non vanno a precludere la visuale del conducente. Come avviene con molte altre dash cam, in caso di incidente, il video viene salvato dove non si può sovrascrivere.

 

Pro

Temperatura: Questo modello di dash cam funziona praticamente a qualsiasi temperatura, sia molto alta, sia estremamente bassa.

Parcheggio: Quando si parcheggia l’auto un sensore capta ogni vibrazione che possa avvenire intorno all’auto e attiva la registrazione. Le immagini possono essere riviste anche tramite smartphone via Wi-Fi.

Installazione: Non è richiesta una particolare manualità per poter installare questa dash cam: basta scegliere la zona del parabrezza dove posizionarla, attaccare il biadesivo e il gioco è fatto.

 

Contro

Schermo: Chi pensa di poter rivedere quanto registrato sul piccolo display presente deve farsene una ragione e utilizzare lo schermo dello smartphone, sicuramente più consono a questa operazione.

Acquista su Amazon.it (€59,99)

 

 

 

Mini telecamera per auto

 

SuperEye RJ0060-UK

 

Molto automobilisti pensano che la migliore telecamera per auto sia quella più piccola perché poco invadente a livello di visuale e anche facilmente “nascondibile”. Per questo motivo sono nate le mini telecamere per auto, che da come si può immaginare, hanno nelle dimensioni molto compatte il loro cavallo di battaglia.

Non sfugge a questo anche il modello SuperEye RJ0060-UK che offre molte delle caratteristiche tecniche offerte dalle dash cam “più corpulente” (G-Sensor, risoluzione Full HD, grandangolare da 170°, registrazione in loop e via dicendo) ma in uno chassis davvero molto piccolo e poco ingombrante.

Paradossalmente è più ingombrante il supporto a ventosa dell’intera dash cam. Ha una batteria integrata, ma molto piccola che è utile solo per salvare i file in caso di incidente. Quindi è necessario alimentarla con il solito cavo USB da collegare alla presa accendisigari. I link sotto i pro e contro di questa pagina segnalano dove comprare la mini telecamera per auto prodotta da SuperEye.

 

Pro

Dimensioni: Difficilmente è possibile trovare una dash cam più piccola di quella proposta da SuperEye, che una volta tolta dall’auto sta comodamente in tasca.

Prezzo: Rispetto a molte altre dash cam con le stesse caratteristiche tecniche questo modello consente di risparmiare qualche euro.

Attacco a ventosa: Questo tipo di attacco da posizionare sul parabrezza, anche se un poco ingombrante, consente di togliere e mettere la dash cam molto velocemente e averla pronta all’uso quando serve.

 

Contro

Poca luce: Secondo i pareri degli utenti anche questa dash cam soffre quando deve fare riprese video e la luce esterna non è delle migliori.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una telecamera per auto

 

Le telecamere per auto negli ultimi tempi sono diventate un utile accessorio alla portata di tutti per avere un valido alleato in caso di incidente dove la ragione può essere controversa. La nostra guida vuole evidenziare quale telecamera per auto acquistare che sia corrispondente con le proprie esigenze. Le migliori telecamera per auto del 2019 sono molto simili tra di loro a livello di caratteristiche tecniche, ma ognuna offre spesso un plus che le altre non offrono. Per questo motivo, è importante valutare bene ogni sfaccettatura per sapere come scegliere una buona telecamera per auto che diventi utile quando serve.

 

 

Dash cam e retrocamere

Le telecamere per auto si possono suddividere generalmente in due tipi: dash cam o telecamera anteriore, e retrocamera. Le prime sono quelle più utilizzate, e sono installate sulle auto per registrare quanto accade durante un viaggio. In caso di sinistro quindi si avrà a disposizione un video per dimostrare la propria ragione nel caso il conducente dell’altra auto coinvolta non sia d’accordo su chi abbia commesso l’infrazione stradale che a portato al sinistro.

Le retrocamere sono invece molto utili quando si fanno manovre in retromarcia perché vanno a visualizzare quanto si para dietro al proprio veicolo che magari non è visibile dallo specchietto retrovisore. In entrambi i casi la caratteristica più importante da valutare riguarda la risoluzione video con cui sono in grado di registrare le immagini.

La maggior parte delle dash cam attualmente in commercio registrano in Full HD, quindi la maggior parte dei dettagli, che in caso di verifica delle dinamiche di un incidente sono fondamentali, sono visibili in maniera ottimale. Ci sono modelli di retrocamere che offrono una risoluzione in HD (720P). Non sono da disdegnare, in quanto per il loro utilizzo è comunque una definizione sufficiente per vedere bene cosa accade sul retro della propria automobile.

 

Visione notturna

Inutile negare che molte dash cam soffrono particolarmente quando devono registrare video con poca luce, quindi di notte, al crepuscolo, o in caso di pioggia fitta o nebbia. Questa caratteristica è solo valutabile una volta acquistata la dash cam, o meglio, controllando le varie recensione degli utenti che le hanno acquistate e provate. I modelli migliori che sono in grado di registrare i video anche con poca luce sono quelli che offrono dei sensori a raggi infrarossi, ma questa caratteristica, spesso determina un prezzo più alto di quelle che non li offrono.

Un altro dato che può essere utile, è l’apertura massima del sensore, ovvero quanta luce è in grado di catturare quando fa una ripresa. Purtroppo questo dato non è sempre disponibile, ma se si dovesse trovare, e leggere, ad esempio “apertura f. 2/2” si può stare certi di avere a che fare con un modello che sarà in grado di registrare video anche in scarse condizioni di luce.

 

Alimentazione

Tutte le dash cam vengono alimentate tramite il classico adattatore per presa accendisigari che viene di norma offerto nella confezione. Insieme a questo, è di solito presente un cavo USB-mini USB, da collegare alla dash cam e di conseguenza all’adattatore.

Quando si accende l’auto, se il connettore è inserito, attiva la dash cam, che si spegne appena si giunge a destinazione e si toglie la chiave di accensione dal cruscotto. Le retrocamere si alimentano con un cavo (USB o di altro tipo), ma in questo caso deve essere molto lungo perché deve arrivare fino alla batteria dell’auto, facendolo passare attraverso l’auto. Questa operazione non è molto semplice, e richiede una certa manualità o l’aiuto di un elettrauto.

 

 

Sensori

Le moderne telecamere per auto sono dotate di numerosi sensori. Il più utile è il cosiddetto G-Sensor, che si occupa di salvare il video che sta registrando in una zona “sicura” della SD card inserita appena rileva una collisione, e quindi si è verificato un incidente. Sempre utile è anche quello di movimento che è in grado di rilevare qualsiasi movimento avvenga interno all’auto anche quando è parcheggiata. Questo si preoccupa di attivare la telecamera in caso di urti, botte o anche quando ci fosse un tentativo di scasso.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona la telecamera per auto?

La telecamera per auto, a grandi linee, è una videocamera in miniatura che si registra in loop dei video. Questo significa che un video ha un determinato tempo deciso di norma dall’utente: 3, 5 o anche 10 minuti. Allo scadere del tempo inizia un’altra registrazione. I video vengono salvati su una memoria SD e al completamento della capacità la dash cam cancella il primo video registrato lasciando visibile l’ultimo. In caso di incidente, un sensore si attiva e in pratica va a salvare il video del sinistro in una zona della memoria che non può essere sovrascritta.

 

A cosa serve una telecamera per auto?

La telecamera per auto è utile in caso di incidente per mostrare alla compagnia di assicurazione il video che dimostra la propria ragione, nel rispetto al codice della strada, se c’è una controversia con chi si è avuto il sinistro.

 

Come funziona una telecamera per auto Wi-Fi?

La telecamera per auto Wi-Fi è in grado di inviare le immagini registrate a uno smartphone o tablet su cui bisogna installare una specifica applicazione sviluppata dall’azienda produttrice della dash cam. Molte di queste app consentono anche di settare da remoto i vari parametri della telecamera.

 

Che cosa dice la legge in merito alle telecamere per auto?

Allo stato attuale non c’è alcuna legge specifica che regola l’utilizzo di una telecamera per auto. Dunque non vi sono limitazioni di sorta, sebbene il rischio di violazione della privacy sia sempre in agguato, visto che riprendono quello che avviene attorno alla vostra auto mentre vi spostate. Qualora decidiate di acquistare un modello che ruota a 360 gradi e vogliate riprendere gli eventuali altri occupanti la vostra macchina, dovete necessariamente informarli.

 

 

 

Come utilizzare una telecamera per auto

 

Se ci si sta domandando se ci siano particolare problemi su come montare una telecamera per auto la risposta è che generalmente tutto questo è molto semplice. Questi piccoli dispositivi sono dotati o di aggancio con ventosa per poterla attaccare al parabrezza o di biadesivi molto potenti per poterla fissare anche in altre zone dell’auto, anche se chiaramente devono consentire alla telecamera di puntare verso la zona anteriore dell’auto.

 

 

Attenzione all’alimentazione

La maggior parte delle dash cam dispongono di una piccolissima batteria interna che serve solo per tenere attive le impostazioni e per salvare i file registrati sulla memoria microSD. Quindi, per forza di cose, devono essere alimentate attraverso una fonte di energia. Il modo più semplice, che poi è quello offerto da ogni produttore di dash cam, è collegarla tramite un cavo (di norma USB) alla porta accendisigari dell’auto.

Le cose si complicano un poco se non si desidera avere nell’abitacolo questo cavo volante che va dalla dash cam (installata sul parabrezza), alla presa accendisigari (di norma posizionata nella zona bassa dell’abitacolo e a volte anche nella zona destra rispetto al sedile del conducente). Una soluzione ingombrante e poco estetica.

È necessario quindi far passare questo cavo (per fortuna normalmente i produttori ne offrono uno in bundle abbastanza lungo) dalla telecamera per auto alla porta accendisigari facendolo passare attraverso cruscotto, tappetini e tutte quelle parti che possono nasconderlo alla vista. Questa operazione richiede un po’ di pazienza e un po’ di ingegno nel trovare i pertugi dove far scorrere questo cavo. Nelle auto moderne sono ormai spesso presenti delle porte USB: si possono eventualmente utilizzare per alimentare la dash cam, a patto che siano dell’amperaggio giusto e che siano in grado di erogare almeno 12V.

Una soluzione molto utilizzata dagli automobilisti più accorti è quella di collegare alla dash cam una powerbank che si può installare più agevolmente e più vicino alla zona dove si posizionerà la telecamera per auto. Anche in questo caso è da scegliere un modello di powerbank abbastanza potente da poter alimentare la dash cam.

 

Telecamera posteriore per auto

Di altro impegno sono le operazioni per installare una telecamera posteriore. Partendo dal presupposto che ogni modello deve essere fornito con le istruzioni dettagliate che spiegano passo a passo come montare una telecamera posteriore è necessaria una buona manualità o rivolgersi direttamente a un elettrauto, anche se molto dipende dal modello che si sceglie. Infatti alcuni degli ultimi modelli, sfruttando le connessioni wireless, sono una manna per chi non vuole perdere molto tempo nell’installazione.

Le immagini riprese dalla telecamera vengono trasmesse al display posto nella zona anteriore dell’auto, o addirittura a uno smartphone tramite Bluetooth o Wi-Fi. Questo modelli (costosi) sono alimentati da una batteria (molto spesso ricaricabile) e quindi i cavi video e di alimentazione spariscono del tutto.

 

 

Montaggio e smontaggio

Una dash cam visibile può diventare appetibile per i ladri. Per questo motivo è utile che la telecamera si possa installare e togliere dal parabrezza in maniera veloce. La soluzione più semplice è l’attacco a ventosa ma non sono poco che le dash cam che si posizionano tramite dei biadesivi.

Questa soluzione a lungo andare potrebbe non essere la più vantaggiosa, anche perché è risaputo come gli adesivi prima o poi perdano le loro qualità. Se si punta a un modello che adotta questo tipo di installazione è bene almeno prevedere un dash cam abbastanza piccola che possa essere il meno visibile possibile dall’esterno. Una buona posizione è nella zona del parabrezza posta a livello dello specchietto retrovisore, perfettamente in centro per avere la giusta visuale d’insieme della carreggiata e meno visibile all’esterno, andando a confondersi appunto con lo specchietto retrovisore.