Ultimo aggiornamento: 19.09.19

 

Si suol dire che chi fa da sè fa per tre, ma con le autoradio si rischia di fare parecchi danni se non si sa come montarne una nuova. 

 

La maggior parte delle autoradio vendute online si possono montare con un po’ di sano fai da te, senza dover ricorrere necessariamente ai servizi di un elettrauto. Questo ovviamente non si può applicare a tutte le situazioni, per esempio se dovete passare da un’autoradio di serie a una acquistata da 1 DIN o da 2 DIN potreste aver bisogno di cavi particolari o vedervi comunque costretti a rivolgervi ad un professionista. I costi dell’elettrauto per il montaggio di un’autoradio sono abbastanza ridotti, ma se volete risparmiare allora non vi resta che installarla da soli.  

 

Acquistare componenti

Prima di tutto dovete acquistare tutti i componenti necessari, quindi è bene documentarsi su quali siano i cavi da comprare o kit di montaggio del cruscotto da dover applicare al cambio dell’autoradio. Potrebbero servire anche un adattatore per antenna e un connettore cablato. 

Per scoprire il grado di compatibilità tra il vostro veicolo e l’autoradio che volete acquistare vi consigliamo vivamente di rivolgervi alla ditta produttrice, senza cercare di scoprirlo da soli. Il servizio clienti del produttore potrà darvi i giusti suggerimenti, in alternativa dovrete per forza fare qualche domanda su dei forum di esperti e vedere cosa vi può effettivamente tornare utile.

 

 

Sicurezza

Fermi tutti! Dovete cambiare un componente elettronico dell’automobile, quindi dovrete necessariamente staccare i terminali della batteria, perché altrimenti rischiate di rovinare i cavi e danneggiare l’impianto irrimediabilmente. Prima di procedere assicuratevi che il veicolo sia spento, in modo da evitare pericolosi incidenti e infortuni. 

Per staccare la batteria avrete bisogno di guanti e occhiali di sicurezza per proteggere mani e occhi, poi procedere staccando prima il terminale negativo con segno – e poi quello positivo con segno +. Questa procedura richiede una certa manualità, perché dovete assolutamente evitare che i terminali tocchino le parti metalliche dell’automobile. In caso ci sia una carica residua questa potrebbe danneggiare seriamente tutti i circuiti del veicolo, facendovi rimpiangere amaramente di non aver chiamato un elettrauto. 

Staccare i terminali della batteria è l’ostacolo più grosso del cambio di autoradio, per questo se non vi sentite sicuri non esitate a contattare un professionista.

 

Estrarre la vecchia autoradio

Se avete l’autoradio di serie, dovete necessariamente dare un’occhiata al manuale del veicolo, per scoprire come fare a staccare l’autoradio ed estrarla. Non esistono procedure universali, infatti alcune per autoradio sarà necessario rimuovere i componenti del cruscotto, operazione molto delicata. In altri casi si possono trovare dei fori in cui inserire una chiave per poter estrarre l’autoradio. 

Potete trovare questa chiave particolare nei negozi di autoricambi oppure acquistarla online. Dopo aver estratto l’autoradio dovete rimuovere i cavi, controllando che quelli acquistati siano uguali. Se non sono uguali potete portare l’autoradio al negozio dove li avete comprati e farvi dare quelli giusti. Scollegate l’antenna tirando lo spinotto ed ecco fatto.

 

Installare la nuova autoradio

Ogni autoradio dispone di un kit per il cruscotto che dovrete montare insieme al dispositivo. Il metodo più comune è quello ISO che sfrutta le viti incluse nella confezione, ideale per poter assicurare una buona protezione intorno all’autoradio senza dover fare troppe modifiche. Una volta estratta l’autoradio dovrete collegare il nuovo connettore accoppiando i colori, magari proteggendo i cavi con un nastro adesivo isolante per poter evitare cortocircuiti o cali di tensione. 

Tenendo l’autoradio sempre fuori dal cruscotto, adesso dovrete collegare il connettore e l’antenna. Prima di sistemare l’autoradio provate ad accenderla poggiandola su uno dei sedili, inserite il frontalino e controllate che tutto funzioni correttamente. In seguito potrete inserire l’autoradio nel cruscotto, ma se non dovesse entrarci allora dovrete fare un po’ di modifiche usando il kit oppure comprare i componenti necessari a parte. 

Una volta che l’installazione è andata a buon fine, potrete rimontare il cruscotto inserendo le viti e i clip al loro posto, con calma e senza cercare di forzare niente rischiando di provocare danni irreparabili. Fatto questo dovrete ricollegare i terminali della batteria, un’operazione decisamente più semplice rispetto alla rimozione descritta qualche paragrafo precedente.

 

 

Amplificatore

Se il vostro impianto dispone di amplificatore, per poterlo usare dovrete collegarlo necessariamente all’autoradio. Per farlo dovrete inserire i connettori RCA nel retro dell’autoradio e nell’amplificatore e con un cacciavite dovrete impostare i vari settaggi dell’amplificatore, resettando il gain per poterlo adattare a quello della nuova autoradio.

Come potete vedere si tratta di una procedura che se fatta con le dovute precauzioni si rivela abbastanza complessa, quindi se non vi sentite preparati è meglio lasciare perdere. Non sentitevi incapaci, perché lavorare con il sistema elettrico delle auto non è assolutamente semplice, inoltre il minimo errore può portarvi a danneggiare il cruscotto e gli altri componenti del veicolo. 

Se avete un buon elettrauto di fiducia, spendete qualcosina in più e lasciate fare a lui. Nel caso avete tempo a disposizione potete chiedergli di osservare il procedimento e farvi spiegare come si fa, così potrete vedere un esperto al lavoro e capire quali sono i trucchi del mestiere per montare correttamente un’autoradio.